SIAMO QUI PER QUALCOSA DI GRANDE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

– Un grido di libertà e di ribellione che squarcia e demolisce la patologica frode virale planetaria
– Risposta clamorosa ai dogmi del sistema e alla medicina degli inganni
– Non esistono al mondo virus lenti o latenti ma solo virologi lenti di comprendonio

LA SINDROME DEL “NON SAI CHI SONO IO”

Membro di qua e membro di là, presidente di questo e di quest’altro, laurea in tale materia e laurea in tale altra, esperto a destra ed esperto a sinistra, responsabile di X e di Y, maestro su e maestro giù, appartenente alla task force e alla protezione civile, medico oncologo del CRO e del CRA, medico virologo delle cliniche Sacco e Spallanzani, economista della Bocconi e mica dell’università di Gorizia o di Camerino, atenei del resto rispettabilissimi. Tutte queste sovrapposizioni e referenze auliche anteposte ai nomi della gente cominciano a dare veramente fastidio. Pare che tutti vogliano sbandierare al mondo intero “Ehi, fai attenzione, che io non sono un mortale qualsiasi ma sono una divinità in terra!”, “Tu sei niente e io sono tutto!”.

LASCIAMO UNA BUONA VOLTA DA PARTE OGNI PRESUNZIONE

Mettiamoci bene in testa che ognuno di noi è grande e referenziato alla stessa maniera già e solo in quanto facente parte qualificante e responsabile del Creato, per cui ogni tentativo di chicchessia di apparire migliore e superiore della media diventa qualcosa di ridondante, diventa un fardello antipatico e un’arma a doppio taglio, diventa un atto di superbia e di arroganza. Non c’è premio Nobel che tenga. Facciamo tutti una buona volta un atto di umiltà e diventiamo dei leader capovolti, cioè dei leader all’incontrario, dei maestri che imparano dai loro allievi piuttosto che insegnare. Siamo tutti grandi alla pari e piccoli alla pari. Scrive l’astrofisica Giuliana Conforto nel suo best seller “Cambio di Logica” che, secondo i dati rilevati dalle sonde spaziali, nel cosmo c’è una ingente porzione oscura pari a oltre il 95% della massa totale calcolata (25% materia oscura + 70% energia oscura), e solo il 5% di materia normale che riflette la luce elettromagnetica. Di questo 5%, solo lo 0,01% è materia composta di atomi che compongono la biosfera e le superfici di pianeti e satelliti. Pertanto soltanto questo misero 0,01% del 5%, che è poi lo 0,0005% del tutto è osservabile dalla scienza spacciata per certezza. Sappiamo dunque che l’occhio umano e i suoi strumenti colgono solo un minuscolo e minoritario spiraglio dell’intero spettro elettromagnetico, che è lo spiraglio ottico, quello su cui vige la mentalità comune, le credenze e le ipotesi umane.

LA VISUALE UMANA È SOGGETTA A INGANNI E A MIRAGGI

Da un aereo, i raggi X rivelano eventuali basi militari sotterranee, filoni metallici, giacimenti profondi, residui di città e civiltà antiche. Anche la velocità è cruciale per la visibilità. Un oggetto visibile quando è fermo, può diventare invisibile se è in rapido movimento, come le pale di un comune ventilatore casalingo, o l’elica di un aereo. Pure il ghiaccio che evapora diventa invisibile per la velocità di fusione delle molecole che lo compongono. Tutti questi fenomeni spiegano perché la scomparsa di un corpo può non significare la fine, ma piuttosto indicare GLI INGANNI DELLA VISIONE UMANA. La visibilità scientifica al suolo terrestre è dunque miopia e cecità, per cui fare affermazioni apodittiche, sicure e dogmatiche diventa a maggior ragione un atto di presunzione e di superbia mentale.

LA SCIENZA CI INSEGNA AD ESSERE PRUDENTI E NON DOGMATICI

Man mano che scendiamo nei dettagli e misuriamo le cose coi nostri strumenti via via più sofisticati, diventiamo più piccoli e più esterrefatti davanti alla grandezza dell’Universo. Conosciamo sì e no un miliardesimo di quanto esiste e conosciamo sì e no un miliardesimo di noi stessi. Lo riconoscono e lo confessano gli scienziati più affidabili di ieri e di oggi, da Giordano Bruno a Leibnitz, da Leonardo a Voltaire ad Albert Einstein, da Zichichi a Rubbia, da Margherita Hack alla citata Giuliana Conforto. Ma l’ondata della menzogna non trova oggi barriere. Stanno mentendo tutti. Mentono i leader mondiali e mentono ancor più grossolanamente i timonieri locali. Mentono in modo cinico ed eclatante i dirigenti europei e tutti i frequentatori del Bilderberg e della Commissione Trilaterale. Mentono presidenti-ministri-sottosegretari-governatori di casa nostra. Mentono in modo spudorato tutte le reti televisive. È una lotta a chi è più bravo nello sparare cazzate a ripetizione, proponendole per scienza. Tutti recitano a memoria il copione e lo spartito che gli è stato impartito, attenti a non andare fuori dal seminato e fuori dal ferreo protocollo trasmessogli da chi gli sta burocraticamente sopra. Tutti piccoli-preti-storti e malfatti di ormai antica memoria, che trovano coerente continuazione ereditaria in ministri senza Speranza e senza Portafoglio.

LE DIFFERENZE SOCIALI, ECONOMICHE E CULTURALI SONO INEVITABILI

Resta il fatto che esistono in concreto differenze notevoli tra chi si impegna di più e chi di meno, tra il campione e il mediocre, tra chi è caratterialmente distratto e chi ci mette l’anima, tra chi è dotato di più o di meno nel corpo, nella psiche, nell’anima e nel karma, ma queste diversità non autorizzano nessuno a farne un motivo di vanto e di prevalenza sociale ed economica. Ovvio che esistono regole e automatismi che portano a inevitabili differenziazioni tra ricchi e poveri, tra potenti e deboli in base ai meriti, in base alla legge di domanda e offerta, in base alla capacità di vendersi e di prostituirsi meglio, in base anche a circostanze casuali e fortunate. Un motivo in più per attutire ed ammorbidire le discriminazioni tra i membri della società umana. È comprensibile che chi si sente dotato e ispirato, chi ha qualcosa di importante da dire, abbia modo di farsi ascoltare e di dare il buon esempio agli altri, ma sempre in tutta umiltà.

ZERO CREDITO AI FABBRICANTI SERIALI DI MENZOGNA

Non facciamoci intrappolare, condurre ed addomesticare facilmente da nessuno. Non crediamo a quanto ci viene propinato giornalmente dai media corrotti e collusi, si tratti di nude cifre statistiche sempre manipolate o peggio di concetti ideologici marci fin dalle radici. Persino il Buddha, che era grandissimo e impareggiabile davvero, sollecitava i suoi più entusiasti seguaci a non credere a una singola sua parola, ma a contestarla e a metterla alla prova. Con quale criterio e per quale motivo dovremmo dare uno straccio di credito alle piccolezze, alle incongruenze e alle menzogne che la macchina del potere sta eruttando a getto continuo ? Dovremmo forse fare affidamento sui mercanti di stracci e sui venditori di fumo ?

SIAMO GLI ANTICORPI CULTURALI DELLA SCIENZA BISLACCA DOMINANTE

Ricordo a chi non ci conosce che la HSU non ha un posto e non trova una minima citazione tra le 26.000 università del pianeta, non la pretendiamo ovviamente, ma resta il fatto che nel nostro piccolo e in tutta umiltà stiamo fungendo da anticorpi agli inganni del sapere accademico, alle ipocrisie del potere assoluto ed esclusivo che ha preso il sopravvento sulla intera umanità, la quale continua a vagare nel buio, più che mai delusa, disorientata e depressa. Ribadisco con forza e convinzione che i farmaci, al di là dei casi di reale emergenza e mai come cure prolungate e risolutive come sostenuto dalla ganga medico-farmaceutica, sono sostanze tossiche prive di intelligenza, oltre che dopanti ed incompatibili con l’esigenza fondamentale di un sangue fluido e pulito, alcalino e ossigenante. Proposti e imposti poi come schemi rimediali fissi e mai commisurati alla notevole diversità reattiva di ciascuna persona, diventano doppiamente dannosi e pericolosi. Stesso discorso a maggior ragione per i vaccini, per tutti i vaccini dal primo all’ultimo, privi di spese di sperimentazione e fonti di smisurati guadagni. Come affermato dai pilastri della scienza medica trasparente, stile Antoine Bèchamp e Claude Bernard, i germi e i microrganismi sono compagni inseparabili e preziosi. Sono postumi di malattie pregresse cioè di malattie formatesi prima, non causa ma conseguenza di malattia dunque. Il terreno è tutto e il microbo è niente, il microbo è innocuo e non determinante. Le colpe vanno cercate nelle troppe scelleratezze umane e nelle presunzioni della dittatura medico-sanitaria affetta da pasteurismo cronico. Respiriamo miliardi di germi al giorno. Moriremmo all’istante se i batteri fossero davvero i mostri descritti dai monatti-untori di tutte le risme.

