IMPORRE CONTROVOGLIA DEGLI PSICOFARMACI SIGNIFICA TIRANNIDE SANITARIA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

MESSAGGIO DISPERATO DA UN OSPEDALE PSICHIATRICO

Salve! A me hanno detto o prendi gli psicofarmaci o resterai per sempre nell’ospedale psichiatrico! Non volendo stare in quel posto sinistro ho dovuto dire contro la mia volontà che li prendevo. Mi ci hanno ricoverata diverse volte con la forza. Adesso, dopo aver preso Zubresca, Invega e Solian per 3 anni, ho paura che non me li tolgano più. Ma anche se me li togliessero ho paura che mia madre o mio  padre me li facciano prendere di nuovo. La prego mi aiuti!
Evis


RISPOSTA

PER UNA VALUTAZIONE OGGETTIVA SERVIREBBERO MAGGIORI DETTAGLI

Ciao Evis. Siccome il tuo messaggio è carico di toni drammatici procedo a pubblicarlo. Ovvio che per poter dare alla situazione un contenuto di maggiore obiettività servirebbe anche il parere dei responsabili dell’Ospedale e quello dei tuoi familiari. Servirebbe conoscere le circostanze e le motivazioni per cui hai ricevuto questo trattamento. Qualcosa di grave o di preoccupante devi pure tu aver combinato, o qualcosa di minacciante ed allarmante devi pure tu aver prospettato, per essere trattata in questo modo.

LA VICENDA È UNA DI QUELLE CHE LASCIANO L’AMARO IN BOCCA

Non voglio con questo prendere posizioni a favore di alcuno. È bruttissima in ogni caso la vicenda che stai qui raccontando. Essere ricoverati controvoglia in una struttura ospedaliera, ed essere costretti nel contempo ad assumere degli psicofarmaci, fa pensare a qualcosa di tremendo e di coercitivo. Il tutto viene aggravato dal fatto di avere tutti contro e tutti coalizzati contro di te.

IMPORRE DEGLI PSICOFARMACI RIMANE UN ATTO GRAVE CONTRO UNA PERSONA DEBOLE ED INDIFESA

Posso aiutare in linea generale, sia te che le tante persone che soffrono dei disagi tipici della mente e del comportamento, affermando che l’imposizione di psicofarmaci dopanti e dannosi che inchiodino il soggetto a prenderli in continuazione, nonostante la loro evidente incapacità di apportare reale beneficio, non è un procedimento rimediale e curativo ma piuttosto un atto di barbarie commesso nei riguardi di una persona psico-labile e priva di protezioni.

UN SOPRUSO CHE DIVENTA ADDIRITTURA TIRANNIDE SANITARIA

Sappiamo benissimo quanto arrogante, aggressiva ed autoritaria sia spesso la medicina nei suoi atteggiamenti tipici e quotidiani, nei riguardi delle persone normali costrette a rivolgersi ad essa dalle proprie vicende patologiche. Quando poi non si tratta più di pazienti normali ma di pazienti ancora più deboli e sfortunati, come nel tuo caso particolare, il livello di sopruso, prepotenza e sopraffazione può aumentare fino a diventare autentica tirannide psicologica e legale.

NON ESISTONO ALIBI GUARITIVI IN GRADO DI GIUSTIFICARE L’IMPOSIZIONE

La cosa migliore da farsi, a mio avviso, è quella di parlarne nel modo più aperto e sereno possibile.
Purtroppo le debolezze e le malattie della mente arrecano paura ed irrequietezza, generando necessità protettive e garantiste familiari e sociali, in base al livello di pericolosità eventuale o reale del soggetto in questione. Il ricovero in adeguate strutture di sicurezza, per quanto criticabile, a volte rappresenta davvero il male minore per tutti. Ma l’imposizione di psicofarmaci privi di efficacia guaritiva e carichi di effetti dopanti, non ha davvero ragione d’essere sul piano morale, pratico e legale, soprattutto quando appare evidente il rifiuto di assumerli da parte del paziente.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.

24 commenti

  1. Elvis, ti consiglio di rivolgerti a Pietro Bisanti (pietrobisanti.blogspot.com), l'unico vero "specialista" igienista in materia psichiatrica che ti può dare utili suggerimenti pratici oltre che supporto legale che nel tuo caso è altrettanto importante. Certo che ne puoi uscire, ma devi adottare le giuste strategie (come ti dirà Pietro Bisanti) e avere qualcuno disposto a darti veramente una mano durante il percorso di scalaggio dei farmaci (e anche dopo) che può essere anche piuttosto lungo.

