Seleziona una pagina

COAGULI DI SANGUE NELLE VENE E CAPILLARI DOPO IL VACCINO

da 29 Set 2021Attualità, Vaccinazioni

UN VIDEO CHE DOVREBBE DESTARE LA GENTE DAL TORPORE

Per il Bene comune e di chi è stato vaccinato, guardate il video al microscopio che conferma i coaguli nel sangue, con relative spiegazioni mediche. Nel caso siate stati sfortunati a non prendere il placebo (vista la fase di sperimentazione dei presunti “vaccini”) fatevi le analisi del sangue e i controlli al microscopico, per sicurezza.
E, nel caso, fate causa civile per chiedere i danni alle ditte produttrici del “vaccino” da voi ricevuto. La firma che avete apposto prima del “vax-cino”, non libera dalle responsabilità civili e rappresenta una circonvenzione d’incapaci, in quanto non eravate e non siete in grado di giudicare sul pericolo. Sperando ci siano comunque dei rimedi. Per il Bene Comune. Buona fortuna !

Prof Giuseppe Altieri – Premio Internazionale Padre Pio alla Carriera

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=6423610447650898&id=100000060195755


DETTAGLI TECNICI SUI COAGULI

Il vaccino Covid, come tutti i vaccini influenzali somministrati negli ultimi anni, provoca micro-coaguli del sangue e conseguenti trombo-embolie (è scritto dappertutto, addirittura nei bugiardini che, chissà perché si chiamano così, forse affinché qualcuno non gli creda). Con rischi conseguenti d’infarti, pericarditi e trombosi cerebrali, paralisi locali, polmoniti atipiche bilaterali ecc. Moltissime le vittime, purtroppo, in Italia e nel mondo.

SIAMO FINITI NELLE MANI DI UNA BANDA DI INCAPACI

Ora, se il covid provoca polmoniti bilaterali atipiche, vuol dire che questa malattia deriva dai vaccini influenzali precedentemente iniettati a sempre più persone inconsapevoli negli ultimi anni. Vaccini che sui manuali di Patologia vengono dichiarati infatti quantomeno inutili a prevenire le influenze (come ci ricorda da sempre il dr Tarro). Una circonvenzione d’incapaci, aggravata da estorsione di consenso attraverso firme che intenderebbero scaricare le responsabilità dei carnefici sulle vittime di una roulette russa.

MOLTIPLICAZIONE DEI DANNI DA VACCINO

Infatti, i vaccini influenzali provocano alterazioni nel sistema immunitario di risposta (sindrome influenzale), portano a squilibri del nostro organismo (sindrome influenzale), ad alterazioni intestinali, a vecchiaia precoce, a colpi di freddo, a patologie in concausa, con conseguenti produzioni di cosiddette varianti virali, che vengono emesse dal nostro DNA per cercar di ristabilire i migliori equilibri possibili nel nostro organismo. Insomma il nostro corpo produce altri virus per cercare di curarsi.

ESPERIMENTI NAZISTI SENZA ALCUNA BASE SCIENTIFICA

Quindi l’esperimento vaccinale di stampo Nazista non fa altro che aumentare le varianti virali e provoca molto spesso danni irreversibili ai vaccinati. Ed ovviamente, visto che siamo in un esperimento (senza basi scientifiche e, quindi, senza possibilità di riuscita) non tutti i lotti contengono vaccini, ma molti sono composti da placebo, ovvero soluzioni fisiologiche senza effetto, per cui molti inoculati si salvano dagli effetti collaterali. È la tattica della dose progressiva, con la quale i danni appaiono un po’ per volta, affinché non si crei troppo allarme.

CENTOMILA VITTIME DI LINFOMA NON HODGKIN DA RISARCIRE

Lo stesso meccanismo l’hanno usato con gli agricoltori a cui han venduto per 70 anni pesticidi che uccidono gli organismi utili, mentre quelli dannosi diventavano sempre più resistenti, per cui i danni aumentavano progressivamente. Così come il cancro, provocato dagli stessi pesticidi e diserbanti: da 40.000 morti all’anno nel 90, agli attuali oltre 400.000 (sottostimati), molti dei quali oggi chiedono risarcimenti per centinaia di milioni di dollari alle ditte agrochimico-farmaceutiche (la Bayer dovrebbe risarcire almeno 20.000 miliardi alle centomila vittime di Linfoma non Hodgkin che gli hanno fatto causa) in drammatico conflitto di interesse. Insomma, siamo passati dai campi di sterminio allo sterminio dei campi.

Giuseppe Altieri, Agroecologo – Premio Internazionale Padre Pio alla Carriera


COMMENTO

Grazie prof Altieri per questa tua ennesima perla. C’è da chiedersi per quanto tempo ancora dovremo parlare di contagi, di vaccini, di lazzaretti e di caccia alle streghe. Tu parli di una banda di incapaci al potere. Si tratta di pessime comparse che, come tolgono la mascherina e come aprono bocca ti fanno letteralmente cadere le braccia. Conoscenza zero e presunzione a mille. Facce di bronzo simili non se ne vedevano da secoli.

Valdes Sepich Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

4 Commenti

4 Commenti

  1. Giancarlo Casu

    Attento, NON è così, non è il nostro corpo che produce varianti, ma il virus che, per cercare di salvarsi, muta cercando di adattarsi alla nuova condizione. Quello che è comune alla scienzah è che non capisce che TUTTO è vivo, anche una minuscola vita come un virus (e quindi lotta per sopravvivere), ma anche gli atomi, con le loro simpatie e antipatie. E’ la Vita che è presente dappertutto, né potrebbe essere altrimenti, visto che Dio è Vita Universale (io Lo chiamo “Il Vita”, dato che è maschio\femmina).

    con conseguenti produzioni di cosiddette varianti virali, che vengono emesse dal nostro DNA per cercar di ristabilire i migliori equilibri possibili nel nostro organismo. Insomma il nostro corpo produce altri virus per cercare di curarsi.”

    Rispondi
    • Pio Garau

      nel video non parla mai di virus, ma di globuli bianchi, rossi e di grafene.

      Rispondi
    • Andrea

      Un virus non è una “minuscola vita”, è solo un submicroscopico frammento di materiale genetico, incapace di qualsivoglia reazione (mutazione inclusa); non per niente tutte le enciclopedie lo definiscono “privo di irritabilità”, che è la capacità di reagire agli stimoli. Lei confonde il sacrosanto assioma metafisico per cui non esiste “materia inanimata” con quello per cui tutto è “vivo”, intendendo la mera vita biologica. Nulla è inanimato, ma non tutto è biologicamente organizzato.

      Rispondi
    • Michele Diana

      Mi piace la logica e ne trovo di sorprendente nel tuo commento . Chissà se si riesca a fare due chiacchiere … Tendo ad essere auditivo .

      Rispondi

Commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: