ENERGIE SOTTILI E LEGAME ARMONICO TRA ALBERI E UOMINI

SEMINARIO DI DENDROTERAPIA ENERGETICA A BOLOGNA

Sono appena stato informato che il 19 maggio ci sarà a Bologna un seminario condotto da Carmen ed Emanuel, dal titolo Dendroterapia Energetica: Armonizzazione e Cura tra Alberi e Uomini. Questi due ricercatori hanno rispettivamente 39 e 23 anni di frequenza quotidiana presso La Scuola degli Alberi del Parco Talon a Bologna e presso gli ulivi secolari dell’Isola di Zacinto. Penso che questa iniziativa meriti di essere segnalata. (Info evento)

CONCETTO DI BIOFILIA

Prima di parlare di dendroterapia o di albero-terapia, è opportuno dire cos’è la biofilia. Il 2009 è stato un anno speciale. È proprio nel 2009 che gli abitanti delle città hanno superato in numero quelli delle campagne. Pare che nel 2030 il 75% della popolazione vivrà nelle congestionate aree urbane del mondo. Non è stato sempre così. L’uomo si è originato ed evoluto in luoghi ricchi di verde e di specie vegetali, ricchi di boschi e foreste. La sua predisposizione verso le piante, i frutti e gli alberi è irresistibile. È scontato che l’uomo abbia una intima attrazione biologica verso quello che viene identificato col nome generico di natura.

SIGNIFICATO DI DENTROTERAPIA O ALBERO-TERAPIA

Dendroterapia deriva da dèndron, che in greco significa albero. Dendroterapia pertanto equivale ad albero-terapia, ovvero a cura del corpo umano mediante il contatto e la vicinanza con gli alberi, sfruttandone l’energia elettromagnetica naturale, l’aura positiva e ricaricante che si irradia intorno ad essi, nonché l’aria buona e ossigenata che gli alberi producono in abbondanza.

L’atto di abbracciare un albero, conosciuto come “tree hugging”, produce in chi lo pratica un miglioramento, nel tempo, delle condizioni psico-fisiche, parimenti efficace è appoggiare la schiena o altri parti del corpo all’albero. Tutte le antiche culture: Vedica (indiana), Cinese, Aborigena (Australiana) e Nativi Americani (varie tribù dei Pellerossa) hanno incoraggiato il contatto con l’albero, inteso in una valenza simbolica, rituale e terapeutica. Al Royal Botanic Garden di Sydney si invitano i visitatori ad “abbracciare gli alberi”. In Cina da sempre è praticata l’arte del Qi Gong, in particolare del Qi Gong arboreo. Mediante posizionamento delle mani su vari punti del corpo, in corrispondenza funzionale con le zone dell’albero e attraverso lenti movimenti, si può generare un appropriato allineamento energetico.

Dagli alberi provengono energie vibrazionali positive. L’albero è un ricevitore-ripetitore di onde elettromagnetiche benefiche con frequenze coerenti e simili a quelle dei nostri organi. Il fenomeno alla base di questo scambio energetico e di questa interazione è la Risonanza. Il risultato è un notevole accumulo di energia all’interno del sistema coinvolto e sollecitato. L’uomo vicino agli alberi, ai giardini, ai parchi e ai boschi, registra un senso di piacevole benessere-relax, anche senza essere consapevole del tipo di interazione intervenuta.

KUNNEN E MISURAZIONE DELLE ENERGIE

Walter Kunnen (1921-2011), scienziato belga, sosteneva che l’uomo si comporta come un’antenna e come tale riceve, assorbe ed emette nello stesso tempo onde cosmiche ed elettromagnetiche. “Non vale credere ma sapere. E sapere è possibile solo se si misura con esattezza, come ha insegnato Galileo”, diceva Kunnen. Per misurare si serviva di un particolare strumento chiamato antenna di Lecher, dal nome del fisico austriaco che l’ha realizzata. In questo modo ha confermato la polarità dell’elettromagnetismo in Geobiologia e Geopatologia, nonché i legami fra l’energia e la risonanza magnetica negli esseri viventi.

