INSEMINAZIONE, TAMPONI VAGINALI E MYCOPLASMA UROGENITALE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

INSEMINAZIONE ARTIFICIALE IMPEDITA DA TAMPONE VAGINALE POSITIVO

Ciao Valdo, sono molto triste. Ti parlo della mia scelta di fare l’inseminazione. La mia ginecologa di Cagliari mi ha sottoposta a vari tamponi vaginali tra cui alcuni vanno bene, ma ce n’è uno in particolare che è ostinato ad essere positivo ed è il micoplasma urogenitale. L’ho ripetuto già due volte ed è sempre così. Cosa mi consigli? Ti prego, appena puoi rispondimi. Grazie di cuore A presto!
Anna

*****

RISPOSTA

COESISTENZA ALTALENANTE DI QUESTI PARASSITI, CELLULARI DI SUPERFICIE, CON LA PERSONA CHE LI OSPITA

Ciao Anna, prima cosa sempre su col morale, altrimenti ne risente la potenza immunitaria. I micoplasmi sono parassiti cellulari di superficie. Non penetrano all’interno delle cellule né si diffondono verso tessuti profondi, ma aderiscono alla membrana plasmatica degli epiteli urogenitali, determinando danno cellulare proprio a seguito di questo intimo contatto. Questi microrganismi coesistono con il loro ospite in un equilibrio che può rompersi esitando in malattia conclamata, con tendenza alla cronicizzazione.

MYCOPLASMI ED UREOPLASMI SOTTO ACCUSA, MA LA SPORCIZIA INTERNA NON L’HANNO CREATA LORO

Mycoplasma hominis e ureaplasma urealyticum sono chiamati in causa in un ampio range di patologie del tratto urogenitale. Nella donna sono ritenuti responsabili di vaginiti, uretriti, infertilità e aborto precoce. Nell’uomo possono determinare uretriti non-gonococcche, prostatiti, prostato-vescicoliti sub-acute, emospermie. Il mycoplsma pneumoiae è causa di polmoniti interstiziali, di bronchiti e bronchiolite. Gli antibiotici poi non provocano affatto una guarigione microbiologica e i pazienti trattati da antibiotici continuano ad essere portatori normali del microrganismo a vita, e iper-portatori del microrganismo stesso per alcune settimane. Mycoplasmi terribili e spaventosi? Mycoplasmi contagiosi e
sesso-scoraggianti? Niente affatto.

NON IMBROGLIAMO LE CARTE IN TAVOLA

Gli stessi medici parlano di malattie non gravi, di malattie soggette assai spesso a risoluzione spontanea, di malattie che si aggravano solo nelle persone con le difese immunitarie in grave disordine. Per l’igiene naturale poi demonizzare batteri, virus e funghi è il solito modo di imbrogliare le carte in tavola.Siamo in sintonia al 101% con la grande Florence Nightingale (1823-1910), attuale e moderna più che mai. “Non è forse il continuo vivere sbagliato che porta la gente ad ammalarsi? Non sono forse fattori come l’aria pura e la pulizia interiore da un lato, paria viziata e la sporcizia intestinale dall’altro, a fare la differenza, a determinare lo star bene o lo star male delle persone? Non sono forse le malattie delle reazioni naturali alle condizioni assurde e stressanti in cui noi stessi ci mettiamo?”

LA LEZIONE DI FLORENCE NIGHTINGALE E’ PIU’ CHE MAI VALIDA

“Mi è stato insegnato, da medici superbi e da donne ignoranti a temere la febbre, la scarlattina e le varie malattie chiamate seriosamente infettive. Il fatto chiaro e palese è che non esistono contagi ed infezioni, ma solo condizioni adatte a rendere la gente malata. Le malattie non son classificabili in categorie tipo cani e gatti. La dottrina delle malattie specifiche, nemiche e contagiose è il rifugio delle menti deboli e fragili della medicina”. Ci voleva una donna dotata dei migliori attributi, una dottoressa londinese piena di grinta, per esprimere le migliori parole mai pronunciate in campo medico negli ultimi duecento anni.

OGNI OCCASIONE E’ BUONA PER DEMONIZZARE L’ATTRAZIONE SESSUALE E CREARE SOSPETTI

Sia i mycoplasmi che gli ureoplasmi sono presenti nella normale flora fisiologica vaginale, senza alcuna alcuna necessità di andarsi a prendere la micosi da altri. La via del contatto sessuale è la solita visuale monatta e bacchettona. La realtà è che ci sono molti casi di ragazze caste che sviluppano queste patologie. Basta una stazione di stress o di immunodeficit transitorio per instaurare nel corpo umano una improvvisa moltiplicazione batterica o fungaie, in totale assenza di contatto sessuale protetto o non protetto.

NON E’ IMMOBILIZZANDO IL SISTEMA IMMUNITARIO CHE SI DEBELLANO GLI STATI PATOLOGICI

Sul fatto che il mycoplasma sia una malattia di tipo tossico e non microbico l’igienismo non ha dubbi, credendo nelle leggi naturali, e particolarmente nella legge di causa ed effetto. Sul fatto che i trattamenti antibiotici non risolvano il problema ma indeboliscano soltanto il soggetto, paralizzando e demolendo il suo sistema immunitario, rendendolo non reattivo e quindi non causatore di fastidiosi effetti limitativi. Niente effetti, niente malattie, niente mycoplasmi e donne sane? Niente vero. Può esser benissimo che una donna con mycoplasma temporaneamente moltiplicato ed in ebollizione (denominato infezione dalla medicina) sia molto più sana di una donna priva di fenomeni.

TENER DURO E RICONQUISTARE L’EQUILIBRIO NATURALE

Che fare dunque nel caso specifico? Accettare le cure mediche ginecologiche, basate sostanzialmente su una deattivazione immunitaria mediane farmaci, ottenendo poi semaforo verde per la fecondazione artificiale, non appena il tampone vaginale fosse del tutto negativo? O praticare la giusta guerra dei nervi, tipo chi l’ha dura la vince?

MEGLIO PROCEDERE CON CALMA E CON CRITERIO

Nel caso specifico la Anna è triste, soprattutto perché non riesce a capacitarsi di questa sua situazione di positività, essendo oggi vegana e attenta a non commettere errori alimentari e comportamentali. Il mio consiglio è di tener duro e di riconquistare l’equilibrio senza cure mediche. Se il prezzo da pagare all’inseminazione artificiale è quello di ricorrere a cure che l’igienismo definisce balorde e inutili, meglio rinunciare all’idea della fecondazione, spostandola più avanti nel tempo.

CI SONO VALIDE STRATEGIE DI DIFESA NATURALE DA TUTTI I PARASSITI

I parassiti intestinali si sconfiggono, ovvero si riducono a quantitativi ragionevoli. Basta un semidigiuno a succhi di frutta per una settimana, seguito da dieta vitale e crudista. Ricordarsi che la carota cruda è eccellente in questo, come ottimi sono i semi di zucca, l’aglio, l’aglio ursino, la cipolla, il melograno, la ruta, la menta e la salvia. Bagni rinfrescanti e prolungati di 20 minuti in zona genitale, tre volte al giorno, stemperano la congestione sanguigna e tolgono l’infiammazione. Ottimi i bagni di mare, e buoni anche quelli di torrente (necessariamente più abbreviati).

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x