I FALSI PROFETI DEI MUSCOLI E DELLE PALESTRE

LETTERA
DALLA VITA SEDENTARIA ALLA PALESTRA

Salve. Volevo chiederle alcuni pareri su quanto mi è successo recentemente. Dopo anni di vita prevalentemente sedentaria, ho deciso di iscrivermi in palestra. Premetto che ho 27 anni e che sono sovrappeso. Attribuisco questa condizione al fatto di fare poco movimento. La mia alimentazione è abbastanza regolare. Non mi strafogo mai, mangio poca carne solo perché non mi piace molto. Preferisco il pesce, che mi soddisfa invece come gusto. Diciamo che sono piuttosto pastaiolo, e mangio pure verdure di ogni tipo, specialmente legumi e lenticchie, che mi fanno impazzire.

CINQUE SEDUTE TUTTO SOMMATO SODDISFACENTI COL TAPIS ROULANT

Non essendo abituato all’attività fisica, ho chiesto in palestra quale era l’attività più adatta per perdere massa grassa. Mi sono imbattuto in vari individui che mi hanno consigliato di fare 40-45 minuti di tapis roulant a camminata svelta, in modo da far lavorare il cuore a 140-145 bpm, un regime ideale, secondo loro, per entrare in fase aerobica. E, in effetti, così ho fatto per 5 sedute di seguito, e mi sono pure sentito meglio, in linea generale.

L’ISTRUTTORE POMPA-MUSCOLI, ESPERTO IN TRUCCHI METABOLICI

Poi ho incontrato il cosiddetto istruttore che mi ha messo in crisi. Ha cominciato a chiedermi cosa mangiavo. Mi ha detto che sbagliavo tutto. Ha aggiunto che la mia dieta era sbagliata e che dovevo mangiare più carne, perché il mio metabolismo secondo lui sarebbe lentissimo, e l’unico modo di farlo accelerare è sollevare pesi e fare lavoro anaerobico. Quanto alla dieta giusta, mi suggeriva proteine naturali e artificiali, cioè varie polveri che mi avrebbe fornito lui.

IL MONDO È PIENO DI FRANKENSTEIN DA PALESTRA

Ha aggiunto che il lavoro aerobico serve solo per sudare e bruciare calorie che l’organismo andrà a prendere dai muscoli, e quindi nel tessuto proteico del corpo. Il suo consiglio quindi è quello di fare una dieta nella quale tutti i macronutrienti (proteine e grassi compresi) vengano assunti ad ogni pasto e, in mancanza di alimenti disponibili, assumerli tramite integratori. Questo tipo di dieta, secondo lui, manterrebbe alto il livello di azotemia. Tale alta azotemia, abbinata ad attività fisica anaerobica trisettimanale, farebbe aumentare il consumo dei muscoli ed il metabolismo.

VORREI SOLTANTO CALARE DI PESO E ADOTTARE UN SANO STILE DI VITA

Il fatto è che io sono molto scettico sugli integratori, per cui gli ho detto che il mio obiettivo non è quello di mettere su muscoli, ma semplicemente di perdere grasso. Ora sono molto confuso. Non mi sento di prendere sostanze integratrici artificiali. Non credo poi che la mia alimentazione sia così sbagliata.
La stimo molto e leggo spesso i suoi articoli. Vorrei finalmente adottare uno stile di vita sano e un’alimentazione equilibrata, anche se sono piuttosto scettico sulla faccenda della carne.
Aspetto una sua risposta. La ringrazio e la saluto cordialmente.
Marco

CI VORRANNO ANNI PER LIBERARCI DI TANTA IMMONDIZIA CULTURALE

Ciao Marco, capisco il tuo problema. Cercando salute ed equilibrio, sei caduto nella fossa del leone.
Sei finito nel punto diametralmente opposto alla salute. È risaputo che troppe palestre sono nelle mani di fabbricatori di muscoli artificiali, di distributori di integratori, ormoni e altre porcherie chimiche, buone a gonfiare bicipiti e pettorali, avvelenando nel contempo il sangue e devirilizzando pure i maschi, che tendono a diventare improbabili ed estemporanee statuette gonfiate, tendenzialmente impotenti e dalla voce in falsetto. Trattasi di gente mediocre ed obsoleta che ha imparato a memoria quelle demenziali teorie di Barry Sears, che nella stessa America sono state cancellate e demolite ormai da 10 anni, tanto erano macchinose, assurde, addirittura imbarazzanti scientificamente. Hai fatto bene a non caderci. Tutti i discorsi che ti ha fatto sono immondizia culturale e niente di più.

IL TUO PESO IN ECCESSO SE NE ANDRÀ SENZA ALCUN PROBLEMA, TE LO GARANTISCO PUBBLICAMENTE. POSSIAMO PRENDERE LA COSA COME UNA SFIDA.

Tutti i chili che hai in eccesso, rispetto al tuo peso forma costituzionale, se ne andranno in meno di 2-3 mesi senza alcun problema, senza alcun avvelenamento, senza alcun farmaco, senza alcun sacrificio particolare, e soprattutto senza effetti collaterali e senza una fase di ripresa del grasso. Devi solo fare una piccola rivoluzione, soprattutto mentale. Molta gente, per capire che la carne di un altra creatura vivente di terra o di acqua non fa assolutamente per lei, ci mette riflessioni e meditazioni, ci mette qualche visita a un macello, ci mette approfondimenti librari ed esami di coscienza, o ci mette disgraziate esperienze in sala chirurgica. Ti chiedo di convincerti al 100% che la proteina animale non ti fa bene e che senza di essa starai magnificamente e mi ringrazierai vita natural durante.

