LA PESTE BUBBONICA E IL NUOVO LAZZARETTO MONDIALE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

“EL TABAAR”, IL MICIDIALE BLOCCO GASTROINTESTINALE

Nella tesina “L’Aids del cetriolo” del 2/6/11, ho parlato soltanto dell’aspetto terroristico della nuova pandemia in corso, dando per scontato che non ci sia nulla di reale e di nuovo dal punto di vista strettamente batterico.
Gente che mangia male per tutto l’inverno. Gente che ha il colon ingessato più che costipato. Gente che normalmente si ammala e a volte persino perisce in concomitanza con l’arrivo della stagione calda, come succede agli uccellini tenuti in gabbia a semi e a mangime sintetico.
Le creature che volano sono delicatissime e cagionevoli. Basta una banale indigestione e si rinchiudono in sé. Infilano la testa tra le piume, si trasformano in una specie di palla piumata, e nessuno le salva più. In friulano diciamo che “al à el tabaar”.
Morte assicurata in un paio di giorni, per blocco gastrointestinale.

BISTECCA-DOLCIUME-ALCOL-INTEGRATORE, CIOÈ PADRE FIGLIO E SPIRITO SANTO

Questo discorso del cetriolo non è affatto superato. E ancor meno superato è il discorso connesso, quello sulle inevitabile diete alternative al mangiar sano, che incombe sull’umanità intera. Anzi è vero l’esatto contrario. È vera cioè la spinta politica che esiste in questa pandemia, niente affatto casuale ma da tempo pianificata, verso le diete morte, sintetiche e cimiteriali, ossia sulle diete stile Atkins-Sears-Mediterranea-D’Adamo-Dunkan-Montignac.
Diete basate sulla immancabile triplice quota cadaverinica giornaliera, e sulla debita integrazione multivitaminica e multiminerale.

LA FORMULA DI REGIME, LO SPAVENTAPASSERI, È BUONA PER TUTTE LE SALSE, TUTTE LE STAGIONI, TUTTE LE REGIONI (HONGKONG, MESSICO, GERMANIA)

Però, alla luce di quanto si va delineando in queste ultime ore, e grazie agli articoli diffusi su internet dall’intrepido ricercatore salutista Mike Adams, pare proprio che ci sia qualcosa in più da dirsi in tutta questa nuova montatura orchestrata secondo il solito stile hollywoodiano.
Qualcosa in più che non inficia assolutamente la nostra visuale, che è poi la medesima di quella dello scorso anno con la pandemia messicana, e quella degli altri anni con le pandemie precedenti.
Il Regime ha lo stesso vizietto tipico dei malandrini seriali.
Trovata la formula preferita la applica sistematicamente, firmando per così dire le sue malefatte, trasformandole in delitti d’autore.

PRIMA DOMANDA PERCHÈ IL CETRIOLO

Prima domanda. Perché il cetriolo? Risposta facile e scontata.
Assieme al pomodoro, alla cicoria e ai germogli, il cetriolo rappresenta il marchio della salute vegano-crudista e persino il simbolo della virilità. Niente di più utile al fegato che il modesto cetriolo, ora che il carciofo non è più di stagione. Lo scivolamento odierno dal cetriolo ai germogli, al fagiolo, al peperone e alla zucchina, o a quello futuro dell’anguria, non sposta di un millimetro il problema.

SECONDA DOMANDA PERCHÈ LA SPAGNA

Seconda domanda. Perché la Spagna, e non la Turchia, la Grecia, il Kossovo, la Serbia, o la stessa Italia, tutte regolari fornitrici dei mercati tedeschi? Qui la risposta richiede di fare alcuni passi indietro.
L’America significa oggi, più che bandiera stelle e strisce, bandiera Monsanto e bandiera OGM.
Il governo USA, e i suoi servizi segreti, avevano già minacciato di nascosto a più riprese il governo Zapatero e la Spagna, per la sua forte avversione contro gli OGM.
Caso diverso l’Italia, dove la contrarietà esiste pure, ma sta nella cultura e nella gente, più che nei politici e nei governanti di casa nostra (di destra, di centro e di sinistra), prontissimi a calare le brache, a cedere e a farsi sodomizzare come sempre dagli intraprendenti colonizzatori d’oltre oceano.

I METODI SPICCI DELLA DIPLOMAZIA AMERICANA

Conosciamo troppo bene i metodi spicci e convincenti del governo americano. Ero a Seoul nell’estate 2008, quando il segretario di stato Condoleezza Rice, col sorriso più muliebre, vezzoso e sexy possibile, trasmetteva al primo ministro koreano i messaggi più cinici, sconvolgenti e ricattatori contro un intero popolo “amico e alleato”. Quella storia ci ha insegnato molte cose, in fatto di pressioni e di ritorsioni politico-economiche.

