PROVE SCIENTIFICHE 100 PER CENTO CONTRO IL MANICOMIALE CARROZZONE AIDS

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

VORREI SAPERE COME LA PENSA DAVVERO SU AIDS E HIV

Buonasera le scrivo innanzitutto per dirle che la ammiro molto come persona e che seguo e mi piace molto il suo pensiero di vita naturalista!! Però in seguito alla puntata andata in onda ieri sera dalle Iene vorrei sapere come la pensa davvero riguardo all’AIDS e l’HIV.

NON PENSO AFFATTO CHE LEI SIA UN PAZZO CRIMINALE COME HANNO CERCATO DI DIPINGERLA

Non credo proprio che lei sia un pazzo come hanno cercato di far uscire da quel servizio! E vorrei capire cosa intende quando dice che l’AIDS non esiste!! La ringrazio in anticipo e spero in una qualsiasi sua risposta!!
Michela Allegrini

*****

RISPOSTA

L’AIDS NON ESISTE ALL’INFUORI DELLA BACATA FANTASIA MEDICA

Ciao Michela. Quando dico che l’Aids non esiste tecnicamente come entità patologica reale, intendo dire che non esiste proprio. La CDC di Atlanta (Central Disease Control) che lo ha pianificato, disegnato ed inventato, ha raccolto e messo assieme una varietà di disturbi riguardanti soggetti immunodepressi classificandoli come singola malattia chiamata Aids ed etichettata Aids. Ti invito a leggere la mia tesina “Aids non malattia ma programma di governo“.

ESISTE GENTE DEVASTATA DA CARENZA IMMUNITARIA? CERTAMENTE CHE SÌ

Esiste della gente al mondo che muore per immunodeficienza, vale a dire per  caduta vertiginosa delle proprie difese e per cronica carenza di vitamina C naturale? Certamente che esiste. Ci sono cento e mille modi per rientrare in questo schema. Gente che non mangia una foglia di radicchio e che non beve un succo d’arancia fresco e vitale. Gente che al posto di coricarsi e fare sonni tranquilli va in giro la notte riempiendosi di fumo, di cole, di birre e di alcolici, oltre che di varie pasticche analgesiche e stimolanti a seconda dei casi. Gente che pretende persino di eiaculare in condizioni di deficit spermatico ed energetico, in condizioni di batteria scarica che segna rosso. Gente che pensa male, mangia male, beve male, evacua male e dorme male!

MALATTIA IMMAGINARIA CAUSATA DA UN VIRUS IMMAGINARIO

Cosa mai puoi attenderti da tutto questo se non uno stato di esaustione cronico, di esaurimento e di sballo? La furbizia e la manipolazione della CDC stanno nel fatto di aver raccolto tutte le casistiche e di averle dato una identità unica, appiccicandole l’etichetta e il marchio di fabbrica Aids, nonché un immaginario e comune fattore causante chiamato Hiv, nonché una connotazione pestilenziale con relativa contagiosità. Le stesse dichiarazioni del furbastro francese Jean-Luc Montagnier, primo implicato nella vicenda Aids e premiato con Nobel e una marea di soldi, in congiunzione e concorrenza con l’americano Robert Gallo, sono autoesplicative.

OGNUNO DOVREBBE GUARDARSI IL VIDEO DOVE MONTAGNIER SI RIMANGIA PRATICAMENTE TUTTO

C’è persino a disposizione un filmato importantissimo, sull’ultima clamorosa intervista a Luc Montagnier, mentre si rimangia il 90% di tutte le boiate sull’Aids, sconfessando persino Billy Gates, le fondazioni Aids, e le sanità governative del mondo intero, nonché tutte le cure farmacologiche a base di AZT e di altri farmaci, facendo un discorso di tipo prettamente igienistico.

UN’INTERVISTA CLAMOROSA CHE HA FATTO IL GIRO DEL MONDO

L’intervistatore, mezzo sbalordito, gli ha chiesto: “Dunque professor Montagnier, mi sta dicendo che per guarire dall’Aids non servono farmaci antivirali e trattamenti vari, ma solo una nutrizione equilibrata, intestino libero da disbiosi e parassiti, respirazione, riposo, e niente stress?”
“Esattamente questo!” ha confermato disinvolto, senza alcun imbarazzo, e con disarmante sorriso il Nobel parigino. “Qualcosa di molto diverso da quanto dissi in passato, vero?”, ha incredibilmente aggiunto in fondo alla sua intervista.

UNDICI PUNTI CHIAVE INEQUIVOCABILI PER SMONTARE LE TEORIE MANICOMIALI AIDS

Quanto affermo sulla farsa Hiv-Aids non è frutto di bacata fantasia o improvvisazione ma sorge in forza e conseguenza di precise leggi e principi naturali verificabili in qualsiasi momento.

1) Il corpo non va mai contro se stesso,

2) Il corpo è un apparato dotato di capacità protettiva ed autoguarente,

3) Non esistono malattie batteriche malattie-virali-parassitarie ma soltanto malattie tossicologiche, con accumulo di scorie interne (moria intensa di cellule che si trasformano in detriti cellulari morti e ostruenti), e con moltiplicazione di preziosi batteri vivi ed opportunisti attratti dal cibo virale, nonché di parassiti viventi e da funghi attratti sia dalle scorie che dai nostri stessi alimenti-spazzatura,

4) La prova del 9 fuori laboratorio (metodo Valdiano), per cui prendi un soggetto non moribondo, ma carico di influenza e di febbre e dunque intriso di virus non smaltiti causa carenza immunitaria. Lo metti a riposo fisiologico totale con sola acqua da bersi a piccoli sorsi, cioè a regime rigorosamente digiunista senza cibo, senza integratori, senza antibiotici e senza farmaci antivirali. Se avesse ragione la medicina sul contagio batterico-virale quel soggetto verrebbe divorato prima dai batteri e poi finito dai mostri virali, per cui non avrebbe scampo. Succede invece che non solo non muore, ma si rafforza e si riprende velocemente in piena energia, e questo accade nel 100% dei casi.

5) La legge di Florence Nightingale, per cui il contagio è il rifugio delle menti deboli e fragili della medicina,

6) Tutte le malattie sono da terreno alterato e patologico e non da microbi,

7) La presenza di batteri e virus in eccesso nelle varie patologie non significa fattore causante ma solo fattore consequenziale della malattia stessa,

8) Nessuno al mondo muore di cardiopatia, di tumore, di diabete, di Aids e di malattie intermedie, ma tutti muoiono di sangue guasto e di sangue grasso (legge di Padre Taddeo da Wiesent),

9) Nessuno guarisce da un bel niente e nessuno salta fuori dal suo tunnel patologico se non modifica radicalmente la sua biochimica interna, il suo Milieu Interieur (legge del dr Claude Bernard),

10) Solo la pulizia interna del corpo può guarire. Niente altro che quella (legge di Louis Kuhne),

11) Per i postulati di Koch una malattia è considerabile infettiva solo se colpisce equamente al 50-50 maschi e femmine, mentre il cosiddetto Aids colpisce nelle storielle Aids in percentuale 90-10 preferibilimente i maschi, per cui la colpa è di tipo evidentemente comportamentale.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
12 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
12
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x