CHIACCHIERATA CON VALDO, ORGANIZZATA DA GROUND ZERO CHANNEL

Pinterest LinkedIn Tumblr +

DUE RAGAZZE FRIULANE DOTATE DI CORAGGIO E DI VALORE

Innanzitutto grazie a Cristina e Valeria, giovani insegnanti della mia regione, nonché magnifiche mamme di 2 bambini e 3 bambini rispettivamente. Apprezzo che abbiano intitolato questo meeting “Una chiacchierata” e pertanto qualcosa di rasserenante e e rilassante. Apprezzo pure che non mi abbiano appiccicato etichette improprie di maestro o di guaritore o persino di igienista, limitandosi a chiamarmi libero pensatore, giornalista investigativo sul fisico, sulla mente e sullo spirito. Grazie infine per avermi dato modo di farmi sentire ad ampio raggio, ed in modo specifico verso la importante comunità umana del Friuli e della Regione Giuliana dell’Alto Adriatico, alla quale sono particolarmente legato per esserci nato e per avervi vissuto, prima di andare in giro 40 anni per l’Asia e gli altri continenti. Tutta l’Italia vanta genti straordinariamente dotate, con ricche diversità che si completano e si armonizzano tra loro. Il Nord Est brilla in special modo per la laboriosità, la operosità e la affidabilità caratteriale dei suoi abitanti, apprezzati dovunque nel mondo per queste loro doti peculiari.

LA REGIONE FRIULI È STUPEFACENTE SOTTO MOLTI ASPETTI

Il Friuli merita sicuramente qualche attenzione in più, per la ricchezza di risorse naturali, per la maestosità del Monte Canin e della zona Carnica che a nord porta alle Dolomiti di Sappada e del Cadore, e che poi scende nella fertile pianura ricca di risorgive e di rogge, pianura che porta alle perle marine di Lignano, di Marano Lagunare, Grado, Sistiana, racchiuse tra le foci del Tagliamento e dell’Isonzo, per il capoluogo udinese col celebre Castello al centro e soprattutto per la Cividale Forum Juli fondata da Giulio Cesare e capitale longobarda, e per Aquileia, una delle maggiori città dell’epoca romana, con un sito archeologico e una Basilica che la includono tra i patrimoni mondiali dell’umanità.

PURTROPPO LA SALUTE NON PARE ESSERE AFFATTO IL SUO PUNTO FORTE

È sconcertante e sbalorditivo che il Friuli vanti pure un triste primato nazionale di cancro e di malattie degenerative. Troppe lodi e troppe Arie di Festa a favore del prosciutto crudo di SanDaniele, lo speck di Sauris, il formaggio Montasio, il caffè Illy, lo Stock84, le grappe Nonino, i vini del Collio, la birra Moretti doppio malto, le gubane cividalesi super-ricche e super dolcificate. Fatto sta che il CRO di Aviano-Pordenone (Centro Riferimento Oncologico) è tra i più attivi dell’intera nazione.

SPERO CHE QUESTA CHIACCHIERATA VENGA TRADOTTA NELLE VARIE LINGUE

Mi rendo conto che le mie posizioni siano oggettivamente scomode e disturbanti per le industrie alimentari del Friuli-Venezia Giulia. Non vorrei chiaramente inimicarmi nessuno, ma la salute si mantiene e si riconquista con modalità nutritive e comportamentali ben diverse da quelle che tali industrie portano avanti. Purtroppo la gente della mia regione, ancora più di quella delle altre zone a rischio, non si limita soltanto a produrre e ad esportare nel mondo intero, ma crede veramente ai cibi e alle bevande che produce, quasi come si trattasse di una religione intoccabile, e quindi le consuma pure con convinzione, frequenza e continuità. Io spero che questo mio documento venga recepito a Udine e dintorni, ma venga pure tradotto nelle maggiori lingue e faccia un po’ il giro del mondo come è già successo per diversi miei articoli. Lo spero non per una forma di vanità personale ma per il fatto che contiene una sintesi di informazioni davvero preziose per il benessere della gente.

SUL CANALE GROUND ZERO C’È OVVIAMENTE IL VIDEO COMPLETO

Non riporto tutto qui, ma mi limito a citare la mia sintesi di presentazione. Per l’intera chiacchierata potrete andare sul video realizzato via zoom da Ground Zero Channel, sperando che non venga bloccato, impedito ed oscurato, come successo su Facebook al mio articolo “Vaccinato uguale moltiplicatore di varianti”, con la scusa che potrebbe turbare i sonni, le illusioni e i dogmi del grande pubblico.

