Seleziona una pagina

TRA PAROLACCE E BANALITÀ RISPONDE VALDO

da 5 Dic 2021Altro

INTERVISTA MANIPOLATA E TRASMESSA DALLA RETE LA7

In questi giorni vengo messo a qualche pressione di troppo. Mi riferisco alla “intervista” che ho rilasciato due giorni fa ad una persona di nome Sara che fa la giornalista libera e che vende le sue interviste alle varie reti televisive. Tre giorni fa un certo Nello da Milano mi ha telefonato per dirmi che questa Sara si trovava nei paraggi di Tricesimo con un suo teleoperatore e desiderava intervistami su Covid e sui modi igienisti che potevo proporre per venirne fuori.

LA SITUAZIONE È VICINA AL COLLASSO

Ho accettato, di buon cuore, il rischio e la sfida pur senza conoscere tali persone, ben conscio del possibile sviluppo. L’ho fatto a ragion veduta e non certo per ingenuità od altro, non ho paura di espormi. Stiamo purtroppo assistendo in questi giorni ad un acuirsi pericolosissimo della crisi, dato anche da un incontrollato e disordinato oblio di informazioni, da una crescente incapacità delle persone di capire la situazione macroscopica nella quale ci troviamo, dalla mancanza di coscienza che pian piano porta alla dissociazione completa dalla realtà in cui viviamo. Certo non penso di avere in mano le chiavi per liberare il mondo dalle catene nelle quali si trova imbrigliato, magari possedessi tali strumenti, ma almeno sono libero di condividere il mio punto di vista, spero.

OGNUNO È TENUTO A DARE IL MEGLIO DI SÉ

Pensavo e penso tuttavia di poter dare un fattivo e originale contributo grazie alla visuale totalmente differenziata che porto avanti da anni su questi temi. Penso che il gioco valga la candela. Penso che non sia possibile limitare la mia azione educativa, ad una nicchia riservata di studenti, per quanto essa sia estesa ed internazionale, non ho intenzione di tagliare fuori la massa, soggetta alle narrazioni e al condizionamento del mainstream, così facendo non darei un buon servizio all’umanità. Ormai la mia mission ed i miei obiettivi interiori sono chiari e rivolti a tutti. Del resto ognuno è tenuto a fare quel poco che può e a prendersi qualche diretta responsabilità visto che quanto accade intorno a noi coinvolge dal primo all’ultimo abitante del pianeta.

LE MIE IDEE SONO DA LUNGO TEMPORE NERO SU BIANCO

Ho deciso tutto questo perché non ho nulla da nascondere e nulla di cui temere. Infatti è da vent’anni che esistono migliaia di miei articoli pubblicati e circolanti sulla rete, ho tenuto centinaia di conferenze in tutte o quasi le regioni Italiane, finanche in Asia, ho pubblicato una decina di testi, ho tenuto diverse interviste su zoom e simili, non si può proprio dire che nasconda il mio pensiero o me stesso in una nicchia. Non vedo perché dovrei iniziare ora a tacere su qualcosa che muove il mio intento da una vita. Vorrei aggiungere anche che indipendentemente da come viene fuori un evento, l’importante è che se ne parli nel bene e nel male. La curiosità porterà poi ad approfondire per coloro che sono genuinamente interessati ad ampliare i propri orizzonti culturali. Non ho problemi nell’essere additato, anzi a dire il vero, sopratutto di recente, mi gratifica.

QUALCUNO HA RIDICOLIZZATO UN METODO SERIO ED EFFICACE PER STIMOLARE LA CIRCOLAZIONE E IL METABOLISMO

Quindi cosa è successo? Ho concesso in via eccezionale questa “intervista” in modalità diretta, personale ed improvvisata. Sara, la “giornalista”, è venuta da me e abbiamo parlato per breve tempo. Ho risposto alle sue domande anche se spesso provocanti in modo diretto e chiaro. Ho persino gesticolato per metterla sul suo stesso piano, becero, perdonatemi l’espressione, per farle capire che si’, occorre depurare e fluidificare il sangue. Al di là delle questioni toccate dalla “giornalista” nella sorta di “intervista”, ho cercato di trasferire al meglio, anche a gesti visti gli interlocutori, poche e semplici istruzioni per mantenersi sani.

