TTIP, SQUALLIDO TRATTATO COMMERCIALE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

DOCUMENTO DI PAOLO DE SANTIS (Titolo e sottotitoli di VV)

UNO SQUALLIDO TRATTATO COMMERCIALE CHIAMATO TTIP

Mentre i signori Martin Schultz, Carlo Calenda e altri mediocri politici dei governi europeo ed italiano cercano di prendere tempo continuando a rinviare i voti su un TTIP (Transatlantic Trade and Investment Partnership), ormai senza vergogna, sperando forse che l’attenzione sui loro sporchi propositi possa calare, anche in Italia il quorum di firme contro questo squallido trattato commerciale è già stato ampiamente superato!

I CITTADINI DEGLI STATI PIÙ IMPORTANTI SONO CONTRO I CIBI SPAZZATURA E CONTRO GLI OGM

Dopo Germania, Austria, Slovenia, Finlandia, Gran Bretagna, Francia e Lussemburgo (e presto Olanda, già al 93%), anche in Italia il messaggio è molto chiaro. I cittadini non vogliono inondare il proprio Paese di cibi spazzatura, di OGM, di pesticidi e di micidiali shale gas o gas di scisto nordamericani. Ma soprattutto, non hanno nessuna intenzione di perdere del tutto la propria sovranità nazionale e i propri diritti, dato che il TTIP vuole abbassare le tutele di ambiente e dei lavoratori allo stesso livello degli Usa.

I RUFFIANI E I LECCHINI DELLE LOBBIES NON DEMORDONO AFFATTO

Ma i leccapiedi delle multinazionali continuano a provarci! Anche passando sopra la salute pubblica, inclusa quella dei bambini. Come ha recentemente rivelato il Guardian, ad esempio, gli Usa hanno fatto pressioni sull’UE affinché accantoni le restrizioni all’uso di sostanze chimiche dannose per il sistema endocrino. Per facilitare il TTIP, infatti, i signori funzionari del commercio Usa se ne fregano del fatto che certe sostanze provochino malattie anche gravi, che dall’obesità dei più piccoli vanno al criptochirdismo nei neonati di sesso maschile (mancata discesa dei testicoli nello scroto).

OLTRE TRENTA PESTICIDI PIENI ZEPPI DI INTERFERENTI ENDOCRINI

In particolare esistono ben 31 pesticidi che l’UE avrebbe vietato in quanto pieni zeppi di interferenti ormonali. 31 veleni che sono stati diffusi nonostante i potenziali effetti negativi sulla salute delle persone. Malattie che, secondo gli scienziati, vanno da un aumento delle anomalie fetali alle mutazioni genitali, passando per la sterilità e arrivando fino al cancro e al calo del quoziente di intelligenza.

NON C’È RITEGNO E NON C’È DIGNITÀ DI FRONTE AL SUDICIO E DISONESTO BUSINESS

Ovviamente, quando c’è stato il rischio che queste sostanze tossiche venissero giustamente vietate in tutta Europa, la cosa che ha turbato gli animi degli sciacalli transnazionali pro-TTIP non è stato l’effetto dei loro sporchi affari sulle popolazioni inermi, ma il fatto che si tratta di un business svanito da diversi miliardi di euro. Sono senza alcun ritegno, quando si tratta di difendere i propri interessi, o quelli dei loro padroni!

AMBIGUITÀ E COLLUSIONE A LIVELLO MINISTERIALE E GOVERNATIVO

Un po’ come il Viceministro per lo Sviluppo economico, Carlo Calenda, uno dei più agguerriti sostenitori del TTIP. Dopo aver più volte assicurato che non abbiamo nulla da temere dall’arbitrato internazionale, è già stato smentito dai fatti. Come ricorda la Campagna Stop TTIP Italia, il governo ha appena subìto una denuncia da parte di tre investitori esteri, appellatisi al Trattato sulla Carta dell’Energia per contestare i tagli al fotovoltaico. Sì, avete capito bene. Appellandosi all’ISDS (Institute for State Dispute Settlement o Istituto per la Risoluzione Controversie tra Investitori e Stato) vogliono rifarsi di presunti profitti mancati in seguito alla sospensione da parte del governo italiano dei sussidi al fotovoltaico. In questo modo cediamo la sovranità nazionale al profitto e all’interesse di privati, pagando con soldi pubblici i loro indennizzi.

GLI INDEGNI TENTATIVI DI DEVASTARE I DIRITII E LA SALUTE DELLA GENTE NON PASSERANNO

Con il TTIP, aumentano le probabilità che i processi salgano di numero e colpiscano molti altri ambiti della nostra vita sociale. Ecco perché la Campagna Stop TTIP continuerà a chiedere l’esclusione dall’accordo i cui termini sono oggi sempre più contestati in tutta Europa. Questi indegni tentativi di devastare diritti, salute e ambiente in nome del profitto e di una fantomatica e ossessiva libera circolazione delle merci devono soccombere e scomparire.
Paolo De Santis

*****

COMMENTO

I REGALI INCREDIBILI DI MAMMA AMERICA

Questa del TTIP è un’altra perla che ci arriva dall’America. Un altro dei tanti regali che si associano a quelli che già abbiamo dovuto nostro malgrado assorbire in questi ultimi anni, primo nella lista il dissesto politico-economico internazionale, i carrozzoni Aids ed Ebola da parte di Bill Gates, le guerre ingiuste, improduttive e malamente impostate, la distruzione dell’export italiano e della piccola industria nazionale da parte di George Soros, il barbaro assassinio di Ghaddafy, sostanziale amico dell’Italia e unico baluardo protettivo contro le degenerazioni del fondamentalismo e dei tagliatori di teste, le ondate immigratorie e gli attentati ISIS, nonché la inguaribile e disperante crisi di disoccupazione che ha trasformato l’Italia da magnifico paese del Sud-Europa in terra ingrata e priva di attrattive, in terra che spinge i suoi abitanti ad andarsene e che scoraggia nel contempo visitatori e investitori a farne un reale obiettivo turistico ed economico, a pensarla come destinazione prioritaria, e da favola.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Elisabetta on

    Intanto gente senza soldi che si suicida per disperazione. E i nostri governanti da strapazzo, indegni, sempre a testa alta.
    Che squallore.

  2. Nooooooo non prendiamocela sempre coi poveri americani, amici di turchi, sauditi e petromonarchi vari che sono i veri finanziatori dell' Isis.
    Che non minaccia mai Israele ma gli altri islamici non allineati.
    Basta insultare il povero senatore americano Mc Caine in fotografia col Califfo (col Rolex) in Iraq nel 2013.
    Lasciamoli masticare in pace i maiali di gomma creati dalla "ricerca" con l'ibrido tra quelli veri e la plastica reciclata dalle discariche tossiche. E pubblicizzata dai vip della tv.
    La più grande democrazia del mondo! Direi….una democrazia ATOMICA !