I CEROTTI TERAPEUTICI PER DETOX SONO EFFICACI?

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Ciao Valdo, Sono Lorenzo, un musicista, pratico igienismo da più di dieci anni anche grazie ai tuoi insegnamenti. Ci siamo sentiti via videochat una volta per aiutare i miei genitori ad avvicinarsi a tali pratiche.

Navigando in rete ho trovato questi cerotti che vengono pubblicizzati come prodotti ispirati da antiche pratiche asiatiche di detox, quale eminente igienista e conoscitore della cultura asiatica, vorrei chiederti se conosci queste pratiche e puoi consigliarne la pratica fai da te a casa senza ricorrere ad acquisto di prodotti industriali. Vorrei infatti provare questa terapia di detox notturno ai piedi o similare senza ricorrere all’acquisto di prodotti vari. Con grande stima ti saluto e abbraccio
Lorenzo Di Sandro


RISPOSTA

ABUSO COMMERCIALE DEL TERMINE “NATURALE”

Di questi cerotti giapponesi ne ho sentito parlare, ma non li ho mai adoperati e pertanto non posso dire di avere una esperienza diretta. In genere tutti i prodotti attualmente immessi sul mercato, e in particolare quelli che riguardano alimentazione, integrazione mineral-vitaminica-ormonale, cure corporali e cure di bellezza, vertono sulla pretesa e sulla premessa pubblicitaria di essere naturali, o comunque di origine vegetale, magari utilizzando pure delle etichette tipo “Vegan friendly” o “Bio”. Cosa che può corrispondere più o meno alla realtà. Tutto sta comunque nel valutare quanto della vitalità originale di tali prodotti (intendo dire della forza elettromagnetica Angstrom, della forza enzimatica e radiante) ha subito devitalizzazione, pastorizzazione, degradazione, cottura e altri processi lavorativi che hanno reso i prodotti stessi inerti e inattivi. Non sentirai mai un medico, un farmacista o un dietologo ospedaliero parlare di differenze tra succo zuccherino e zucchero saccarosio (o zucchero da dolciumi), tra vitamina naturale e vitamina sintetica, tra minerale organicato e minerale inorganico.

L’USO ESTERNO NON COMPORTA IN GENERE GROSSE CONTROINDICAZIONI

In questo caso non si tratta di ingerire tali prodotti chiaramente devitalizzati e conservati, ma di applicarli esternamente facendo di sicuro meno danni eventuali, per quanto la pelle sia un organo sensibile ed emuntorio in grado sia di espellere o filtrar fuori dal corpo che di assorbire dall’esterno. Quando si applicano cerotti, cremine, impiastri, cataplasmi, fanghi, decotti vegetali, foglie di cavolo e cipolla tritata si possono certamente ottenere degli effetti disinfiammanti, decongestionanti, stimolanti, riscaldanti e simili, il tutto senza provocare grosse controindicazioni, magari dando un certo aiuto temporaneo o dando una mano per così dire agli strumenti auto-guaritivi del corpo stesso, che rimangono sempre i soli autentici protagonisti del riequilibrio interno. Il principio dei cerotti è un po’ simile a quello degli schiaffetti esterni praticati da alcuni medici cinesi, a quello dei massaggi, delle spugnature di acqua fresca o tiepida, dell’esposizione solare e della stessa agopuntura.

MEGLIO I CEROTTINI CHE I PRODOTTI INDUSTRIALI AD AZIONE PIÙ INTENSA

Chiaramente è preferibile ricorrere a questi cerottini piuttosto che a prodotti industriali e chimici spesso più aggressivi, spesso causa di irritazioni, di controindicazioni e di effetti avversi. In ogni caso, uno può sperimentare il prodotto e valutarne gli effetti reali e l’efficacia. Ricordo che parecchi anni fa, Antonio Grassi, un brillante calzolaio ed inventore udinese, aveva ad esempio creato delle solette terapeutiche da inserire nelle calzature. Solette che venivano distribuite nelle farmacie di tutta Italia come “Solette terapeutiche Grassi”, ed erano efficaci contro il mal di testa ed altri disturbi.

RIMANGONO PER NOI I LIMITI E LE ILLUSIONI TIPICHE DI TUTTE LE TERAPIE SUL SINTOMO

Resta sempre il fatto che si tratta di cure eventualmente valide nel breve periodo, e comunque di cure sul sintomo e non sulle cause reali del problema, per cui non possono portare a un riequilibrio stabile e di lungo periodo, come succede del resto a tutte le terapie rivolte al sintomo e non alla causa, tipiche della medicina allopatica, della medicina omeopatica o di altre terapie similari. Un processo di detossificazione autentica coinvolge tutti i grandi e complessi sistemi interni come il sistema immune, il sistema endocrino, il sistema epiteliale, il sistema nervoso, il sistema cardiocircolatorio. Illusorio pensare ed attendersi che del materiale esterno possa davvero essere risolvente. È sempre il corpo con la sua vitalità e i suoi mezzi interni ad agire comunque sulle sostanze adoperate, e non viceversa.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
2 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
2
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x