Seleziona una pagina

SOIA, LEGUMINOSA DALLE STRAORDINARIE QUALITÀ

da 24 Set 2015Legumi

LETTERA

UN PARERE SULLA SOIA

Carissimo Valdo, sono vegana da quando ho incontrato il tuo blog sul mio cammino, e ne sono felicissima. Senza farti perdere tempo Ti chiederei, per favore, un chiarimento a proposito delle proprietà salutistiche della soia, dal momento che ne faccio un frequente uso, mentre su Internet trovo pareri discordanti. Grazie per tutto ciò che fai.
Nicole

*****

RISPOSTA

VEGETALE MIRACOLOSO DI PROVENIENZA ASIATICA

Ciao Nicole. Originaria dell’Asia, si conosce in Europa da almeno 3 secoli, anche se le prime colture su vasta scala risalgono agli anni ’30 del secolo scorso. Per la sua importanza sul piano alimentare è stata definita più volte pianta miracolosa. Numerosi cinesi vegetariani la consumano da migliaia di anni.

PROPRIETÀ DELLA SOIA

Parliamo di una leguminosa dalle straordinarie qualità: 1) Alimento completo e molto digeribile, 2) Costruttore primario di muscoli, ossa e nervi, 3) Potente energetico, 4) Rimineralizzante, 5) Equilibrante cellulare, 6) Indicato per i bambini in crescita, per i soggetti affaticati da troppo lavoro, per chi soffre di nervosismo.

SOSTANZE COSTITUENTI

Contiene il 40% di protidi, contro il 15-20% della carne, il 12-25% di lipidi, contro il 4% della carne, il 10-15% di glucidi. La soia è ricca di calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, sodio e zolfo. Contiene pure lecitina e caseina, oltre che acidi grassi polinsaturi come l’acido linoleico e l’acido linolenico, ricchi di Omega3 ed Omega6, oltre che di acido arachidonico con forti proprietà ipo-colesterolizzanti.

LATTE DI SOIA, TOFU E GELATI ALLA SOIA

Il latte di soia è indenne da germi patogeni. Si può anche preparare in casa tenendo a bagno i chicchi per 36 ore, nella misura di 150 grammi per litro d’acqua, triturando e separando poi il liquido dai residui. Residui che sono riutilizzabili per una nuova triturazione e che si mescolano con il liquido successivo. Poi si decanta e si filtra. I fagiolini cotti con tanto di buccia sono squisiti. Il tofu risulta pure digeribile e nutriente. Ottima pure la salsa di soia. Leggero, gustoso e digeribile il gelato alla soia, assai diverso dai gelati al latte bovino. Provare per credere. Straordinari pure i germogli di soia, per il loro grande potere nutritivo.

DA NON SOTTOVALUTARE LA QUESTIONE OGM

L’aspetto meno simpatico da segnalare sta nel vasto uso di Ogm e di erbicidi tipo Round-Up, marcati ovviamente Monsanto, che caratterizzano spesso le colture di questa leguminosa, provocando comprensibili riserve e perplessità. Per il resto, ogni altra notizia contraria all’uso della soia deriva da ovvio conflitto di interessi con i produttori di carni e di proteine animali.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

SBIGOTTIMENTO ECCESSIVO SULLA SOIA

SBIGOTTIMENTO ECCESSIVO SULLA SOIA

LETTERA IMPIETRITI DALLO SPAVENTO Buongiorno, dopo aver letto questo articolo in famiglia siamo rimasti impietriti. USIAMO DA OTTO ANNI MOLTI PRODOTTI ALLA...

LA SOIA E I FITOESTROGENI

LA SOIA E I FITOESTROGENI

LETTERA Caro Valdo, bentornato in Italia! Ti ricordi la mia ultima lettera sulla conferenza organizzata dalla Società Vegetariana di Genova? Quella dove...

Commenti

16 Commenti

16 Commenti

  1. arvo

    Povero Valdo, che cantonate solo perché si ha paura di sponsorizzare la carne. Una volta quando si sostituiva la carne con la soia, la valorizzazione di quest'ultima aveva un senso, ma ormai le cose andrebbero viste sgombrando il campo da preoccupazioni di tal genere. Si sappia almeno che nel mondo vegan ci sono tante opinioni di tutt'altro tipo, ma se uno vuol mangiare un prodotto ogm che ha il doppio di proteine della carne e che ti riempe di fitati anti nutrizionali….beh…faccia come crede. Il mio consiglio in ogni caso è di sentire anche altre campane.

