INTESTINO IRRITABILE, DISTURBI D’ANSIA E ATTACCHI DI PANICO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

HO CONOSCIUTO IL MONDO IGIENISTA GRAZIE AI MIEI GENITORI

Ciao Valdo! Sono un ragazzo di 23 anni, e ho conosciuto te e il mondo igienista per merito dei miei genitori. Grazie mille per tutto quello che fai. Apprezzo davvero tanto il tuo lavoro e penso di avere un vero e proprio debito di gratitudine nei tuoi confronti. Ti racconto in breve le ragioni per cui ti scrivo.

SOFFRO DI UN DISTURBO D’ANSIA LEGATO AI MIEI PROBLEMI ADDOMINALI

Diversi anni fa ho vissuto qualche episodio spiacevole per via di alcuni fastidiosi borborigmi in momenti inopportuni. Inizialmente ho provato semplice imbarazzo, ignaro di ciò che sarebbe poi successo. Da quel momento in poi infatti è iniziato il periodo più difficile della mia vita. Ho cominciato a sentire sempre più spesso fastidi, dolori, movimenti e rumori all’interno del mio addome e ho sviluppato gradualmente una vera e propria ossessione. Per farla breve, la situazione è degenerata al punto che al giorno d’oggi mi ritrovo con un disturbo d’ansia dato da un circolo vizioso.

ATTACCHI DI PANICO

Temo i fastidi addominali a tal punto che ho il pensiero costante di averli, e ciò genera in me ansia e stress, cause poi dei fastidi stessi. Vivo una sorta di profezia che si auto-avvera, e ciò ha reso la mia vita un inferno. Quando mi trovo a casa, tento costantemente una espulsione forzata con o senza stimolo, in modo da uscire di casa vuoto e non dover passare situazioni scomode in giro (riunioni, scuola, cene. L’esito è sempre uguale. L’espulsione chiaramente non avviene, ma quando mi trovo nel posto sbagliato, per via dell’ansia, puntualmente arriva lo stimolo più forte che mai. La conseguenza sono veri e propri attacchi di panico, ansia fortissima e spesso, incapace di reggere la situazione, cerco di fuggire o nei casi peggiori è capitato di dover correre al bagno nelle situazioni più assurde.

HO PROVATO DI TUTTO E STO SEGUENDO UN COUNSELLING PRAGMATICO

Ho provato di tutto. Per la questione mentale sto seguendo una terapia di counselling pragmatico e concreto poiché non amo psicologi, psichiatri, farmaci, o tantomeno guru e santoni.

SITUAZIONE DI STIPSI ALTERNATA AD ESPULSIONI INOPPORTUNE

Dal punto di vista dell’alimentazione, sto seguendo il tuo schema nutrizionale quasi alla lettera. Spremuta al mattino, merende di frutta e pranzi-cene con primo di insalata, secondo vegan cotto e manciata di frutta secca. Tuttavia sento come se ciò non funzionasse a dovere per via delle vecchie abitudini da smaltire. Ho continua sonnolenza, i fastidi all’addome sono aumentati, e dopo qualche giorno iniziale di regolarità impeccabile sono tornato nuovamente a una stipsi alternata a espulsioni inopportune. Senza contare poi che il bisogno di andare al bagno è triplicato!

FORSE È IL CASO DI UN DIGIUNO PER RESETTARE IL CORPO

Come consigli di muovermi in una situazione come questa? Pensavo a un bel digiuno di una settimana per resettare il corpo e avviarlo al vegan-crudismo, ma prima mi piacerebbe avere il parere di una persona esperta come te. Grazie in anticipo, spero davvero tu possa rispondere! Se lo ritieni opportuno, e pensi possa aiutare qualcuno, pubblica pure la mail. Tanti saluti!
Durden

*****

RISPOSTA

PIANO CON GLI ESPERTI

Ciao Durden. Fidarsi degli esperti non è sempre saggia politica. Troppi esperti in esperienze sbagliate. Persino quelli che dovrebbero azzeccarla meglio si ritrovano spesso con un pugno di mosche tra le mani.

GLI SCHEMI FISSI SERVONO POCO

Ridare funzionalità e consistenza operativa a un sistema gastrointestinale  messo a soqquadro dalla disbiosi, dalla dissenteria alternata stipsi, dai parassiti, dal morbo di Crohn o dal colon irritabile, non è affatto un compito facile e scontato, non è qualcosa di risolvibile mediante schemi prestabiliti.

OCCORRE RIPRISTINARE L’EQUILIBRIO DELLA FLORA BATTERICA

Dissenteria e diarrea se ne vanno in genere da sole nel giro di 2-3 giorni, a patto che non ci siano altri problemi annessi e connessi. Se in passato uno ha fatto uso di antibiotici occorre ripristinare con pazienza e coerenza l’integrità della flora batterica. Riso integrale, patate e cipolla, fagiolini, cavoli crudi, crescione, carote, castagne, cotogne, fichi d’India, melegrane, mirtilli, more di rovo e di gelso, nespole, minestre d’orzo, ribes nero, zucca, papaia, topinambur, rafano, ravanelli, sono tutte risorse valide.

VALE PRINCIPALMENTE IL DISCORSO DELLA PERSONALIZZAZIONE E DELLA SOSTENIBILITÀ

Non è poi detto che si tratti sempre di fare ricorso a digiuni e semidigiuni e crudità in prevalenza. Può servire al contrario una politica alimentare inclusiva di qualche caloria in più, di qualche cibo concentrato e cotto in più. In pratica vale il solito discorso della personalizzazione e della sostenibilità. Serve digerire bene quello che si mangia e serve anche poter contare su un buon appetito. Occorre ampliare le scelte alimentari piuttosto che limitarle e restringerle. A volte le frittate alle erbe e ai formaggi delle diete vegetariane non vanno affatto messe nel dimenticatoio. In ogni caso è obbligatorio da parte tua un buon dialogo col tuo corpo. Nessuno meglio di te è in grado di trovare progressivamente il bandolo della matassa, anche provando e sperimentando.

OLIO DI COCCO DUE CUCCHIAI AL GIORNO E IMPACCHI ALL’ OLIO DI RICINO DA APPLICARSI CON UN PANNO RISCALDATO A CONTATTO CON L’ADDOME

Un prodotto davvero straordinario è l’olio vergine di cocco, biologico e non raffinato. Un cucchiaio la mattina e uno nel tardo pomeriggio per 30 giorni di seguito e i benefici arrivano per la digestione, per la colite e per la simbiosi intestinale. Anche l’olio di ricino usato come impacco o cataplasma esterno da applicarsi sull’addome ha un grosso impatto benefico sulle funzioni epatiche, sulle coliti, sulle placche di Peyer e sul sistema linfatico caratterizzato da un infinito reticolo di capillari.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x