LA MIA PROPOSTA STA TUTTA IN QUESTE POCHE RIGHE

Si tratta di apportare al tuo sistema acqua biologica strutturata in quantità massima (succo zuccherino, vitamine e ormoni naturali, minerali organicati), più i quantitativi minimi e giusti di proteine vegetali e di acidi grassi polinsaturi che stanno nelle confezioni naturali sottoposte a luce solare. In pratica, molta più frutta di ogni tipo (senza limiti), e molta più verdura cruda, con quantitativo totale dell’accoppiata frutta-verdura intorno al 70-80%.

ARMATI DI FAZZOLETTI NELLA FASE INIZIALE

Chiaro che vanno eliminate tutte le sostanze incompatibili, prime fra le altre la carne, il pesce, le uova ed il formaggio che ami tanto, via tutti i dolciumi, il sale (da rimpiazzare con spezie vegetali secche e naturali) e lo zucchero, i farmaci e gli integratori, e via tutte le bevande esclusa l’acqua. Un paio di giorni di digiuno a sola acqua, col rischio utile e positivo di una crisi eliminativa di muco acido, penso sia indispensabile, per migliorare il tuo metabolismo. Armati di qualche fazzoletto in più e ti verrà fuori liquido in abbondanza. Tutto di guadagnato per la salute, ovviamente.

CON QUESTO SISTEMA VEGANO-CRUDISTA STILE CAMBRIDGE2000, NON SOLO NORMALIZZERAI IL TUO PESO, MA GARANTIRAI A TE STESSO LIBERTÀ DA OGNI CARDIOPATIA E DA OGNI TUMORE

La frutta la mangerai abbondante a colazione e lontano dai pasti, con 5 pasti circa. I due pasti principali di pranzo e cena risulteranno ridotti per il notevole apporto calorico fruttariano. Il pranzo includerà cereali integrali, o al limite la tua cara pasta integrale cotta al dente e mista a qualche verdura, e sempre preceduta da un abbondante piatto di verdure crude (accompagnate, volendo, da pane integrale), concludendosi con una manciata di mandorle-noci-pinoli. La cena includerà patate e legumi, sempre anticipate da un piatto di verdure crude, e si concluderà pure essa con frutta secca. Ammessa, volendo, la sola mela nel dopo-pasto (unico nostro frutto che non fermenta preso sopra gli altri cibi-lenti). Se al posto di qualche pasto mattiniero di frutta, vuoi farti degli estratti di carote-rape-sedano-cavolo-ananas-mela-topinambur di orto o selvatico, tutto di guadagnato.

ATTIVITÀ FISICA AEROBICA ALL’ARIA APERTA, CIOÈ NELLA VERA E UNICA PALESTRA DELLA NATURA

Tutti i giorni serve la corsa e l’attività fisica aerobica all’aria aperta e possibilmente al sole.
Chiaramente i tempi e l’intensità dell’attività fisica sarai tu a sceglierli.
Porta sempre con te in tasca dell’uvetta passa e dei pinoli per stoppare eventuali crisi di fame.
Se a volte non ti va il pranzo o la cena, puoi sempre prepararti dei panini integrali imbottiti di verdura verde, carciofini, pinoli, avocado, crema di olive o di carciofi. Pasta non troppa e possibilmente un giorno sì e uno no. Meglio stare su patate, zucche, legumi, ricordando che ogni cottura eventuale deve stare su livelli minimi e conservativi (meglio la cottura al vapore, meglio le patate con la buccia).

CI SONO MUSCOLI E MUSCOLI

Quanto ai muscoli, sono ottima cosa, quando sono veri. Il grande Helenio Herrera, non solo faceva correre, saltare e vincere la mitica Inter di venti anni fa come e anche di più di quanto fa oggi José Mourinho, ma dava a ciascuno di loro un magnifico e piccolo attrezzo manuale e portatile che permetteva di spingere e forzare in tutte le direzioni, di contrarre i muscoli delle braccia e mantenerli sotto sforzo.
Ma questo avveniva all’aria aperta e in collegamento coi giri di campo, i saltelli, l’aerobica e tutto il resto.

MUSCOLO COME CONSEGUENZA DI SANO SFORZO FISICO

Vedere uno studentello o un impiegato di banca dai muscoli pompati a più non posso, come dei vanitosi galletti da esposizione e da sfilata, non fa solo ridere, ma fa pietà anche ai sassi.
È giusto curare la forma fisica, ma solo guadagnandosela sul campo, sia esso il bosco, la miniera, il cantiere, la bicicletta, lo stadio. Muscolo come conseguenza di sano sforzo fisico. Muscolo da rinnovarsi e mantenersi con la vita sana. Non certo da gonfiarsi in palestra con metodi macchinosi e con supporti chimico-integranti.

ALLA LARGA DAI DISEDUCATORI DI PALESTRA

Posso capire la palestra quando piove. Posso capire la palestra come luogo ideale e indispensabile per certe tecniche particolari, per il corpo libero, le parallele e la ginnastica vera. Posso capire qualche seduta correttiva in palestra, soprattutto per chi ha difficoltà a raggiungere le vie dei campi e dei monti.
Ma certi sinistri ed incompetenti istruttori di falsa salute, mi sono sempre stati sulle scatole.
Non contenti di essere rovinati nella testa e nel proprio sangue, pretendono pure di rovinare altra gente ancora. Come non esistessero già sufficienti fonti di diseducazione, nella società in cui viviamo.

Valdo Vaccaro