    Rispondi
  2. Francesco

    sarebbe interessante sapere come si possa rispettare il limite dei 25 grammi di proteine consigliato da Valdo mangiando un cibo iperproteico come la soia. Non direi insomma che si tratti di un ottimo cibo per l'uomo, non più di quanto lo siano i cereali in genere, con qualche aggravante in più. Siamo cioè in presenza di cibi di compromesso, cui l'uomo ha in qualche modo dovuto far ricorso nel corso della propria evoluzione storica per la propria sopravvivenza, quindi da guardare certamente con rispetto, essendo comunque consapevoli che l'eccellenza del cibo sta altrove. Le lodi alla soia, ai cereali, alla pizza e ai cibi cotti, lasciamole celebrare alla Dott.sa Baroni e compagni. Secondo il mio modestissimo parere.

    Rispondi
  3. Giuliano

    Concordo perfettamente con voi Due. Io so che meno proteine si mangiano e meno moria di cellule avviene al nostro interno, quindi niente rischi di cancri di ogni genere e nn solo se si rispetta il resto. Credo anche che nn vi sia persona che si nutre alla perfezione. Chi mangia secondo i criteri di madre natura, deve perforza vivere nn meno di 120 anni almeno.

    Rispondi
    • Andrea

      Il che accade davvero…

      Rispondi
  4. Arcangelo Rucci

    State commentando a chi vi ha insegnato tutto. Andatevi a rileggere le altre tesine di Valdo. Non si possono riscrivere ogni volta le solite cose e raccomandazioni.

    Rispondi
    • marianna

      Parole sante Arcangelo Rucci! Sempre lì a polemizzare e a criticare….. avete veramente rotto! Non vi rendete neanche conto che questo è il blog di Valdo e le persone scrivono a Lui! e sempre e solo a lui chiedono un parere. Apritevi un blog vostro così potrete esporre i vostri pensieri e dare le vostre risposte a chi vi chiede un'opinione!

      Rispondi
  5. Devis

    A mio parere i derivati della soia hanno una loro validità se concepiti come ingredienti di complemento da utilizzarsi in minime quantità in una dieta vegana larga, comprendente anche cereali, semi oleosi ed altri legumi. La soia è molto proteica per cui è bene non abusarne. Sbagliato concepirla come sostituto della carne. Inutile dire che si può fare benissimo a meno sia della soia che della carne.
    Per quanto mi riguarda apprezzo in particolare il miso che utilizzo praticamente tutti i giorni.
    Una piccola tazza di acqua calda con mezzo cucchiaino di miso e zenzero grattugiato da sorseggiare durante i pasti.

    Rispondi
  6. Amelio G.

    Ma è vero che non è particolarmente indicata per i maschi per la sue presenza di fitoestrogeni e quindi ridurrebbe la "voglia" sessuale maschile???? :O
    Io ne faccio molto uso, sostituendolo al latte bovino.

    Rispondi
  7. Fiorella

    Non credo che ci sia voglia di polemizzare, ma solo libere interpretazioni e desiderio di integrare il già ricco blog di Valdo con le proprie esperienze personali. Nessuna verità assoluta, pertanto. Pensate alle diverse fasce d'età, alle differenze tra i sessi ed ecco che le proposte di Valdo personalizzabili e poco ortodosse trovano una sempre maggior diffusione. È questa la cosa importante, sovvertire la normale dieta imposta dal mondo occidentale per poi trovare, con il tempo e le sperimentazioni, il proprio benessere attraverso una sana alimentazione. Ma non può essere questo il fine ultimo…se non quello di rispettare tutto e tutti e cercare di essere luce per far luce.

    Rispondi
  8. Francesco

    Amelio, questa è una prova che tu stesso sei in grado di verificare, testando la tua stessa libido. Per me comunque sono tutte panzane. Tutta la frutta fa bene, ogni frutto ha le sue peculiarità, basta variarli seguendo le stagioni e si può godere di tutta l'ampia, anzi sterminata, gamma dei benefici della frutta.