UNO DEI PEGGIORI RICATTI MAI VISTI SUL PIANETA TERRA

Un intero paese, la Korea del Sud, visceralmente contrario a consumare carni bovine americane agli ormoni, e costretto ciononostante a piegarsi di fronte al diktat del governo Bush.
“O fai mangiare giornalmente le bistecche di Chicago alla gente koreana, da Seoul a Pusan, o la Hyundai non vende più una singola auto sul mercato americano”.
Non l’apertura accelerata di 300 nuovi McDonald’s, ma l’arrivo regolare, su basi mensili, di una nave-frigo carica di 60 mila manzi disossati.
Auto della polizia in fiamme e bus del servizio pubblico rovesciati, barricate e distruzioni in 10 città, una marea di cittadini distesi giorno e notte sull’asfalto prospiciente le enormi celle frigorifere portuali.
Tutto vano e tutto inutile. Un popolo koreano, gagliardo e fiero, per niente amante della carne, costretto a masticare il fiele e a rovinarsi il fegato.

UNA ESEMPLARE LEZIONE AL GOVERNO DI ZAPATERO. COLPENDONE UNO NE COLPISCI ALMENO DIECI.

Colpendo oggi la Spagna (e di riflesso le economie dell’area Mediterranea), gli orchestratori delle trame nere planetarie colpiscono in modo esemplare non solo Zapatero, ma chiunque osi opporsi alla Monsanto e agli OGM. Il mondo deve diventare docile ed obbediente come l’Argentina, o al limite arrabbiato e barricadiero, ma alla fine cedevole, come la Korea.
Questa è la vera storia dietro l’immane devastazione causata all’agricoltura biologica spagnola.

TERZA DOMANDA PERCHÈ L’ESCHERICHIA COLI

Terza domanda. Cos’è mai il ceppo 0104:H4 del colibatterio Escherichia Coli?
È una variazione dell’Escherichia Coli, un batterio mutevole, rare volte aerobico e amico, e molte più volte anaerobico e distruttivo, ma che è in ogni caso non-resistente agli antibiotici.
Tutto sommato un batterio democratico e popolare, facente parte al pari dell’helicobacter di quelle colonie di batteri putrefattivi che creano disbiosi e miasmi putrefattivi in ogni intestino avvezzo al consumo di carne, di uova, di latticini e di pesce.

QUARTA DOMANDA TUTTA ALL’INTERNO DEI LABORATORI DEL ROBERT KOCH INSTITUTE, L’EQUIVALENTE DEL CDC AMERICANO (INVENTORE DELLA FARSA AIDS)

Quarta domanda (4A). Come mai questo ceppo 0104:H4 di Amburgo risulta essere resistente ed inattaccabile da penicilline, tetraciclina, acido nalidixico, trimetoprim-sulfamethoxazol, cefalosporine, amoxicillina o acido clavulanico, piperacillina-sulbactam e piperacillina-tazobactam?
Quarta domanda (4B). Come mai questo ceppo 0104:H4 di Amburgo ha la capacità di produrre gli enzimi ESBL, i beta-lattamasi a spettro esteso, quegli enzimi che lo rendono resistente alle cefalosporine
(cefuroxime, cefotaxime e ceftazidime), che sono gli antibiotici più utilizzati negli ospedali?
Quarta domanda (4C). Come mai questo ceppo 0104:H4 di Amburgo possiede il TEM-1 e il CTX-M-15, due geni che a partire dal 1990 fanno rabbrividire i medici in quanto molti pazienti colpiti da quel tipo di superbug sperimentano critiche insufficienze nei loro organi più deboli, oppure più semplicemente muoiono?
Quarta domanda (4D). Come mai insomma questo ceppo 0104:H4 di Amburgo è diventato un ceppo batterico resistente a più di una dozzina di antibiotici in otto classi di farmaci diversi, ed è caratterizzato da due mutazioni genetiche mortali, nonché dalla capacità di produrre enzimi ESBL?

C’È ASSOLUTAMENTE LO ZAMPINO E LA FIRMA DI QUALCUNO

Le risposte alle domande 4 A-B-C-D sono tutte di tipo più politico che tecnologico.
Il codice genetico di ogni batterio porta in sé la traccia del suo percorso.
Quando i ricercatori tedeschi del Robert Koch Institute (che è l’equivalente del CDC americano) hanno decodificato la struttura genetica del ceppo 0104:H4, hanno rilevato tutti i dettagli sopra citati. In natura è impossibile, hanno commentato, che nasca un batterio di quel tipo.
Un Escherichia Coli resistente a 8 diverse classi di antibiotici sfida le leggi della permutazione genetica e anche quelle delle combinazioni naturali.
Indispensabile dunque lo zampino umano.

COSA SIGNIFICA BIO-INGEGNERIZZARE UN BATTERIO A FINI DI GUERRA BATTERIOLOGICA

Per costruire e bio-ingegnerizzare un piccolo mostro del genere occorre prendere un Escherichia Coli e sottoporlo pazientemente a reiterate pressioni di mutazione, esponendolo prima alle penicilline, prendendo poi le colonie superstiti e sottoponendole alla tetraciclina e poi ai sulfamidici, e poi via via ai restanti farmaci, per un totale di 8 volte.
È questo essenzialmente il metodo di selezione da laboratorio, il sistema in cui l’esercito americano costruisce da decenni le sue armi biologiche a Fort Detrick nel Maryland.
Il sistema poi che fu usato per primo dai chimici tedeschi della Farben, e che venne ben presto trafugato in America e replicato dai sovietici.