NON AMO LE MASCHERATURE

Sgombriamo il campo da ogni equivoco. Non credo nel modo più assoluto ai virus-killer, e ancor meno credo a vaccini-tamponi-guanti-mascherine-scafandri-amuchine-distanziamenti-lockdown-immunità artificiali e tutto quanto si sta facendo a livello Italia e nel mondo intero su questa nevrotica e isterica faccenda. Il mio simbolo personale è il mio viso libero da impedimenti, da trucchi e da mascheramenti. La mia legge personale verte sulla libertà e sulla trasparenza. Per me ogni ora e ogni minuto sono preziosi e contano enormemente. Non ci sono tempi morti, non c’è spazio per fesserie e tanto meno per imbrogli. “Vivi ogni tuo giorno come fosse l’ultimo” raccomandavano il poeta Orazio (65 a.C. – 8 a.C.) e l’imperatore romano Marco Aurelio (121-180). Mi attengo fedelmente a questi principi.

ALCUNE CATEGORIE LEGANO POCO CON LE MIE ATTITUDINI

Non ho alcuna fiducia e alcun rispetto -salvo poche e rare eccezioni- per determinate categorie, alla luce di quanto stanno facendo. Queste comprendono innanzitutto:

  • i Politici, troppo immorali, arrivisti, comprabili, voraci, attaccati alla sedia, legati spesso a sette massoniche,
  • i Banchieri, falsari e creatori di moneta per professione, generatori di grandi speculazioni, di grandi fortune per pochi e di altrettante miserie per molti,
  • Medici Curanti, tutti impegnati allo spasimo nelle cure sul sintomo, ignorando i fattori causanti e ignorando quello che dovrebbe essere il proprio ruolo di educatori del popolo e non di falsi guaritori, ignorando il principio in forza presso i Romani e tutte le civiltà antiche dell’Oriente e dell’Occidente (Medicum Curat Natura Sanat),
  • Medici Virologi ed Immunologi, specializzati a spaventare le persone coi mostriciattoli batterico-virali e coi vaccini,
  • Scienziati moderni, il più delle volte presuntuosi, altezzosi, dogmatici, al servizio del potere e non del popolo,
  • Giornalisti, addomesticati e al servizio di chi li foraggia meglio, abilissimi nel manipolare le notizie secondo le direttive dei rispettivi padroni.

HO UN PRECISO CONCETTO DI UOMO

Credo invece nell’Uomo Autentico, nell’Uomo semplice e di strada, quello che dice pane al pane e vino al vino, quello che è assistito dal buon senso. Non credo per principio a presidenti, papi, arrampicatori sociali di vario tipo che sguazzano nella burocrazia, che beneficiano di spropositati stipendi e pensioni, che vivono staccati dalle rispettive masse trattate al pari di greggi di pecore. Credo insomma a un Uomo che è consapevole delle proprie dotazioni quali 1) Intelligenza e Spiritualità (le due qualità fondamentali), 2) Intuizione e Amore per Se Stesso, per la Creazione, per l’Ambiente, per il Prossimo Suo, 3) Non-Acculturazione, specie quella di tipo televisivo che porta alla fine al fenomeno altamente degenerativo del Pensiero Unico.

IPPOCRATE TUTTORA IN PRIMO PIANO

Rilevo a chi mi sta ascoltando che Ippocrate, il simbolo sul quale giurano i giovani medici, era un Anti-Medico per eccellenza. Lo dicono i suoi maggiori principi che erano:

  • Primo non nuocere,
  • La Natura è Sovrana Medicatrice di Tutti i Mali
  • Se l’Anima si ammala essa corrode e consuma il corpo.

LA REALTÀ È CHE SIAMO PILOTATI MALISSIMO

A questo punto, vorrei lanciare a tutti coloro che hanno modo di ascoltarmi la sintesi del mio messaggio, con tutta l’amicizia e la franchezza possibile, senza secondi fini evidenti e nascosti, soprattutto in questo periodo critico e di riflessioni Pasquali per la Cristianità, ma anche al di là di essa. Smettetela di piangervi addosso e di scaricare il barile su una polvere chiamata virus. Tutti i disastri attuali sono prodotto esclusivo della dabbenaggine, dell’oscurantismo, della stupidità manifesta ai massimi livelli da parte di piloti incompetenti ed irresponsabili, nonché di passeggeri che si sono fidati e si stanno fidando di loro.