NECESSITÀ DI CASE ILLUMINATE E VENTILATE

Le onde elettromagnetiche più potenti che entrano nelle nostre case sono quelle luminose. L’energia portata dal Sole sotto forma di raggi solari rende in effetti possibile la vita sulla Terra. Come diceva Pellegrino Artusi, grande gastronomo ma anche eminente salutista, “Cercate di abitare case con molta luce e abbondante ventilazione, anche perché dove entra il sole fuggono le malattie”.

IMPORTANZA STRABILIANTE DEL SOLE

Il sole è gratis. La luce casalinga serale si aggira sui 1000 Lux. ( da “O Sole nostro” di Vincenzo Stella). La luce di una giornata nuvolosa va da 1000 a 5000 Lux, mentre una bella giornata soleggiata può superare i 50.000 Lux. Ovvio che un bagno di luce tutte le mattine ha grande efficacia sul proprio umore. Da notare che 1 lux, flusso luminoso per unità di superficie, equivale a 1 lumen (lm) fratto 1 mq. Il lumen è l’unità di misura del flusso luminoso visibile emesso da sorgente isotropica (stessa intensità in tutte le direzioni) con intensità luminosa di 1 candela per ogni angolo solido di un SR steradiante.

SENZA LA FUNZIONE-ANTENNA IL CORPO CESSA DI VIVERE

Le onde elettromagnetiche risuonano come un diapason su precise frequenze permettendo agli organi umani di raccogliere l’energia che alimenta la loro esistenza. Il principio è identico a quello di un’antenna ricevente-trasmittente. Quando si interrompe questa funzione-antenna, il corpo cessa di vivere. L’uomo è in particolare dotato di organi specifici come l’occhio che svolge magnificamente i suoi compiti grazie alla retina, convertendo la radiazione luminosa in stimoli elettrici per il cervello. mentre nelle piante è il cloroplasto (organulo cellulare delle foglie) che assorbe la luce ed innesca il processo della fotosintesi.

Per Kunnen, l’onda elettromagnetica è costituita da una coppia di spirali energetiche che avanzano nello spazio intrecciate tra loro, ruotando l’una verso destra (rotazione destrogira con polarità positiva) e l’altra verso sinistra (rotazione levogira con polarità negativa).

FENOMENO VIBRATORIO DELLA RISONANZA

La risonanza è un fenomeno fisico vibratorio che si può manifestare in qualunque sistema (acustico, meccanico, elettrico, magnetico, ottico) e che permette a due sistemi vicini di oscillare a frequenze simili, ottenendo un sistema vibratorio potenziato in ampiezza. La parola risonanza viene dall’Acustica: se una sorgente sonora caratterizzata da una frequenza come un diapason in la, è investita da una onda di frequenza simile come il la di una chitarra, la sorgente entra in oscillazione rinforzando il suono, mentre non accade se le frequenze sono differenti. La risonanza è quindi un fenomeno che permette il trasferimento di energia vibrazionale e implica l’esistenza di una precisa “funzione antenna” sia nell’emissione che nella ricezione. È qualcosa che avviene ovunque in natura, anche nel corpo umano qualora si realizzi un vibrazione riflessa, una biorisonanza tra una sorgente emittente e gli organi dell’individuo sollecitato. Un fenomeno di risonanza provoca in genere un aumento significativo dell’ampiezza delle oscillazioni vibrazionali, che corrisponde ad un notevole accumulo di energia all’interno del sistema sollecitato, questo fenomeno avviene anche nel contatto tra uomo e albero!

LE ONDE ELETTROMAGNETICHE PORTANTI CHE INFLUENZANO L’ORGANISMO UMANO

Le onde elettromagnetiche naturali influenzano e generano conseguenze positive e negative sull’uomo. Esiste un livello ordinato di campi elettromagnetici che caratterizzano la biosfera e ne influenzano i fenomeni vitali. Si posso riassumere in

  • Grandi Reti Ortogonali, composte da due campi perpendicolari tra loro: il Decumano disposto lungo l’asse Ovest-Est e il Cardo Mundi, lungo l’asse Nord-Sud
  • Grandi Reti Diagonali, lungo l’asse Nord-Ovest e Sud-Est
  • Altre Onde Portanti sono: Acqua corrente, Faglia, Onda di Cavità, Fuoco.

