Seleziona una pagina

QUATTRO MEMORABILI GUARIGIONI NELLA STESSA FAMIGLIA

da 28 Nov 2021Testimonianze

LETTERA

Ciao Valdo, Mi decido finalmente a scriverti. Perché devo assolutamente ringraziarti. E mi permetto di darti del tu perché nel tempo sei diventato per me e per la mia famiglia un prezioso punto di riferimento, un amico. Ho scoperto le tue tesine anni addietro ormai. Ora ho quasi quarant’anni e godo di buona salute ma tempo fa decisamente no: ero un ipocondriaco, spaventato da ogni possibile infezione, da ogni microscopico dolore, avevo spesso problemi di intestino e soffrivo di dermatite seborroica. Ovviamente mangiavo male tant’è che, dopo l’ennesima abbuffata di carne poco cotta mi beccai una teniasi. Dopo l’insuccesso delle terapie antiparassitarie mi accorsi che forse stavo percorrendo la strada sbagliata.

Scoprii il tuo sito e i tuoi libri e iniziai a studiare, arrivando a comprendere molte cose. E i risultati furono molti: anzitutto, grazie a un semi-digiuno con estratti di frutta e verdura, riuscii finalmente a liberarmi del parassita. Poi iniziai ad alimentarmi in maniera più naturale e smisi di prendere ogni qualsivoglia farmaco. Il mio intestino ringraziò, così come la mia pelle provata da anni di dermatite.

Certo, ho ancora molti traguardi da raggiungere, fra cui quello di smettere, una volta per tutte, di fumare. Ma lo farò. Nel tempo sono stato coinvolto anche nei problemi di salute dei miei cari. Mio padre subì l’asportazione di un tratto di intestino a causa di grossi polipi. Mia nonna invece soffre di diabete. Grazie alla tua opera di divulgazione feci capir loro l’importanza di una alimentazione sobria e naturale e ora si può dire vivano meglio.

Mia madre, poco tempo fa, in seguito a un forte esaurimento nervoso, ha cominciato a stare male fisicamente: aveva spesso nausea, vomito, debolezza estrema e difficoltà respiratorie. Dopo un ricovero in ospedale le è stata diagnosticata una infiammazione molto forte della pleura e le è stato aspirato parecchio liquido dai polmoni. Tornata a casa in seguito al suo rifiuto di sottoporsi ad altri esami la situazione era ancora piuttosto complicata e l’appetito scarso.

Io, anziché forzarla ad alimentarsi le ho consigliato di bere acqua con poco limone o spremute e mangiare frutta e insalate di verdura cruda. E così è stato per alcuni mesi. Lo spettro di una grave malattia però s’era insinuato nella sua testa e ha deciso comunque di rivolgersi a un istituto specializzato per ulteriori analisi. Io nel frattempo, forte di quel che da te ho imparato, l’ho sempre rassicurata, credendo limpidamente che questa infiammazione aveva la sua ragion d’essere e che, eliminate scorie e tossine (magari accumulate durante anni di alimentazione sbagliata e sedentarietà) se ne sarebbe andata. E così è stato.

Ora mia madre è un’altra persona: ha un appetito nuovo, più sano e all’età di settant’anni ha scoperto quanto sia buona e vitale la frutta, così come la verdura. Ha iniziato a fare passeggiate nella natura, a usare la cyclette (data la stagione). E ha una nuova consapevolezza di sé, del suo corpo. E tutto ciò anche grazie a te, caro Valdo.
Ti lascio una donazione, seppur piccola, per il tuo instancabile e preziosissimo lavoro.
Con stima.
Sebastiano


RISPOSTA

Ciao Sebastiano, ti sono grato per la donazione, ma soprattutto per questa tua testimonianza. Quando in un ambito familiare si riesce a creare una atmosfera di fiducia e di armonia, vuol dire che si è fatto davvero un lavoro eccellente. Il fatto poi che ne stiano beneficiando un po’ tutti, in modo diffuso e generalizzato, assume un particolare significato, direi anche una valenza eccezionale. Una persona singola che recupera la propria salute stabilmente è già un risultato rilevante e meritevole di essere menzionato. Un miglioramento di gruppo diventa un evento.

Il caso di tua madre in particolare che arrivata a 70 anni scopre letteralmente le qualità della frutta e della verdura, e che si mette inoltre a passeggiare ed anche a pedalare tutti i giorni, è qualcosa di memorabile e di spettacolare.

Valdes Sepich Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Redazione

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

0 Commenti

0 commenti

Commenti