GRAZIE A SARA PER IL SERVIZIO INAPPUNTABILE …

Alla fine, ieri è apparsa una sintesi di tale intervista sulla rete televisiva La7. Come c’era da aspettarsi, tale sintesi non rappresentava assolutamente nulla di quanto avevo espresso. Tagli e spezzettamenti vari e sapiente lavoro di montaggio, di manipolazione, hanno alterato ogni valore e ogni significato, che novità. Appariva evidente il goffo tentativo di farmi passare per un guru che gesticola e richiama le sue divinità, che si rifà alla superstizione e non alla scienza. È stato chiaro il tentativo di ridicolizzare e mettere in pessima luce la scienza igienista. Davvero grazie per aver banalizzato il contenuto del nostro incontro così bene! Non è che mi attendessi grandi cose, se non un minimo di mutuo rispetto e del mantenere la parola, facendo in modo che almeno parte del mio pensiero arrivasse integro al pubblico.

DUE PAROLE RISERVATE A PIETRO BISANTI

Ed ora veniamo al collega Pietro Bisanti che ha voluto stra-fare e stra-dire con dei commenti spettacolari da autentico palcoscenico. Lui in questo è impareggiabile. A mio parere Bisanti non dovrebbe dimenticare come l’ho sempre trattato, elogiato in pubblico ed in privato. Non solo gli ho pubblicizzato gratuitamente il libro, l’ho difeso da diverse pesanti critiche che arrivavano per certi suoi modi poco urbani e poco sensibili e continuerò a farlo a prescindere da qualsivoglia evento. Questo perché lo rispetto prima come uomo poi come collega, anche e soprattutto per le diversità che ci caratterizzano. In una cosa però speravo, più che trovare accordo su ognuna delle nostre tesi, speravo nel rispetto reciproco. Qui non girano parole come “merda” o “cazzo” e nemmeno offese e toni accusatori nei confronti di chi cerca la luce e la verità in un mondo ormai corrotto. E nel commento di ieri a me indirizzato sono stati usati decine di volte, pur mescolati a frasi di affetto e di circostanza. Vorrei infine ricordare a Bisanti che anche io amo troppo la mia e l’altrui libertà per colonizzare qualcuno. Al massimo cerco di dare il buon esempio. Esattamente come ho cercato di fare con la “giornalista”.

CONSAPEVOLEZZA DELLA NOSTRA FORZA, DELLA NOSTRA SCIENZA E DELLA NOSTRA UMILTÀ

Un messaggio valido in tutte le direzioni, specie verso i giornalisti così-così e verso gli amici in vena di sgambetti. Siamo scienziati e ricercatori autentici e non burattini. Siamo ben consapevoli delle nostre qualità e della nostra forza formidabile che discende dal rispetto delle Leggi Universali di Madre Natura e dei Comandamenti Superiori scolpiti sui cuori e sulla pietra di tutte le massime religioni originarie e genuine, oltre che della gente di buona volontà. Siamo anche consapevoli che senza umiltà, senza amore e senza buona educazione e buona disposizione d’animo non si va da nessuna parte.

PER LA VERSIONE LA7 SAREI UN GURU CHE BAZZICA LE TECNICHE VUDÙ

Torniamo a chi si è sorbito il mio intervento in versione manipolata. Valdo Vaccaro non è un guru e non guarisce nessuno. Tenta di educare la gente a comportarsi bene e a rispettare le leggi del Creato, nonché a conoscere se stessi, a conoscere i formidabili meccanismi del proprio corpo che portano ad auto-guarigione stabile e senza effetti collaterali, sempre a patto che non si sia oltrepassato il punto estremo di rottura e di non ritorno. Siamo all’assurdo e al rovesciamento dei ruoli. È la medicina convenzionale odierna che commette tutti i giorni questa stucchevole e inalterata nefandezza del trattare i sintomi e non i fattori causanti, del fare le sue prescrizioni fallimentari sulla base di protocolli standardizzati e mai personalizzati. Io sono un pitagorico, un ippocratico, un leonardesco e non un medicastro da due soldi bucati.

TRE DOMANDE CHE RICHIEDONO RISPOSTA

Valdo Vaccaro è uno che pone a tutti 3 precise domande:

1) Pensate davvero che il modo di vivere abbozzato in questi due anni e che sta per consolidarsi e normalizzarsi sia sensato, logico e sostenibile?