  2. Elisabetta on

    Per chi non crede che le asl siano un' associazione con leggi da gestapo… Solo gente incivile può pensare di aiutare qualcuno con i ricatti e la coercizione. Oltretutto in luoghi dove nessuno vorrebbe stare.

    Elvis, puoi scrivere anche al telefono viola e spiegare il tuo caso: [email protected].
    Spero ne uscirai al più presto.

  3. Enzo Spataro on

    Il solo fatto che Evis rifiuti gli psicofarmaci rappresenta una garanzia di sanezza e lucidità e comunque il ssn rappresenta un abominio ed un pericolo pubblico per l'enorme massa di consenzienti che si affidano ad esso illudendosi di essere salvati ricevendo, invece, micidiali colpi di grazia.

  4. Enzo Spataro on

    Bé. accendere e spegnere la luce dieci volte prima di lasciarla accesa potrebbe essere un problema che meriterebbe un approfondimento, ma una persona che rifiuta farmaci di qualsiasi genere può avere qualsiasi problema tranne quello dell'autolesionismo.

  5. Non date un bello spettacolo ragazzi, smettetela con questi inutili battibecchi!
    Quanto al povero Elvis, credo proprio che bisognerebbe avere molti piú dettagli sulla sua situazione per capire di cosa avrebbe bisogno.
    Marianna

  6. Enzo Spataro on

    Di cosa Evis (senza elle) avrebbe bisogno?
    Presto detto: l'intervento delle teste di cuoio che lo liberino dalla prigionia dei suoi aguzzini ( operatori sanitari e parenti).

  7. e di una persona che si prenda cura di lui (lei) nel percorso del progressivo scalaggio dei farmaci (secondo lo schema suggerito da Pietro Bisanti): un periodo che può essere anche molto lungo e ad alto rischio di ricaduta in qualche crisi depressiva, una forma di detox questa particolarmente dura a morire e che può manifestarsi a sorpresa anche parecchio dopo l'eliminazione totale degli psicofarmaci. Questo per evitare che, in preda al ritorno di una crisi eliminativa, Evis non riesca da solo a superarla tornando così alla pillola e al ricorso allo psichiatra, con conseguente ennesimo (e sempre più grave) precipizio nel baratro. Di qui l'importanza di un supporto amorevole e intelligente.

  8. Enzo Spataro on

    Infatti non sono stato per niente offensivo, anzi ho fatto oggetto me stesso di una pungente autoironia.
    Tuttavia, viste le tue cognizioni di causa pregne di curomania comincio a sospettare che tu appartenga a quell'astruso universo della così detta medicina ufficiale, in tal caso ti confesso che sarebbe una coercizione per me non sommergerti di insulti in quanto ti garantisco che c'è molta più conoscenza sulla salute nel mio dito mignolo che nei cervelli di tutti i "luminari" mondiali messi insieme.
    Credimi Andrea, sei totalmente agli antipodi qui rispetto alle tue ordinarie convenzioni, parli di cura quando qui la regola è la "NON CURA", parli di diete quando qui si parla solo di "ALIMENTAZIONE".

  9. Enzo Spataro on

    A me invece sa che tu non hai capito nulla della vita, da queste parti ci siamo tirati fuori dalle pene di voi comuni mortali che, poveracci, vivete nel terrore di malattie, sofferenze, crisi anafilattiche e che trovate conforto nei pronto soccorsi, farmaci, corsie di ospedali, dottori dei miei stivali che non hanno mai guarito nessuno e cialtroni vari impegnati nella ricerca di chissà cosa.
    Capisco che per te tutto ciò può essere inconcepibile abituato come sei al tuo piccolo misero mondo, pensa che un tempo anch'io ero nelle tue misere condizioni, ma all'improvviso mi si è aperto un universo incredibile e son diventato l'uomo più ricco del mondo.

  10. Andre Maraglio on

    Andrea nessuno rinnega il medico come intervento eccezionale…gambe rotte,ferite,incidenti vari…Ci mancherebbe.qui la faccenda è un altra.Enzo ha ragione ,qui si parla di salute….Non puoi liquidarmi con la pillolina se ho mal di testa o farmi sentire un appestato se ho il "terribile" morbo di crono….o asportare tutto se ho dei noduli senza sapere xche sono li…noi siamo fortunati è vero e se fossi meno ultrà di curva saresti d accordo con noi.tutti siamo passati attraverso i rimedi medici.la cura vera è un altra cosa.buona fortuna comunale

