SMETTIAMOLA DI SPRECARE TEMPO SUI VACCINI E PARLIAMO DI COSE PIÙ SERIE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

UNA INIZIATIVA DIVULGATIVA CATANESE SUL TEMA VACCINALE

Ciao Valdo, piacere di conoscerti sono uno studente della facoltà di chimica farmaceutica di Catania, ti sarei grato se perdessi 5 minuti del tuo tempo per vedere il video di presentazione della mia iniziativa sulla divulgazione del tema vaccinale.

*****

RISPOSTA

SE NE PARLA ADDIRITTURA TROPPO

Per quanta importanza venga data a questo argomento, per quante siano le sofferenze assurde inflitte a bambini ignari ed indifesi nonché alle rispettive famiglie, trovo che l’argomento vaccini sia un argomento troppo banale e blasfemo per essere ulteriormente trattato, discusso e ridiscusso all’infinito.

ESISTE L’INNOCENZA BATTERICO-VIRALE ED ESISTE LA RESPONSABILITÀ DELLE MATERIE TOSSICHE

Come libero studioso di scienza igienistica e non di tecniche mediche prive di capo e di coda e condotte in nome e per conto dei fabbricanti di veleni, ribadisco per l’ennesima volta che malattie ed epidemie nulla hanno a che vedere con microrganismi, nulla a che vedere con batteri vivi che si moltiplicano e si diradano intelligentemente e cooperativamente in proporzione al loro cibo di elezione ovvero alle scorie interne e specie ai detriti cellulari o virus endogeni prodotti nel nostro organismo, nulla a che vedere con virus-mostruosi che altro non sono se non polvere morta del nostro fisiologico ricambio cellulare, in accumulazione giornaliera e non moltiplicazione, causante al massimo ostruzione metabolica quando il nostro corpo va in tilt e va in carenza depurativa per altri problemi pregressi.

SE IL CORPO NON DEPURA REGOLARMENTE SOVRAVVENGONO LE INCROSTAZIONI INSIDIOSE E CORROSIVE

La scienza trasparente e non prostituita alle multinazionali del farmaco, e non soggiacente ai diktat coloniali di Atlanta-Georgia-Usa, sostiene la totale innocenza diretta di tipo batterico-virale da ogni patologia. La presenza di batteri e di virus non significa affatto responsabilità patologica, ma semmai conseguenza di situazione patologica già in essere per motivazioni di tipo tossico, per prolungata incapacità del corpo di depurarsi giornalmente grazie a una normale condizione ipotalamica-endocrina-immunitaria.

ASSISTIAMO TUTTI I GIORNI A UNA BARAONDA DISEDUCATIVA

Parlare dunque di vaccini a volte buoni e a volte cattivi, a volte utili e a volte no, a volte puri e a volte carichi di particelle metalliche pericolose, rimane a mio avviso una grande baraonda diseducativa e uno spreco indecente di tempo prezioso. Tutte le vaccinazioni vanno messe rigorosamente fuori legge perché sbagliate nel concetto, nei contenuti, negli obiettivi. Tutte le vaccinazioni vengono contrabbandate come cure preventive, come allenamento graduale ai veleni.

SI AVVELENANO I BAMBINI IGNARI CON L’ALIBI DI ALLENARLI AI VELENI

Si può essere così deficienti, incompetenti ed irresponsabili a questo mondo? Quando mai vengono dati fumo, caffè espresso, cognac e vodka ai bambini per prepararli ed allenarli a un domani fatto di etilismo e di nicotinismo acuto? Troppo grandi e troppo superlativi i nostri maestri millenari per essere traditi ed insultati da gentaglia priva di scienza, di coscienza e di conoscenza. “Il concetto di contagio è il rifugio delle menti mediocri, deboli ed instabili della medicina”, affermò magnificamente una grande fiorentina-londinese del calibro di Florence Nightingale. “Se non cambi radicalmente il suo milieu interieur, il tuo ambiente biochimico interno, il tuo terreno altamente tossico, non uscirai mai e poi mai dal tuo tunnel patologico, si chiami esso banale raffreddore o grave crisi cancerogena”, affermò uno dei medici più avanzati e geniali della storia come Claude Bernard, aggiungendo che il terreno è tutto ed il microbo è niente, radendo al suolo il misero bagaglio culturale di Louis Pasteur. “Solo la pulizia interna del corpo può guarire. Niente altro che quella”, aggiunse un altro colosso della salute come Louis Kuhne, autore del best seller più tradotto nelle varie lingue cento e oltre anni orsono.

VIOLENZA E PREPOTENZA SANITARIA A TUTTO SPIANO

Il problema è che il mondo intero, e l’Italia in particolare, è caduto in una trappola mortale da cui non è facile saltar fuori. Ci troviamo tutti, incluso i medici radiati e non radiati, nelle spire di una violenza e di una sopraffazione mai vista prima. Siamo vittime di un regime sanitario traballante e inconcludente che però continua a sopravvivere e a praticare le sue sballate, spesso scellerate ed arroganti, tecniche. Lo fa non certo in forza dei suoi risultati, mascherati, esaltati, e dei suoi dati statistici manipolati, ma semplicemente in forza degli appoggi legali ed istituzionali, in forza della impunità seriale e sistematica di cui gode, in forza della coalizione mondiale tra politica, economia, banche, assicurazioni, servizi segreti, media televisivi, multinazionali del macello, del cibo e delle bevande spazzatura, oltre che del farmaco-vaccino-integratore, in forza delle sue condizioni di monopolio e di esclusiva.