2) Pensate davvero che l’economia mondiale possa andare avanti per molto a suon di provvedimenti inflativi delle banche-falsarie centrali che continuano a stampare carta straccia, delle banche periferiche che continuano a fare signoraggio, dei governi che continuano a concedere fondi alle istituzioni servili, ai cittadini servili, alle categorie addomesticate e improduttive?

3) Pensate davvero che ci sia gente disposta a fare ogni 2 giorni il tampone per non perdere il proprio impiego, che accetti ad ogni mese nuove varianti Delta e Omicron, che sia disposta a farsi inoculare 3° e 4° e 5° dose, e che creda ancora alla favola della copertura vaccinale da farsi ogni 6 mesi?

STO PRESENTANDO DA ANNI LE BRUTTEZZE DEL RE NUDO SENZA LA FOGLIA DI FICO

Valdo Vaccaro è uno che mette a nudo le incongruenze, le cattiverie e gli isterismi della Medicina Convenzionale e della Virologia di regime, vale a dire quella masnada di falsi scienziati che ricoperti da maschere e da smorfie inguardabili, stanno tentando disperatamente di imporre i loro diktat e di farla franca, senza nemmeno accorgersi che la Piramide sta per crollare, che verranno presto smascherati per aver esagerato, per aver oltrepassato ogni limite di decenza coi loro inganni.

Valdes Sepich Vaccaro

DISCLAIMER

Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni presenti su questo sito hanno solo scopo informativo, non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Scritto da Valdo Vaccaro

Valdo Vaccaro, classe 1943, è ricercatore indipendente, divulgatore e filosofo della salute, orgogliosamente NON-medico. Da sempre ha fatto della dieta vegeto-crudista tendenziale, dell’amore per gli animali e la natura un modo di essere e uno stile di vita, in tutta autonomia e libertà. Valdo ha tenuto centinaia di conferenze in giro per l’Italia e nel mondo trattando vari temi tra cui salute, etica, attualità e altro ancora. Al momento, oltre all’attività sul blog, è direttore scientifico e docente della HSU – Health Science University, la prima scuola di Igienismo Naturale Italiana.

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Articoli Correlati

Commenti

48 Commenti

48 Commenti

  1. Andrea

    Concordo valdo, grazie per quello che fai

    Rispondi
    • Alexandros

      Sapete dirmi a quale commento di Bisanti si riferisce Valdo?

      Rispondi
  2. Pam

    Che dire Valdo…non ci sono parole ma per me tu sei come il Vangelo della rosa di Ghandi…il tuo essere parla da solo. L’integrità che hai è un esempio per tutti quelli che sentono nell’anima che questa è la via giusta. Per dirla con il mio Divino Maestro, tu sei nel Dharma, nella rettitudine, e lì deve stare chi vuole arrivare alla Verità attraverso Amore e Non-violenza. Grazie ancora una volta per questo.

    Rispondi
  3. Douguet Anne Gaelle

    Ti seguiamo da molto tempo e da molto tempo non guardiamo la7 o come si chiama quella specie di TV.

    Rispondi
  4. Ric

    Grazie Valdo! Seppur rimaneggiato e rimontato, dalle tue parole emerge la solita coerenza, senza inciampi da parte tua. L’unica a mettersi in ridicolo è la povera Sara Giudice, partita a priori con l’intenzione di dare un taglio ridicolo al servizio, dimenticandosi della sua professione. Tu non puoi avere nulla da temere, perché la tua sorgente è il tuo vissuto, i tuoi istinti fin da piccolo che hai saputo ascoltare e lasciar maturare e oggi sono in molti ad abbeverarsi a questa tua sorgente. Un grande grazie! E un incoraggiamento

    Rispondi
  5. Giovanni

    Grande lezione di civiltà da un Grandissimo Uomo!

    Rispondi
  6. Giuliano

    Il mio parere e’ molto semplice, tu 6 colui che servirebbe far parlare x intero in tutte le reti televisive per svegliare le coscienze dei cittadini del mondo intero. Non vedo ci sia qualcun altro in grado di occuparsi di cio’ meglio di te. 6 educato, 6 preparato a meraviglia e 6 pure istruito quanto basta per trattare ogni argomento. Che Dio ti benedica mio Caro Valdo. Io ti seguo dal 2007, quindi tanto e tutto cio’ che sostieni io l’ho sperimentato e posso dire con gioia che godo di salute superiore a 360*. Ho 71 anni. Ti voglio molto bene.

    Rispondi
  7. Mauro

    Grazie Valdo. Una lezione di stile e saggezza.