MANCA L’UMILTÀ E LA COMPETENZA PER RISOLVERE IL RISOLVIBILE

Esiste nella comunità umana odierna una folle e allucinante corsa a fare cose sbagliate. Se i governi non avessero fatto niente di niente, se si fossero astenuti dall’imporre decreti e avessero gestito con semplice buonsenso e con realismo l’intera questione, avremmo già risolto il Risolvibile, che è poi il maggiore obiettivo di chi dirige in modo competente la cosa pubblica.

IMPARIAMO A RICONOSCERE I NOSTRI SEGNALI D’ALLARME

Dobbiamo prendere nota che niente succede a caso, ma che tutto è nelle nostre mani di protagonisti. Siamo tutto fuorché comparse in balia della situazione. Raccogliamo quanto seminiamo. Serve una ferma ed incrollabile fiducia in se stessi e nelle Leggi Universali ed Eterne, serve fiducia nella Creazione. L’uomo è un essere speciale. È Health Oriented nel Fisico (Mens sana in corpore sano), Health Oriented nel Mentale ed Health Oriented nello Spirituale. Il corpo non va mai contro se stesso e l’anima non va mai contro se stessa. Abbiamo anzi a disposizione i campanelli d’allarme che sono la malattia-sintomo (che scatta non appena superiamo la nostra percentuale personale di tolleranza ai veleni corporali), e il Rimorso di Coscienza (che scatta quando non facciamo le scelte giuste e responsabili che la Creazione si attende da noi).

È BASILARE STABILIRE COSA È L’UOMO E QUALE È IL SUO CARBURANTE ELETTIVO

Occorre dare una definizione a noi medesimi. Ebbene è provato da una marea di evidenze scientifiche, e quindi misurabili e quantificabili, che l’uomo non è affatto quello che la maggioranze pensa e crede. L’uomo è un Idro-Fruttariano (consumatore di frutta principalmente acquosa), un Amidiano (consumatore di amidi naturali tipo patate, radici, riso, cereali integrali), un Verduriano (consumatore di verde clorofilla e di fibre vegetali), un mineral-vitaminiano (prodotti freschi del regno vegetale). Solo prendendo coscienza di tutto questo può fare le giuste scelte per il suo carburante giornaliero. Solo a queste condizioni è esente da malattie e da pestilenze.

VIVIAMO IN UN MARE DI PROTEINE E NON ESISTONO CARENZE PROTEICHE

Di certo l’uomo non è un Proteiniano, per cui potrà rilevare carenze di vario tipo ma mai carenze proteiche, e questo fa letteralmente a pugni con quanto insegna malamente il nutrizionismo medico. Qualcuno obietterà che l’uomo è fatto di materiale proteico. Questo non significa nulla. Basta un minimo di conoscenza biochimica per capire che siamo tutti composti di COH-carbonio-ossigeno-idrogeno, ovvero di carboidrati, ma che siamo nel contempo costantemente immersi in una gigantesca bolla d’aria composta al 20% di Ossigeno e all’80% di azoto o nitrogeno N, il quale, avendo la semplice accortezza di respirare bene, a ritmo e a fondo, arricchendo costantemente l’ipofisi che è centro vitale del sistema endocrino e che ama in modo particolare l’azoto, trasforma tutto ciò che ci circonda in proteina aerea. Come i pesci di mare stanno immersi costantemente nell’acqua salata, noi siamo immersi non-stop in un ambiente proteico e proteinizzante, come ben sanno del resto i fachiri e i respiriani o breathariani. Per chi si vuole meglio documentare si rivolga alla grande ricercatrice e docente americana Marion Nestle, o si rivolga alla stessa USDA-UD Dept of Agricolture. Non esistono carenze proteiche nella misura in cui non ci siano carenze di tipo calorico.

C’È CHI LASCIA COME QUADRO D’AUTORE LA GIOCONDA E C’È CHI LASCIA SOLO DISASTRI

Per concludere l’argomento su chi siamo e cosa dobbiamo fare per essere noi stessi, dobbiamo decidere, e qui ricorro a Totò, principe De Curtis, se essere uomini o caporali, uomini o quaqquaraquà. In termini manzoniani si direbbe uomini o Innominati, uomini o Azzeccagarbugli, uomini o tremebondi curati tipo Don Abbondio, uomini o caricature di uomini, uomini o brutte copie di uomini, uomini o sottospecie, uomini o infangatori di Pitagora, di Alessandro Magno e di Leonardo. Leonardo ci ha lasciato la Gioconda, una sintesi di magia, di bellezza ed intensità espressiva che tutto il mondo ammira. La gente deformata e degenere che sta attualmente nelle stanze dei bottoni in Italia, in Europa e un po’ dovunque, ci lascia come quadro d’autore una panoramica da incubo, fatta di terapie intensive, morti provocate, rincorse indecenti ai veleni delle multinazionali. Ci lascia una devastazione economica mai vista prima e un mondo bloccato e privo di prospettive.