LE CURE MEDICHE IN AUGE SONO SISTEMICAMENTE PEGGIORATIVE E COMPLICANTI

All’infuori degli interventi di emergenza ovviamente indispensabili, nessuno dei metodi di cura e di prevenzione in auge sono concepiti-intesi-mirati-disegnati alla cura reale della causa di malattia. Intervenire sul sintomo e sopprimendo il sintomo non significa certo rimuovere la causa, non significa affatto guarire. Non significa mandar fuori le acque stagnanti, ma costringere il sistema a trattenere il putridume e il materiale corrosivo e non-self a restare pericolosamente all’interno, causando guasti a ripetizione.

NON ESISTONO AL MONDO CURE AL DI FUORI DELLA RIMOZIONE DI CAUSA

There is no cure short of cause-removal, usava ammonire Herbert Shelton, rivolto alla gente comune ma soprattutto alla classe medica. Se una cura non rimuove la causa, vuol dire che non è cura ma è imbroglio. Non esiste al mondo cura vera all’infuori della rimozione della causa, e non dell’effetto, e non della cisti, e non del tumore, e non del dolorino, e non dell’infiammazione. La medicina odierna procede per tentativi goffi e con occhi bendati, senza mai spiegare con chiarezza il perché ed il per come dei suoi interventi.

LA MEDICINA ODIERNA NON È AFFATTO LA RISPOSTA AI PROBLEMI SALUTISTICI DELL’UMANITÀ

È sempre e solo la Natura a condurre le danze in fatto di salute e di guarigione. Sono cose ultra-note che si conoscono da migliaia di anni. È fondamentale che la gente si svegli del tutto e si renda finalmente conto che la Medicina Odierna, tronfia, arrogante, esteriormente te ed apparentemente tecnologica, presuntuosa oltre ogni limite, non è affatto la risposta giusta ai nostri problemi di salute e di benessere, e che i medici di oggi vengono fuori purtroppo da una scuola sbagliata e deviante.

MENO MEDICI ARROGANTI, MENO TRATTAMENTI E MENO OSPEDALI

Occorre che la gente venga educata e rieducata dalla Scuola Vera, dalla Scienza Igienistica. Occorre che impari le cose apparentemente inverosimili. Il che vale soprattutto per i medici. Occorre che si renda conto che la natura della malattia è un processo intelligente e non casuale, ovvero che la natura della malattia è costantemente difensiva, rimediale, eliminativa ed adattiva, e che il ripristino continuo della salute è la normale tendenza di un corpo umano che non va mai contro se stesso se soltanto glielo permettiamo, evitando sciocche interferenze e cure invasive e devastanti, evitando in particolare accanimenti terapeutici privi di ogni prudenza e costruttività.

CURARE LA MALATTIA E NON LE SUE CAUSE È PERNICIOSA SUPERSTIZIONE VUDU

La gente deve insomma comprendere che curare la malattia, curare una malattia che ha le sopra citate caratteristiche, è davvero perniciosa superstizione, è davvero stupidità manifesta. L’errore non sta tanto nei diversi metodi messi in campo dai signori medici (spesso minati da sostanze pericolose e nocive, non rispondenti affatto al principio ippocratico del primo non nuocere), ma nel fatto stesso di tentare una cura, quando la miglior cura è il più delle volte la non-cura sul sintomo, quella cura dove il medico è bravo e coraggioso non nel fare e nell’intervenire, ma bensì nel sapersi trattenere, nel saper prudentemente e pazientemente aspettare, nel favorire quei poteri interni del paziente che conducono alla remissione naturale della malattia.

RIEDUCAZIONE IGIENISTICA PER MEDICI E PAZIENTI

Servono formidabili piani educativi, scuole nuove ed aggiornate per medici e pazienti. Servono Scuole Libere, Scuole Superiori e Trasparenti, e non Carrozzoni Medici collusi e corrotti, e non Carrozzoni specializzati a diffondere angoscia e paura mediante patologie inventate e create a tavolino, tipo l’Aids, e virus ipotizzati e mai provati come l’Hiv. Di queste cose e di altro ancora parlerò questa domenica 18 giugno alla 6° Lezione della HSU, Health Science University in Imola.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

6 commenti

  1. Signor Carunchio on

    Totale ignoranza degli argomenti, assoluta malafede, visione vetero-medioevale della scienza, scollamento totale dalla realtà, arroganza dell’ignorante che meno sa e più pontifica, citazioni “ad mentula canis”, assoluta mancanza di vergogna e di amor proprio che gli consentono di rendersi così allegramente ridicolo: non era facile mettere tutto questo insieme per scrivere una mostruosità di “articolo” come questo. Lui ci è riuscito. Grande. Complimenti, davvero, ad Aldo Vaccaro.