NON ESISTONO VIRUS LENTI E VIRUS CHE VANNO IN VACANZA O IN LATENZA

Quanto ai virus, secondo le leggi della virologia la malattia deve manifestarsi subito dopo l’infezione. Per diventare patogeni e per causare danni i virus devono accumularsi in sommatoria (non moltiplicarsi poiché sono materiale morto) in numero tale da prendere rapidamente possesso dell’organismo, altrimenti le difese immunitarie li fagocitano. Il tempo di sviluppo e di massima carica virale possibile di tutti i virus umani è compreso tra le 8 e le 48 ore. Visto che ogni cellula “infetta” produce da 100 a 100.000 virus al giorno, la crescita diventa esponenziale. Come spiega Peter Duesberg, massima autorità mondiale su virus e cellule, se gli scienziati azzeccagarbugli di sponda monatta vogliono incolpare un virus innocente di tutti i disastri possibili, devono inventare di sana pianta una nuova proprietà che però va in modo evidente e clamoroso contro le leggi-base della stessa virologia. Possono solo ipotizzare un periodo di latenza di mesi o anni fra il momento in cui il virus invade il corpo e la comparsa dei sintomi, da qui di concetto ambiguo di virus LENTO. Succede però che se il virus è presente ma in modo del tutto inattivo, un sistema immunitario intatto non gli permetterà mai di riattivarsi e di mettere in pericolo il suo ospite. Ecco allora la risposta decisiva. Perché un virus si riattivi, il Sistema Immunitario deve prima essere distrutto da qualche altra cosa, cioè dalla vera causa della malattia. In ogni caso, persino un virus riattivato potrebbe tutt’al più provocare una normale e risolvibile infezione opportunistica. NON ESISTONO VIRUS LENTI, MA SOLO VIROLOGI LENTI DI COMPRENDONIO, conclude Duesberg con la sua sottile vena ironica.

TUTTE LE CARNI IMPUTRIDISCONO RAPIDAMENTE E ACIDIFICANO IL CORPO

Tener presente che nessuno al mondo sfugge alle regole del corpo, ai principi della salute e alle leggi della Natura. Il corpo umano è disegnato in un certo modo ed esige un certo tipo di alimenti. Questo vale per le sue cellule, il suo sangue, i suoi organi e i suoi batteri. I prodotti carnei sono carne, pesce, uova. Biologicamente la carne è la salma di un animale terrestre, il pesce è il cadavere di un animale acquatico e l’uovo è il residuo di una cellula animale in via di formazione (uovo gallato) o in via di disgregazione (uovo sterile). Essendo tutti cibi morti e disgreganti tendono ad andare in rapida putrefazione, dove si liberano sostanze tossiche come ammoniaca, putrescina, cadaverina, indolo, acidi urici, tutte sostanze che provocano tossiemia nel sangue e negli intestini, oltre ad una micidiale acidificazione del sangue. I tanto osannati Omega3 del pesce vengono trasformati in grassi saturi, i peggiori per la nostra salute. Tutte le specie predatorie, e non raccoglitrici-fruttariane come l’uomo, sono provviste di uricasi per demolire l’acido urico, mentre tale enzima latita del tutto in noi. Tuttavia, al punto di vista vegano-fruttarian-melista vanno contrapposta ad esempio le necessità obiettive di coloro che vivono in climi polari e sub-polari, ed anche in climi invernali innevati o dai venti sferzanti, ai quali occorre fornire anche piatti calorici, cotti e concentrati, e non soltanto sedano e radicchio, o mele rosse in abbondanza.