    Rispondi
  8. danymor

    Mi inchino al tuo sapere superiore.
    La tua comprensione profonda illumina il buio a cui ci vogliono relegare.
    Ti seguo con grande stima e mi abbevero alla tua sorgente di sapienza.
    Ti abbraccio con forza.
    Daniele

    Rispondi
  9. Fabio

    Grande Valdo! Massima stima, la mia vita è cambiata da quando ti ho scoperto in rete dieci anni fa!

    Rispondi
  10. Claudio

    Tempo perso valdo, la setta il corriere del siero l infetto quotidiano sono la vera vergogna di questo paese piu’ dei scagnozzi del governo e di quei specialisti dell antiscenza che si chiama virologia, ricomincia a deliziarci con le tue tesine che quelle si verranno tramandate ai posteri 😉

    Rispondi
  11. Devis

    Valdo, il problema è che talvolta succede che anche presentando quintali di dati oggettivi e spiegazioni logiche e non campate in aria, a qualcuno non basta e persiste nel volere non vedere. Non so fino a che punto è giusto cercare di aiutare chi non vuole essere aiutato. A me è capitato più volte di provare a far notare a qualcuno le più che evidenti falsità e illogicità di questo sgangherato e nauseabondo carrozzone. Ma cosa succede? C’è chi annuisce ma poi trova delle scuse, chi si arrampica sugli specchi, chi dice che sarà vero, ma che poi non si può rinunciare ad andare nel locale a mangiare la farina cotta con la spruzzata di salsa, chi scappa via, chi tronca subito il discorso dicendo che “ad approfondire e a confrontare versioni differenti non vivi più”. Quindi se per costoro va tutto bene, va bene anche per me lasciarli nella loro “tranquillità”. Se poi cambiano idea la porta è sempre aperta.  

    Rispondi
    • diego

      Appoggio in pieno cio’ che affermi…

      Rispondi
      • Devis

        Grazie Diego, mi fa piacere! 👍🙂

        Rispondi
  12. mattia

    sei una brava persona valdo io e chiara ti seguiamo da due anni e ti vogliamo un mondo di bene ciao supersonico valdo

    Rispondi
  13. A.A

    Carissimo, prezioso e saggio Valdo,
    ti stimo, ti apprezzo, ti seguo. Grazie per esserci, per esistere e per resistere.
    Dall’età
    di 18 anni mi sono avvicinata alle cure naturali grazie ad un uomo straordinario che faceva il calzolaio e tanto altro. Mi prestò il libro di Lazaeta e mi si aprì un mondo straordinario. Da quel portale, con una scoperta ogni volta meravigliosa, conobbi la lezione e la guida di stelle come Santa Ildegarda, Angela Cattro, Maria Treben, solo per citare tre donne.
    Ora ho cinquantasei anni e non cambierei il mio stile di vita per nulla al mondo. Però, c’è un però, sono una maestra di scuola primaria e la scuola è la mia vita, la mia missione, così come questa è la tua. Ho accettato malvolentieri i tamponi e l’umiliazione di doverli elemosinare nelle farmacie, sotto gli occhi, a volte carichi di disprezzo, di dottori e clienti. Ma per i miei alunni me li sono sopportata e guadagnata, dopo lunghe attese, scoprendomi più sicura e tracciata delle colleghe vaccinate, anche se più povera.
    Ora dal 15 dicembre per il personale scolastico è previsto l’obbligo vaccinale, ed entro cinque giorni la sospensione sarà effettiva, così prima di Natale, gli alunni perderanno i loro docenti irriducibili e gli insegnanti che non si piegano perderanno lavoro, stipendio e il sorriso dei loro alunni. Naturalmente il governo conta sullo spirito di servizio, perchè sa che gli insegnanti amano sopra ogni altro i propri bambini e il proprio lavoro, forse come quei carabinieri che indossano la loro divisa con onore, al servizio di tutti i cittadini. Che criminalità disumana spegnere il sorriso di un bambino a Natale. Solo esseri senza cuore possono pensare che un docente possa essere sostituito così, in modo indolore. Forse non sanno che l’insegnamento è un delicatissimo processo fondato su una relazione di fiducia, basato sulla trasmissione di emozioni, prima che di saperi. Forse non sono umani, sono alieni.
    La nostra pazienza però ha raggiunto il limite ed io, come altre colleghe e colleghi, diremo Basta perchè non si può cedere ad un ricatto che è un vero e proprio abuso, a dir poco inaudito, dei nostri diritti umani e del nostro lavoro, conquistato meritatamente a suon di studio e di concorsi statali svolti trentacinque anni or sono, quando le prove erano serie e severe. Lo faremo perchè c’è rimasto solo l’onore da difendere e un insegnante non deve cedere davanti ad una legge che ritiene ingiusta, altrimenti che esempio morale dà? Daremo invece un segnale di speranza che un mondo diverso sia possibile, un mondo senza violenza fisica e verbale, un modo fondato sull’amore e sulla bellezza, un mondo a misura di bambino dei suoi bisogni, dei suoi affetti, non solo della sua immunità.
    Quando ho chiesto con umiltà di poter essere esonerata dal vaccino per obiezione di coscienza, mi è stato risposto che le persone come me vanno tolte dalla scuola perchè rappresentano un pericolo per la collettività.
    Certo, un contagio di umanità, di rispetto, di libertà.
    Con gratitudine.
    A.A

