Seleziona una pagina

DIRE LA VERITÀ SUI VACCINI RAPPRESENTA UN ATTO DI INSUBORDINAZIONE

da 12 Dic 2015Vaccinazioni

LETTERA

VACCINI, IL DIRITTO DI SAPERE

In questo convegno sui vaccini, organizzato dal senatore Bartolomeo Pepe, si è affrontato il tema dei vaccini somministrati durante l’infanzia e in particolare la correlazione tra autismo e danni neurologici. Importanti entrambe le scelte: quella della fascia di età perché, come nel video è stato ben detto, gli inconsapevoli bambini devono subire le scelte fatte dai genitori su indicazione delle inaffidabili istituzioni. Importante la scelta di parlare dell’autismo, vista la gravità e la durata della sindrome, la quale, la si chiami come si vuole, resta sicuramente una delle conseguenze più gravi di queste sciagurate pratiche.

LO STATO DI ALLERTA RIGUARDA SOPRATTUTTO L’AUTISMO  MA ANCHE LA MORTE DI MOLTI ANZIANI PER VACCINI ANTI-INFLUENZALI

Infine, ciò che è importante tenere a mente è che lo stato di allerta deve riguardare ovviamente tutti i vaccini, tutti i numerosi effetti collaterali e tutte le fasce di età. Non dimentichiamo le numerose morti di anziani che si erano sottoposti a vaccini antinfluenzali nell’autunno 2014.

LA GENTE NON DEVE CADERE NELLA TRAPPOLA DELLE INFORMAZIONI TRUFFALDINE E CONVENZIONALI

Il video deve essere fatto circolare al massimo, per stimolare le persone a cercare informazioni alternative, con il fine di non cadere nella trappola dell’informazione convenzionalista, drogata da interessi miliardari.

Paolo De Santis

*****

RISPOSTA

ENCEFALOPATIA IMMUNO-ALLERGO-TOSSICA SCATENATA DA TROPPI VACCINI, QUESTO È L’AUTISMO

Grazie Paolo per questo ottimo video, corredato da testimonianze di persone competenti in campo medico, pediatrico e legale, nonché di genitori di bambini sani e divenuti autistici immediatamente dopo un ciclo vaccinatorio. Come afferma la dr Gabriella Lesmo, pediatra e madre di bambino autistico, l’autismo si presenta come l’effetto di una encefalopatia immuno-allergo-tossica scatenata dai troppi vaccini somministrati in tenera età. Nei primi 12 mesi di vita, ben 26 vaccini vengono iniettati a ignare creature che nulla possono dire e fare a propria tutela. Il numero poi è destinato non a ridursi ma ad aumentare.

BAMBINI CHE NASCONO SANI E PERFETTI PER DIVENTARE ANORMALI DOPO LE INOCULAZIONI

L’autismo è una gravissima sindrome di alterazione del comportamento, con difficoltà a sviluppare un linguaggio normale, espressioni ed atteggiamenti normali. Si parla di una patologia comportamentale e di disturbi neurosensoriali. Si parla di Autismo Regressivo, ovvero di alterazioni in bambini che nascono sani e che sono normalissimi fino alla somministrazione dei vaccini. Autismo Regressivo che sta diventando endemico.

UNA CALAMITÀ ED UN CALVARIO

Una vera e propria calamità pubblica, oltre che un calvario per i bambini colpiti e per le rispettive famiglie. La patologia era del tutto sconosciuta prima di questi sciagurati piani vaccinatori imposti dalla legge e dalla diseducazione di una medicina smaccatamente collusa con le case farmaceutiche. Le prime menzioni di autismo si fecero nel 1943 e riguardavano dei casi di bambini americani successi nel 1938, per cui la patologia venne classificata come malattia infantile americana. Poi niente fino ai giorni nostri.