    Marianna, se uno scrive a Valdo, è perchè desidera avere una sua risposta. Se poi gli arriva anche qualche commento, da Francesco o da Arva e Giuliano, o anche da Marianna, starà a lui decidere se farne tesoro o meno, in tutta libertà, da persona adulta e vaccinata quale certamente è. Non c'è nessuna volontà di prevaricazione nei confronti di Valdo nel lasciare un proprio commento, al contrario è una opportunità in più, di cui l'autore della lettera è libero di cogliere oppure di ignorare. Personalmente posso dirti che non pochi lettori mi hanno scritto per chiedere il mio parere, con i quali ho poi spesso mantenuto una fitta corrispondenza, e mi pare che non siano dispiaciuti di questo. Dipendesse da te, questo non sarebbe stato possibile, non credi che questi lettori possano essere in disaccordo con te? Forse dovrai cercare altri argomenti per sostenere la tua tesi: il fatto che ti sia "rotta" non mi sembra un argomento valido per il prossimo, e forse non dovrebbe esserlo nemmeno per te stessa.
    Una precisazione, per l'amico Arcangelo: la mia preparazione in campo igienista sta prima di aver conosciuto il blog di Vaccaro, e in ogni ho anche altre fonti d'ispirazione oltre a quella, certamente importante valdiana. Ma se anche fossi stato un allievo di Valdo, che male ci sarebbe nel lasciare un proprio commento non sempre conforme all'insegnamento del maestro? Credi che Aristotele e Platone abbiano fatto un copia e incolla delle parole di Socrate, senza rielaborarne il pensiero? E' nelle cose, Arcangelo, la vita, il pensiero non stanno mai fermi. L'importante è la serietà e l'onestà nel dire quel che si pensa, e il rispetto per l'interlocutore. Secondo il mio modestissimo punto di vista.

    Rispondi
  9. arvo

    Credo che Amelio si riferisse alla soia e non alla frutta

    Rispondi
  10. Amelio G.

    Infatti "Francesco" io mi riferisco alla SOIA.
    Non so se avete letto sul web, che ne pensate a riguardo??

    Rispondi
  11. marianna

    Sì Francesco mi sono rotta di leggere opinioni e pareri che hanno una vena polemica e giudicante nei confronti di Valdo…. non mi riferisco certo alle tue risposte che sono sempre molto istruttive e che leggo con piacere, quanto piuttosto ai vari commenti che sembrano voler far passare il padrone di casa come un visionario senza speranze.

    Rispondi
  12. Francesco

    mi ero confuso, in quel momento stavo pensando alla melagrana

    Rispondi
  13. Amelio G.

    Ma quindi qualcuno conosce questa cosa degli estrogeni e soia??? Per noi maschietti ovviamente.

    Rispondi
  14. arvo

    Amelio, buoni consumatori di soia sono i monaci orientali che in tal modo cercano di inibire il desiderio sessuale. Un fatto certo nel mondo della ricerca è quello per cui il consumo di soia limita l'assimilazione dei minerali, tra i quali soprattutto lo zinco….ma anche altri. Ora si sa che lo zinco è in relazione, tra le altre cose, anche con la fertilità maschile, per cui non conviene di certo esserne carenti. Una risposta sicura, in ogni caso, non te la può dare nessuno perché come tu ricordi, i pareri sono tanti e contrastanti e c'è chi dice che i fatti certi che ho menzionato sarebbero controbilanciati dai vantaggi. Ma non dimenticare che di soia non trasgenica ce n'è veramente poca in giro e non c'è affatto da fidarsi di quelli che pubblicizzano i propri prodotti come ogm free. La soia in ogni caso contiene tossine varie per l'organismo umano e danneggia il sistema endocrino nel suo complesso. E' assolutamente accertato il danno alla tiroide e nessuno tra gli esperti si sogna più di negarlo. Potrei nominare ed elencare nomi di esperti, ricercatori, articoli pubblicati da riviste e così via, ma uno potrebbe dire che dietro c'è la lobby delle carni. Ma anche la lobby della soia è ormai planetaria e investe ogni anno immense quantità di denaro per incoraggiarne il consumo e ormai il mondo vegan ha superato la fase in cui doveva combattere la bistecca. E' stato Valdo stesso ad esporre un compendio delle accuse principali alla soia in una tesina e c'è da rabbrividire a leggere tutto. Invito chiunque a leggere il parere di un vegan doc come Luciano Gianazza, stimato dallo stesso Valdo e che ha scritto un articolo dal titolo eloquente : "il lato oscuro della soia". Articolo che è facilmente reperibile in rete, dove si parla pure del tumore alla mammella per le donne e della circostanza per cui la soia è sconsigliata a qualunque soggetto abbia contratto la malattia. Ad ognuno la propria libera scelta.

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: