Diete & Sistemi Nutrizionali

METODO VINCENTE PER ANSIA E DISBIOSI IN CAMPO FARMACEUTICO

LETTERA

FARMACISTA CON ALLE SPALLE DIETA SBILANCIATA E ANOMALIE AL SISTEMA UDITIVO E ALLA PROSTATA

Ciao Valdo, mi chiamo Alberto e, prima di tutto ti faccio i miei complimenti per il tuo inestimabile lavoro. Sono un farmacista di 42 anni che fino a 6 mesi fa si nutriva dell’alimentazione classica sbilanciata verso carne, pasta, dolci, vino, caffè e niente colazione. Da anni ormai soffro di acufeni e da qualche anno di prostatiti all’apparenza inspiegabili.

GRAZIE AL TUO BLOG IN UN MESE SONO GUARITO DALLA PROSTATITE

Ho conosciuto il tuo blog circa un anno fa a luglio 2016 quando ho fatto delle ricerche in internet per via di una prostatite che non voleva andare via con antibiotici e classiche cure farmacologiche. Mi andai a comprare un estrattore ed iniziai così a seguire più o meno i tuoi consigli e da lì ad un mese ne uscii fuori guarito dalla prostatite.

ATTACCO DI PANICO CONTRASTATO CON ALLEGGERIMENTO DIETA

Dopo un po’ di tempo le vecchie abitudini tornarono a galla e tutto è andato bene fino a novembre 2016 quando mi hanno portato in ospedale per un malore poi definito attacco di panico. Gli attacchi si sono ripetuti per circa un mese una volta a settimana. Poi alleggerendo la mia dieta hanno lasciato il posto solo all’ansia. Ovviamente mi sono stati proposti farmaci per questo tipo di patologie ma li ho sempre rifiutati.

DISBIOSI, PERMEABILITÀ INTESTINALE E CONSEGUENTI INFIAMMAZIONI

In quel periodo il mio sistema digerente era completamente bloccato e dolorante. Sono convinto che alla base dei miei problemi ci sia una grave disbiosi con conseguente alterata permeabilità della mucosa intestinale che mi portava da anni ad avere problemi di infiammazione, afte, ed altri problemi.

ADOZIONE VEGAN-CRUDISMO E CONSEGUENTI CRISI ELIMINATIVE

Da questo episodio ho abbracciato uno stile di vita vegan-crudista tendenziale forse con qualche strappo alle regole solo sul cotto, qualche piatto di pasta al pomodoro e di tanto in tanto qualche frittata con cipolle ed altre verdure. Ho avuto molte crisi eliminative muco marrone che usciva da bronchi e polmoni, diarrea che è durata più o meno per un mese all’inizio e poi si è ripresentata periodicamente per brevi periodi, naso gocciolante per mesi, orticarie che anche attualmente in modo più lieve ogni tanto si presentano andando ad aumentare anche i sintomi dell’ansia che sono i soli che mi rimangono di quell’episodio.

NIENTE DIGIUNI PER TIMORE DI TROPPO INTENSE DEPURAZIONI

Non ho mai contrastato questi sintomi ed ho lasciato che tutto si risolvesse in modo spontaneo. Credo che il tutto sia riferibile a crisi eliminative visto che non ho fatto nessun digiuno e che quindi penso che il mio accumulo di tossine sia ancora abbastanza importante. Non ho intrapreso il digiuno perché il mio passato è carico di accumulo di tossine e non so quali conseguenze potrei avere. Fin dalla nascita imbottito di antibiotici per una broncopolmonite, poi a 24 anni un linfoma trattato mediante 1 anno di chemio e 1 mese di radio.

PRIORITARIO PER ME SCONFIGGERE L’ANSIA

Vorrei che se ne andasse anche quest’ansia che mi dà un po’ da fare anche se non mi arrendo e porto avanti la mia vita senza rinunce in quello che devo fare, ma non è così facile. Per questo chiedo un consiglio da parte tua anche se ho letto veramente tante tue tesine. Grazie se vorrai rispondermi e complimenti ancora per il tuo blog.

Alberto

*****

RISPOSTA

IL MIO BLOG NON DISPIACE AFFATTO AI FARMACISTI

Ciao Alberto. Grazie per gli apprezzamenti nei riguardi del blog, anche da parte di Francesco e William che mi danno un importante e fattivo aiuto a mandarlo avanti con sacrifici personali e costi notevoli. Non sorprende poi che un farmacista, vale a dire un dottore in chimica farmaceutica, e nel contempo un distributore di medicinali, non cada nella trappola del facile consumo farmaci e stia tutto sommato dalla nostra parte nonostante la sua attività professionale e commerciale.

TRATTASI DI UNA CATEGORIA CONSAPEVOLE E ATTENTA A NON FARSI BUGGERARE DALLA CHIMICA

Sembra un paradosso o una incongruenza ma non lo è. Tant’è vero che i farmacisti, conoscendo meglio degli altri cosa sta effettivamente nelle pillole, nelle fiale e nelle pozioni, stanno bene attenti a non lasciarsi intrappolare dalle sostanze chimiche che peraltro sono tenuti a vendere pena la chiusura della loro attività. Ci guadagnano sopra dal punto di vista monetario? Certamente che sì. Ma i soldi, pur se importanti, non sono tutto nella vita. Tra l’altro fui io stesso il primo a sorprendermi di riscontrare fin dall’inizio d’essere seguito con interesse da molti lettori operanti in quel settore.