ONDE ELETTROMAGNETICHE PORTANTI E ONDE PORTATE

In natura le onde elettromagnetiche si suddividono in portanti e portate. Quelle portanti influenzano positivamente il nostro organismo perché hanno “frequenze biologiche” che entrano in risonanza con le cellule dei nostri organi. In altre parole hanno polarità neutra ed equilibrata perché le 2 spirali hanno la stessa identità e fanno da vettori delle onde portate. Le onde portate sono solitamente squilibrate perché le 2 spirali si presentano con diverse intensità che determinano informazioni benefiche o nocive sul funzionamento cellulare.

Possiamo pertanto parlare di forze orientate in determinate direzioni. Il potere e l’utilizzo delle onde portanti era conosciuto già al tempo degli Etruschi, dei Romani (Agrimensori) e delle antiche popolazioni del Nord.
I “menhir” (monumenti litici primitivi) funzionano da ripetitori-ricevitori naturali di campi di onde portanti. L’architetto Marco Nieri (autore del libro Bioenergetic Landscape), già ospite d’onore alla HSU, li definisce delle vere “antenne litiche“. Similmente all’interno delle grandi cattedrali gotiche e romaniche le colonne assumono il ruolo di ripetori che diffondono all’infinito, intorno a loro, le qualità vibrazionali dell’ambiente, come fossero un “coro di melodie bioenergetiche”.

ESEMPIO CONCRETO RELATIVO ALLA CITTÀ DI BOLOGNA

Nella città il Bologna, tanto per fare un esempio, il Decumano si trova lungo l’asse della Via Emilia, antica strada consolare Romana, che collega Rimini a Piacenza in direzione Ovest-Est; mentre il Cardo corrisponde all’asse che passa da Via Indipendenza in direzione Nord-Sud. Oggi la complessità delle città non consente più di costruire tenendo conto di questi assi energetici, che un tempo sono stati il fondamento dell’urbanizzazione, ma continuano a influenzare il flusso energetico della città.

LA CELLULA SANA ATTRAE LE SOSTANZE UTILI

L’elettromagnetismo e la diffusione per risonanza magnetica sono responsabili dei meccanismi di ricezione-trasmissione dell’informazione inter ed extra-cellulare, da cui l’organismo dipende totalmente. La cellula sana, se esaminata nel suo ambiente naturale, è una struttura dinamica che tende a mantenere sulla superficie della membrana una carica a predominanza negativa, mentre l’interno chiamato lume cellulare è a predominanza positiva. Dato che i poli opposti si attraggono e quelli uguali si respingono, la cellula sana si nutre attirando a sé principalmente le sostanze utili in possesso di polarità positiva.

INTERAZIONE TRA UOMO E PIANTE

Da sempre le piante sono utilizzate in medicina e fitoterapia, ma solo di recente è riemersa, come un lontano ricordo, la conoscenza approfondita del ruolo che esse possono svolgere sulla salute da un punto dei vista energetico. In fin dei conti, i meccanismi che consentono la vita animale sono gli stessi che reggono la vita vegetale. La funzione-antenna è tratto caratteristico di tutti i viventi e le piante emettono deboli campi elettromagnetici così come fa l’uomo. Ogni campo elettromagnetico veicola informazioni. Anche quelle prodotte da un albero possono essere misurate e interpretate.