PROVE INOPPUGNABILI E GIUDIZIARIE SULLA PIANIFICAZIONE A TAVOLINO E SULLA REALIZZAZIONE-LAB DI UN SUPERBUG OCTOBIOTICO

Ecco dunque provato che questo Escherichia Coli, ceppo 0104:H4 di Amburgo, è stato progettato e poi rilasciato in qualche modo nella catena alimentare.
Siamo dunque di fronte a un superbatterio octobiotico che è il risultato di una pianificazione fatta a tavolino.
Le prove della manipolazione biologica sono inoppugnabili e stanno scritte sul dna dei batteri ritrovati.
Qui non siamo più nel campo nelle ipotesi, ma in quello delle prove giudiziarie che rivelano con chiarezza ciò che non può essere negato.

LA SCONVOLGENTE PRESENZA DI MATERIALE ORGANICO PRESO DAL BATTERIO YERSINIA PESTIS, ORIGINATORE DELLA PESTE BUBBONICA MEDIEVALE

Allo stato attuale risulta ovviamente pericoloso, soprattutto nelle persone già a rischio, o già malandate per pre-esistenti problemi gastrointestinali, epatici e renali. È infatti causa di HUS, ovvero di Hemolitic-Uremic Syndrome, dove si assiste spesso a blocco renale, a esplosione dei globuli rossi e conseguente decesso.
Reinhard Burger, direttore del Robert Koch Institute, ed Helge Karch del Consulting Lab annesso al Munster University Hospital, hanno specificato che il batterio superkiller contiene non solo Escherichia Coli, come tutti si attendevano, ma anche il dna derivato da materiale organico preso da residui della peste bubbonica (1348-1351), ovvero quella Black Death o Bubonic Plague che è causata dalla Yersinia pestis.

UN LAZZARETTO MONDIALE ESULA DALLE POSSIBILITÀ TECNICHE DEI TALEBANI

In altre parole si parla di batteri ripescati che potrebbero essere causa dei peggiori disordini immaginabili, e che già dimezzarono la popolazione europea nel 14° secolo.
Come dire che il Codex punta decisamente a trasformare il pianeta non già in un NOM (Nuovo Ordine Mondiale) ma in un NLM, ossia in un vero e proprio Nuovo Lazzaretto Mondiale, coi monatti e gli untori a indossare un camice distintivo stelle-strisce, e con le vittime appestate avvolte in anonimi sacchi di iuta, ammucchiate fuori dei nosocomi o distese sui carretti di manzoniana memoria.
Questo tipo di intervento non può essere poi lavoro di talebani provenienti dal deserto dei Tartari, ma solo da scienziati-canaglia dotati di raffinati laboratori di alto livello, tipo quelli che solo Big Pharma, o i militari, o la FDA, o il CDC hanno a disposizione.

SPAVENTOSE INTERFERENZE UMANE, SPERANDO CHE SIA COSI’. MOLTO PEGGIO SAREBBE SE QUANTO STA ACCADENDO FOSSE PRIVO DI FARNETICANTE REGIA USA.

Si dirà che tutto questo è troppo spaventoso, insensato e irragionevole. Si dirà che si tratta di speculazioni catastrofistiche. Si dirà che è diventata una moda parlar male dei servizi segreti, ed in particolare di quelli americani, degli sbarchi fasulli sulla luna, delle torri gemelle minate alla base nei giorni precedenti l’11 settembre, delle scie chimiche mirate al controllo HAARP sulle corsie elettromagnetiche, del terremoto (provocato?) di Haiti, dello tsunami (provocato?) di Fukushima.
Invece no. Sarebbe molto più spaventoso se l’uomo risultasse estraneo a tutti questi terribili accadimenti.
La natura a volte combina sicuramente i suoi guai. Ma se dovessimo attribuire a lei la paternità di tutto quanto sta accadendo, saremmo costretti a ipotizzare l’arrivo massiccio di Satana sul pianeta Terra, ovvero l’arrivo di una potenza extraterrestre pronta a farci saltare tutti per aria.

CREDIAMO NEGLI UFO, O MEGLIO TENDIAMO A NON CREDERCI.
MOLTO PIÙ SENSATO PROCESSARE LA TRILATERALE CHE DEMONIZZARE LA NATURA.

Crediamo negli UFO, ma fino a un certo punto. Fin quando non ne troviamo uno vivo o morto, e capace di dirci qualcosa di preciso circa la sua provenienza e i motivi della sua venuta, siamo costretti a ragionare coi fatti concreti e non con le fantasie sperticate dell’ufologia.
Nel mondo di oggi esiste una popolazione mondiale tutto sommato onesta e trasparente, che vive quotidianamente a diversi livelli, che vanno dalla indigenza al benessere economico, dallo status di immigrati disperati a quello di colletti bianchi inseriti più o meno positivamente nel sistema.