    Rispondi
    • Claudio

      Digli se ti portassero una prova seria che tu a 1 metro di distanza senza mascherina li puoi infettare con le metastasi volanti poi se proprio sono in vena ti portassero anche uno studio che dice che infetti a meno di un metro…. queste malattie ( peste lebbra Aids aviaria covid) come dice l immenso lanka sono inaccettabili per un paese civile, e in un mondo normale chi non riesce a dimostrare tesi che sequestrano le persone deve essere processato per frode scientifica, reato che non c e’ in nessun paese al mondo, strano eh…

      Rispondi
    • Mattia

      A dire il vero siamo noi che diciamo basta a voi. Fateci sapere come fate la spesa senza stipendio. Saluti

      Rispondi
      • Andrea

        E voi ci farete mai sapere come fate a campare senza un cervello..? Secondo la Scienzah non dovrebbe essere possibile…

        Rispondi
        • Mattia

          Invece è possibile, voi ne siete la dimostrazione lampante 😀

          Rispondi
          • Andrea

            Vedo che inizia la grandinata di faccine, che per lei e i suoi pari sono il surrogato grafico degli argomenti che non avete, eccezion fatta per la pedissequa riproposizione dei mantra indottrinanti e telelobotomizzanti diffusi mediaticamente h24. Visto che parliamo di capacità intellettive, perché non usa le sue – senz’altro mirabili – per spiegare come sia possibile il contagio virale dal momento che i virus vengono unanimemente definiti da ogni decente enciclopedia medica come privi di metabolismo, di capacità di movimento e di irritabilità (che non è la sacrosanta intolleranza alla vostra covidiozia pandemente…)? Attendo con ansia l’illuminante risposta (il che non vuol dire che mentre mi risponde debba per forza accendere la luce, eh!).

          • Mattia

            La grandinata? Era una, e comunque non mi sembra lei abbia scritto grandi argomentazioni. Per quanto riguarda il contagio, mai sentito parlare di droplets, o di superfici contaminate? Suvvia, un buon libro non può che farle bene, è roba che si studia alle medie, ma lei probabilmente guardava fuori dalla finestra invece che seguire la lezione, e purtroppo i risultati si vedono e sono abbastanza imbarazzanti.

          • Andrea

            La “grandinata”, egregio professore di non si sa cosa, non era riferita a lei singolarmente, ma alla categoria cui lei evidentemente si fregia di far parte – del resto, ognuno ha i vanti che si merita… – cioè quella dei pandementi, tra i quali in questa sede ha brillato a lungo una certa sig.ra Rossella, che di faccine sembrava nutrirsi, e soprattutto sostituirle agli argomenti che non aveva.
            Lei ne avrà pure usata una sola, ma di certo non ha minimamente risposto alla domanda, soltanto l’ha “spostata” un po’ più in là, come fanno tutti quelli che menano il can per l’aia non avendo nemmeno la più pallida idea di ciò di cui stanno farneticando: sì, i “droplet” – a proposito, in Italia si parlava un tempo l’italiano, lingua nella quale il concetto viene reso dal termine “goccioline” – possono anche contenere materiale virale, ma questo non spiega affatto come sia possibile il contagio dal momento che suddetto materiale è del tutto inerte e privo di qualsiasi vitalità biologica. Quanto ai libri, vi sono quelli che costituiscono un grande strumento di preparazione alla conoscenza – che però è sempre derivante dall’esperienza diretta, non dalle pappardelle scritte e mandate a memoria senza nemmeno capire di cosa trattano – e anche quelli che invece servono solo a indottrinare cervelli già predisposti, irrigidendoli nel dogmatismo più ottuso. Le uniche “superfici contaminate” che io conosca, sono quelle dei vostri cervellini piatti, autentiche “tabulæ rasæ” cerebrali sulle quali si può incidere qualunque castroneria ben sicuri che verrà ripetuta a vanvera senza la minima esitazione né men che meno alcuno spirito critico (e qui, se appartenessi alla sua specie, metterei una bella “faccina” sghignazzante). E, ahilei, quelli che deve aver letto, erano di certo della seconda specie, e in effetti, nel doverglielo dire, mi sento alquanto imbarazzato, ha ragione. Le riformulo comunque la domanda in una maniera che forse le risulterà più chiara: come può qualcosa di natura organica non piú biologicamente vitale perseguire finalità biologiche? Do you understand Italian, don’t you?