UNA MELA AL GIORNO TOGLIE IL MEDICO DI TORNO

An apple a day keeps the doctor away, dicono a Londra. Ma i mattacchioni irlandesi dei Limerick hanno subito aggiunto che With a bunch of apples a day you’ll have a hell of time with the doctor’s wife ! A parte gli scherzi non ho nulla contro le mele. Le mangio tutti i giorni, ma tagliate sottili sull’insalata di radicchio e di cavoli crudi. Fanno bene e sono una delizia. Il punto di vista dei melariani non è sempre peregrino e va preso in considerazione, anche se con molte riserve. Per loro arance e agrumi sono all’indice poiché acidificanti, cosa totalmente falsa. I polifenoli o catechine sono preziosi anti-ossidanti a difesa dell’organismo, e si trovano comunque in cavoli, broccoli, crescione, radicchio, sedano, agrumi, mirtilli, fagiolini, fagioli freschi e olio d’oliva ev estratto a freddo. La mela è uno dei cibi più ricchi di polifenoli, che sono le molecole più protettive per i capillari, in quanto attivano un complesso enzimatico disintossicante, anticancerogeno e anti-invecchiamento chiamato P-450. In più ci sono le pectine a spiccato effetto anti-anemico, antisettico e antiparassitario (contro i vermi intestinali). Sono pure fortemente protettive nei riguardi di malattie cardiovascolari. La mela viene definita come il più potente alimento anti-cancro al mondo. Che ci sia di mezzo la Melinda o il Consorzio Mele del Trentino?

STRAORDINARIE QUALITÀ DEI POLIFENOLI E DELLA VITAMINA C NATURALE

I polifenoli inibiscono gli effetti tossici dell’acido lattico conferendo maggiore resistenza agli sforzi fisici e sportivi, stimolano la funzione dei linfociti e del sistema immunitario, e stimolano lo sviluppo muscolare. Catturano inoltre il calcio e la vitamina C naturale. Servono almeno 110 mg di vitamina C naturale al giorno, ma ne servono anche 5 volte di più, mentre per decenni la FDA-FoodDrugAdministration, lo stesso ente che promuoveva quote proteiche micidiali e scandalose sui 200-300 grammi al giorno oggi riportate a 50 grammi, ha storicamente sottovalutato la quota di acido ascorbico a soli 30-50 mg, ora anch’essa riportata a 90mg. È esattamente qui, e non sui virus, che si gioca la partita della salute. La vitamina C naturale va assunta tutti i giorni perché:

  • Non la possiamo accantonare nel corpo come riserva,
  • Gli eccessi di vitamina assunta non vengono messi da parte ma filtrati fuori dai reni essendo la vitamina C idrosolubile,
  • La carenza di C porta allo scorbuto che decimava gli equipaggi delle traversate atlantiche (infiammazioni gengivali e intestinali, emorragie malnutrizione, cancro, morte). Da quando sulle navi si introdurrete dei barili carichi di mele, di agrumi e di cavoli lo scorbuto scomparse.
  • La carenza di vitamina C naturale scassa letteralmente il Sistema Immunitario, dando via libera ad acidificazione e cancro.

PROUD NOT TO BE A DOCTOR

Tutti gli autori di articoli e libri sulla salute, anche quando sono medici, sono costretti per legge a inserire una clausola finale tipo “Indicazioni informative che non si sostituiscono al parere del vostro medico curante”. Lo faccio pure io, ma non manco di sostenere da sempre il mio vero pensiero che dice “Proud not to be a medical doctor” (Orgoglioso di non essere medico). Nulla ho contro i tanti medici geniali in circolazione, e tutto ho invece contro il Regime Sanitario morboso, soffocante ed invadente che è entrato con forza monolitica e ingannevole nella vita della gente. Non a caso la Scuola HSU è una scuola di rottura con l’esistente, HSU è Health Science Igienistica Attiva ed Applicata, e non semplice teoria. Scienza a tutto spiano, senza sconti e senza compromessi. Siamo in rotta di collisione con la Medicina Convenzionale non per sfizio o per voler essere dei Bastian Contrari, ma semplicemente perché il Regime Sanitario si è allontanato dai suoi veri compiti, dai suoi obblighi e dalle sue responsabilità, e si sta più che mai muovendo verso il baratro. Anche se fossi la sola voce al mondo a pensarla così non sono disposto ad arretrare nemmeno di un millimetro. Mi basta sapere che ho al mio fianco il dottor Roberto Petrella. Ma sono certo che molta gente sotto sotto comincia a destarsi dall’ipnosi e a pensarla come me sulle cose fondamentali.