LE GENTI DEL MONDO

Gente con le piume e col pelo e gente con la pelle nuda, ma col tarlo del dominio e della sopraffazione.
Gente che non sa niente e gente che sa tutto, gente che firma con una X e gente dai titoli iperbolici. Gente che ha perso tutto, anche quel niente che aveva, e gente abbiente che ha in sovrabbondanza.
Gente proletaria e gente proprietaria. Gente che vivacchia e gente che stravive.
Gente in cerca di una baracca e di un fazzoletto di terra su cui sopravvivere.
Gente che si barcamena come può e che se la cava per il rotto della cuffia.
Gente che viaggia su livelli superlativi ma insostenibili, illudendosi magari che durerà per sempre.

UN CALEIDOSCOPIO DI SITUAZIONI ALLA LUCE DEL SOLE

Un caleidoscopio insomma di poveracci e di nababbi, di infelici e di contenti, di credenti e miscredenti.
Il tutto organizzato in sistemi sociali ed economici chiamati stati, governi, parlamenti, regioni, comuni, comunità europea, organismi internazionali.
Il tutto regolamentato da confini più o meno certi e sicuri, e da leggi più o meno giuste, da tasse più o meno inique. Il tutto comunque alla luce del sole.

LA DIREZIONE MONDIALE DEL PIANETA STA AL RIPARO E NELL’OMBRA

Ma ci sono anche le talpe umane, ci sono anche i sotterranei. Ci sono anche i servizi, e non intendiamo quelli igienici. Ci sono anche le congregazioni, le sette, le massonerie, le nicchie, le lobby, le trame e le sottotrame, i riti iniziatori, le messe sataniche, le Case Bianche che diventano Nere e i Bilderberg che sono tutto fuorché meeting internazionali di attempati boy-scout in vacanza-premio.
Non stiamo dicendo niente di strano e niente di segreto.
Sono cose che si sanno e che tutti possono verificare.

GLI SCHEMI SPERIMENTATI DEL REGIME SANITARIO MONDIALE, BRACCIO ARMATO DEL NOM, NUOVO ORDINE MONDIALE

Torniamo comunque a noi e al superbatterio 0104:H4.
I colpevoli li abbiamo identificati con certezza assoluta. Loro ci controllano tutti. Ma pure noi li abbiamo nel mirino, anche se sgusciano e sfuggono, anche se si nascondono al pari degli spettri.
Le loro manovre seguono schemi ormai sperimentati, schemi precisi e prevedibili di tipo calcistico, con A (possesso palla), B (smarcamento e passaggio), C (tiro in porta e rete).
Nel caso specifico la A significa “creazione del problema” (piano a tavolino e lancio della mobilitazione), la B sta per “reazione popolare”, e la C vuol dire “soluzione finale secondo i piani”.
Questo è il modo di gabbare il mondo, facendolo girare dalla parte voluta.

LO SCHEMA SPECIFICO USATO PER LA PANDEMIA DI AMBURGO

Nel caso della pandemia germanica, lo schema si legge come segue:
A) (Creazione problema): Si mette l’Escherichia Coli (versione bio-ingegnerizzata ed octobiotica) nella catena alimentare.
B) (Reazione al problema): Si crea il panico e il clamore mediante lo strumento televisivo, operando a macchia d’olio sul pianeta, terrorizzando la popolazione e rendendola in tal modo debole, inquadrata, standardizzata, manovrabile, giocabile.
C) (Soluzione al problema): Si attua un controllo sistematico nella fornitura globale del nuovo cibo sintetico-OGM del futuro, e dei rimedi farmacologici ai danni causati dal medesimo, mettendo fuori legge istituzionalmente gli ostacoli peggiori che sono il crudo, le verdure, la frutta, i germogli, le iniziative salutistiche, e rilanciando con ancor maggiore forza i McDonals’s, la Coca-Cola, i maxi-macelli, la Smithfield, la NDC (National Dairy Council), più vassalli, servi e secondini.

TUTTO GIRA INTORNO ALLA FDA (FOOD AND DRUG ADMINISTRATION), DITTATRICE PLANETARIA IN TEMA DI CIBO E DI FARMACI

La FDA ha recentemente invocato gli stessi provvedimenti sul mercato americano, facendo pressioni ufficiali per imporre il Codex americano chiamato “Legge di modernizzazione per la sicurezza alimentare” (vedi anche la mia tesina “I magna-magna planetari dell’Avvocato Taylor”, del 10/5/09), che in sostanza mette fuori legge le piccole aziende biologiche-organiche familiari, a meno che non si accodino a tale legge e non lecchino le scarpe alle autorità federali.
Il primo provvedimento di Barack Obama, dopo il suo insediamento in Casa Bianca, è stata l’assunzione di Michael Taylor alla direzione del Food and Safety Working Group (Codex USA), dirigente della FDA e della Monsanto, nonchè uomo-chiave del gruppo Shapiro, gigante americano delle bio-tecnologie.