          • Wegan

            Inoltre:
            http://igienenaturaleortopatia.altervista.org/blog/contagio/i-virus-sono-particelle-espulse-dalle-cellule-chiamate-esosomi/,
            dott. Thomas Cowen: https://rumble.com/vdypwv-viruses-are-not-something-you-can-catch-dr-thomas-cowan.html,
            https://www.youtube.com/results?search_query=dott.+Thomas+Cowen.
            Last, but not least, “The invisible rainbow. A history of electricity and life” di Arthur Firstenberg, eccellente libro scientifico tradotto da un paio d’anni con il titolo “LA TEMPESTA INVISIBILE. STORIA DELL’INQUINAMENTO ELETTRICO“.
            Questa è vera scienza (= vera conoscenza), non le menzogne del regime.

          • Mattia

            Il soggetto in questione è un delinquiente. Non può più trattare malati di cancro, deve astenersi da dare suggerimenti su come curare il cancro. Il tutto per la denuncia di una sua paziente che ha potuto dimostrare come il dottore l’abbia trattata senza mai visitarla dal vivo, solo via telefono, dandole prescrizioni per farmaci che avrebbero dovuto curarla, quando invece la paziente è andata via via peggiorando. Partendo da questa premessa direi che il Dottor Cowan non sia proprio il soggetto migliore con cui parlare di virus e medicina. E voi sareste quelli svegli?

          • Wegan

            Il virus è un esosoma!

          • Andrea

            Lei è un “idiota sapiente” e lo dimostra a ogni virgola che scrive, uno di quelli che si abbeverano alle fonti ufficiali e ad esse delegano qualsiasi reale conoscenza di qualsivoglia argomento, perché da tempo hanno abdicato all’utilizzo in proprio della materia cerebrale fornita in dotazione alla nascita. Conosco a memoria le tiritere fantascientistiche spacciate dall’unisono mediatico-istituzionale per verità rivelate e indiscutibili, si chiama indottrinamento dogmatico, e svolge brillantemente il compito di riempire i suddetti cervellini come il suo di tante menzogne enunciate apoditticamente per condizionare il gregge belante. Se proprio vuole indicare degli indirizzi da visitare mi fornisca l’indirizzo di un sito ufficiale di un qualsiasi ente sanitario mondiale che risponda esattamente alla domanda che le ho fatto. Peccato che non esista…

            Le sfugge, a lei come a tutti quelli della sua risma, che come quasi ogni altro abitante di questo mondo anche il sottoscritto è stato allevato nella “fede” fantascientistica, dalla quale è riuscito a liberarsi soltanto ricercando la verità per conto proprio, cosa che quelli come lei sono congenitamente impossibilitati a fare. Perfettamente inutile, quindi, andare in cerca di quella o quell’altra fonte ufficiale che ripeta in maniera cristallizzata i mantra cerebro-risciacquanti dei quali lei e i suoi pari vi beate.

            Lei è vittima del cosiddetto “pensiero circolare” per il quale se si obietta a qualcuno la fallacia logica delle sue asserzioni si riceve in risposta una o più fonti ufficiali che si basano su quella stessa fallacia logica che viene contestata, con totale noncuranza del principio di realtà. Esattamente ciò che ha fatto lei.