TOGLIERE I PICCOLI DALLE GRINFIE MEDICHE È UN DOVERE DI OGNI GENITORE RESPONSABILE

Somministrare metalli pesanti tipo mercurio, alluminio e altre sostanze tossiche fa male ai grandi ma soprattutto ai piccoli. Esiste nei codici dello stato italiano la legge 210 del 1992, la quale prevede che, se c’è un danno causato da vaccini approvati dallo stato, esso va risarcito. Ma questo, per una serie di artifizi giudiziari definibili scaricabarile, non avviene. Non possiamo permettere che i nostri bambini finiscano nelle mani di medici che sono slegati del tutto alle famiglie e che sono invece collusi in modo scandaloso con le case farmaceutiche.

VALE LA LEGGE DI ROBERT MENDELSOHN

Vale più che mai il sillogismo del dr Robert Mendelsohn, maggiore pediatra di tutti i tempi. Il tuo bimbo sta bene? Non portarlo dal medico convenzionale, te lo ammalerebbe. Sta male? Non portarlo dal medico convenzionale, te lo aggraverebbe. Lo hai già portato? Prendi nota punto per punto delle sue istruzioni e fa esattamente l’opposto, se ci tieni a preservare la salute della tua creatura!

DIRE LA VERITÀ È ORMAI UN ATTO DI INSUBORDINAZIONE

Il diritto di sapere è sacrosanto. Le case farmaceutiche hanno innalzato una impenetrabile barriera di disinformazione sull’argomento, visto il giro vorticoso di interessi e di speculazioni esistenti nel settore. I medici e i loro cosiddetti ministeri della Salute non la raccontano giusta, essendo servili e servizievoli alle aziende produttrici, prodighe di appoggi politici, di danaro, di sovvenzioni, di sottobanchi e di regali nei loro confronti. Non tutto è marcio ma gran parte sì. Raccontare la verità su questi argomenti equivale mettersi di traverso alla medicina, alle istituzioni e ai media. Raccontare la verità è un atto di subordinazione e di ribellione al sistema.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. I colloqui hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

4 Commenti

4 Commenti

  1. Antonio Armando

    Dal blog del dott. Montanari:

    L’entusiasmo che i nostri governanti (eletti da chi?) mostrano nei confronti dei vaccini e l’almeno pari entusiasmo sfoderato dai nostri “scienziati” sta suscitando una certa curiosità all’estero.

    Chi conosce l’inglese non farà male a leggere http://news.sciencemag.org/europe/2015/12/new-vaccination-strategy-stirs-controversy-italy , un articolo dove si accenna al palese conflitto d’interessi che coinvolge i nostri santoni. Leggete i pur pochi nomi riportati e moltiplicate il tutto per un numero altissimo.

    Quatti quatti, non pochi di costoro sono beneficiati da quattrini che arrivano dai produttori di vaccini e non ci si può sorprendere se la contropartita sarà quella di obbligare la popolazione, tra leggi grottesche, minacce, ricatti, notizie di epidemie inventate di sana pianta accompagnate da silenzi e bugie ridicole, a sottoporsi a vaccinazioni di ogni specie, dove il limite è la fantasia. Nulla importa se quei vaccini saranno almeno in parte del tutto inattivi né se indurranno effetti collaterali a volte capaci di stravolgere la vita. E neppure ci si premurerà d’informare che, per esempio, la meningite ha tantissime cause e il vaccino, ben che vada, sarà attivo, e solo per qualche tempo, appena nei confronti di una piccola parte di essi. Ma, a proposito di meningite, chi ha mai riferito a chi sta per essere vaccinato che il produttore stesso di almeno uno di essi dichiara esplicitamente che “non sono stati eseguiti studi prospettici sull’efficacia”? Insomma, potrebbe trattarsi di acqua fresca, magari con una spolverata di pezzetti di metallo all’interno. Sia chiaro: la meningite è tutt’altro che sola in condizioni del genere e, non di rado, anche decisamente peggiori.