LA RICERCA DELL’ENERGIA CURATIVA DELLE PIANTE

Nessun dubbio che gli alberi abbiano effetti curativi sull’uomo, in virtù proprio della loro influenza sui meccanismi bio-fisici attraverso il fenomeno della risonanza. Le piante emettono deboli campi elettromagnetici coerenti con quelli dei nostri organi e per effetto di una analogia funzionale si stabilisce una comunicazione energetica. La malattia può essere definita come un disequilibrio bioelettrico generale delle cellule, che determina un conseguente disequilibrio bioenergetico dell’organo interessato. Gli alberi, attraverso la risonanza di onde elettromagnetiche, possono riequilibrare i campi bioelettrici delle cellule in disequilibrio, con un conseguente riequilibrio energetico degli organi. Le recenti scoperte nel campo della biologia molecolare affermano (in controtendenza con il determinismo genetico) che è la membrana cellulare è il vero cervello della cellula poiché è in grado di condizionare l’espressione dei geni stessi. La membrana cellulare funziona attraverso il meccanismo del polarismo elettrico che sicuramente è influenzato dai campi elettromagnetici circostanti, come affermato da Bruce H. Lipton. Le teorie e le leggi riguardanti le energie sottili sono raccolte in numerosi studi scientifici di studiosi e premi Nobel di diversi paesi e, già dallo scorso secolo, giungono a noi come bagaglio di sapere preziosissimo e ancora troppo sconosciuto.

SOMIGLIANZA VIBRAZIONALE TRA ALBERI E UOMINI

Questi meravigliosi esseri viventi chiamati alberi posseggono proprietà finora ignorate o solo immaginate che ci spingono a entrare in contatto con il mondo vegetale in modo più consapevole e straordinariamente utile per la nostra esistenza. Le piante come gli uomini, al di là delle evidenti differenze strutturali, hanno una forte somiglianza con noi. Ogni pianta è un’antenna che vibra ed emette segnali in risonanza coi nostri organi. Le piante sono dotate di sistema nervoso vegetale, di sistema protettivo (cosiddetto immunitario), sistema circolatorio, sistema linfatico, sistema epidermico, ossa (lignina), organi sessuali. Ecco che si può utilizzare una macchina della verità con antenna Lecher per ottenere informazioni sul loro stato di salute. Le piante posseggono caratteristiche bioelettriche capaci di influenzare i nostri diversi organi. Le piante sono benefiche quasi tutte, salvo alcune che risultano disturbanti come il cipresso, il noce, l’oleandro e il tasso.

ABBRACCIARE GLI ALBERI FA BENE, ABBRACCIARE GLI OGGETTI METALLICI NO

Abbracciare frequentemente gli alberi può dunque essere considerata una pratica terapeutica e stimolante. Effetti sensibili si hanno sul corpo umano fino a 30-40 cm dal tronco, con un raggio d’azione anche più ampio in dipendenza della dimensione dell’albero. Se vogliamo creare un bio-energetic landscape per creare spazi verdi ideali, è di grande importanza la scelta di piante attive e la loro corretta collocazione. Querce e cipressi sono molto attivi, benefiche le prime e disturbanti gli altri.

MANCANO STRUMENTI SOFISTICATI E SICURI DI MISURAZIONE

Definiamo oggi energia ciò che possiede una natura elettromagnetica, sonora, gravitazionale o termica, misurabile. Esistono tuttavia altri livelli di energia che semplicemente non possono essere ancora misurati a causa di strumenti non sufficientemente sofisticati. La fisica quantistica oggi ci dice che quello che vediamo nel mondo fisico, non ha nulla a che vedere con il mondo “reale” sub-atomico. Ogni oggetto, ogni essere vivente, persino il vuoto sono in realtà permeati di quantitativi molto grandi di energia sottile o potenziale.

ENERGIE SOTTILI ED ENERGIE DENSE

Il campo di energia sottile a differenza di quello di energie dense è molto più interessante per il semplice fatto di essere inesauribile. Per questo grandi menti stanno lavorando nel campo delle “free energies”, nel tentativo di trarre un giorno energia densa – per esempio elettricità – dalla matrice sottile. Reich e Reichenbach dimostrarono che l’energia sottile si diffonde nell’universo grazie alla sua natura radiante. Ogni organismo vivente l’assorbe dall’ambiente esterno e la irradia continuamente. Pertanto può essere irradiata da un oggetto e assorbita da un altro. L’effetto delle energie sottili che oggi molti scienziati studiano, è simile alle increspature concentriche prodotte da un sasso lanciato sulla superficie dell’acqua.

