MORBO DI STILL NELL’ADULTO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

MORBO DI STILL OSSIA ARTRITE REUMATOIDE

Buongiorno Valdo, le scrivo perché avrei bisogno di un consiglio. Mia sorella ha 46 anni ed è ricoverata da 20 giorni in ospedale con picchi di febbre alta (39-40), macchie sulla pelle, dolori articolari e muscolari, rossore su viso e collo, fegato e milza ingrossati di parecchio. Dopo varie analisi del sangue, raggi, tac, biopsia, e altri test ancora, le hanno diagnosticato il Morbo di Still nell’Adulto.

EVIDENTE ECCESSO DI OTTIMISMO

Mi sa dire qualcosa di più approfondito su questa malattia e se esistono delle cure? I medici dicono che hanno trovato la terapia e che guarirà. Avendo però raccolto informazioni su internet da altre testimonianze, pare che si tratti di una malattia che, curata per via farmacologica, porta a problemi collaterali e a ricadute, una patologia con cui devi convivere poi per tutto il resto della tua vita. Spero di essere stata abbastanza chiara. Attendo notizie. Grazie infinite. Saluti.
Carla

*****

RISPOSTA

NON ESISTONO CURE MAGICHE

Ciao Carla, tutto sommato non dispiace affatto sentire che un medico incoraggia e promette guarigioni, anziché usare la solita arma della paura. Il problema è che, purtroppo, le cure a cui egli si riferisce, non possono essere altro che aspirine, corticosteroidi, FANS (farmaci antinfiammatori non steroidei), e immunosoppressori, ovvero le solite armi spuntate della medicina, dirette ad attenuare i sintomi lasciando le cause dell’artrite ben fisse al loro posto, con tanto di aggravamenti e di cronicizzazione.

DI COSA SI TRATTA

Parliamo di una varietà dell’artrite reumatoide definita come poliartrite infantile dal pediatra inglese George Still (1868-1943), che individuò per primo in 22 bambini i segni e i sintomi di un comune disturbo fatto di febbre, disturbi articolari ed eruzioni cutanee. Nel 1971, il medico britannico Eric Bywaters riscontrò le medesime anomalie in 14 giovani di sesso maschile, identificando la forma cosiddetta “adulta” della malattia di Still.

LA PAROLA D’ORDINE DELL’IGIENE NATURALE È DIFFIDARE DAI FARMACI

Gli steroidi tipo il prednisone producono sicuramente straordinari effetti, con rapido sollievo dai pesanti e dolorosi sintomi. Ma nessuno si deve illudere. Gli effetti collaterali sono assai peggiori dei mali oggi lamentati. Il prednisone e simili causano assottigliamento osseo, sovrappeso, ritenzione idrica, ulcere peptiche, bassa resistenza immunitaria a eventuali infezioni. L’alternativa naturale consente invece alla paziente di recuperare progressivamente il suo equilibrio. Tanto più che la malattia tende a diventare meno debilitante negli anni più avanzati, a condizione di non averla peggiorata mediante cure sbagliate.

QUESTE LE VERE E UNICHE SOLUZIONI PRIVE DI EFFETTI COLLATERALI

Le cause che hanno portato all’artrite stanno essenzialmente nella dieta caratterizzata da eccessi proteici e nel vivere in stato di stress e di ansietà. Si dovrà adottare una dieta vitale e quanto più possibile crudista, stando lontano da sale, zuccheri, aspartame, farmaci, integratori, cibi spazzatura, cibi cotti, cibi di origine animale. Una cura specifica basata su due litri al giorno di centrifugato di bietole, carote e sedani farà meraviglie, meglio ancora se con l’aggiunta di massaggi e movimenti atti a smuovere la linfa e ad attivare il sistema linfatico impigrito. Camminate rilassanti aiutandosi con un bastone, respirazione profonda stile yoga e regolare esposizione al sole, rappresenteranno ottime strategie nel percorso di recupero.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
4 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
4
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x