COME SCIOGLIERE I CALCOLI ALLA CISTIFELLEA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Gentilissimo Valdo. I calcoli li ho alla cistifellea. Mi aiuti la prego perché io ho paura dell’operazione. Mi aiuti la prego!
Rosaria

*****

RISPOSTA

Ciao Rosaria. La dieta chiaramente dovrà essere vegan-crudista e leggera. Zero proteine animali a beneficio dell’intero sistema epatico. I calcoli alla cistifellea sono piccoli e duri agglomerati, principalmente cristalli di colesterolo, che si formano nella vescichetta denominata cistifellea o colecisti e nel condotto biliare. Ci sono molte tesine sulla cistifellea, basta andare sul blog e usare come motori di ricerca parole tipo cistifellea, calcoli, fegato, bilirubina, cibo, dieta.

SEMIDIGIUNO SPECIFICO AD EFFETTO GARANTITO

I primi giorni, come terapia intensiva di scioglimento, bere succhi freschi per 3 giorni di seguito, soprattutto succo di mela col succo di un limone. Si può mantenere la spremuta di arance o di agrumi al risveglio. Altri succhi di carote, sedano, crescione, ananas, carciofo, aloe, ortica, malva, germogli di pungitopo (ad aprile-maggio), zenzero e tarassaco, si possono pure consumare. A partire dal 4° giorno aggiungere a quanto sopra un mezzo bicchiere di olio di oliva e abbondante succo di limone. In genere questo particolare tipo di semi-digiuno può durare una settimana circa, e può essere rifatto a distanza di 2-3 settimane, se il problema non si fosse già risolto con la prima seduta.

LE GUARIGIONI SENZA INTERVENTO SONO LA REGOLA E NON CASI ISOLATI

Uno dei più competenti e celebrati medici-naturopati d’America, il dr Stan Malstrom, cita il caso della signora Muriel K. moglie di un suo amico che era da anni afflitta da calcoli biliari e che tutti spingevano all’operazione. Dopo 3 semidigiuni a succhi di mela e limone ha espulso tutti i calcoli e non ha più avuto problemi o recidive di alcun tipo, abbinando a tale purificazione intensiva una dieta virtuosa. Molta altra gente sofferente da anni e priva di alternative all’intervento chirurgico ha poi seguito questa formula, ottenendo risultati spettacolari. Anche nella normale dieta crudista tendenziale, tipo quella segnalata sul mio schema, si possono ottenere ottimi risultati. Basterà consumare tutti i giorni d’inverno il carciofo crudo e il finocchio crudo.

TESINE DA LEGGERE

Valdo Vaccaro

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito hanno solo fine informativo e non possono sostituire il parere del medico curante. Leggi il Disclaimer.

Condividi con i tuoi amici.

26 commenti

  1. Salve,
    io ho parlato con il mio chirurgo che mi ha consigliato l'operazione escludendo altre strade, perchè se è vero che i calcoli si possono sciogliere, il pericolo di complicazioni è troppo alto quando si hanno formazioni calcolose grandi. Per i calcoli molto piccoli è un altro discorso ovviamente.

  2. Anch'io ho i calcoli biliari molto grandi. Sono vegetariana da un decennio e vegana (praticamente crudista ché non posso più mangiare nulla) da un mese ma senza risultati. La situazione va peggiorando. Ancora convinta di poterli espellere naturalmente domani inizio il digiuno sopra scritto. Vi faccio sapere! 🙂

  3. aiuto aiuto aiutoooo!! Sono terrorizzata il mio calcolo si è risvegliato, da una ventina di giorni ho male al fegato e difficoltà di digestione. Da due notti inoltre il dolore è insopportabile e sino alle 3 e mezza di notte non riesco a dormire!! Durante il giorno il dolore si calma…ma resta un dolore latente…fastidioso pur se sopportabilissimo. Il mio medico ha detto che se ci sono coliche che si susseguono, bisogna pensare all'operazione. Ho un solo calcolo grosso, oltre 3 cm! Sono vegetariana da 5 anni, non mangio ne carne ne pesce, ma formaggi si, ne mangio e le uova sono presenti nei dolci di cui abuso… Aiutatemi…chi di voi può dirmi se ha avuto risultati con un solo calcolo ma di dimensioni importanti???? Grazie!!!!

    • Gianni Rinaldi on

      salve Grazia, mi trovo con lo stesso problema, come e’ andata a te?