LA PROPAGANDA VIRALE ANTI-AIDS E ANTI-COVID FA ORMAI PARTE DELL’ARIA CHE RESPIRIAMO

Questa cinica manipolazione della paura frutta enormi fortune alla lobby dell’Aids, dei Coronavirus e di tutte le montature che si susseguono a ritmo incalzante. I protagonisti sono sempre gli stessi, i carnefici malavitosi dell’OMS diretti da élite famigliari e bancarie da un lato, e le vittime impotenti e buggerate dall’altro. Duesberg è stato geniale in tutto e persino profetico. “Quando il virus non spaventerà più il pubblico tra 40 o 50 anni, il CDC (Centers for Disease Control and Prevention) sarà pronto a presentare altri super batteri e super-virus, pronto a promuovere fra la gente il sospetto e il distacco, pronto a forzare e indurre la gente con le buone o le cattive a usare preservativi tripli, aghi sterili, tamponi e test inaffidabili che segnano sieropositività fasulle e inesistenti, mascherine, scafandri, barriere separatorie e quant’altro. La propaganda dell’Aids fa ormai parte dell’aria che respiriamo, e il Covid è diventato la continuazione dell’Aids, con in auge e in spolvero le cliniche-lazzaretto tipo Spallanzani, Sacco e simili. Muovere un dito contro di essa significa diventare dei reietti e dei disturbatori di regime. L’ironia è che i sieropositivi non hanno alcuna ragione di temere né l’Aids né il Covid, né nessun altro virus, salvo che non siano già spacciati per altre patologie pre-esistenti, e salvo che non si decidano di astenersi dall’uso di droghe, di cure farmacologiche e di comportamenti a rischio. La vera epidemia sta tutta qui, ed è basata interamente sulla ipnosi collettiva.

NON NE HANNO IMBROCCATA UNA CHE SIA UNA DI MISURE LOGICHE

E se vi rivelassi un fatto eclatante e di una chiarezza assoluta? E se vi dicessi che nemmeno una delle misure adottate dai vari governi è servita a niente? E se vi dicessi che ogni azione, ogni scelta operativa, ogni atto compiuto e propiziato dalle varie task force ha soltanto moltiplicato le sofferenze, i patimenti, le depressioni, i suicidi, i danni e le miserie? E se vi dicessi che qualora i governi non avessero mosso un dito contro questa indegna montatura mondiale ma avessero pensato ad altro, avremmo oggi un mondo decisamente più sano, più sereno, più vivibile, con il solito fisiologico numero di morti per le solite influenze stagionali? Mascherine, distanziamenti, tamponi, paure, sterilizzazioni e tutto il resto per che cosa e con quale scopo? Quali i risultati? Un disastro mai visto. Una pandemia da stupidità e non da virus. In realtà non esistevano nemmeno delle misure da prendere. Sono stati i media a gonfiare i problemi e a mandare in panico incontrollato la popolazione. facilitando i giochi sporchi ed iniqui dei governi e delle istituzioni.

IL PROBANTE ESEMPIO DI CHARLES AZNAVOUR

Si parla in questi giorni del fenomenale Charles Aznavour, 3 mogli, una quindicina di figli, oltre 100 amanti ufficiali, e un incalcolabile numero di amanti occasionali. Meglio di qualsiasi emiro arabo. E una impressionante serie di canzoni fantastiche e di dischi diffusi nel mondo intero. La cosa è andata avanti fino a pochi giorni dal distacco, quando aveva 95 anni. Si è divertito da matti e ha fatto pieno uso delle proprie risorse. Non voglio entrare nei dettagli intimi dei suoi rapporti carnali. Di certo non era uno che se ne stava sulle sue, e non era uno che amava i distanziamenti. Non penso affatto che usasse tripli preservativi e doppi scafandri. Era genuinamente attratto dalle persone che gli stavano accanto, interconnesso in tutti i sensi. Amante della vita e della Natura, grato al Creatore per avergli dato fama, successo, salute e tanto buonumore. Non dico altro. Ognuno faccia le sue considerazioni.

