GOZZO MULTINODULARE E RIFIUTO RIMOZIONE TIROIDE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

GROSSO NODULO DI 5 CM E PROSPETTIVA CHIRURGICA

Caro Valdo, Ti scrivo per chiederti aiuto. Ho 38 anni, sono alta 1,78 mt e peso 68 kg. Da alcuni giorni ho scoperto di avere un grosso nodulo alla tiroide, nodulo che vistosamente sporge dal collo. Ovviamente il responso dei medici è di operare subito con rimozione totale della parte.

SONO DECISAMENTE CONTRARIA, MA MI SERVE SUPPORTO E INFORMAZIONE

Non posso farlo. Non me la sento. Non mi sembra giusto. Ma non so come ripristinare l’equilibrio che il mio corpo non ha più, perché di questo si tratta. Ti chiedo aiuto. Ti chiedo luce. Grazie.
Alessandra

*****

RISPOSTA

SALUTE SIGNIFICA EQUILIBRIO E LA TIROIDE E’ PER DEFINIZIONE GHIANDOLA DELL’EQUILIBRIO CORPORALE

Ciao Alessandra. Salute significa esattamente equilibrio del corpo, dell’anima e della mente. I medici chiamano il tutto col termine omeostasi. Le ghiandole endocrine rappresentano piccoli ma importantissimi esempi di strumenti di equilibrio del corpo umano. La tiroide è concepibile come una bilancia a due piatti. Si abbassa uno e si alza l’altro. Perso l’equilibrio prevalgono gli sbalzi. La disinvoltura e la fretta nel voler modificare le condizioni sintomatiche del corpo, porta dunque allo squilibrio, alla tiroide ballerina. La cosa è grave, visto che la tiroide è lo strumento che presiede alla crescita, al ritmo metabolico e alla termoregolazione.

PIU’ VITALITA’ NEGLI ALIMENTI

Come tutte le malattie, il gozzo deriva da una vita innaturale, da una alimentazione saziante ma non nutriente, perché povera o deficiente di minerali e vitamine, micronutrienti fornibili esclusivamente da frutta, verdura e ortaggi solo se consumati crudi. Serve pertanto alimentazione vitale, con cibi crudi e ad alta resa sulla scala Simoneton, in particolare frutta di stagione, cavoli, crescione, germogli, semi, germe di grano, patate, lupini, carciofi, finocchi, e tutto quello che trovi di crudo negli orti, nei campi, negli spacci agricoli e al supermarket.

L’ESTIRPAZIONE DELLA TIROIDE NON HA NULLA DI NATURALE E DI TERAPEUTICO

Lo chiamano anche morbo di Basedow, se solo c’è sporgenza negli occhi. In ogni caso i sintomi sono il polso rapido (90-100 battiti al minuto), le palpitazioni o tachicardia, irritabilità nervosa, perturbazioni mentali, insonnia, debolezza, vomito, diarrea. Come tante altre patologie, anche questa è definita inguaribile dalla medicina allopatica, per cui si procede sbrigativamente alla estirpazione dell’organo ritenendolo malato o fuori uso, mentre si lascia intatto al suo posto la causa del male che è lo stato di disordine organico che sta portando il paziente a un progressivo esaurimento, a una avanzante degenerazione cardiaca.

UNA IGNOBILE MARTELLATA ALLA SPIA ROSSA

In pratica, il nodulo tiroideo, che serve da segnale d’allarme acustico e visivo di una grave emergenza corporale in essere, viene totalmente ignorato ed anzi viene preso di mira a martellate, similmente all’automobilista incazzato che inveisce a calci e pugni contro la spia rossa che lampeggia nel suo cruscotto, anziché dirle grazie e portare l’auto in garage per una bella revisione al motore.