LA GENTE DEVE MANGIARE COME DIO COMANDA E DEVE CURARSI COME DIO COMANDA

La FDA ha la forza di schiacciare ogni libertà agricola e cibaria negli USA. Lo ha fatto più volte usando lo strumento della paura. La paura rende la gente disorientata, divisa, codarda, malleabile e sodomizzabile, disposta finalmente ad alimentarsi “come dio Big Blood comanda” e a curarsi “come dio Big Pharma comanda”.
Bastano pochi comunicati di stampa governativi, poche disposizioni passate via e-mail ai maggiori canali televisivi, e il gioco è fatto. Seguono poi i divieti imposti alla medicina naturale e gli attacchi concreti alle scorte alimentari, con la distruzione delle derrate deperibili e il trionfo del cibo devitalizzato.

IL CODEX È DOTATO DEL BRACCIO E DELLA MENTE

Non dimentichiamoci che il Codex aveva già preannunciato legalmente ed ufficialmente il suo massiccio blitz con la data del 1/4/11 (vedi mia tesina “Una intollerabile dittatura chiamata Codex”, del 26/1/11). In tutte le manovre ci vuole il braccio ed anche la mente. Il Codex ha in corso una maxi-offensiva a livello di documenti, convegni, leggi, leggine, regolamenti comunitari, veline intergovernative. Tutte cose che la gente non ha modo di seguire. E quella è la mente.
Quanto sta succedendo ad Amburgo e dintorni, ma ormai a livello planetario, rappresenta il lato visibile, tastabile e concreto, cioè il braccio del Codex, con l’immancabile firma di Big Pharma, Monsanto, Rothschild e Rockefeller (vedi tesina “I nuovi pirati dell’Alimentarius”, del 15/4/09).

LE NOTE AMBIZIONI NEO-MALTHUSIANE DI HENRY KISSINGER E BILL GATES

Rendere le persone tutte deboli, contagiate, vaccinate ed ammalate è un sogno da tempo perseguito dai neo-malthusiani Bill Gates ed Henry Kissinger. Prima ci si guadagna sopra (con grande giubilo della Pfizer e della GlaxoSmithKline), e poi segue quella mitica moria generale che porta a una salubre riduzione della popolazione terrestre, con grande soddisfazione degli strateghi americani, timorosi di vedersi sfuggire la leadership mondiale a vantaggio delle razze prolifiche della Terra, Cina e India in particolare. Qualche conflitto teleguidato, a esacerbare i noti conflitti tra le razze e le religioni, farà da cornice a questo scenario di rarefazione progressiva dei popoli.

IL RUOLO STRATEGICO DELLA MONSANTO

La Monsanto svolge un ruolo centrale e sinergico in tutto questo. Gli OGM sono progettati per contaminare le scorte alimentari con un codice genetico che taglia deliberatamente gli appetiti sessuali, ed è pure causa di infertilità e azoospermia tra gli umani. Parliamo sempre di cibo usato come arma di guerra da parte di Big Pharma, braccio armato sanitario della Casa Bianca.

BARACK OBAMA, PERSONA GRADEVOLE E SIMPATICA, MA PESSIMO PRESIDENTE

Qualche lettore mi ha criticato perché ho parlato male di Barack Obama, definendolo come uno dei peggiori presidenti americani della storia. In apparenza ho esagerato e gli dovrei dare ragione.
Perché mai questo mio accanimento? Tanto più che nulla ho di personale contro Obama.
Ancor meno contro il colore della sua pelle, quasi bianca o abbronzata che sia, o nera che dovesse essere. Dirò anzi che mi è molto simpatico come persona. Il mio giudizio negativo è soltanto di tipo strettamente politico. Perché peggiore di Bush e Clinton? Perché quelli erano dei mediocri patentati, dei presidenti standard corrotti al punto giusto, incapaci di creare entusiasmi. Obama no. Ha avuto il torto di illudere il mondo, di accendere delle candele, di far sperare che con lui si sarebbe aperta una nuova era.

FAMIGLIA IDILLIACA MA RAPPORTI TRASVERSALI COL SATANISMO

Il nuovo presidente degli USA si presenta assai bene, giovane, sportivo, moderno, sorridente, dinoccolato. Moglie elegante e ormai celebre simbolo del verde e dell’orto biologico, aiutata da due magnifiche bambine pronte ad aiutarla. Un quadro idilliaco che intendiamo ammirare e rispettare come tutti. A maggior ragione però disturbano i legami superstretti che Barack Obama ha con la Monsanto e con Michael Taylor, come abbiamo già visto.

OBAMA PUPILLO DI BRZEZINSKI, DI KISSINGER E DI ROCKEFELLER

Chi conosce le cose della politica a fondo, sa che l’arrivo di Obama alla presidenza non è stato incidentale e nemmeno casuale, ma bensì un evento auspicato e pilotato da diversi anni, essendo lui non solo alto membro della massoneria di colore, ma anche il pupillo dell’eminenza grigia Zbgniew Brzezinski, di Henry Kissinger e di David Rockefeller, ovvero della potentissima Trilateral Commission e del gruppo Bilderberg. E quindi un perfetto uomo di apparato.