  11. Enzo Spataro on

    Una causa di morte per un igienista potrebbe essere "crepacuore" nell'intraprendere discussioni con soggetti dall'encefalogramma piatto…
    Nooo, sto scherzando, abbiamo un muscolo cardiaco molto robusto e ben rodato da poter tollerare prove ben più ardue di questa.
    ,

  12. Enzo Spataro on

    Di incidenti stradali o di altro genere, decapitazioni o messe al rogo da parte di esponenti dell'isis (fortuna che la santa inquisizione non esiste più),morti violente o in circostanze fortuite insomma oppure, riuscendo a scansare questi sfortunati eventi, di serena vecchiaia dopo una vita mooolto longeva e scevra da sofferenze ( fisiche per lo meno, quelle dell'anima sono un po', con l'apostrofo per carità!, meno gestibili)

  13. Enzo Spataro on

    Ti comprendo amico mio, cominciavi appena a familiarizzare col concetto di eternità quando ti è arrivata tra capo e collo questa cruda realtà.
    Non disperare, come promesso in precedenza, ti avevo detto che per l' "eternità" ci avrei lavorato su ed appena otterrò dei risultati significativi ti farò sapere.

  14. Elisabetta on

    Il "poverino" che scende qui a disprezzare tutto e tutti poi fa la vittima, il povero insultato. Quando nessuno ha mai detto una parolaccia contro di lui, mentre lui stesso ha detto a chiunque "non capisci niente" su ogni argomento.
    Non capisco perché continuiate a dargli spago. E' un maleducato, ossessionato da questo blog. Un provocatore che utilizza la tecnica dei manipolatori: offendere e fare lui la vittima, tentando di fare sentire gli altri in colpa. Inutile che gli diate spiegazioni, non ascolta ciò che contraddice le sue "opinioni", nega tutto ciò che gli dà torto, disprezza e svilisce ogni opinione diversa dalla sua con atteggiamenti di arroganza insopportabili. Lasciatelo cuocere nel suo brodo…

  15. salve sono la ragazza Evis che ha scritto a Valdo. potete illuminarmi su questo elisir di lunga vita… e su cosa debbo fare come alternativa ai medicinali qualora mi dicono che non gli devo prendere più?

  16. Sono anni 9 che i miei genitori contro la mia volontà mi fanno assumere farmaci …in più dopo un adolescenza davvero difficile , mi hanno mandata contro mia volontà in ospedale …invece di aiutarmi facevano gli indifferenti credetemi nascere in una famiglia che nn da amore é repulsione totale….sto perdendo gli anni della mia vita.. A piangere …in più non posso manco avere una gravidanza per colpa dei miei cosiddetti genitori …..che nn hanno fatto altro che rovinare la mia felicità ….non racconto altro perché verrebbe solo da piangere …….ho perso tutto anche gli amici … Quando uno prende farmaci vieni pure emarginato …. In + nessuno può capire il malessere che ti fanno vivere coloro che ti era fidata e credevi di voler bn…. Genitori così nn ne ho mai visti …………nn mi aiutano
    Pro e negano la verità …… Dicendo che sono io il problema ….i diritti umani sono solo un sogno ……io sono
    Innocente sono una brava ragazza mi hanno fatta passare per una brutta persona ….ed ho 23 è violenza psicologica ….morale ..

  17. Sapete che penso ?? Che le persecuzioni esistono… in più anche un ragazzo che mi costringe a stare con lui …….il dolore é immenso la cura é il vero amore …l’aiuto viene dal cielo nn dalla terra che brucia ……la carenza d’amore ë peggio…. Le persone giudicano da quello che vedono i loro occhi….senza sapere tutto il vissuto , la vera storia ….la sappiamo solo noi che passiamo questa vita …che poi nn è vita ma bensì diventa morte e consapevolezza di nn aver mai avuto gioia … Tutti nasciamo e abbiamo il diritto di essere felici io così credo …..l’ingiustizia del mondo é troppa …perché la verità viene negata …la gente si fissa su te e vieni giudicata per ciò che. Nn sei ….ma la verità é la vita e la parola ….sfigurati da quel troppo male ricevuto in ingiustizia ….guardi il senso della vita e capisci che sei tu indifferente al mondo …..questo fanno le persone ignoranti che vedono con occhi nn d’amore ne spirituali …andiamo avanti con la forza che a volte tende a mancare ,ci sentiamo o meglio ci fanno sentire in colpa ma la colpa é delle persone dall anima …..impura e dai genitori a volte che invece di dialogare ….ricorrono al peggio creando l iniquità in casa…..detto tutto buona vita?❤️?….