FLATULENZE, DISBIOSI INTESTINALE E ANGIOMA CUTANEO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

TROVO ORMAI DIFFICILE STACCARMI DAL TUO BLOG

Ciao Valdo, da settembre sono diventato un tuo fan. Trovo difficile staccarmi dal tuo blog. A volte passo ore e ore al giorno sul tuo blog. Facebook è passato in secondo piano. Ne ho lette veramente tante di tesine, e ti devo ringraziare per l’istruzione gratuita che stai offrendo. Sto facendo conoscere un po’ a tutti il tuo blog.

UNA VASTA MACCHIA VIOLA MI STA ARRECANDO FASTIDIO ESTETICO

Ti scrivo perché ho una specie di angioma. Trattasi di una macchia viola scuro piatta in superficie, molto vasto e pieno di vene sporgenti visibili. Mi avevi già risposto di provare a fare dei digiuni a più riprese nel tentativo di riassorbire l’angioma.

FLATULENZE, CRAMPI E DOLORI ADDOMINALI

Il digiuno servirebbe anche per risolvere quel problema delle flatulenze frequentissime che vengono dopo qualunque cosa io mangio, pur rispettando combinazioni, tempi, crudo, cotto, liquido, solido. Oltre alle flatulenze ci sono dei crampi, con forti dolori addominali che scendono sempre più in basso, come se ci fosse dell’aria che esplode dentro di me, fino a farmi emettere dei gas e delle minzioni in contemporanea. Per precisare, sento la formazione delle flatulenze nella parte bassa a sinistra dell’intestino. Prima di diventare vegano le flatulenze erano odorose, ma ne facevo pochissime e comunque davano meno fastidio. Ero anche un po’ stitico, per cui le feci erano compatte e voluminose, mentre adesso sono sottili, molli, liquide e puzzolenti, forse dovuto all’acidosi oltre 25 g, e sono alternate a molto gas.

POSSIBILITÀ DI DIGIUNARE TRA LE MURA DOMESTICHE

Un digiunista da me contattato chiede 30 euro al giorno, soldi che io non ho, davvero. Quei pochi che ho li metto da parte per comprarmi al più presto possibile l’estrattore che forse, mi aiuterà con i succhi di carota. Ebbene, nonostante abbia letto tutte le tesine a riguardo e molti libri sul digiuno, inclusi Shelton e Tilden, mi rimangono dei dubbi. Chiedo se i digiuni, dato che non ho molti soldi per farli sotto controllo igienista, posso farli da solo in casa mia nel tentativo di assorbire l’angioma.

GIÀ MI HAI GUARITO DALL’ACNE

Io miro a riassorbire l’angioma per questo ti chiedo se posso farlo a casa, pur non avendo mai digiunato prima. Chiedo per quanto tempo e per quante volte dovrei digiunare. Arriva l’estate e ho vergogna a mostrare il mio angioma. È anti-estetico per un ragazzo prestante e con un bel fisico.
Grazie a te mi è sparito l’acne, già dalla prima settimana da vegano. Ho smesso di colpo con carne e latticini e l’acne mi è sparito di colpo, quando i primari e i dermatologi contattati avevano fallito con i loro detergenti, le loro creme e i loro farmaci.

DIFFICOLTÀ A MANTENERSI SOTTO I LIMITI DEL TETTO PROTEICO

Aggiungo una domanda. Come cavolo si fa a non superare i 25 g di proteine al giorno? Solo con il tuo schema a metà giornata ho già raggiunto i 25 g. Concordo con questa teoria, ma è praticamente impossibile stare sotto i 25g al giorno, anche se mangiassi solo frutta.

DIFENDO ANIMALI, AMBIENTE ED AGRICOLTURA SINERGICA A SPADA TRATTA

Sono un tuo fan e fino alla morte lotterò per far conoscere la verità, per salvare gli animali e l’ambiente. Mi sono dato all’agricoltura sinergica in casa mia, e funziona alla grande. Dispongo di una villa che non è mia, anche se ci abito, perché la mia famiglia è custode di questa villa e lavora per tenerla in ordine. Un saluto.
Manuel

*****

RISPOSTA

IL MIO BLOG È GRATUITO MA VA AVANTI GRAZIE AL SUPPORTO DEI LETTORI

Ciao Manuel. La tua assiduità sul blog è per me motivo di soddisfazione ovviamente. Spero che non si tratti solo di un fattore convenienza economica ma soprattutto di questione di contenuti. Confermo poi il fatto che esso sia gratuito e a libera disposizione del pubblico. Va detto comunque che questa iniziativa dura e va avanti nel tempo grazie alle donazioni e al supporto che i lettori stessi riservano generosamente a questo servizio informativo.

IL DIGIUNO FAI DA TE SI PUÒ REALIZZARE

Quanto al digiuno igienista, esso può sicuramente avvenire tra le propria mura domestiche. Basta avere qualcuno che che ti dà un minimo di assistenza, anche sotto forma di contatto telefonico. Si tratta di non mangiare nulla, di minimizzare la dispersione calorica, di bere liberamente acqua leggera a piccoli sorsi. Il digiuno può essere fissato in anticipo nel caso ci siano impegni di lavoro o di studio da rispettare, oppure dura secondo i requisiti interni dell’organismo, vale a dire fino a quando non torna in modo deciso ed inequivocabile la fame, e finché le urine non ritornano chiare e la lingua non presenta più patine chiare ma è bella rossa.