APPARTENGONO A UNA FILIERA ROVINOSA, MA SONO TUTTAVIA INDISPENSABILI NELL’EMERGENZA

Va anche detto che le farmacie, soprattutto nelle modalità e strutture essenziali dei tempi andati, sono comunque indispensabili. Pur facendo inevitabilmente parte della filiera rovinosa che comprende la medicina convenzionale e le multinazionali del farmaco, dell’integratore e del vaccino, con tutti gli orrori e le contraddizioni che ne conseguono, non tutti i prodotti sono qualificabili come pericolosi, negativi, inutili.

UN BALSAMO STREPITOSO SI TROVA PRESSO LA FARMACIA DEL DR COMUZZI

Tanto per fare un esempio, nella farmacia di Feletto Umberto-Udine del mio grande amico dr Franco Comuzzi, vendono tuttora con necessaria prenotazione in comodi vasetti d 60 grammi, un balsamo disinfiammante per uso esterno da loro preparato, a base di ossido di zinco, di acido borico, di canfora e di lanovaselina, che è di straordinaria efficacia per tagli, ferite, spine e punti doloranti sull’epidermide, senza causare effetti avversi.

PARLO DELLA POMATA TOMADON, UN MEDICO GENIALE CHE OGGI FINIREBBE RADIATO IN TRONCO

Da rilevare che questa crema si chiamava pomata Tomadon, portando il nome di un mitico medico di nome Tomadoni, geniale e ben voluto da tutti, che aveva il suo studio proprio a Feletto 60 anni fa. Era famoso per visitare i pazienti e dissuaderli in modo perentorio e autorevole dal prendere medicinali. La sua raccomandazione di base era di mangiare verdure crude in abbondanza, mangiate frutta, poca pasta e niente cibi spazzatura e dolciumi, quando le porcherie alimentari erano solo agli inizi. Prescriveva un farmaco solo in rari casi di estrema necessità. Un vero e proprio medico cosciente e amico fraterno dei pazienti. Un medico-igienista in pectore. Fosse ancora vivo, verrebbe radiato all’istante dall’Ordine dei Medici di oggi.

SPEZZO UNA LANCIA A FAVORE DI ELISABETTA

In questo modo spezzo una lancia a favore di una mia specialissima fan laureata a pieni voti in chimica e tecnologie farmaceutiche, diventata non solo mamma di un super-pargolo, ma anche operatrice olistica di successo in Piemonte, mai citata finora in quanto facente parte del mio entourage familiare.

USANDO I NOSTRI CRITERI SOLITI, COME HAI FATTO FINORA, DEMOLIRAI LA TUA ANSIA

Detto questo, veniamo a te. A mio avviso non dovresti avere problemi a superare la tua ansia. Hai dimostrato saggezza e perseveranza nel vincere prostatite e acufeni. Con gli stessi criteri troverai modo di risolvere il tuo cruccio psicologico.

LA POPOLAZIONE MONDIALE SI RITROVA IGNARA CON DEI TELOMERI ACCORCIATI E SFOLACCIATI NELLE SPIRALI DEL PROPRIO DNA

L’ansia colpisce ufficialmente mezzo miliardo di persone nel mondo, ma nessuno conteggia gli stati di pre-ansia che riguardano la maggioranza della popolazione soggetta a una gamma di preoccupazioni e di incombenze mai viste prima d’ora. Lo stato d’ansia, specie se prolungato, erode ed accorcia i nostri telomeri. I telomeri sono piccole porzioni di Dna che si trovano alla fine di ogni cromosoma. La loro parte terminale è molto instabile e si degrada facilmente, portando a invecchiamento precoce e ad altri inconvenienti.

LA RESPIRAZIONE PROFONDA E RITMATA SERVE MOLTO

La respirazione yogica ad esempio permette di rilassare la mente e il corpo, di normalizzare il respiro e di allontanare le emozioni negative, e questo vale soprattutto in caso di stress, ansia o panico. Importante adottare un sistema di respirazione addominale-diaframmatico basato su uno svuotamento massimale dell’aria nei polmoni, e di seguire poi con una inspirazione lenta e graduale a partire dal basso ventre spingendolo letteralmente in fuori per metà tempo inspirato e poi facendolo rientrare nella seconda parte dove l’aria inspirata si estende verso la parte alta dei polmoni fino a quasi innalzare le scapole.

ESERCIZI RIEDUCATIVI DA PRATICARE ALL’ARIA APERTA

Mantenere i polmoni pieni trattenendo l’aria per circa 4 volte il tempo di inspirazione e poi espirare lentamente per un tempo doppio di quello inspirativo. Questo è il ritmo 1-4-2 (in secondi, da contarsi mentalmente) che potrai applicare come multiplo adattato ai tuoi bisogni e alla tua capacità toracica, scegliendo ad esempio il 3-12-4. Esistono anche altri ritmi come 1-1-1 e 1-2-1, ma questo, inteso anche come esercizio respiratorio rieducativo da farsi all’aria aperta e pura di tanto in tanto, offre risultati migliori. Anche l’esposizione al sole è di grande aiuto. Ti consiglio di adoperare il citato sistema respiratorio associato alla camminata giornaliera di un’ora, meglio se con racchette da trekking o volendo con due semplici bastoni di legno, per un coinvolgimento di gambe e braccia.

NULLA DI MEGLIO DELLA NOSTRA ALIMENTAZIONE SALVAVITA ED ANTI-STRESS

Per l’alimentazione anti-stress vale il nostro sistema vegan-crudista tendenziale sostenibile e personalizzato, inclusivo di sostanze naturali ricche di vitamine del gruppo B, specie B2-B3-B6. La banana ad esempio contiene il 30% del fabbisogno giornaliero di B6, vitamina che aiuta il cervello a produrre serotonina che si trasforma in melatonina, e che trasforma il triptofano in niacina B3. Pure l’avocado è prezioso per il suo alto contenuto di glutatione.

RISO INTEGRALE E ALIMENTI NON IRRADIATI

Il riso integrale è formidabile fonte di B2 e B3. Idem orzo e miglio e grano saraceno. Idem il pop-corn fatto in casa, specie se da pannocchiette colorate prese dal contadino intelligente. Anche gli asparagi in stagione sono ricchi di glutatione. Inserire verdure di ogni tipo inclusa l’ortica, la menta e qualche alga. Inserire semini, pinoli e pomodori che proteggono i neuroni dall’invecchiamento. La B6 si trova anche nel germe di grano (2 cucchiaini al giorno), nei cereali integrali, cavoli e crucifere (kale o cavolo nero, verze, Bruxelles, crescione, cavolfiori), bietole e ravanelli, arance e agrumi specialmente clementine. Qualche tisana di biancospino, tiglio, passiflora, camomilla, salvia, ortica, malva e zenzero può sicuramente essere inserita. Mezza cipolla cruda e non irradiata al giorno, melegrane, uva, cachi, manghi e cavoli sono ottimi per mantenere a posto la prostata.

CASTAGNE E PATATE DOLCI TRA I CIBI DEL BUONUMORE

Abbondare in castagne, toniche del sistema nervoso e cibo del buonumore, e in farina di castagne, mescolabile a farine di cereali, di mais, di manioca, di patata per crostini, panini, gallette, polentine, frittelle poco fritte, disponibile tutto l’anno e a prezzo economico. Idem per patate dolci e yam. Basilare poi mantenere un buon equilibrio del microbiota, l’ecosistema dei batteri protettivi che colonizza l’intento ed è fondamentale per mantenersi in forma. Questo esercito di batteri è responsabile del buonumore in quanto produce il 90% della serotonina corporale. Stress, antibiotici, zuccheri raffinati, dolciumi e cibi grassi (raccomandati dai congressisti cardiologi in Barcellona) alterano l’assetto del microbiota e danneggiano gravemente la salute. Tant’è che la metà degli italiani soffre stabilmente di disturbi intestinali.

LA FORMULA VINCENTE ANTI-ANSIA ESISTE E CHIEDE SOLO DI ESSERE APPLICATA CON FIDUCIA E COERENZA, SIA IN FARMACIA CHE FUORI DI ESSA OVVIAMENTE

Se gli italiani, e non solo gli italiani, imparassero 1) A disobbedire ai troppi medici resi ottusi dal sistema, 2) A prendere sole senza protezioni e senza paura, persino guardandolo in faccia a occhi socchiusi e depositando così energia solare nella retina, 3) A respirare lungo e basso e non alto e corto, depositando aria proteica azotata nell’ipofisi, facendo il pieno di somatotropina naturale e risparmiando costi digestivi come fanno i respirazionisti e i fachiri, 4) A stare alla larga da farmaci-vaccini-integratori, caffè, cole, alcol, fumo, droghe, dolciumi, gelati malcongegnati (preferendo uvetta, fichi secchi e datteri), 5) A dare assoluta priorità alla digestioni semplici, facili, rapide, complete tipiche del vegan-crudismo tendenziale, vitale e vibrazionale, bocciando tutte le carni e triplicando frutta a stomaco vuoto e verdure crude come primo piatto a pranzo e cena, 6) A muoversi e traspirare e sudare, 7) A coricarsi verso le 10 di sera, 8) A pensare in positivo, a creare in sé motivazione ed autentica autostima, ad armonizzarsi con l’ambiente, con l’ecosistema e con tutte le creature innocenti attualmente massacrate, accoltellate, uncinate ed impallinate in modo barbaro e demenziale. Se tutti questi 8 punti venissero rispettati, daremmo un calcio definitivo al pallone delle patologie e dello stress, mandandolo lontanissimo dal nostro campo d’azione.

Valdo Vaccaro