MISURAZIONE DELLE ENERGIE DENSE

L’energia densa è misurabile nel puro movimento della materia mentre le onde collaterali sono fenomeni di risonanza attiva del campo energetico dell’acqua. La fisica quantistica ci offre nuove e impressionanti definizioni di queste energie, arrivando per esempio, al calcolo matematico di una energia unificata che precede lo scorrimento trasversale elettromagnetico, di natura eterica (David Bohm e Aharonov sulla teoria dell’ordine intrinseco). I campi magnetici, elettrici, le emissioni di ioni, ogni radiazione, persino la luce ed i suoni, provocano inevitabilmente modificazioni profonde nel nostro sistema fisico ed energetico. Questi effetti sfuggono ancora a rilevazioni strumentali dirette ma sono reali per i loro effetti tangibili ed innegabili. Il sensore più efficace al mondo atto ad identificarle è il nostro stesso psicosoma.

UN SISTEMA ENERGETICO PRIVO DI CONGESTIONI SI ARRICCHISCE DI VIBRAZIONI BENEFICHE

Solo da qualche decennio si è dimostrato che i campi ionici negativi prodotti dall’aria di montagna sono benefici alla circolazione ed ossigenazione. Tuttavia da migliaia di anni empiricamente si sa che immersi nell’aria di montagna, o sulla riva di un mare incontaminato, o in acque termali curative, ci si sente meglio e si prova più benessere perché il nostro sistema energetico si libera di congestioni e si arricchisce di vibrazioni benefiche.

PERDITE DI ENERGIA DOVUTE ALL’AMBIENTE INQUINATO

Nelle città inquinate, nell’ufficio pieno di computer, in abitazioni geopatiche, il grado di equilibrio delle energie dense e sottili è molto carente e per questo possiamo provare disagio, stress, ansia, perdita di energia. L’ambiente in cui viviamo e lavoriamo gioca un ruolo-chiave nel determinare il grado di rendimento e performance del sistema corpo. A seconda dei casi esso può o supportare il nostro stato mentale, fisico e creativo o al contrario bloccarlo ed indebolirlo.

NECESSITÀ DI UNA SOLIDA SCIENZA DELL’HABITAT

Una vera scienza dell’habitat sarà una vera medicina preventiva, capace di creare perfette condizioni di equilibrio e conformità energetiche. Il nostro sistema energetico è alla base del funzionamento del nostro essere fisico, mentale, emozionale e anche spirituale. Nel momento in cui i nostri centri energetici perdono il loro equilibrio, gli effetti di ciò si ripercuotono sul nostro essere ad ogni livello e in ultima analisi a livello fisico generando malattie. Anche le malattie denominate incurabili hanno le loro radici nell’equilibrio energetico del nostro sistema sottile e, tramite la sua cura, possono essere risolte.

LE ENERGIE SOTTILI SONO PRESENTI NELLA NOSTRA VITA QUOTIDIANA

Le energie sottili sono parte profonda e integrante della nostra realtà quotidiana (siamo composti anche di energia sottile) ed è indispensabile conoscerle a fondo per un buon equilibrio psico-fisico. Da quelle geopatogene alle ley line, sulle quali sono costruite quasi tutte le cattedrali romaniche e gotiche. Ogni energia densa come il calore, l’energia elettrica, l’energia nucleare, è composta anche dalla componente sottile, ma non è vero il contrario.

LEY LINES O SENTIERI DEL DRAGO

Quello delle ley lines è un concetto esistente in tutte le culture. In Cina si parla di Sentieri del Drago, in Irlanda Sentieri delle Fate, tra gli aborigeni australiani Percorsi del Canto. Si tratta di allineamenti diretti più o meno temporanei tra punti geografica notevoli o di interesse. Praticamente linee rette larghe circa 2 metri lungo le quali scorrono dei flussi energetici.