            In ogni caso, in merito al collegamento ipertestuale da lei provveduto, le faccio notare che non sposta di una virgola quanto già affermato dal sottoscritto, poiché nulla vi viene spiegato riguardo alla reale natura dei virus e di come potrebbero mai fare, questa sorta di “zombie” submicroscopici, a riprodursi essendo privi di alcunché di biologicamente vitale (e per favore, mi e SI risparmi la solita filastrocca sul virus come “parassita cellulare obbligato” perché anche quello è un dogma indimostrato perché indimostrabile che entra in totale contrasto con la definizione di “parassita”, mentre la definizione di virus come “microrganismo” ancora sostenuta da non poche fonti ma non da tutte (cosa che potrebbe anche suscitare qualche piccolo dubbio in encefali ancora in grado di nutrirne) entra invece in contrasto con quella di “cellula”; il perché provi a scoprirlo da sé, se le aggrada). Così come è indimostrata la teoria stessa del contagio batterico-virale, definita anche “teoria dei germi”, della quale non esiste una sola prova scientifica ma altresì diverse confutazioni sperimentali come quella del cosiddetto “Rosenau experiment”:

            https://zenodo.org/record/1505669/files/article.pdf.

            Voglio aiutarla con un sillogismo:

            1) ciò che è biologicamente inerte non è in grado di riprodursi;

            2) i virus sono biologicamente inerti;

            3) i virus NON SONO IN GRADO DI RIPRODURSI.

            E adesso provi a dimostrare il contrario con l’uso della logica e non con “pappardelle” veteroscientistiche che enunciano dogmi di fede senza dimostrare un bel niente.

            Tutto il resto sono PALLE che la sua cara “scienzah” diffonde abusivamente e fraudolentemente facendosi forte del “principio di autorità”, oggi più che mai usurpato, e che ai pecoroni piace belare tutti insieme, per convincersi che hanno ragione loro.

          • Mattia

            Risparmiatevi i link dal sito di mio cuggino laureato in scienza della vita e trovatevi un familiare che vi aiuti a uscire da questa bolla, se ve ne è rimasto qualcuno vicino.

            Ma quindi, così per capire, visto che i virus non si muovono in alcun modo, cos’è che fa alzare queste terapie intensive in tutto il mondo? Lo spirito santo?

            Ma soprattutto, perchè non avete ancora presto un Nobel per le vostre idee che rivoluzionerebbero una buona parte della biologia e della medicina? Complotto dei poteri forti?

          • Mattia

            Il virus si riproduce eccome, ignorante che non è altro. Solo che non può farlo da solo ma ha bisogno di una cellula per farlo. E nella cellula ci arriva tramite i droplets. Dai, puoi seguire questo banale ragionamento anche lei che ha delle capacità mentali limitate. E’ veramente scienza che si insegna alle medie, ma lei dov’era?

      • Andrea

        Aggiungo anche che chi viene a visitare un sito del quale con ogni evidenza non gli interessa alcunché e lo fa soltanto per sbeffeggiare e infierire sulla situazione economica di chi, per coerenza verso i propri principii, è anche disposto a rimanere senza stipendio – cosa che i vili servi di questo sistema apolide globalista nel cui novero lei certamente rientra non avrebbero e non avranno mai il coraggio di fare – si dimostra solo un piccolo individuo meschino e gretto, le cui “brillanti” qualità lo porteranno immancabilmente ad attirarsi prima o poi ciò che merita (magari per mezzo dei “sieri della salvezza”). Occhio ai “trombi” del Giudizio…

        Rispondi
  14. valerio sossella

    Mi meraviglio del comportamento della 7.Far interpretare un’intervista al contrario di quello che l’intervistato voleva dire è una cosa gravissima,da mafiosi del giornalismo.La giornalista in questione che si è prestata a questa infamia avrà le sue colpe ma è la redazione che ha costruito il tutto, la maggior colpevole.Spero che Cairo titolare della 7 possa vergognarsi un …pochino,anzi no Cairo vergognati proprio.Mettere in cattiva luce una persona come Valdo Vaccaro,stimata da migliaia di persone che insegna da anni come mantenere la salute e il benessere con risultati strepitosi.Cairo sai che ti dico, da amico, prendi in esame gli insegnamenti di Valdo potrai, cambiare la tua vita e allungarla nel tempo.Prova e poi fammi un fischio.Ciao

    Rispondi
    • Andrea

      Cosa c’è da meravigliarsi? Il giornal(acc)ismo attuale è una MAFIA. Quello che hanno fatto a Valdo lo fanno tutti i giorni: prendono un fatto e lo trasformano in MENZOGNA.