  4. Cara Francesca, non è andata. I calcoli sono grandi. Ho fatto diverse ricerche, chiesto a molti. Sono convinta che c'è il metodo per risolvere il problema in maniera naturale, ma non ho trovato come. Attraverso una dieta crudista forse è possibile, ma questo impiegherebbe anni, e nn posso permettermi (essendo già di corporatura esile) di digiunare e dimagrire ancora (oltre alle sofferenze causate dai calcoli che dopo quasi 4 mesi di vega-crudismo nn tendono a diminuire). Ho mandato una mail ad Aldo Vaccaro a Gennaio, ma forse nn l'ha vista.
    Grazia ti consiglio di provare con il vega-crudismo. Ogni corpo risponde diversamente. Magari con te funziona 🙂 Poi dipenderà dalla tua capacità di resistenza al dolore ed alla fame. Io l'ho esaurita. 😉

  5. Daniela Preziuso on

    Laura81 mi sono permessa di "usare" il tuo caso citandolo perchè similissimo a mia sorella tranne che per la resistenza (lei è crollata prima) , ho mandato E-mail al dott. Vaccaro , spèero risponda! Auguri

  6. laura taddei on

    Hai fatto bene 🙂 Io mi sono operata. Ho chiesto in giro, tutte le persone senza cistifellea, compresa mia madre, digeriscono perfettamente. Ho deciso così di darci un taglio. Ovviamente è un organo e bisogna far tutto il possibile per evitare l'operazione. Probabilmente se avessi agito prima, quando c'erano solo dei fastidi nella digestione, avrei risolto senza necessità del bisturi. Ma sono solo supposizioni. Un caro augurio anche a te 🙂

  7. Buonasera gentili signore,
    anch'io ho questo annoso problema, il mio misura 19 mm e fino a qualche anno fa mi dava coliche paurose. Il punto è che non me la sentivo di passare da vegetariano-formaggifero a vegan, cosa che ho fatto in questi ultimi tempi. Ora, avendo incontrato il blog di Valdo ed essendomi appassionato, metto in atto ciò che poi il sunto o la summa del suo insegnamento, cioè l'alimentazione vegan crudista. M'impegno con arance, pompelmi e succo di limone nella speranza che l'inquilino fastidioso venga fatto regredire di qualche punto.

    Il mio timore perô (e qui vorrei scrivere al Valdo per chiarimenti doverosi perché non ne parla da nessunissima parte) è:
    SE IL CALCOLO SCIOGLIENDOSI FINISSE NEL DOTTO CISTICO DANDO LUOGO AD UNA PANCREATITE, quali potrebbero essere le conseguenze? La colecisti subisce continui stimoli e non ê detto che il calcolo se ne stia buono li ad aspettare che si trasformi nel ricordo di se stesso…Questo è forse il problema principale che riscontro nella patologia biliare.

    Per quanto riguarda i dolori dovuti alle coliche, nonché alle coliche stesse, se a Laura 81 può interessare, io utilizzo da anni con soddisfazione Lycopodium clavatum e Nux vomica in combinazione…ad una diluizione di 9ch. Mi preservano dalle coliche e se le stesse arrivano, se ne vanno dopo una mezz'ora dall'assunzione.

    Fermo restando comunque che il cambio di marcia, cioè la ristrutturazione della dieta ed il conseguente passaggio al vegan-crudismo (magari non troppo affretto, non si sa mai…meglio non lasciare di punto in bianco la pasta integrale, ma i formaggi certamente si) è la prima delle regole da mettere in pratica.

  8. Bisigna operarsi!!! Facendo queste cose c è rischio di far uscire il calcolo o sabbiolina dalla colecisti e si muoreee!!!!

    • Christian Plotegher on

      Ladyyy777, ma non sparare cavolate.. Se la prima volta vengono dei dolori , e trovano i calcoli , non è obbligato operare. Si può con cure senza operare. Io ne ho 3 , uno da 24mm , uno da 6mm e un altro più piccolo. Ma i calcoli si possono anche curare..

  9. Bisigna operarsi!!! Facendo queste cose c è rischio di far uscire il calcolo o sabbiolina dalla colecisti e si muoreee!!!!