CERCHIAMO DUNQUE DI DECIFRARE IL NOSTRO CIBO

Il bene e la veritas, le formidabili dotazioni interiori che tutti abbiamo vengono paralizzate-bloccate-inibite-depotenziate finché esistono al nostro interno delle presenze ostili, delle contraddizioni e delle disarmonie, finché non si apre il proprio cuore e la propria anima con tutto l’entusiasmo possibile. Il cibo di cui ci alimentiamo è una lettera d’amore inviata dai Piani Superiori. Una lettera che va DECIFRATA. Il cibo umano è un frutto maturato al sole. E ognuno di noi è tenuto ad esporsi al sole che è anche strumento spirituale capace di trasformare tutto ciò che è indigesto, acido e incolore. Gli alimenti giusti contengono Luce Condensata, Energia Solare Incapsulata, Profumi, Umori e Suoni Racchiusi. Qui non è tutta farina del mio sacco. Ho tradotto ed elaborato qualche ispirazione del grande maestro bulgaro Omraam Aivanhov. Fatto sta che il Principio Universale che guida e regge le stelle, guida anche Te, e pertanto sei tenuto a coltivare amore per la vita, amore per gli altri, amore per le piante e per gli animali che ti attorniano. Ricordati sempre che l’uomo è tutto fuorché uno sgozzatore di animali indifesi, è tutto fuorché un consumatore di carogne.

ESISTE UN BISOGNO URGENTE ED ENORME DI VERA CONOSCENZA

Nell’Igiene Naturale che promulghiamo non esiste spazio alcuno per le falsità e le superstizioni della curomania medicale. Nel mondo igienista non esistono medicinali, aspirine, integratori sintetici, scorciatoie, malattie malevoli o maligne e quindi incurabili, non esistono cinici mostri invisibili in eterna e costante belligeranza col genere umano. Non esistono nemmeno guarigioni, ma solo e sempre auto-guarigioni. Tutte le promesse e le premesse di medici e terapeuti sono false e si infrangono con questa realtà. Troppa gente resta ancorata alle facili apparenze, alle superstizioni vudù, alla fiducia totale nei camici bianchi. La diseducazione popolare è massiccia. La gente è preda di falsi profeti e di falsi maestri, non ha accesso al libero insegnamento, non fa uso del proprio cervello.

SONO LETTERALMENTE SOMMERSO DI TESTIMONIANZE

Questo mi premeva di dirvi, prima dell’intervista vera e propria. Testimonianze sul mio operato ne arrivano tutti i giorni. Le stesse Cristina e Valeria organizzatrici di questo colloquio spiegheranno il proprio entusiasmo e la propria gioia di vivere in dettaglio. Vorrei ricordare per l’ennesima volta il “Messaggio alle Donne del Mondo” da parte della dottoressa svizzera Natascha, allegata alla tesina “Dermatite Atopica e Straordinaria Cura della Non-Cura”. E vorrei pure citare gli ultimi due messaggi in arrivo, poiché molto significativi e pertinenti.

MESSAGGIO DI IERI DA FIRENZE

L’amico Pino, religioso autentico da Firenze, mi ha indirizzato il seguente messaggio: “Ti confermo mia completa guarigione dopo mesi di inferno grazie alle tue insuperabili informazioni igienistiche. Sapendo che il sistema corpo era in grado di fare ciò che era necessario NON HO INTERFERITO, niente farmaci e niente paure ma totale affidamento. Ti esorto a continuare nella tua missione perché chi AFFERRA LA CONOSCENZA che tu metti a libera disposizione del pubblico diventa libero e sereno anche nei momenti bui”.

MESSAGGIO DELL’ALTRO IERI DALLA SICILIA

Un altro amico, e si tratta di Salvatore, il quale tre settimane prima mi aveva inviato un commento di autentica demolizione, accusandomi di pro-trumpismo, mentre in realtà ho sempre sostenuto che Donald Trump, tradito fra l’altro dall’Italia e dal Vaticano, era e rimane comunque per me persona di grande coerenza, oltre che il male minore. Ebbene, Salvatore mi ha sorpreso ricredendosi del tutto, e mi ha inviato un commento di totale riabilitazione.

GEORGE BERNARD SHAW SULLA VACCINAZIONE ANTI-VAIOLO

Vorrei anche citare uno storico commento di George Bernard Shaw (1856-1950), noto scrittore e drammaturgo irlandese a proposito della vaccinazione numero uno, quella che ha aperto la strada alla nefasta abitudine medica di interferire sul sistema immunitario alla ricerca mitica di prevenire le malattie cosiddette infettive e contagianti, autentica follia in quanto significherebbe sospendere la Legge Universale di Causa ed Effetto. “Benché la vaccinazione anti-vaiolosa abbia ucciso nel mondo intero 10-20 volte più dello stesso vaiolo originale, i medici, come pappagalli ammaestrati ripetono a tutt’oggi che essa ha stroncato il vaiolo. La scienza medica si differenzia pochissimo dalla più volgare stregoneria dei guaritori”. Da rilevare infine che la categoria dei medici vanta non a caso il triste e imbarazzante primato delle malattie da essi stessi create e inventate. Sono infatti campioni nel morire prima del tempo. Un pessimo esempio che non merita di essere seguito.

NON TUTTI I MEDICI SONO DELLE SCAMORZE

Chiudo il mio intervento un video di Tony Robbins di quasi un anno fa ma sempre attuale, nel quale intervista diversi medici, intendendo smascherare le pseudo-scienze e le false sicurezze, dicendoci le cose che le televisioni nascondono e insabbiano. “Viviamo tempi intensi e straordinari. La gente è colpita nel profondo e si stanno avendo giganteschi effetti sul piano morale, materiale ed economico. Le televisioni ampliano, innescano e moltiplicano le paure. Questo è il motivo per cui ho dato voce a diversi importanti medici americani”.

TASSI DI MORTALITÀ DELIBERATAMENTE GONFIATI

Il dr Michael Levithi: “C’è un enorme e spropositato ammontare di politica in tutto questo Covid-19, una dinamica pilotata e anti-scientifica mirata a prendere decisioni, portata avanti dalla WHO-WorldHealthOrganization nelle salde mani di un certo Bill Gates. WHO che ha un record di esagerazione e gonfiamento fenomeni, per cui chiunque si ammala di qualcosa viene etichettato Covid”. Dr Alan Preston: “I tassi di mortalità sono stati sovra-estimati deliberatamente per spaventare la gente”.

UNA CRISI PILOTATA PER TENERE LA MASSA SOTTO FEROCE CONTROLLO

Il senatore e medico dr Scott Jensen: “È il tempo di porsi alcune domande su chi siamo, in quale paese viviamo, quante libertà fondamentali stiamo perdendo, quanti droni ci stanno spiando sopra la nostra testa. Il modo più sbrigativo per accedere al potere è spaventare la gente e poi dirle seguitemi che adesso prenderò cura di voi. La intera crisi è chiaramente pilotata”.

IL DISASTRO ECONOMICO È DI TIPO EPOCALE

Dr Dan Erikson: “Posso solo citare il caso di tanti suicidi in giovane età da parte di 20enni-23enni, posso solo citare casi di ansietà-depressione-alcolismo nella mia stessa comunità, casi che stanno letteralmente esplodendo. A mio avviso tutto va spostato d’urgenza sul disastroso lockdown economico che è 100 volte più grave di qualsiasi virus vero o falso o inventato che sia”.

STIAMO ATTENTI A NON FARCI TRASCINARE NELL’ABISSO DA UNA MALEFICA GANGA DI FUORI DI TESTA

Il dr Martin Massihi: “Abbiamo preso un percorso ippocratico per non spaventare la popolazione e per dirle solo la verità. L’epidemiologia di questa malattia è tecnicamente simile a quella dell’influenza. Succede però che mai nella storia prima d’ora si è chiuso tutto, e ogni cosa andò sempre a posto secondo natura. Non ha alcun senso e alcuna intelligenza chiudere tutto, allontanarsi da cose, persone, animali. Abbiamo gente che muore di fame, di paura, di disperazione, gente che non è in grado di sostenere se stessa, gente che non è in grado di provvedere ai bisogni essenziali della propria famiglia. Qui siamo semplicemente tutti allucinati e fuori di testa”.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x