L’ELEZIONE PRESIDENZIALE DI BARACK OBAMA

Accontentare i popoli con un’immagine pulita, nuova, interrazziale, e continuare meglio di prima le antiche trame massoniche e i diabolici piani di violentare il pianeta, assoggettandolo a un Nuovo Ordine Mondiale retto dagli Stati Uniti d’America, o meglio dal manipolo di uomini che hanno le mani in pasta.
Questo il preciso quadro politico-strategico della elezione di Barack Obama a Presidente degli Stati Uniti d’America.

UNA PRESIDENZA-FANTOCCIO NELLE MANI DELLA TRILATERALE

Nulla di particolarmente drammatico. Se non ci fosse stato Obama, sarebbe stata Hilary Clinton.
Se non Hilary un altro nome del partito democratico.
Ma sempre un fantoccio nelle mani della Trilateral Commission.
Non più presidenti che si lascino trasportare dall’entusiasmo e che vadano oltre ai loro compitini di repertorio. Non più uomini stile John Kennedy.
Non più progetti entusiastici tipo Nuove Frontiere.
Non più killer tipo Lee Oswald da assoldare in funzione correttiva. Meno ancora candidati presidenziali tipo Bob Kennedy, carichi di fughe idealistiche in avanti.
Tutto dunque all’insegna dell’estrema ragionevolezza e del rispetto rigoroso degli schemi tracciati.

INCREDIBILI INTERVISTE RILASCIATE DAI DUE PIÙ POTENTI UOMINI DEL PIANETA

Intervistati sulla Trilaterale e sul gruppo Bilderberg, sia Brzezinski che David Rockefeller, sorridono e si scherniscono.
“Sono istituzioni esistenti, stanno là dove qualunque cittadino le può vedere e toccare, non ci sono cose strane e segrete, all’infuori di quelle piccole riservatezze che è giusto avere in fatto di economia internazionale”, e quindi tutto “on the table” e niente di particolare e di misterioso “under the table”.
“Pertanto i catastrofisti sono solo buoni alleati degli scoop e della stampa catastrofistica”, sono le incredibili conclusioni dei due più potenti uomini della Grande Democrazia Stelle-e-Strisce.

LE SFORTUNATE MA ANCHE IMPREVIDENTI VITTIME DI AMBURGO

Siamo dunque finiti tutti in buone mani. La faccenda di Amburgo è soltanto uno dei tanti episodi.
Ce ne sono stati diversi e altri ne seguiranno.
Importante è capire gli eventi e non cadere nelle banali ipocrisie trasmesse dai media.
Tanto più che le morti di Amburgo rimangono sempre, tutto sommato, morti da ignoranza e da autointossicazione. Gente spugnosa ma a senso unico.
Spugne capaci sì di impregnarsi con ogni sorta di veleni, ma prive poi di ogni capacità emuntoria.

LA STITICHEZZA CRONICA RENDE LA GENTE VULNERABILE E COLPIBILE DA QUALSIASI BATTERIO, ANCHE IL PIÙ BANALE

Per quanto manipolato ed ingegnerizzato sia il superbug 104:H4, esso può diventare micidiale solo nella gente più vulnerabile, quella più stitica, quella incapace non solo di sudare, di orinare e defecare, ma persino di emettere dei gas, se non mediante reflussi acidi e disgeusici.
Per questo tipo di malati non c’era nemmeno bisogno di trafficare tanto al laboratorio. Sarebbero andati in crisi già con la normale influenza stagionale, quella che si prende ogni anno la sua quota di vittime.

LE SOLUZIONI NATURALI DELLA DOTTORESSA RIMA LAIBOW

Sul virus di Amburgo è pure intervenuta la dottoressa Rima Laibow, direttrice della Natural Solutions Foundation di Panama (www.DrRima.net). Abbiamo grande stima di questa ricercatrice, non fosse altro che per la sua epica lotta, anche a livello legale, contro la FDA e le sue malefatte.
Ma notiamo anche che pone troppa enfasi sul grado di contaminazione atomica e sul fatto che ogni abitante debba passare attraverso le chelazioni e gli integratori speciali Silver Sol (supplementi a base di boro liquido e iodina) che la sua azienda Nutronix International produce.

MONDO INQUINATO MONDO CHELATO

Rima sta focalizzando l’attenzione del suo vasto pubblico sul fatto che viviamo in stato di intensa contaminazione atomica, grazie a Fukushima e altri 5 reattori critici giapponesi.
Sta pure raccomandando la chelazione chimica, come la sola in grado di ripescare non solo i soliti inquinanti tipo mercurio, arsenico, cadmio e nickel, ma anche gli isotopi da radiazioni ionizzanti (iodine 31, casio 137, uranio) e da materiale tossico transuranico (plutonio). La nostra posizione rimane quella di sempre: meno esasperazione catastrofistica e più rigore vegano-crudista.

RIMANIAMO OSTINATAMENTE OTTIMISTI

Non sottovalutiamo il fall-out atomico, e nemmeno le pesti bio-ingegnerizzate, ma continuiamo ad essere ottimisti, e a pensare che la via di uscita esista, a condizione di crederci e di darsi da fare per trovarla. Dobbiamo far prevalere la ragione sulla follia.
La ragione dei nostri figli e delle generazioni che verranno, contro le demenziali ambizioni dei grandi vecchi e carampani che tirano le fila del mondo intero.