DISOCCUPAZIONE E MISERIA PER TUTTI, MA NON PER GLI INGORDI E GLI INSAZIABILI

Tanto per farci capire e per metterla in soldoni, questi 6 mesi di lockdown hanno prodotto nel soli USA 40 milioni di lavoratori iscritti alle liste di disoccupazione, un disastro per i non abbienti. Il Covid-19 nello stesso periodo ha reso Jeff Bezos titolare della Amazon la persona più ricca della storia umana. Nel giro di 6 mesi Bezos si è guadagnato 97 miliardi di dollari. Per non parlare di Bill e Melinda Gates. Le famiglie straricche americane hanno messo assieme qualcosa come 637 miliardi, mentre la gente comune ne ha persi 267. Pure Xi Jinping non ha motivi per festeggiare. Non può che essere depresso di fronte a una economia cinese in piena bancarotta che sta perdendo 367 trilioni di dollari/anno e di fronte a una fitta e improvvisa coalizzazione anticinese e pro-Taiwan che sta emergendo in Asia e nel mondo, in reazione alle mire espansionistiche, smisurate e irrealistiche di Pekino. Tutti uniti contro il PCC: India, Giappone, Vietnam, Filippine, Korea, Malaysia e Indonesia, oltre a tanti paesi ex-amici che gli si stanno rivoltando contro. L’Europa non sta di certo meglio. Caliamo poi un pietoso velo sulle magagne di casa nostra, dove si sta distruggendo il turismo, lo sport, l’educazione, il divertimento e la vita a tutti i livelli.

UNA VOCE DI CARATURA SUPERIORE

Ho appena ascoltato l’ultima intervista di Guylaine Lanctot, per gli amici Guy, straordinaria e incorrotta interprete dei nostri tempi, straordinaria docente di salute del corpo, della mente e dello spirito. Si tratta di un video inviatomi dall’amico Gil Casaburi che ringrazio ed è in francese, lingua che non mastico da tempo. Tuttavia le cose essenziali che Guy ha espresso le ho ben percepite, e cerco di riportarle in questa mia sintesi e interpretazione assai fedele allo spirito e alle parole della Lanctot. Da rilevare che già conosciamo la Guylaine per il suo celere best seller mondiale “La Mafia della Sanità” ed anche per averla avuta come ospite in videoconferenza alla HSU di Imola un paio di anni fa, e questo ci è di aiuto, visto che ci rispecchiamo perfettamente nelle sue posizioni oltre che nella sua progressiva evoluzione da Passionaria-Ribelle della salute fisica a Passionaria-Ribelle della salute Spirituale.

LE DOMANDE PIÙ ACCORATE E ANSIOSE DELLA GENTE

L’intervistatrice le ha posto una fitta serie di domande per incarico del vasto pubblico specialistico che segue Guy ormai da anni, dalla Francia, dal Canada e un po’ da tutto il mondo. La cosa che più allarma e disorienta la gente sta proprio negli accadimenti di questi ultimi mesi-settimane e giorni, dove sembra che l’umanità intera sia finita in un vicolo cieco mai visto prima d’ora per gravità, un vicolo cieco privo di luce e privo di sbocchi concreti. Come si fa a saltar fuori da questa enigmatica impasse planetaria, da questa brusca frenata sul piano dello sviluppo e dell’evoluzione, sul piano della fiducia, dell’autostima e della stessa voglia di vivere? Come si fa a pararsi da questo nube di malessere e di crisi, da questa ondata di schizofrenia che avvolge e invischia tutti, causando in ogni continente sconvolgimento, depressione, miseria, desolazione e persino una impennata nei suicidi? Esiste qualcosa che può mettere in crisi la matrix in cui viviamo, cioè lo schema ambiguo e perverso che ci opprime? Esiste qualcosa che può aiutare uomini e donne a ritrovare serenità, libertà di pensiero e di scelta? La parola a Guy.

NESSUNO CI PUÒ TOGLIERE LA SOVRANITÀ INTERIORE

Esiste un evidente e insanabile conflitto tra le autorità degli stati e la Natura. Natura che comprende in prima linea pure noi esseri umani ovviamente. Esiste la falsità e l’ipocrisia esterna da un lato, ed esiste la grande verità interiore dall’altro, che si contrappongono in modo incompatibile. Siamo finiti in una paradossale e insostenibile situazione dove tutto viene gestito e diretto dalle varie élite che ci comandano a bacchetta mediante l’informazione manipolata e mediante le leggi che essi giostrano ormai a piacere facendosi le beffe persino delle varie conquiste civili faticosamente guadagnate, facendosi le beffe delle costituzioni e dei diritti umani fondamentali. Noi ci troviamo dunque sballottati in mezzo a due tipi di sovranità. Da una parte una sovranità fatua-artificiosa-esteriore fatta di imposizioni, di assurdità e di inganni, e dall’altra parte una sovranità assoluta e intoccabile di origine divina, racchiusa al nostro interno, nei meandri del nostro cervello, del nostro Dna e della nostra anima.