UN CHAKRA CHE ASSORBE, RESPIRA E MANDA FUORI

Le energie sottili sono quelle che percepiamo quando incontriamo qualcuno e sentiamo piacere o meno senza aver detto una parola: la percezione è avvenuta tramite il contatto delle rispettive auree. Le energie sottili sono l’energia Reiki, diretta o a distanza. Le energie sottili sono quelle che un chakra assorbe e respira, esattamente come se fosse un polmone, immettendo dentro il nostro organismo energia pulita ed espellendo energia di scarto. Le energie sottili si possono rilevare con la radiestesia o altri metodi di misurazione come il palming.

CORPO SOTTILE CHE GUIDA IL CORPO FISICO

Il nostro corpo fisico è reso vivo e vitale da una struttura energetica generalmente invisibile, ma reale, fatta di forza vitale, ovvero di energia sottile. Questa struttura, che possiamo chiamare corpo di energia sottile, è la mente e la memoria che guida il corpo fisico, i suoi organi, i suoi sistemi. Il corpo sottile è anche la guida degli stati di coscienza, delle emozioni, dei pensieri e della creatività. Quando il corpo sottile è sano e carico di energia sottile, noi siamo sani e pieni di benessere. Quando si ammala, prima o poi, compaiono sintomi sgradevoli, malesseri e infine malattie.

UN PLUS ATTIVANTE E UN MINUS INIBENTE

Come insegnava Roberto Zamperini, l’energia sottile è prodotta da ogni campo di energia densa (elettricità, magnetismo, luce, calore, gravità, ecc.) ed anche da ogni essere vivente. I campi di energia densa, come l’elettricità ed il magnetismo, ne producono di due modalità diverse: Plus, che ha un effetto attivante sugli organismi viventi e Minus, che ha un effetto sedatorio e inibente.

ENERGIA PURA ED ENERGIA CONGESTA

Noi siamo circondati da un numero enorme di energie dense, ognuna delle quali può avere un profondo effetto sul nostro corpo di energia sottile e, pertanto, sulla nostra salute fisica e psichica. L’energia sottile si presenta inoltre con altre due modalità: energia pura ed energia congesta o sporca. L’energia pura attiva e nutre il corpo di energia sottile, quella congesta può trasformarsi in sintomi sgradevoli, in malesseri e perfino in malattie. Le energie congeste sono prodotte da tutte le apparecchiature elettroniche, in alcuni casi dal pianeta stesso ed anche da organismi malati. È perciò essenziale vivere in un ambiente depurato, soprattutto sotto l’aspetto delle energie sottili, da ogni energia sporca, congesta e ammalata.

IRRADIAZIONE DI FORMIDABILI ENERGIE DAL SOLE

Noi riceviamo costantemente dal pianeta, dalle piante, dal sole e dall’intero cosmo formidabili quantità di energia sottile. Gli alberi, insieme alle caratteristiche iperdimensionali del globo, operano una vera e propria trasmutazione energetica, trasformano cioè le energie insalubri e congeste in energie pure e vitalizzanti.
Si tratta non solo di energie di natura fisica, ma anche astrali e mentali.
Grazie a queste inesauribili fonti energetiche ci si fornisce quotidianamente e ci si mantiene vivi e vitali. Tant’è che, quando queste fonti vengono a mancare, ci sentiamo depressi e stanchi.

PERCEZIONI DEFINITE IMPROPRIAMENTE EXTRA-SENSORIALI

Noi percepiamo la realtà esterna tramite i nostri sensi ed è proprio sulla base dei segnali che tramite essi vengono trasmessi al cervello che ci formiamo un’immagine mentale di quello che ci circonda. Ci sono però percezioni, a volte sporadiche a volte ricorrenti, che esulano dall’ordinario livello percettivo e che vengono definite in modo improprio e grossolano come extra-sensoriali. Se non ci facciamo suggestionare dall’idea che si tratti di qualcosa di magico, quindi irreale o irraggiungibile, ci renderemo conto che tali percezioni le abbiamo tutti, anche abbastanza comunemente, ma che il più delle volte le soffochiamo negandone l’esistenza o l’importanza. La dimensione extra-sensoriale più facilmente raggiungibile è quella delle cosiddette energie sottili, così chiamate in contrapposizione alle altre forme d’energia comunemente note (elettricità, radioattività, calore, elettro-magnetismo, ecc.), denominate energie dense.