DOBBIAMO SOTTOPORCI A CHELAZIONI STABILI E QUOTIDIANE, OVVERO A PASTI CHE SI DIGERISCONO E CHE RIPULISCONO IL VECCHIO E IL NUOVO

Dobbiamo però evitare di cadere nella spirale della disperazione.
Non sono d’accordo con la visuale davvero funerea della Rima.
Siamo contaminati ma abbiamo la possibilità di far fronte a questo e ad altro.
Sono anch’io a favore delle chelazioni, ma di quelle stabili e continue. Quelle innocue e prive di effetti collaterali. Quelle realizzate attraverso i mezzi che il mondo vegetale ci offre a piene mani.
Chelarsi significa mangiare magnificamente e digerire meglio, senza bastoni putrefattivi tra le ruote.

LA SALVEZZA UMANA STA NELLA NATURA E NELLA STRENUA OPPOSIZIONE A UN REGIME IN TOTALE DISFACIMENTO ETICO, MORALE, ECONOMICO E FUNZIONALE

La salvezza dell’umanità sta proprio nella natura, per quanto calpestata e vilipesa essa sia.
La salvezza sta nel licopene dei pomodori, nel risveratrolo (anti-aging, antinfiammatorio e antiossidante) dei germogli di vite e della buccia dell’uva, e in tutti gli altri micronutrienti colorati che si chiamano nutraceuti. Sostanze che si trovano esclusivamente nella frutta e nella verdura allo stato crudo, al pari dell’acqua biologica, al pari del succo zuccherino, al pari delle vitalie o food-enzyme, al pari delle vitamine vere, al pari degli ormoni naturali e al pari dei minerali autentici (e non rovinati dalla disorganicazione mediante cottura o irradiazione).
La salvezza sta proprio nei cetrioli, nelle zucche, nei peperoni, nei germogli e in tutti i prodotti naturali che il potere sta tentando maldestramente di incriminare.

LA SAGGEZZA DEL FICO RIDICOLIZZA LE TRAME DI DAVID ROCKEFELLER

Mentre terminavo di scrivere questa tesina, ho avuto il tempo di osservare da vicino uno dei diversi alberi di fico del mio giardino. Carico di fichi già grossi e pronti a colorarsi di scuro e maturare per fine giugno, ma già pronto a emettere anche quelli più piccoli che saranno pronti tra agosto e ottobre.
Ho accarezzato la pianta e le ho detto “Grazie fico, io e te siamo grandi amici per la pelle”.
“Hai forse paura del superbug? Ti terrorizzano le radiazioni?” Non si è nemmeno scomposto.

IL RISPETTO VA AL FICO E ALLA MUCCA, LA COMMISERAZIONE AI CODARDI, AI MACELLAI E AGLI STRAGISTI CHE STANNO MALAMENTE GUIDANDO IL MONDO

Il fico non tradisce. Ci delizia e ci sazia da migliaia di anni. E ride delle nostre paure e delle nostre miserie. Ci insegna che ad ogni stagione continuerà a fare i suoi magnifici frutti in barba alle vicende umane, alla manifesta stupidità degli inquinatori del mondo. È per quello che provo una religiosa devozione per questa pianta, al pari di quella che provo per il durian e per il mango nei paesi equatoriali.
Il fico fa parte della natura e di quella Madre Terra che lega gli uomini, in modo indissolubile ed irresistibile, alle loro origini e al loro ambiente, al loro ideale ed indimenticato Paradiso Terrestre.

UN MONDO IN FERMENTO E IN FIBRILLAZIONE

Nel mentre scrivo, non ci sono soltanto gli sguaiati annunci dei telegiornali, sul cosa mangiare e quali verdure evitare. C’è un Alex Podolinsky, pioniere australiano del metodo biodinamico e della “living agricolture”, che dopo aver fatto delle conferenze all’Università di Potenza e di Bari, sta completando un giro a tappeto presso i maggiori atenei italiani. C’è l’instancabile professor Giuseppe Altieri, simbolo italiano ed europeo della lotta agli OGM, che conduce le sue battaglie giornaliere in ogni angolo del paese. C’è la bio-comunità agricolo-vegetariana di Beano-Codroipo, diretta con passione e maestria dal mitico Graziano Ganzit, visitata nel mese scorso da un team di medici e ingegneri dell’Università di Vienna. Ci sono cento iniziative che conosciamo e mille altre che dobbiamo ancora conoscere. Un mondo in fermento e in fibrillazione. Le forze sane e incorruttibili della nazione.

ABBIAMO ANCHE IL FRENO DELLA DECRESCITA

L’offensiva di chi tenta di alienare l’uomo dalla terra e di renderlo sempre più schiavo e dipendente dal modello agroalimentare monsantiano, non passerà. L’offensiva di chi punta alla proliferazione nucleare, alle crescita frenetica, alle orripilanti mega-macellerie Cremonini, alla trasformazione della Terra in un pianeta insanguinato, ansiogeno e nevrotico, troverà pane per i suoi denti. Schiavi e americanizzati sì, ma non fino al punto di seguire una banda di energumeni e di psicolabili lungo il percorso che porta al precipizio. A differenza di certa gente, abbiamo a disposizione il pedale dell’acceleratore, ma anche quello del freno e della decrescita, anche quello della coscienza e della saggezza.