    Naturalmente ognuno può pensarla come desidera e può offrire il proprio credito a personaggi che di scientifico hanno quello che aveva il mai abbastanza rimpianto maestro do Nascimento. Almeno quello si limitava a sottrarre quattrini a un po’ d’imbecilli, ma la salute restava intatta.

    Quanto a me, io continuo a sostenere che occorre fare finalmente chiarezza sull’argomento e questo lasciando da un canto tutto quanto di religioso o di superstizioso gira intorno ai vaccini. Insomma: partiamo da zero, togliamo di mezzo tutti coloro che, in qualunque maniera, ricevono anche solo un centesimo collegato alla pratica vaccinale e sottoponiamo ad un esame oggettivo uno per uno quei farmaci. Poi impegniamoci a smettere di mentire.

    Rispondi
  2. Antonio Armando

    Sempre lui:

    Gent.ma prof. Esposito,

    Credo che molti tra coloro che leggeranno questa lettera indirizzata a Lei La ricordino. La parte che Lei interpretò nella trasmissione di Italia1 Open Space è, di fatto, impossibile da dimenticare.

    Io non intendo ritornare qui sulla Sua spocchia, sulla Sua arroganza e sulla Sua ignoranza, né intendo ricordare le due signore che Le fecero da supporto commisurato al Suo livello. Vorrei solo informarLa che abbiamo analizzato un altro vaccino, questa volta un

    antinfluenzale, trovandolo come tutti gli altri per uso umano inquinato da frammenti solidi. Pensi: questo riconduce ad una delle domande che non mi è stato possibile porLe per gli strepiti Suoi e della conduttrice. Ora la domanda glie La scrivo: perché quella roba?

    Se Le è consentito, spenda qualche minuto della Sua preziosa esistenza a farsi un giretto attraverso Internet e, tra i tanti altri filmati, veda https://www.youtube.com/watch?v=Hg-YVtFIhcw

    https://www.youtube.com/watch?v=eBLgOe2p4o4

    https://www.youtube.com/watch?v=mLcI7umdq1c

    Le assicuro che c’è molto altro, ma questo potrebbe bastare.

    La invito, poi, a venire nel nostro “laboratorietto” e a fare quattro chiacchiere con le famiglie devastate da quei vaccini che Lei ha voluto goffamente santificare ignorando persino ciò che scrivono i produttori stessi nei bugiardini. Giusto per fare un esempio, veda che cosa sta scritto nel bugiardino del Tripedia a proposito dell’autismo. Le risparmio tempo: sappia che quello che Lei definì beffardamente “leggenda metropolitana” è ammesso persino da chi il vaccino lo fabbrica e lo vende.

    Anche se non riesco a condividere la posizione per semplici motivi di ribrezzo, capisco che quando si ricevono finanziamenti (Crucell, GSK, Medimmune, Novartis, Pfizer e Roche) da chi dei vaccini ha fatto un business miliardario si abbia qualche remora a sputare nel piatto, ma provi a mettersi nei panni di chi si è ritrovato con la vita rovinata.

    Poi, magari, provi anche ad informarsi e a vedere quanto e quando i vaccini sono realmente efficaci. E, magari ancora, provi ad analizzare il contenuto delle fiale o delle siringhe. Capisco che, per farlo, bisogna essere capaci e per leggere le analisi occorre onestà, ma si faccia aiutare e provi. Vedrà che sorprese!

    Saluti,

    Stefano Montanari

    Rispondi
  3. arvo

    Ottimo, Antonio. Un luminare della medicina andò a dire in tv che i casi avversi in seguito ad inoculazione di vaccini sono uno su dieci milioni. Bene,basta farsi due calcoli e si vede quale livello di falsità possono raggiungere questi truffatori della scienza.

    Rispondi
  4. Antonio Armando

    Ma no Roberto, il gioco vale la candela…
    Cosa ha più senso del far rischiare la vita ad un bambino in cambio di una solo presunta immunizzazione, se di mestiere fabbrichi e vendi vaccini?
    Perdona la solita vena ortoressico complottista!

    Rispondi

Commenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: