NEUROFIBROMATOSI NF1 O MALATTIA DI VON RECKLINGHAUSEN

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Ciao, ho un bimbo di 10 anni con la NF 1 diagnosticata quando aveva 2 mesi di vita.
Non credo di poterlo tenere a digiuno e fermo in un letto, visto che è molto attivo.
Né io né suo padre siamo affetti, e nessuno altro in famiglia. Io abito a Monza.
Ho visto che operi anche a Bergamo. Non è lontano eventualmente. Saluti. Lorella

*****

RISPOSTA

VISITA IRIDOLOGICA ALL’ABIN

Ciao Lorella, chiariamo una cosa. Non sono medico e non opero in zona Bergamo (e nemmeno in altre parti). Ho semmai importanti amicizie nell’area, per le frequenti conferenze sull’igiene naturale tra Milano, Bergamo, Gandino e Clusone.
Se ti interessa una visita iridologica non invasiva per il tuo ragazzino presso l’Associazione ABIN di Bergamo, telefona pure a Carmelo Scaffidi allo 035-340208 o allo 338-92222610.

IRREGOLARITÀ GENETICHE CHIAMATE NF1 E NF2

Per il resto, posso dirti che con la NF1 siamo di fronte a una neurofibromatosi chiamata anche Malattia di von Recklinghausen. Esiste pure la NF2, meno frequente e anche molto più grave, con presenza di tumori al nervo acustico, al cervello e al midollo spinale.
Friedrich Daniel von Recklinghausen (1833-1910), anatomopatologo tedesco e professore a Strasburgo, fu tra i primi a descrivere la neurofibromatosi, l’osteite fibrocistica e l’emocromatosi (accumulo tessutale di ferro nell’intestino tenue).

UN CASO OGNI TREMILA NATI

Trattasi di una patologia ereditaria a trasmissione autosomica-dominante che registra statisticamente un caso ogni 3000 nati, e che colpisce le cellule nervose e quelle muco-cutanee.
La struttura del cervello è normale, ma persistono stipiti cellulari anomali che continuano a differenziarsi. Si parla pertanto di turbe dell’istogenesi, ovvero di anomalie nel rinnovamento cellulare.
A livello genetico generale, si ritiene ci sia una delezione, ovvero una irregolarità citogenica, una mutazione cromosomica o una assenza di tratto cromosomico, sul cromosoma 17, che predispone a volte a comparsa di autismo e di schizofrenia.

LE LEGGI DI MENDEL SULLE COMBINAZIONI GENETICHE

Qui non siamo nel campo di ereditarietà diretta per errori comportamentali materni o paterni che ricadono sulla prole, e nemmeno siamo nel campo delle tare ereditarie nascoste tra le pieghe degli antenati.
Qui si tratta della roulette genetica che gira e crea combinazioni più o meno valide, più o meno compatibili, al ritmo delle famose 3 leggi genetiche di Gregor Mendel (1822-1884), sulla dominanza, sulla segregazione e sulla indipendenza, con risultati il più delle volte generosi, ma a volte anche crudeli.
Un banale discorso di caratteri antagonisti, dominanti o recessivi, per cui a volte può succedere di seminar bene e di raccogliere ciononostante non in proporzione.

NIENTE DI MEGLIO CHE UNA DIETA RIVITALIZZANTE

La medicina non ha rimedi particolari da proporre, per quanto mi risulti.
L’igienismo naturale, da parte sua, può soltanto riaffermare i suoi sani principi che sono quelli di puntare con decisione a un buon equilibrio funzionale dell’organismo tramite digestioni leggere e cibi vitali.
La migliore dieta umana è di sicuro la vegana tendenzialmente crudista.
Valendo essa per tutti, vale ancor di più per chi è sottoposto purtroppo a delle limitazioni in fase di partenza.

Valdo Vaccaro (AVA-Roma e ABIN-Bergamo)

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
2 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
2
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x