I CETRIOLI SERVIRANNO A RIDARE SENNO E SALUTE ANCHE A CHI LI DEMONIZZA

Siamo persone pacifiche, senza campi di concentramento e annessi penitenziari, come quelli realizzati negli ultimi anni nel paese simbolo della Libertà e della Democrazia, ma prenderemo cura degli attuali nemici su basi umanitarie, gli ridaremo il senno e la salute a suon di cavoli e di cetrioli, la stessa strada che si è già scelto il loro collega Bill Clinton, diventato vegano di ferro proprio in questi ultimi mesi.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

7 commenti

  1. Riguardo al Club Bilderberg leggetevi questo articolo (premetto che non ho molta stima di borghezio):
    https://www.corriere.it/politica/11_giugno_10/svizzera-borghezio-malmenato_641caa48-933a-11e0-aa50-3c890fd936ef.shtml

    Non un solo accenno nei tg rai di questi giorni.
    Invece ogni sacrosanto giorno vedo almeno un servizio sull'ultimo look di "Lady Gaga" o sull'ultima passeggiatina romantica del principino e della principessina…
    Siamo alla frutta!

    Ricordate che domani 12 e lunedì 13 giugno si vota per il REFERENDUM:
    IO VOTO "SI" A TUTTI E QUATTRO I QUESITI!
    DAAAI CHE CE LA POSSIAMO FARE!

  2. Bravo Valdo ! Apprezzo molto questo tuo messaggio. Sappiamo anche bene che tra i gangester globali un posto di rilievo è occupato da Israhell. Grazie per nutrire i tuoi lettori con questo centrifugato di materia politica.
    mau

  3. Non solo non riusciranno nei loro intenti ma faranno tutti una brutta fine. Ricordo a lor signori i malfattori che tanti loro predecessori son finiti proprio male, un esempio tra i tanti i conquistadores: Cortes non smise più di defecare fino a morire, Pizarro fu assassinato dai suoi stessi uomini ma la lista è lunga. Il male non può vincere per il semplice fatto che non sa vincere sapendo unicamente distruggere. Grazie signor Vaccari per le sue tesine!

  4. NienteEcomesembra on

    A me dopo aver letto diversi articoli stamattina mi si è gonfiato il fegato e sgonfiato invece con questo scritto davvero risanatorio… bello! Ci voleva!

    Credo anch'io io che :

    La salvezza dell’umanità sta proprio nella natura, per quanto calpestata e vilipesa essa sia.

    Ma la nostra parte creativa e contributo è indispensabile…non è un caso che ci siamo 🙂

    Piccola correzione ( solo di dati) :

    Reinhard Burger è capo del Robert Koch Institute e

    Helge Karch è il direttore del laboratorio d'analisi sull'EHEC all'Ospedale Universitario di Münster ( e maggiore esperto pare tedesco nella questione) .

    Grazie!

  5. Lorenzo Paludo on

    Obama è stato l'avvocato della Eli Lilly, la quale gli ha poi pagato la campagna pubblicitaria per l'elezione a Presidente. I malvagi della Terra sono sempre stati pochi, fossero la maggioranza, l'umanità si sarebbe già autoestinta da tempo, giusto per una questione numerica. Tutto l'effetto che possono creare, dipende quindi unicamente da quanto le persone cooperano con i malvagi. È direttamente proprozionale. Anche i malvagi lo sanno. Ecco il perchè dei loro inganni, e le falsità "scientifiche", filosofia della paura (terrorismo) e di altro tipo. Sanno che da soli non ce la possono fare, indipendentemente da quali finanze controllino. Il potere ad un Leader è derivato dall'ACCORDO fornito dai suoi seguaci. È sempre una faccenda di Accordi o Disaccordi, che determina il potere sulle masse. Nient'altro. Persone sagge eleggono a loro Leader il più saggio e gli stupidi…lo scemo del villaggio, indipendentemente da quanto possa agire in modo scaltro per ingannare altri. Perchè abilità, stupidità e saggezza, sono semplici qualità, desiderabili o meno. Quando vengono usate per migliorare la propria e l'altrui sopravvivenza si hanno degli amici, diversamente si creano di fatto dei nemici. Inevitabilmente. Basti considerare le guerre tra faide mafiose e tutto ciò che deriva dal "culto" del dominio tramite la forza, l'inganno e la malvagità. Questo è perchè il male non potrà mai trionfare. Creerà fastidi questo sì, nella misura in cui ad esso si coopera, e perderemo la battaglia in quella esatta misura, ma non potrà mai vincere la guerra, poichè per semplice spirito di sopravvivenza, disconnetteremo dai nostri stessi errori che ci hanno portato a perdere.
    "L'unico impulso che non potrà mai essere cancellato nell'Uomo è quello verso la libertà" L. Ron Hubbard