MIGLIORAMENTI ECCEZIONALI NEL FISICO E NELLA PSICHE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

MI RITENGO FORTUNATA

Caro Valdo, sono Mery da Caserta e ti ho scritto circa sei mesi fa.
Da circa un anno seguo le tue indicazioni. Ho letto quest’estate il secondo libro sulla Storia dell’Igienismo, trovandolo molto interessante, anche se per me la vera scoperta è stato il tuo libro Alimentazione Naturale. Mi ritengo fortunata per aver conosciuto il tuo pensiero.
Mi ha aperto le porte di una prospettiva della vita, del sapere, delle potenzialità dell’essere umano.

STO MAGNIFICAMENTE

Non sto ora a raccontarti in dettaglio i miglioramenti eccezionali, nel fisico e nella psiche, ottenuti con la dieta crudista-vegetariana, con la respirazione da te suggerita e con gli altri preziosi consigli ricavati dalle tesine che costantemente mi invii.
Ho visto, esposto nella vetrina della libreria Giunti della mia città, un libro di Veronesi, da te più volte citato, sulla scelta vegetariana come prevenzione dei tumori. Lo ritengo un segnale significativo ed importante, visto il generale scetticismo manifestato dai medici verso i vegetariani.

FINALMENTE CI RENDIAMO CONTO CHE SI PUÒ VIVERE BENISSIMO SENZA PROTEINE ANIMALI

Mi capita spesso di subire critiche per la mia scelta, sia in ambito familiare che sociale.
Io non me ne curo perché l’obiettivo è stare bene ed essere in pace con se stessi, più che compiacere gli insani pregiudizi della gente che ci circonda.
Perciò sono contenta che si cominci a diffondere, anche attraverso testi divulgativi destinati al grande pubblico, l’idea che si può vivere al meglio senza proteine animali.

ESPRIMO LA MIA GRATITUDINE

Da qualche mese ho smesso anche di curarmi con l’omeopatia, e sto puntando ad una scelta totalmente igienista.
Ti ringrazio ancora per il contributo fondamentale che dai al benessere mio e di tantissime altre persone.
Con gratitudine ti saluto e ti incoraggio a proseguire nella tua attività.
Mery

*****

RISPOSTA

RESISTERE ALL’ACCERCHIAMENTO CULTURALE NON È COSA DA POCO

Ciao Mery, grazie per la mail che vado a pubblicare come una delle molte testimonianze veraci e convincenti che mi continuano a giungere.
Il passaggio dall’omeopatia all’igienismo segna davvero un salto di qualità.
Il tuo saper resistere poi all’accerchiamento culturale contrario, alle critiche mediche e persino a quelle familiari, denota la tua maturità.
È su persone come te che il movimento igienista deve poter contare per uno sviluppo sul territorio.
Non siamo dei promotori di qualche credo religioso, ma già dando il nostro personale buon esempio, possiamo creare un crescente interesse nei riguardi della nostra filosofia di vita.

IL PROFESSOR VERONESI VA LODATO, A PARTE LA SUA INCOERENZA SUL LATTE.

Il professor Veronesi va sicuramente lodato per le difese che fa del vegetarianismo, staccandosi in questo dalla massa dei medici italiani, notoriamente antivegetariani per principio e tradizione.
Peccato però che si fermi a metà del guado e non vada oltre, condannando anche il latte, cosa che invece non fa nel modo più assoluto.
Il latte va condannato dal punto di vista etico perché, razionalmente parlando, si produce in catena simbiotica con la carne. Se c’è latte c’è pure sangue, se non c’è latte non c’è sangue. Questa è la realtà.
Ma il latte va condannato anche dal punto di vista salutistico, dato che il prodotto più coerentemente cancerogeno sulla faccia del pianeta risulta essere proprio la caseina, come viene pure confermato dal dr T. Colin Campbell autore del “The China Study”, uno degli studi più approfonditi mai realizzati sull’alimentazione e sull’insorgenza dei tumori.

STARE POI CON LA MONSANTO NON È IL MASSIMO PER UN ANIMALISTA

Peccato anche che il professor Veronesi sia schierato a favore degli OGM.
D’accordo che avere una determinata idea non è un reato. Ma troviamo scarsa razionalità in un vegetariano che stia al fianco della Monsanto, la multinazionale che punta tutto sul micidiale insetticida Round-up, e sulla monocoltura mais-soia in evidente funzione allevamento e macellazione.

MOLTE CRITICHE IMBARAZZANTI

Neanche farlo apposta, un attimo fa ho ricevuto una telefonata da un’amica di Rovigo, carica di critiche verso il medesimo luminare, e un po’ anche nei miei confronti, visto che ne avrei parlato troppo bene in alcune mie tesine. Sua sorella è stata infatti operata recentemente presso il centro Veronesi, per un tumore all’intestino. “Centro dotato di ogni attrezzatura e di ogni confort, ma dove mancano clamorosamente sia la conoscenza alimentare che il contatto umano”, secondo quanto riportatomi.

AL CENTRO ONCOLOGICO VERONESI TI INGOZZANO DI CARNE E DEI SOLITI BRODI OSPEDALIERI

Prima di operarsi, la paziente in questione è dovuta stare un mese senza verdure, mangiando malvolentieri pollo, tacchino e prosciutto, oltre alle odiose minestrine in brodo.
Nel dopo-operazione, altro mese senza verdure, con la scusa che per il recupero e la cicatrizzazione servivano proteine nobili.
Al Centro Oncologico Veronesi campeggiano le foto del professor Umberto Veronesi, anche se la sua presenza reale si fa desiderare, anche se il suo celebre vegetarianismo risulta essere latitante..
Stanno forse usando la sua icona e le sue gentili e suadenti teorie vegetariane per attrarre la gente, riempiendola poi di cadaverina a tutto spiano?
O il vegetarianismo che lui propugna è applicabile ai VIP ma non alla gente che bazzica le sue corsie?
Lo sa, non lo sa o fa finta di non saperlo, il professor Veronesi, che succedono queste cose nel suo ospedale?

DUOLE DIRLO, MA CI SONO TROPPE LAMENTELE

Non mi diverto certamente a sparlare del professor Veronesi.
Non credo che sia uno dei tanti vegetariani dandy da salotto. È da una vita che spezza delle lance contro l’alimentazione carnea. Gliene va dato atto.
D’altra parte, colpa sua o colpa di chi opera utilizzando il nome suo, le lamentele che ricevo sono tante, troppe e davvero imbarazzanti.
Il giorno in cui mi invierà due righe di risposta, le pubblicherò ben volentieri.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.