RIFLESSIONI FISICHE E SPIRITUALI DI UNA STRAORDINARIA MAESTRA VEGANA

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

RIFLESSIONI DI DONNA E DI NUTRIZIONISTA VEGANA

Caro Valdo, come stai? Sono Valentina. Ogni tanto ti scrivo parlando delle mie riflessioni di donna, moglie, amica, mamma, parente, conoscente, nutrizionista, vegana convinta. A volte è una lotta, che per fortuna non mi stanco di combattere! Mio marito è veterinario e lavora nel settore ispettivo. A casa non mangia carne, ma fuori succede di tutto. E poi non rinnegherà mai il suo lavoro!

SPESSO CI SI TROVA CIRCONDATI DALL’INCOMPRENSIONE

Per nostro figlio abbiamo trovato un compromesso. Cibi animali sì, ma solo uova di galline ruspanti, saltuariamente yogurt, e la mensa all’asilo. Non ti dico quel che ho dovuto passare. Come ti guardi intorno intravedi sguardi di critica ed incomprensione. Ora abbiamo ospiti amici con un figlio di 3 anni. Non mangia altro che pastina con Formaggino Mio e prosciutto cotto, più 2 litri di latte Uht al giorno. Parla un linguaggio incomprensibile e urla sempre.

CIOCCOLATA AL 90% E NON MINE ZUCCHERATE TIPO LA NUTELLA

Io e mio figlio siamo vegani goderecci, amiamo il cioccolato fondente. Samuele, a meno di due anni, mangiava il cioccolato al 90%, e tuttora non ha mai assaggiato le schifezze dei surrogati. Ne sono molto orgogliosa. Mio marito dice che quando assaggerà la nutella dai compagni le cose cambieranno, e mi accusa pure di essere poco sociale.

CERTA GENTE PREFERISCO EVITARLA

In effetti non ho molto da spartire A) Con la maggioranza, B) Con chi mi dice che in gravidanza ha dato il gatto ai suoceri, C) Con chi ha mangiato solo roba cotta e disinfettata mediante amuchina, D) Con chi si lamenta del suo piccolo che non vuole la carne,  E) Con chi dice mettiti la maglietta sennò domani avrai la tosse e poi si mette a fumare inquinandolo.

ABITUDINE PRECOCE ALLA CADAVERINA

Non ho troppa voglia andare a cena fuori, tranne che in locali che conosco e che offrano qualche alternativa. L’altra sera ho mangiato solo un’insalata. Ho pagato e sono tornata a casa affamata. A tanta gente direi: “Non vedi che ti stai avvelenando e che avveleni pure tuo figlio?”. Ma non sempre si può. I miei ospiti danno straccetti di puledro al figlio! Il bello è che gli piacciono, visto che non gli manca l’allenamento precoce alla cadaverina.

TROPPO SPESSO LA SENSIBILITÀ LATITA

Ieri sera a cena la madre mi ha chiesto dove poteva gettare gli avanzi. Le ho detto nel WC. Si sono offesi. Allora io che dovrei dire? Finché abitavo sola non ammettevo cadaveri in casa mia. Ora ho dovuto trovare dei compromessi. Ma almeno non fatemi toccare o vedere da vicino le sozzure. E non tormentatemi con frasi tipo “Quando tuo figlio ti chiederà la carne, gliela darai?” Macché, non hanno capito che per me è un credo profondo.

ASSAI DIVERSO L’OVETTO RUSPANTE RISPETTO AL CADAVERE SUL PIATTO

Se posso trovare un compromesso e far mangiare un ovetto al bimbo, di certo non posso alimentare l’industria della morte del macello, solo perchè qualcuno ha fatto assaggiare carne a mio figlio! Sai cosa mi hanno detto una volta in un hotel? Che mi complicavo la vita! Io, persona pacifica e tranquilla. Persona che non cuoce o cuoce al minimo. Persona che predilige frutta, verdura, cereali, legumi e semi. Più semplice di così non so proprio.

CERTA GENTE CONTINUA A ROVINARSI CON LE SUE STESSE MANI

Non ricorro certo a farmaci o a integratori che non funzionano. Vedo tutti i giorni gente con malattie neurologiche e psichiatriche, con coktail di farmaci al seguito. Gente che, senza pensare agli effetti collaterali, si rende la vita impossibile! Gente che si concede disinvoltamente carne bovina ed equina, mentre adottando una dieta vegana tendenziale o almeno quasi-vegetariana, starebbe assai meglio, e causerebbe meno danni e sofferenze al pianeta in cui tutti viviamo.

BASTANO POCHI RITOCCHI PER OTTENERE BUONI RISULTATI

Nel mio lavoro mi ci scontro ogni giorno. Già il vegetariano sta meglio del qualunquista. Il vegano ancora meglio. L’igienista non ne parliamo. Ma ci vuole un’apertura mentale che trovo di rado nei miei assistiti. Logico che, quando sussistono gravi problemi tipo diabete scompensato, o cardiopatie, o insufficienze epatico-renali, o tumorosità, occorre essere molto rigorosi. Ma io noto che già il togliere carne e pesce, aumentando frutta e vegetali dà buoni risultati.

