STRATEGIE PER EPISCLERITE E BOZZI IN ZONA AUDITIVA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

VEGANA TENDENZIALE DA LUGLIO

Carissimo dr Valdo, mi chiamo Chiara e ho 51 anni. Sono vegana tendenzialmente crudista da luglio, quando mi sono imbattuta per caso nel suo blog per un forte mal di testa, che stavo curando con 50 mg di cortisone al giorno.

SEI MESI DI TANGIBILI RISULTATI

Prima ero tendenzialmente vegetariana, nel senso che la carne la mangiavo 1 o 2 volte al mese. Ora la mia vita è decisamente cambiata. Sono scomparsi vari dolori articolari, la pancia gonfia è un lontano ricordo, idem per i piedi ghiacciati vero cruccio nei mesi invernali, pelle non più secca, problemi digestivi scomparsi e niente più imbarazzanti problemi di alitosi.

GONFIORE DIETRO L’ORECCHIO ED EPISCLERITE NODULARE ALL’OCCHIO

Ho letto numerose sue tesine ma non ho trovato niente che riguardi un problema che mi è rimasto. Da ormai 9 mesi mi si gonfia la parte destra della testa dietro l’orecchio. Non tutta la testa ma una fascia di 4-5 cm che parte dalla base dell’orecchio ed arriva alla sommità del capo. Nessun medico interpellato mi ha dato una risposta convincente. Mi hanno solo prescritto degli antinfiammatori che non ho mai preso. A volte mi vengono delle protuberanze, dolorose al tatto, che durano un paio di giorni per poi scomparire e ritornare il giorno dopo, il tutto associato ad acufene ed orecchio tappato, con episclerite nodulare recidivante sempre a destra.

TRE GIORNI DI DIGIUNO

Il mese scorso ho fatto 3 giorni di digiuno con crisi eliminative, forti nausee e tachicardia. Da 1 mese faccio 10 minuti di bagni derivati e tutte le mattine fregagioni con acqua fredda. Seguo la dieta vegana con rari sgarri tipo una birra con pizza vegana senza mozzarella una volta ogni tanto. Inizio a preoccuparmi perché questo disturbo non accenna a mollare. Lo so che è molto impegnato ma la prego di trovare un po’ di tempo anche per me. Le sono grata e dal profondo del cuore le dico grazie di esistere e di aver cambiato la mia vita.
Chiara

*****

RISPOSTA

DEFINIZIONE DI EPISCLERITE

Ciao Chiara. Complimenti intanto per gli ottimi risultati che già stai conseguendo. Quanto alla episclerite, è un’infiammazione che colpisce l’episclera, ovvero lo strato esterno della sclera dell’occhio, cioè la parte bianca, particolarmente ricca di tessuto connettivo e di vasi sanguigni. Le spiegazioni mediche sono piuttosto vaghe e fumose, concentrate sulla definizione dei sintomi di tipo reumatico-infiammatorio e non delle cause. La presenza di acido urico residuo da smaltire può già essere una valida indicazione.

SINTOMI

Fra i sintomi si rileva un lieve arrossamento dell’occhio, una leggera sensazione di dolore, una irritazione e lacrimazione degli occhi, fotofobia. Si parla di episclerite semplice, caratterizzata da insorgenza acuta e regressione dei sintomi nell’arco di alcuni giorni, e di episclerite nodulare, più aggressiva rispetto alla precedente, accompagnata da un piccolo nodulo rialzato nella parte infiammata dell’occhio. La remissione dei sintomi è in genere spontanea, ed avviene entro una decina di giorni per la forma semplice, mentre può servire un mese abbondante per la forma nodulare.

GONFIORE DIETRO L’ORECCHIO DESTRO

Per il gonfiore dietro l’orecchio si tratta di un fenomeno infiammatorio ai linfonodi di quell’area. Un problema associato probabilmente all’episclerite ed anche a quei miasmi intestinali che tendono a risalire e a cercare vie espulsive negli organi percettivi della nostra testa. Non escluderei affatto che queste protuberanze ripetute rappresentino pure importanti momenti di scarico tossine interne, ovvero processi depurativi a tutti gli effetti. Nulla di cui preoccuparsi. Sarà opportuno fare qualche applicazione notturna di fango termale tensioattivo, o anche un semplice cataplasma notturno di 3-4 foglie di cavolo o di verza intercalate da cipolla grattugiata, per favorire e sveltire il processo espulsivo.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x