  10. Gli interventi a favore dell´operazione sono chiaramente ispirati da chirurghi e /o persone influenzate dagli stessi, non si vuole perdere il panino! Guai per la classe medica e per i loro padroni( l´INDUSTRIA FARMACEUTICA) se si affermano, con i risultati pratici, gli ovvi vantaggi della dieta IGENISTA

  11. Gli interventi a favore dell´operazione sono chiaramente ispirati da chirurghi e /o persone influenzate dagli stessi, non si vuole perdere il panino! Guai per la classe medica e per i loro padroni( l´INDUSTRIA FARMACEUTICA) se si affermano, con i risultati pratici, gli ovvi vantaggi della dieta IGENISTA

    • No dai adesso non esageriamo con il complottismo, la chirurgia tante volte è l'unica soluzione a problemi ormai troppo avanzati.

  12. Shelton, per piacere, non dire eresie! La chirurgia è una delle tante realtà del nostro mondo e se ne può far ricorso quando ogni altra soluzione provata è inutile e controproducente. La chirurgia a volte salva al vita al paziente, altre volte la complica. Dipende da molti fattori…

  13. Anche mio padre soffre di colecisti da quando si è operato di bypass coronarico. Ormai due anni fa. Oggi nuovamente in p.s. per dolori. Purtroppo penso che l'intervento sia l'unica cosa per lui, anche perché non accetterebbe mai di mangiare crudista vegano.

  14. Maria Serena Sansavini on

    Io penso che la medicina ufficiale vada bene per le analisi, ma poi è meglio seguire dei metodi naturali (diete, digiuni,terapie energetiche).

  15. salve a tutti.
    come tanti ho anche io calcoli alla cistifellea
    la TAC che ho fatto dice che sono calcoli calcificati (circa 7/8 di 4,5mm di media e il piu grande di 7 mm).
    quello che non ho capito è se sono solo le coliche i sintomi di questi calcoli.
    non mi serve prendere il deursil perche sono completamente calcifici.
    sto provando l'acqua magnetizzata (METODICA dr.Matonti ) da circa 3 mesi , farò dei controlli per vedere a che punto sono.
    il punto che mi chiedevo è : ma ci sono testimonianze di persone che sono riuscite togliersi i calcoli(con riscontri ecografici o meglio tac) con il metodo del dt. vaccaro ?(digiuno, succhi di mela limone, poi olio ecc)
    grazie a tutti
    federico

  16. Salve io sto soffrendo le pene dell inferno per. Cortesia se qualcuno. Conosce un rimedio contro il dolore che provoca alla colecisti; lo pubblichi per favore. Grazie

  17. Salvatore Capaccio on

    Salve io sto soffrendo le pene dell inferno per. Cortesia se qualcuno. Conosce un rimedio contro il dolore che provoca alla colecisti; lo pubblichi per favore. Grazie

  18. Nessuno ha mai pensato al significato metaforico della cistifellea? Secondo il modello tradizionale cinese sta nella loggia del legno insieme al fegato, che è associato alla rabbia, mentre la vescica biliare è associata alle scelte e allo sciogliere problematiche che percepiamo troppo grandi. Il dolore inoltre è sempre associato a sensi di colpa e quindi autopunizione. Com'era la situazione ogni volta che cominciano i dolori, o cosa è successo la prima volta? Sarebbe inteessante approfondire l'argomento.

  19. Caro Federico sarei molto curioso di sapere com'è andato il trattamento con l'acqua magnetizzata del Dott.Matonti perché anch'io avevo intenzione di provare prima di cedere all'intervento chirurgico visto che ho un calcolo di 14 mm., più della sabbia biliare…cosa mi dici???
    Caro Christian anch'io avevo letto l'articolo come sciogliere i calcoli alla cistifellea in modo naturale ma i succhi che si utilizzano assomigliano molto ai beveroni del Dott.Moritz per l'espulsione dei calcoli con il lavaggio epatico e nel mio caso con un calcolo così grosso non vorrei che nell'espulsione provocata si andasse a fermare in un posto pericoloso!!!
    Cosa ne pensate???

  20. Giada Chiappa on

    Hai ragione io sono convinta che la mia e’la rabbia accumulata per certe cose..
    Dette e ridette…si sono sedimentate nella bile…e credo che in un temperamento sempre allegro e solare come il mio questo stato degli ultimi tempi si e’fatto sentire…
    Ecco perche bisognaessere se stessi sempre! Vprrei capire se la meditazione puo aiurare nel distender il corpo

  21. Laura Taddei on

    Ciao Giada
    Io ho risolto il grosso con yoga e meditazione.
    È difficile trovare una buona scuola e degli istruttori competenti.
    Io seguo l’Associazione yoga Sundaram a Roma e si trova anche in altre città.
    Prova a vedere se hanno un corso dalle tue parti qui http://www.amoyoga.it 🙂