Su questo argomento c’è, comprensibilmente, ancora parecchia confusione dovuta al fatto che le conoscenze che oggi ne abbiamo sono di diversa origine ed estrazione, includendo le grandi tradizioni antiche, in particolare quella indiana e quella cinese, le tradizioni esoteriche occidentali, le esperienze di chiaroveggenti e sensitivi, ed infine gli esperimenti dei ricercatori contemporanei, anche con l’ausilio della moderna tecnologia.

Le energie sottili nel corso della storia e ovunque nel mondo sono state studiate come Prana, Ki o Qi, Orgone, Kundalini, Forza vitale. Nonostante a tutt’oggi, soprattutto a causa dell’assenza di un idoneo trasduttore sottile-elettrico, non esistano strumenti di rilevazione diretta delle energie sottili e, pertanto, della loro influenza sull’organismo e sulla psiche, un’enorme mole di lavori, condotti con razionalità e metodo scientifici, ne dimostra tuttavia la loro esistenza. Rilevazioni indirette possono essere condotte con i test Kiniesiologici e con strumenti come il Vega Test, la Macchina Mora, il Biotest ed altri. Con il termine energie sottili s’intende riferirsi sia alle bio-energie, che presiedono e sostengono lo sviluppo della vita biologica, sia a tutte le altre manifestazioni energetiche occulte presenti in natura: energie telluriche, ambientali, cosmiche, fino ad includere le energie psichiche.

IMPORTANTE SAPER NEUTRALIZZARE LE INFLUENZE NEGATIVE

Da rilevare che esistono varie forme di energia negativa, come:

  • Pensieri negativi (pensiero aggressivo, pensiero violento, pensiero schiavizzante, pensiero indebolente, pensiero critico di superiorità, pensiero razzista, pensiero di dominazione mentale, pensiero malevolo (malocchio, fatture, maledizioni)
  • Campi radianti per contaminazioni psichiche negative (da persone deluse, frustrate, arrabbiate, depresse, stressate, demotivate e capaci di emanare le loro condizioni verso chi le sta appresso)
  • Energie ambientali tossiche (Macchinari elettro-medicali, emettitori di forti campi elettromagnetici, antenne, linee alta tensione, cellulari, luoghi e ambienti contaminati da azioni cruente (omicidi, torture, violenti litigi) o dal contatto prolungato con persone sofferenti o situazioni drammatiche.

Per alcune delle forme di negatività citate può essere sufficiente un atteggiamento di serenità, sobrietà, vigilanza e assunzione di responsabilità. È anche bene evitare il più possibile situazioni in cui anche solo per curiosità si andrebbe spudoratamente in cerca di guai, in quanto situazioni capaci di per sé di veicolare energie negative.

L’ACCUMULATORE ORGONICO DI WILHEL REICH

Negli anni ’50, celebri sono le indagini, peraltro effettuate con puntigliosa precisione, dal Dr. Wilhelm Reich, su quelle che lui chiamava energie orgoniche e sulla relazione esistente tra loro e i blocchi caratteriali. Nei suoi ultimi anni, Reich lavorò alacremente indagando sulla connessione tra le energie orgoniche (o sottili) e l’insorgenza del cancro, arrivando a concludere che esse potevano essere considerate fattore causativo non solo del cancro, ma anche di numerose altre malattie, comprese quelle psichiche. Wilhelm Reich (1897-1957) medico e psicoanalista (allievo di Freud), inventò la prima macchina ad energia sottile: l’accumulatore orgonico, uno strumento semplicissimo costituito da più strati di materiale isolante alternato a materiale conduttivo.