      Rispondi
  15. Take A Tip

    La setta…

    Rispondi
  16. Lina Prema

    Guarda, caro Valdo, certa gente, certe “Sara”, sono solo pagati. Chi ti conosce sorvola sulle manipolazioni giornalistiche. Chi non ti conosce, indaga, Sicuramente ti ha fatto pubblicità. Perché tra chi ha seguito l’intervista sarà venuto un briciolo di curiosità e magari sta già leggendo le tue tesine. ;-))) Era anche normale aspettarsi che ogni tua parola sarebbe stata rimaneggiata… Non bisogna fidarsi di nessuno.. Concordo con Pam, pienamente e anche con tutti gli altri qui sotto che ti sostengono…Noi tutti siamo sulla retta via. Dharma, Shanti, Prema, Ahimsa, Sathya!! Buona vita!. e.. BUON NATALE!!! ahahahahah

    Rispondi
  17. Gabriella

    E’ possibile avere il link dell’intervista? Non riesco a trovarla su La7

    Rispondi
  18. Alessandra Luzzu

    Ti prego Valdo, tutto questo show non vale un’altra delle tue preziose parole, un altro minuto del tuo prezioso tempo. Lascia che questa commedia fatta di comparse mediocri vada avanti. Tu risparmia il tuo appassionato lavoro per le persone che con mente critica cercano in te la Verità (che ci renderà liberi). Ti voglio bene e prego forte per questa situazione bislacca. Con amore e riconoscenza…Alessandra

    Rispondi
  19. Eva

    Passiamo e non ci curiamo di loro. Noi ti seguiamo e sosteniamo da anni e abbiamo avuto modo di provare sulla nostra pelle la verità degli argomenti che diffondi. Forza e coraggio mitico Valdo, la verità prima o poi verrà fuori…

    Rispondi
  20. Federico

    Me lo aspettavo e concordo con tutto quello scritto, soprattutto nei confronti del tuo collega… Che ultimamente sta sbroccando un po troppo, un po meno ego e guardare di più a casa propia invece di impartire lezioni di vita e di comportamento a tutti in modo così brutale.

    Rispondi
  21. Giorgio

    Salve e complimenti per il suo lavoro che, immagino, sia anche parte di una grande passione. Con questo commento voglio farle notare che chiunque abbia una minima esperienza con interviste e giornalisti deve chiedere espressamente dove andrà in onda il lavoro e non dare alcuna autorizzazione se non previa visione del montaggio. Se questo non viene fatto a monte, articoli come questo qui che sto commentando sono per pensar bene piuttosto ingenui. Buona serata

    Rispondi
  22. Andrea

    Comunque, sia Valdo che Pietro Bisanti non sono stati pronti a fronteggiare quella giornal(acc)ista d’accatto di infimo ordine. E’ inutile mettersi a battibeccare raccogliendo le provocazioni di ciò che dice permettendole così di tenere il bandolo del discorso, per zittirla bisognava contrattaccare subito chiedendole quali sono secondo lei le prove scientifiche della teoria del contagio virale, e procedere con tutto ciò che ne discende. Sicuramente la sua baldanza ne sarebbe stata duramente ridimensionata.

    E’ poi inutile che Valdo dica di non essere ingenuo ma che non ha “paura di esporsi”; sarebbe come se uno che si tira la zappa sui piedi dicesse che non è autolesionista, solo che non ha paura di tirarsi la zappa sui piedi..! Se non vuol esser preso per ingenuo, l’unico modo che ha è quello di NON COMPORTARSI DA TALE! E cadere in un simile trappolone – mettendosi per di più a gigioneggiare durante l’intervista facendo il gioco di vuol farlo passare per un “guru” fuori di testa, significa proprio questo.

    Rispondi
  23. Roberto

    Non te la prendere Valdo per le esternazioni di Pietro Bisanti,,ma dovresti cercare di capire perché avvengono queste cose,e lo si può fare cercando le risposte sulla Bibbia

    Rispondi
  24. letizia

    Mi spiace Valdo per l’esperienza che hai avuto e ti esprimo piena solidarietà. LA7 è totalmente corrotta e a servizio del regime, unica cosa da fare non guardarla!
    Non conoscevo Bisanti e diciamo che per essere vegetariano mi sembra un po’ troppo sanguigno…

    Rispondi

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: