I LAZZARONI DELLE REGIONI E DEI CONSORZI VANNO DENUNCIATI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

COMUNICATO DEL PROFESSOR GIUSEPPE ALTIERI (Sintesi, titolo e sottotitoli di VV)

VIVIAMO PURTROPPO IN UN PAESE DI LAZZARONI E DI COMMEDIANTI

Ulivi Secolari del Salento Ammalati? Striscia la Notizia intervista il Prof. Giuseppe Altieri, Agroecologo.Nessun Batterio killer. Cura Agroeco-Biologica Territoriale e non Tortura Chimica a base di Disseccanti e Pesticidi. Di seguito al servizio di Striscia la Notizia di oggi sabato 11 gennaio 2014 (replica alle ore 2 della notte): http://www.striscialanotizia.mediaset.it/video/videoextra.shtml?18919

URGENTI NECESSITÀ DI RICONVERSIONE AGRICOLA VERSO IL BIOLOGICO

È necessario un immediato programma territoriale di riconversione biologica dell’Agricoltura, a partire dal simbolo del Salento e della Cultura Mediterranea. Parliamo di ulivi sacri e millenari, di alberi immortali. Parliamo di ulivi sostenuti dai Pagamenti Agroambientali Europei attraverso i Piani Regionali di Sviluppo Rurale. Parliamo di miliardi di euro che spesso tornano indietro a Bruxelles o che non arrivano agli agricoltori. Ai nostri agricoltori che dovrebbero tutelare responsabilmente la loro e la nostra salute, l’ambiente, la biodiversità, attraverso l’agricoltura biologica tradizionale, al 100% agroecologica, al 100% made in Italy e al 100% libera da OGM.

FONDI EUROPEI DIROTTATI SUI DISSECANTI CHIMICI E SUL ROUND-UP DELLA MONSANTO!

Succede invece che oggi molte regioni italiane sovvenzionano con quei fondi europei una falsa agricoltura integrata che prevede uso di pesticidi a volontà, nonché micidiali dissecanti chimici, pericolosissimi per la salute, che inquinano le falde potabili e devastano territori e paesaggi con la colorazione arancio di erba morta, e con la distruzione della biodiversità, dei microrganismi utili del terreno, delle erbe salutari, degli insetti utili, di uccelli e mammiferi.

REGIONI E CONSORZI CHE COMPIONO ODIOSI E CONTINUI ATTENTATI ALLA SICUREZZA ALIMENTARE ED IDROGEOLOGICA DEL PAESE

Regioni e consorzi agricoli che, anziché fare il loro dovere istituzionale, predispongono i territori alle alluvioni a causa della perdita dell’Humus, base della fertilità e sostanza che trattiene acqua fino a 10 volte il suo peso. Acqua che così scorre a valle provocando morte e distruzione, oltre che miliardi di danni. Tutto questo mentre l’atmosfera si riempie di anidride carbonica e vapore acqueo, proprio a causa della distruzione dell’humus e delle erbe fotosintetiche.

ALLEVAMENTI DI BESTIAME APPESTATO

Oltre a questo, esiste la follia degli allevamenti industriali, con animali poi che oggi mangiano alimenti appestati e alimenti OGM. Alimenti che si accumulano nelle carni e nel latte, e che vengono trasmessi a grandi e piccini.

ITALIA CON PRIMATO MONDIALE NEI TUMORI DELL’INFANZIA

Fermiamo questo sconcio! È già troppo tardi. Troppo tardi per essere pessimisti. L’Italia, ad esempio, ha il triste primato mondiale dei tumori dell’Infanzia. Stiamo distruggendo il nostro futuro in modo irreversibile. Ci interessa o no la salute dei nostri figli? Ci interessa o no la salute dei bambini? O li vogliamo forse tutti nevrastenici, irrequieti, iperattivi ed autistici?

OPTARE PER L’AGROECOLOGIA È LA SOLA SOLUZIONE POSSIBILE

Le soluzioni sono semplici ed efficaci e renderebbero gli agricoltori biologici e l’Italia intera più ricca e sana che mai. Un esempio e un simbolo da seguire per il mondo intero! Un modello dimostrativo da mettere in primo piano per Expo 2015. Optiamo una buona volta per l’agroecologia, stando nella tradizione con spirito innovativo.
Prof Giuseppe Altieri, Agroecologo, Docente Ordinario di Fitopatologia, Entomologia, Agricoltura Biologica, Agroecologia – Istituto Agrario Todi

© Riproduzione riservata. Qui le linee guida per la ripubblicazione

ATTENZIONE: Le informazioni contenute in questo sito hanno solo fine informativo e non possono sostituire il parere del medico curante. Leggi il Disclaimer.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.