LA QUESTIONE DEL METEORISMO

Il meteorismo è una patologia che interessa l’intestino, si tratta di un eccesso di gas intestinale che causa spasmi, distensione e dolori addominali. Questi sintomi si accompagnano ad emissione di gas per via rettale e a rumori intestinali percepibili. Le cause del problema possono essere l’eccessiva introduzione di aria principalmente in occasione dei pasti, nonché cattive abitudini igienico-alimentari quali pasti frettolosi, parlare durante il pasto, masticazione di gomme, eccesso di bevande gassate. Quando si mangia in fretta senza masticare bene, arrivano nell’intestino grossi residui alimentati indigeriti. Alcuni di questi sono soggetti a putrefazione (proteine), altri fermentano come gli amidi. Entrambi i fenomeni liberano nel ventre gas tossici.

FLORA BATTERICA ANAEROBICA IN AUMENTO E CONSEGUENTE SINDROME DA INTESTINO IRRITABILE

Ci può essere una iperproduzione fisiologica di gas dovuta al tipo di alimenti come fagioli, lenticchie, ceci, dolcificanti artificiali, bibite gassate, con fermentazione intestinale degli zuccheri e della cellulosa. O possiamo anche trovarci di fronte a una disbiosi intestinale, disturbo che si verifica quando la flora batterica anaerobica prende il posto di quella aerobica, per cui si crea la sindrome dell’intestino irritabile, caratterizzato da alterato assorbimento dei gas intestinali.

METODI PER CONTRASTARE IL METEORISMO

Il meteorismo si può contrastare:

  • Mangiando lentamente,
  • Masticando con regolarità,
  • Evitando deglutizioni ripetute e uso di gomme da masticare,
  • Abolendo il fumo,
  • Evitando gli stress,
  • Non coricandosi subito dopo i pasti, ma dopo una breve camminata rilassante,
  • Facendo più attività fisica in genere,
  • Evitando pasti abbondanti e ricchi di zuccheri raffinati,
  • Evitando bevande gassate e cole,
  • Limitando l’uso di grassi,
  • Evitando le fritture,
  • Consumando tisane a base di finocchio, sedano, menta che favoriscono l’eliminazione dei gas,
  • Consumando dei fermenti lattici e dello yogurt per riequilibrare la flora batterica,
  • Cuocendo la verdura in modo tale che le fibre subiscano una parziale digestione alleggerendo il lavoro dei batteri intestinali.

ANGIOMA RUBINO COME SEMPLICE E COMUNE INESTESISMO CUTANEO PIÙ CHE REALE PATOLOGIA

L’angioma rubino è da considerarsi un semplice e comune inestesismo della pelle, più che una vera patologia. Un piccolo difetto transitorio e passeggero. In concomitanza con i cali di abbronzatura appaiono con maggiore evidenza delle lesioni di colore rosso più o meno estese ed in rilievo. Lesioni vascolari cutanee che possono insorgere improvvisamente con quadri clinici diversi. Le lesioni vascolari si localizzano a livello del volto, del tronco e degli arti inferiori, ma tutta la pelle può esserne interessata.

BASILARE TRASPIRARE DI PIÙ E MIGLIORARE LA FUNZIONE RENALE

Sono lesioni benigne provocate da una eccessiva dilatazione dei vasi sanguigni localizzati nella parte superficiale della cute. Le cause sono molteplici. Si parla di fattori ormonali, di uso improprio di lampade abbronzanti, di trattamenti estetici sulla pelle, di fumo attivo e passivo. Consiglio di leggere la mia tesina “Eruzioni cutanee, macchie epidermiche e angiocheratomi di Fordyce”, del 29/8/14. Basilare a mio avviso un netto miglioramento della funzione renale, una maggiore traspirazione, e bagni caldi e freddi alternati.

UNA DIETA DEPURATIVA È IN GRADO DI MANTENERE IL CORPO IN CONDIZIONI ALCALINE

Quanto ai 24 grammi di proteine al giorno e alla facilità di superare troppo facilmente la soglia massima o il tetto proteico, è tutta una questione di scelte alimentari. Se si sceglie di rispettare i cicli circadiani, e di incrementare l’apporto di frutta acquosa di stagione soprattutto in mattinata, non ci sono problemi, visto che la frutta acquosa ha un contenuto proteico/calorico del 6,7%, e pertanto di poco superiore a quello del latte di madre (5,9%). Frutta da guscio e semini stanno all’11%, cereali integrali al 13%, verdure crude al 22% e legumi al 28%. Con i frutti di bosco, le pesche, le ciliegie e tutto quello che ci offre la stagione estiva, non dovresti faticare a mantenerti nei limiti di una buona dieta depurativa senza scivolare nell’acidificazione.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
13 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
13
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x