QUALCUNO È FISSATO SUL PESO E SOTTOVALUTA LE MIGLIORIE ACQUISITE

Se poi si riduce o si leva anche latte e derivati, non ne parliamo. Una signora con reumatismi, ipertensione e obesità, si è lamentata di non aver perso un etto con la dieta vegana, ma intanto ha normalizzato la pressione e non ha più avuto attacchi di gotta. Valle a far capire che il peso scenderà quando avrà ultimato la detossificazione e che i risultati raggiunti già sono un autentico capitale!

TROPPA GENTE SI RIEMPIE DI PILLOLE A TUTTE LE ORE

Lei dice che la frutta non le permette di dimagrire e che la dieta a base vegetale non le si addice troppo perché la gonfia! È forse preferibile tenersi mille acciacchi e scandire la propria giornata non con i ritmi del sole, della vita, dei nostri desideri, ma con orari rigidi in cui prendere pillole e gocce?

VOGLIO BENE A TUTTI, MA A VOLTE MI DEMORALIZZO

Vedi, io voglio bene a tutti, agli animali, alle persone, e mi spiace vedere che soffrono e che perseverano in una via errata e complicata. Vorrei fare di tutto per dissuaderli dall’autodistruzione. A volte ce la faccio, a volte no. Meglio che mi concentri su quelli con cui sono riuscita. Non si può salvare il mondo, mi dico, ma sono idealista e perfezionista. Divulgo ricette, idee, negozi, ristoranti, locali in cui possono mangiare o acquistare cibi vegani, cercando di dare strumenti concreti e non solo filosofia. Consiglio The China Study, i tuoi libri e la dieta di Eva, faccio del mio meglio con gioia ed entusiasmo. A volte mi demoralizzo, e succede quando mi scontro con muri di marmo, ma è la vita.

MARE E PISCINA SONO LA MIA PASSIONE

Campare con un solo lavoro oggi è difficile. Faccio anche riabilitazione in acqua. Mi ci dedico con passione. Ho nuotato tanto in vita mia. Ho lavorato come bagnina e come istruttrice di nuoto. Mi diverto, e vedo che i consigli nutrizionali danno eccellenti risultati anche in questo settore.

L’OBESA CHE SI ILLUDE DI CALARE CON DIETA SUPER-PROTEICA STILE DUKAN

Ti racconto l’ultima chicca su una signora di 55 anni, operata al ginocchio e in forte sovrappeso. L’ortopedico le aveva prescritto una dieta iperproteica con 250g di proteine al dì, niente frutta né cereali per 3 settimane, eseguibile dalla quarta con 40 g di pasta a giorni alterni. Inizialmente volevo dirle o segui lui o fai riabilitazione in acqua con me. Ma lei si era affezionata. Le si è gonfiato il ginocchio e ha accettato di fare 3 giorni a sole frutta e verdura. Risultato? Sgonfiato del tutto. Ma era troppo legata a questo ortopedico e ha ripreso la sua dieta. Che avresti fatto tu? Le ho detto di seguire pure il suo percorso, ma di non definire mai più mostruosa la dieta vegana tendenziale crudista! Un abbraccio Valdo e grazie per tutto quello che fai!
Valentina

*****

RISPOSTA

RIFLETTERE SU QUELLO CHE FACCIAMO È DI GRANDE IMPORTANZA, CE LO INSEGNA ANCHE MARCO AURELIO

Ciao Valentina. Ti ringrazio per questo simpatico, sincero e intimistico quadro della tua vita. È carico di spunti e di riflessioni. Le riflessioni, quando sono improntate a sensibilità e di saggezza, piacciono, divertono e insegnano. Valga l’esempio del grande imperatore romano Marco Aurelio (121-180 d.C), autore di Ta Eia Heautòn in lingua greca, 12 libri conosciuti come Colloqui con se stesso, Pensieri, Meditazioni, Ricordi, Riflessioni, dove l’autore riprende le posizioni stoiche con un accento sull’impotenza dell’Uomo di fronte a Dio, e sulla superficialità delle rappresentazioni umane, tendendo in questo suo scritto di fuggire dal mondo e dalla materialità della vita. Di fronte al non senso del mondo e delle sue realtà caduche, l’unica via che rimane al saggio è il ripiego su se stessi che dà significato alla propria esistenza individuale.

STOICISMO, SOFFIO VITALE E SPIRITUALITÀ

Come in Seneca, per Marco Aurelio l’anima è distinta e separata dal corpo ma essa è poi ulteriormente composta dall’anima vera e propria, intesa come spirito, pneuma, soffio vitale e l’intelletto, la sede dell’attività spirituale. Non è casuale che Marco Aurelio risulti a tutt’oggi, 2000 anni dopo, uno degli autori più letti negli USA. E parliamo di grandi uomini che, dopo i vari Pitagora, Ippocrate, Parmenide e Socrate, hanno continuato a segnare il tracciato virtuoso lungo il quale noi stessi cerchiamo di muoverci.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

1 commento

  1. L'ortopedico ora prescrive pure le diete e pure iperproteiche ?? 250 gr al giorno di proteine ma stiamo bene ???? secondo me si deve un pò aggiornare 🙁