PROVVEDIMENTI ROVINOSI E BEFFARDI

Chiaro che, messi sotto pressione e messi sulla difensiva dalle smargiassate del potere non esiste altra via se non quella di ignorare-disobbedire-ridicolizzare gli atti dittatoriali esterni e di rafforzare nel contempo la nostra sovranità, la nostra dignità, le nostre inalienabili libertà. Non esiste altra via pertanto se non quella di andare decisamente verso l’interiorità, di rifugiarsi in essa, questo è il primo passo da farsi. Tutto quello che i governi propongono e impongono in questi giorni è anti-umano, è sbagliato e rovinoso per la salute, per lo spirito e persino per l’economia, nonché per la convivenza armoniosa degli individui e dei popoli. A soffrirne di più le relazioni umane, l’armonia familiare e sociale, l’educazione, le attività ludiche e sportive. Una beffa planetaria.

NON ESISTE ALTRA STRADA CHE IL RIFIUTO

Non ci possono essere compromessi di alcun genere con tutto questo. Occorre pensare il contrario e fare il contrario di quanto ci viene richiesto e imposto di fare. Occorre un atto di ribellione continua su tutti i fronti. Boicottare le istituzioni e non collaborare con esse. Denunciare una ad una le loro malefatte. Occorre togliere respiro e spazio a coloro che vogliono strozzarci e annientarci. Occorre smascherare al più presto coloro che conducono la danza mondiale, coloro che si mantengono costantemente ai vertici e operano un livellamento delle masse verso il basso. Troppa gente sta assecondando il pensiero unico. Troppa gente ha abboccato all’amo, per cui non si pone nemmeno il problema se una cosa è vera o falsa. Obbedisce punto e basta come tanti manichini teleguidati e privati del loro cervello.

SERVE MOLTO PIÙ CORAGGIO A FARSI CALPESTARE CHE A RIBELLARSI

Interessante e pienamente condivisibile, osserva l’intervistatrice. Ma per fare tutto questo servono notevoli dosi di coraggio che la maggioranza non sembra possedere. Coraggio? ribatte Guy. Certamente questa non è materia per gente pavida, paurosa e vile. Tuttavia serve molto più coraggio a non ribellarsi, a fare delle cose nelle quali non credi, e ci vuole molto più coraggio anche a disinteressarsi di tutto e a lavarsi le mani davanti agli orrendi crimini contro l’umanità. La menzogna e l’asservimento delle masse su basi fraudolente è un atto criminale che non può essere tollerato. Serve molto più coraggio a tradire se stessi e le proprie aspirazioni più profonde. L’Autorità Suprema, la gran Voce che si fa sentire in continuazione, sta al centro di ciascuno di noi e nessuno ce la può togliere. Occorre seguirla a occhi chiusi. Tutto il resto è spazzatura.

SIAMO QUI PER QUALCOSA DI GRANDE

Dobbiamo convincerci che siamo sulla terra non da comparse e da perditempo, e nemmeno da schiavi e da automi. Siamo qui per vivere appieno e non per vivacchiare malamente, o per sopravvivere alla buona. Siamo qui non per lavorare, soffrire, stentare e poi banalmente morire, sciupando le nostre opportunità. Abbiamo tutti una dignità da difendere a denti stretti, abbiamo un ruolo, un compito, un progetto. Siamo qui per qualcosa di grande, anche se questo punto essenziale ci continua a sfuggire. Non diamoci via per quattro soldi bucati. Quando serve disobbedire lo si fa e basta.

IO HO CONSAPEVOLEZZA DI CHI SONO E SO DI APPARTENERE A QUALCOSA DI GRANDE

Le paure della malattia e della morte sono quanto di più assurdo, deprecabile ed auto-lesionistico esista. L’Autorità Suprema di riferimento non è malata e non è mortale, e noi ne facciamo integralmente parte. Siamo parte integrante della salute perfetta e della vita illimitata. Dove sta allora il problema? Il problema della paura che ci attanaglia, ci opprime e ci svaluta sta in noi medesimi, nella nostra falsa coscienza che ci auto-limita. Siamo noi i creatori e gli inventori del male e delle malattie. Je me souviens de qui je suis: Amour et Infini, conclude Guylaine Lanctot che si firma col simbolo di un cuore e dell’infinito.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
6 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
6
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x