RIMANE IL DISORDINE ORGANICO E SI DIVENTA EUTIROX-DIPENDENTI

Ovvio che con questi metodi non puoi guarire mai nessuno. Che effetto può mai avere l’asportazione di una ghiandola basilare? La paziente finisce solo per ritrovarsi con tutti i guai precedenti (disordine organico intoccato e degenerazione cardiaca galoppante), con un prezioso organo in meno, con una sfilza di trattamenti farmacologici e con tanto di Eutirox da prendersi a vita.

TESINE DA LEGGERE

Servirà una guida. Spulcia pure nel mio blog liberamente. Ti allego comunque alcuni articoli adatti alle tue urgenti necessità:

RIGORE, FIDUCIA E PAZIENZA

Più sballata sei e più rigorosità serve, questa è un po’ la regola. Non è il caso di disperarsi se non si trova l’acqua distillata. Né c’è da disperarsi se non si sta sempre a letto durante un digiuno. Ci si può anche accontentare di acque commerciali leggere, col minor quantitativo di residuo fisso minerale. L’arrivo della buona stagione apporterà anche forza solare e maggiore vitalità a ognuno di noi, sani e meno sani, rinvigorendo anche la qualità della frutta e delle verdure. In sintesi, dopo 3 giorni di digiuno, farai un giorno a centrifugati e poi passerai allo schema nutrizionale che ti ho allegato, personalizzandolo in base alle tue esigenze e ai tuoi gusti, ma rispettandone i principi fondamentali. Se ti senti pure di applicare dei cataplasmi di fango notturno sul ventre (chiedere invio di ottimo fango termale a Villa delle Ortensie, tel 035-851114 info@villaortensie.com), ed anche sul collo, tanto meglio.

DIGERIRE MEGLIO E ATTIVARE LE FUNZIONI ESCRETORIE DELLA PELLE

Tutti i trattamenti naturali, in ogni caso, non potranno prescindere da due principali obiettivi che sono: A) Le buone digestioni in serie continua, e B) L’attiva eliminazione della pelle, e quindi il movimento, l’aerobica, la respirazione addominale, la sudorazione e il ricambio delle acque. Il tutto alternato al necessario relax e riposo. Adempiere a questi due principi A e B permette infatti di produrre sangue sano e fluido per il corpo e quindi di disinfiammare l’organismo, e di alleggerire i compiti gravosi del sistema ghiandolare, costretto finora a una marcia forzata col freno a mano tirato, per la pigrizia linfatica ed ematica del sistema.

NIENTE OSCURANTISTE CURE MEDICHE MA SOLO AVANZATE PROSPETTIVE IGIENISTICHE

Siccome ci sono dei “poco di buono” che stanno monitorando ogni mia parola e ogni mio suggerimento, per intravedervi ad ogni piè sospinto un reato di abuso di professione medica, sia ben chiaro che quanto sopra non è una oscurantistica e obsoleta cura medica ma una avanzata ed illuminante prospettiva di salute, da parte di un non-medico, ossia di un filosofo salutistico. Mi hai chiesto aiuto e mi hai chiesto luce. Spero di averti dato entrambe le cose.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

4 commenti

  1. DottorVincenzo1997 on

    La signora Alessandra si rivolga ad un endocrinologo perchè in una percentuale compresa tra il 4 ed il 17% dei noduli tiroidei nascondono un evoluzione tumorale maligna.

  2. Salve cosa ha fatto con la cura della tiroide. ..anche mia moglie ha una massa di 4 cm…abbiamo fatto l'ago aspirato niente maligno ma non sappiamo cosa fare ! Grazie

    • Io, con lo stesso problema e la stessa decisione: ho rifiutato di sottopormi a intervento di rimozione della tiroide, ho quasi eliminato il problema con estratti di succhi verdi e di frutta, insieme a delle gocce omeopatiche. Non mangio nulla di provenienza animale o quasi…

      • Agata Cordaro on

        ma stiamo dando i numeri? ci sono articoli che dicono che si debbano mangiare proteine,carne pesce e uova ed eliminare cereali zuccheri anche la frutta e amidi e voi dite che vi butrite di frutta e succhi verdi e non mangiate nulla di provenienza animale???????