STRATEGIE DI STACCO DAGLI PSICOFARMACI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

ESPRIMO IL MIO APPREZZAMENTO PER TE E PER PIETRO BISANTI

Ciao Valdo, mi presento: sono Andrea Garzia , 50 anni da Roma. Ti scrivo per 3 motivi che sono l’apprezzamento nei tuoi riguardi, la mia storia personale ed anche per fare qualche domanda.
Apprezzamento: mi piace molto l’impegno che stai mettendo nel promuovere la tua battaglia per l’igienismo e poi anche contro gli psicofarmaci insieme al dr Pietro Bisanti. Avevo già simpatizzato con te leggendo qualche post ma devo dirti che l’aver visto un paio di video degli interventi tuoi e di Bisanti è stato molto più impattante. In video siete molto convincenti: chiari, diretti e forti.

SONO UN DROGATO DA PSICOFARMACI

La mia storia: ho 50 anni e dall’età di 18 soffro di insonnia che è poi diventata cronica e ancora oggi mi tormenta. Ovviamente sono un drogato di psicofarmaci: ansiolitici, ipnoinducenti e antidepressivi.
Non credo di essere stato mai depresso, pur se sicuramente sconfortato per questa insonnia debilitante.

PER FORTUNA SONO DI INDOLE OTTIMISTA E POSITIVA

Per fortuna la mia indole è sempre stata ottimista e ancora sono convinto che ne uscirò. A dimostrazione del mio carattere caparbio ti dico che, nonostante l’insonnia, sono riuscito a laurearmi, a sposarmi ben due volte (ahi!) e avere un bellissimo figlio che ora ha 21 anni, nonché a trovare un lavoro soddisfacente e a fare un minimo di sport. Negli anni mi è successo di fare molti tentativi rimediali, tutti sbagliati, di tipo psicologico, psichiatrico ed omeopatico.

RICORSO ALLA POLISONNOGRAFIA PER CONTRASTARE L’INSONNIA

Nessuno mi ha aiutato in modo risolutivo. L’unico dato oggettivo che ho raccolto è quello ottenuto con la polisonnografia da cui si vede che nel mio precario e frammentatissimo sonno mancano totalmente le onde delta, quelle che indicano un sonno profondo. La polisonnografia l’ho fatta quando l’insonnia era cronica e dopo anni di psicofarmaci che hanno di sicuro massacrato la struttura del mio sonno.

TERAPIA ANTIDEPRESSIVA MEDIANTE ZOLOFT

Come dicevo non mi è stata mai diagnosticata una depressione però come tentativo terapeutico mi hanno proposto vari antidepressivi. Il primo è stato lo Zoloft che non ha migliorato il mio sonno ma ha avuto un positivo effetto sul mio umore. Mi sembrava di sentirmi più vero e più determinato. So soltanto che, dopo le mie prime assunzioni di Zoloft, mia moglie ha chiesto la separazione!

GRAZIE A TE HO CAMBIATO NETTAMENTE OPINIONE SUGLI PSICOFARMACI

Dopo lo Zoloft ne ho provati vari altri che ora nemmeno ricordo. Prima di sentire te ero convinto che l’antidepressivo fosse la giusta soluzione per quei casi cronici che hanno bisogno di una spinta per uscire dalla fossa in cui si sono infilati. Ora, grazie a te, non la penso più così o quantomeno credo che prima di eventualmente arrivare agli psicofarmaci bisogna, come dici tu, guardare nei piatti in cui si mangia.

MI STO STACCANDO DA OGNI SOSTANZA ESTRANEA

Tornando alla mia storia ti dico cosa prendo oggi. Sto scalando molto lentamente il Cipralex. Sono arrivato a 2 gocce la mattina, conto di toglierlo del tutto entro febbraio. La sera prendo il Rivotril 4 gocce, anche questo in scalaggio. Prima ne prendevo 6. E lo Stilnox, mezza pasticca, anche questa sto scalando.

LE TESTIMONIANZE DI PIETRO BISANTI HANNO LASCIATO IL LORO SEGNO

Diciamo che la voglia di toglierli già l’avevo, ma il tuo blog mi sta dando più convinzione. Devo dire che, grazie a Dio, non ho mai avuto istinti omicidi/suicidi ma mi hanno molto colpito le testimonianze di Bisanti. Quindi, tornando a me, il progetto di dismissione del veleno è già in pista. Spero di riuscire ad andare fino in fondo.

INTENDO SEGUIRTI ALLA LETTERA SUL BUON CIBO

Anche tutti i tuoi discorsi sull’alimentazione hanno trovato in me terreno fertile. Da sempre sono abbastanza attento al cibo. Grossissime schifezze non ne mangiavo, ma pasta e pizza abbondavano. Il latte l’ho già tolto da anni. Da un paio di anni ho iniziato a quasi eliminare carne e glutine (uso pasta senza glutine). I Vostri video mi hanno dato una maggiore energia in questa direzione. Vediamo dove arrivo. Voglio seguire le tue indicazioni. Le mie analisi del sangue sono buone: niente fuori range.

