ITALIA MANOVRATA DA BIG PHARMA E DAL TERRORISMO MEDIATICO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

COMMENTO ALL’INTERVISTA AL CANDIDATO NOBEL DR GIULIO TARRO

L’affermazione che i vaccini siano utili ma solo in alcuni casi, potrebbe apparire sensata e ragionevole per chi crede nella vaccinazione condotta in modo civile, rispettando la volontà di ciascun cittadino. Ma noi siamo di Scuola Igienista e non di Scuola Medica. Noi crediamo troppo nei buoni principi per ammettere delle eccezioni. Giustamente, come riconosciuto dallo stesso prof Tarro, bisogna tornare a Pasteur, o meglio ancora ad Antoine Béchamp, a Claude Bernard e a Max van Pettenkofer, tutti concordi fermamente sul fatto che “Il terreno è tutto e il microbo è niente”. La verità è che la medicina convenzionale odierna è frutto di una sistemica e clamorosa mistificazione dei principi logici, razionali e scientifici. La medicina di oggi si è ridotta a ben poca cosa. Si è ridotta alle brache di tela sfilacciata e alla foglia di fico. Un agglomerato potente, arrogante, impositivo ed inguardabile che si regge col sostegno della politica, delle multinazionali, delle università sovvenzionate e delle televisioni comprate fino all’osso.

LE BASI DELLA MEDICINA CONVENZIONALE

I pilastri di sostegno della Medicina Convenzionale odierna sono:

  • L’intervento farmacologico sul sintomo (nettamente sbagliato e improduttivo),
  • L’intervento chirurgico e radio-chemioterapia su tumori e cancri (con pesante uso di anestetici-antidolorifici-antibiotici-eparine, e risultati fallimentari al punto che chi non accetta di entrare nella trafila medico-chirurgica sopravvive in media 3-4 volte più a lungo),
  • La prevenzione mediante vaccini (nettamente rozza, fuoriluogo e pericolosa, mentre esistono in natura vie validissime e prive di effetti avversi),
  • L’appoggio incondizionato alle industrie chimiche e alle fabbriche di integratori,
  • L’appoggio incondizionato alle industrie della carne e del latte,
  • Il mancato rispetto delle basilari ed eterne leggi di natura (Legge di causa ed effetto, legge per cui il corpo non va mai contro se stesso purché lasciato operare senza interferenze, La Natura è sovrana mediatrice di tutti i mali, Primo non nuocere, Primo non spaventare, ecc),
  • Ideologia del contagio e della peste (il rifugio delle menti deboli e mediocri della medicina per la grande Florence Nightingale),
  • Gli interventi di emergenza e di pronto soccorso (ovviamente necessari e indispensabili per incidenti stradali e sul lavoro e simili).

La tragedia è che questo tipo di medicina imbrigliata, corrotta, goffa, deviata ed incompetente sta portando il mondo intero lungo una brutta china, per cui a farne le spese è l’intera popolazione mondiale. Che poi questo avvenga in modo accentuato e drammatico proprio in Italia non fa che incrementare la vergogna e lo sgomento. Chi avesse dei dubbi su questo farebbe bene a rileggersi autori nobili come Ivan Illich (1926-2002), col suo testo Nemesi Medica, e Hans Ruesch (1913-2002), coi suoi libri “Il paese dalle ombre lunghe”, ma soprattutto “Imperatrice Nuda”, “La medicina smascherata”, “I falsari della scienza”.

In ogni caso l’intervento del prof Tarro è ammirevole e carico di significato. Condividiamo il fatto che i suoi 80 anni siano un valore e non un limite, anche per il modo eccellente con cui li porta, carico di sana ironia e di saggezza.

Valdo Vaccaro

Puoi acquistare il libro “10 cose da sapere sui vaccini” su Amazon.it

Condividi con i tuoi amici.

6 commenti

  1. Pietro Perrino on

    Valdo, non tutto è condivisibile. Tarro sostiene che le vaccinazioni di massa hanno salvato l’umanità dalle malattie infettive. E’ una grande buglia, scritta su tutti i libri di medicina e sulle riviste mediche. La verità è un’altra. E stato il progressivo miglioramento delle condizioni di vita, igieniche e di nutrizione che hanno fatto calare la mortalità infantile dall’inizio del 1900 a zero, prima che arrivassero le vaccinazioni di massa (dati ISTAT). Chiunque conosce questi dati e conosce la vera storia dei vaccini, sa che i vaccini sono inutili e dannosi. Personaggi come Tarro sono utili in questo momento politico, ma i no vax hanno ragione.

    • Le chiederei un grande favore: potrebbe darmi qualche link interessante con questi dati?

    • Valdo Vaccaro on

      Ciao Pietro. Grazie per le obiezioni che condivido in pieno. Obiezioni di grande peso e significato in quanto provenienti, lo dico in tutta franchezza per chi non sapesse chi sei, da un docente universitario di livello mondiale nel settore della genetica e da un dirigente del CNR, votato da sempre all’apertura mentale e alla verità senza paure e senza timori, qualità niente affatto comuni ai nostri giorni. Dire, come fa il prof Tarro, che le vaccinazioni di massa hanno salvato l’umanità dalle malattie infettive, è fuori da ogni logica e da ogni verità. A mio avviso ciò fa parte della solita giaculatoria che tutti i medici di rilievo devono pronunciare prima di parlare dei vaccini sbilanciandosi un po’: una specie di segno di croce e di tocco nell’acqua santa, o se vuoi un esorcismo verbale per ripararsi in qualche modo dalle prevedibili ire funeste del sistema. Ma alla fine perdono in credibilità e coerenza. Del resto Tarro è un allievo di Sabin ed è abituato a fare queste premesse di rito. Tutti i dubbi e le perplessità che hai espresso in questo tuo commento le avevo ben presenti. Ho solo voluto prendere il lato buono e utile dell’articolo ai fini del momento politico, come giustamente da te rilevato. Chiunque conosca i dati ISTAT, chiunque conosca la vera storia dei vaccini sa che i vaccini sono inutili e dannosi e che la corrente no-vax ha ragioni da vendere. Mi sta bene che si legga il libro del prof Tarro. Ma auspico che tutti capiscano e interpretino il mio articolo nel senso giusto.

      • Pietro Perrino on

        Grazie Valdo, mi è di conforto che anche tu condivida le mie osservazioni su Tarro e soprattutto che i vaccini siano inutili e dannosi. Non lo so se sarò ancora tra i vivi quando la gente scoprirà di essere stata imbrogliata. Spero di rivederti a breve.

  2. Giuseppina Virgillito on

    E i farmaci biologici? I costosissimi farmaci che vengono prescritti per l’artrite reumatoide, per le malattie autoimmuni in genere, per i tumori…? I nuovi antibiotici, anch’essi costosissimi…? In fondo i vaccini costano poco.