INCAPACITÀ DI SELEZIONARE LE ENERGIE IN ENTRATA

Questo accumulatore aveva le capacità di assorbire grandi quantità di energia sottile ambientale, che poteva poi essere utilizzata dirigendola, proiettandola verso una parte malata del corpo o su tutta la persona. Lo strumento aveva potenzialità incredibili, ma presentava molte imperfezioni, in molti casi i risultati furono sorprendenti, in molti altri, deludenti. Uno dei difetti principali dell’accumulatore orgonico era di accumulare qualsiasi tipo di energia ambientale, cioè non era in grado di selezionare le energie entranti e questo comportava oltre che fallimenti anche gravi rischi. L’idea era comunque grandiosa e rivoluzionaria.

I NODI GEOPATOGENI DI HARTMANN

Per quanto attiene le ricerche sulle possibili influenze nefaste di energie sottili di origine naturale, non si può non ricordare l’immenso lavoro condotto dal dr Ernst Hartmann (1915-1992) sui nodi geopatogeni. Hartmann collezionò un’impressionante massa di dati, che dimostrava in modo incontrovertibile che dei ratti posti su nodi geopatogeni sviluppavano il cancro con una frequenza statisticamente significativa, rispetto a quelli di controllo, posti su zone neutre. Va ricordato altresì il numero dei suoi esperimenti, che, alla fine, raggiunsero il ragguardevole numero di 30.000 ratti trattati.

VANI TENTATIVI DI DIMOSTRARE L’INFONDATEZZA DELLE ENERGIE SOTTILI

Negli anni ’60, il Dr. Bernard Grad, negli USA, studiò i possibili effetti delle energie sottili sull’acqua, sui vegetali, sugli animali e sugli esseri umani, in una ricerca sovvenzionata da una multinazionale farmaceutica, con grande disponibilità di mezzi. Tale ricerca era stata finanziata nella speranza di poterne dimostrare l’infondatezza, ma, con sorpresa dello stesso Grad, dimostrò invece che le energie sottili esistono e possono avere influenze positive o negative sulla salute fisica e psichica. Malcom Rae, grande radioestesista inglese, scoprì e dimostrò che è possibile memorizzare “la firma energetica”, o se si preferisce il “timbro”, di una cellula, di un organo, di una malattia, di un pensiero di un emozione, del livello d’intelligenza di una persona, dello stato di salute di una persona in un particolare momento della sua vita.

L’IGNOTO NON VA AFFATTO SOTTOVALUTATO

Ovvio che siamo in un campo tuttora inesplorato ed incerto, per cui non mancano le perplessità e le critiche. Giustissimo procedere con prudenza e prendere il tutto con le pinzette, come si suol dire. Si ripete un po’ la storia di Massimo Inardi (1927-1993), medico parapsicologo che operava tra Roma e Bologna, assai noto ai suoi tempi come studioso dell’ignoto. Ma negli ultimi 30 anni ci sono stato notevoli progressi a conferma di questi fenomeni, per cui vale la pena di considerarli con mente aperta e disponibile. Consigliabile informarsi anche sul blog di Zamperini e Sonia Germani, dove si trovano in ogni caso molti concetti interessanti, come ad esempio quello del quoziente di vitalità QV. Roberto Zamperini (1915-2012) ha lasciato una serie notevole di pubblicazioni e un CRESS-Centro Ricerche Energie e Sistemi Sottili, tuttora attivo e seguito in Roma.

SIAMO INNANZITUTTO ENERGIA SOTTILE

Uno dei principi di Zamperini è che esiste un solo bene chiamato conoscenza ed un solo male chiamato ignoranza. Le energie sottili sono intorno e dentro di noi, guidano il nostro corpo e la nostra mente. Prima siamo energia, poi carne e sangue. Già queste affermazioni, che erano il suo pane quotidiano, hanno la caratteristica di stimolarci e di farci riflettere.

Valdo Vaccaro