CHIARIMENTI SUL PEPTIDE DSIP

Veniamo allora alle domande. Peptide: nella mia ricerca di soluzioni per l’insonnia sono incappato in un peptide, il DSIP che ha un effetto sul sonno profondo. Capisco che è una cosa non naturale anche questa e immagino l’orientamento della tua risposta. Ti chiedo comunque se hai avuto modo di guardare a questa roba e se te ne sei fatto un’idea.

CHIARIMENTI SULLA VITAMINA D

Vitamina D: sempre alla ricerca di una miglior salute ho cominciato a prestare attenzione alla vitamina D. In effetti l’avevo un po’ bassa (mi pare 30) e da allora ho cominciato a cercare di più il sole e ad integrarla un po’ (circa 1000 unità al girono di media). Ho la sensazione che mi faccia bene: tu che ne pensi? Che pensi di questa moda di alti dosaggi di integrazione della Vit D per arrivare a livelli ematici intorno a 100?

CHIARIMENTI SULLE CRISI ELIMINATIVE DA FRONTEGGIARE

Crisi remissive: mi ha molto colpito la descrizione di Bisanti sulla sua crisi remissiva (mi sembra di aver capito così). La domanda è: ma secondo te dovrò sicuramente passare per queste crisi purificatrici quando riuscirò a togliere tutti gli psico veleni e/o tutti i farinacei?

SUGGERIMENTI PER L’INSONNIA

Altri suggerimenti per l’insonnia: ne hai !!?? Ho letto diverse tue tesine per l’insonnia: purtroppo io sono un caso ben grave, però proverò a metterli in atto

DISPONIBILITÀ E SOSTEGNO

Ti manifesto anche la mia disponibilità a supportare la tua iniziativa per quello che ti può servire su Roma. Tu chiedi, se posso ti aiuto volentieri. Attendo con ansia la tua risposta. Con l’occasione ti faccio i miei migliori auguri per un Sereno Natale! Ciao.
Andrea

*****

RISPOSTA

PUR NON RICORRENDO A RICHIESTE E A SOLLECITI, OGNI SOSTEGNO È PER NOI PREZIOSO

Ciao Andrea. Grazie per la tua disponibilità. Per proseguire in questa marcia sempre contrastata ed ostacolata, è indispensabile poter contare sul sostegno concreto di chi ci segue. Veniamo ora alle tue domande.

QUALCHE DATO SUL PEPSIDE DSIP

Il peptide Dsip abbassa i livelli basali della corticotropina e blocca il loro rilascio. Inoltre facilita la secrezione di LH, ormone luteinizzante, una glicoproteina prodotta dall’adenoipofisi che ha la funzione di regolare le gonadi (rispettivamente ovaie nelle donne e testicoli nei maschi). Il Dsip
aiuta pure il corpo a liberare somatotropina, importante ormone della crescita o GH1. Allevia così i sintomi di ipotermia e aumenta la resistenza allo sforzo.

MEGLIO STARE SEMPRE SULLE RISORSE NATURALI

I risultati sono tuttavia variabili da persona a persona. Ovvio che si tratta sempre di qualcosa di innaturale. Da rilevare inoltre che il peptide in questione è tuttora allo stadio sperimentale, sia per l’efficacia che per i suoi eventuali effetti indesiderati. D’altra parte, per giungere alla formazione della somatotropina per vie più naturali, basta alimentarsi in modalità sobrie e digeribili, basta farsi una bella camminata giornaliera respirando in modo profondo e basta catturare con la retina una adeguata dose di raggi
solari.

SOLE, FIORI E FUNGHI SECCHI PER LA VITAMINA D

Per la vitamina D, ci sono diverse controindicazioni all’assunzione della vitamina D mediante integrazioni. Molto meglio ricorrere all’esposizione solare e alla assunzione di funghi secchi, carichi di vitamina D. Broccoli, cime di rapa, germogli di soia, fiori di zucca, fiori di tarassaco, di primula, di margherita, violette e simili risultano pure ricchi di vitamina D.

NESSUN TIMORE PER LE CRISI ELIMINATIVE

Per le crisi eliminative successive al distacco dai farmaci, esse non mancheranno di farsi sentire. Trattasi di un processo logico e necessario. Non è il caso di temere questi effetti, ma piuttosto di dare loro il benvenuto, trattandosi di manifestazioni riparative e rimediali.

STRATAGEMMI PER FAVORIRE IL SONNO NATURALE

Per quanto concerne l’insonnia, si contrasta eliminando i rumori molesti, facendo esercizi fisici rilassanti di tipo yoga, assumendo tisane alla camomilla, al tiglio, alla melissa, alla passiflora, optando per cibi crudi ad alto contenuto di magnesio che favorisce il sonno naturale, in particolare mandorle, nocciole, noci, semini, legumi, mandarini, banane, alghe.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

Nessun commento

  1. Ciao Marco.
    Avevo un problema simile al tuo e sono riuscito a risolverlo con i centrifugati nn. 61, 37, 7, 2, 30, 22, 15, proposti per insonnia e depressione da Norman Walker nel suo libricino ” Succhi freschi di frutta e verdure. ingredienti e proprietà nutritive per migliorare la salute risolvere disturbi e malattie, Macro Edizioni. Spero porti benessere anche a te. anto

Lascia un commento