TRA PAROLACCE E BANALITÀ RISPONDE VALDO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

INTERVISTA MANIPOLATA E TRASMESSA DALLA RETE LA7

In questi giorni vengo messo a qualche pressione di troppo. Mi riferisco alla “intervista” che ho rilasciato due giorni fa ad una persona di nome Sara che fa la giornalista libera e che vende le sue interviste alle varie reti televisive. Tre giorni fa un certo Nello da Milano mi ha telefonato per dirmi che questa Sara si trovava nei paraggi di Tricesimo con un suo teleoperatore e desiderava intervistami su Covid e sui modi igienisti che potevo proporre per venirne fuori.

LA SITUAZIONE È VICINA AL COLLASSO

Ho accettato, di buon cuore, il rischio e la sfida pur senza conoscere tali persone, ben conscio del possibile sviluppo. L’ho fatto a ragion veduta e non certo per ingenuità od altro, non ho paura di espormi. Stiamo purtroppo assistendo in questi giorni ad un acuirsi pericolosissimo della crisi, dato anche da un incontrollato e disordinato oblio di informazioni, da una crescente incapacità delle persone di capire la situazione macroscopica nella quale ci troviamo, dalla mancanza di coscienza che pian piano porta alla dissociazione completa dalla realtà in cui viviamo. Certo non penso di avere in mano le chiavi per liberare il mondo dalle catene nelle quali si trova imbrigliato, magari possedessi tali strumenti, ma almeno sono libero di condividere il mio punto di vista, spero.

OGNUNO È TENUTO A DARE IL MEGLIO DI SÉ

Pensavo e penso tuttavia di poter dare un fattivo e originale contributo grazie alla visuale totalmente differenziata che porto avanti da anni su questi temi. Penso che il gioco valga la candela. Penso che non sia possibile limitare la mia azione educativa, ad una nicchia riservata di studenti, per quanto essa sia estesa ed internazionale, non ho intenzione di tagliare fuori la massa, soggetta alle narrazioni e al condizionamento del mainstream, così facendo non darei un buon servizio all’umanità. Ormai la mia mission ed i miei obiettivi interiori sono chiari e rivolti a tutti. Del resto ognuno è tenuto a fare quel poco che può e a prendersi qualche diretta responsabilità visto che quanto accade intorno a noi coinvolge dal primo all’ultimo abitante del pianeta.

LE MIE IDEE SONO DA LUNGO TEMPORE NERO SU BIANCO

Ho deciso tutto questo perché non ho nulla da nascondere e nulla di cui temere. Infatti è da vent’anni che esistono migliaia di miei articoli pubblicati e circolanti sulla rete, ho tenuto centinaia di conferenze in tutte o quasi le regioni Italiane, finanche in Asia, ho pubblicato una decina di testi, ho tenuto diverse interviste su zoom e simili, non si può proprio dire che nasconda il mio pensiero o me stesso in una nicchia. Non vedo perché dovrei iniziare ora a tacere su qualcosa che muove il mio intento da una vita. Vorrei aggiungere anche che indipendentemente da come viene fuori un evento, l’importante è che se ne parli nel bene e nel male. La curiosità porterà poi ad approfondire per coloro che sono genuinamente interessati ad ampliare i propri orizzonti culturali. Non ho problemi nell’essere additato, anzi a dire il vero, sopratutto di recente, mi gratifica.

QUALCUNO HA RIDICOLIZZATO UN METODO SERIO ED EFFICACE PER STIMOLARE LA CIRCOLAZIONE E IL METABOLISMO

Quindi cosa è successo? Ho concesso in via eccezionale questa “intervista” in modalità diretta, personale ed improvvisata. Sara, la “giornalista”, è venuta da me e abbiamo parlato per breve tempo. Ho risposto alle sue domande anche se spesso provocanti in modo diretto e chiaro. Ho persino gesticolato per metterla sul suo stesso piano, becero, perdonatemi l’espressione, per farle capire che si’, occorre depurare e fluidificare il sangue. Al di là delle questioni toccate dalla “giornalista” nella sorta di “intervista”, ho cercato di trasferire al meglio, anche a gesti visti gli interlocutori, poche e semplici istruzioni per mantenersi sani.

GRAZIE A SARA PER IL SERVIZIO INAPPUNTABILE …

Alla fine, ieri è apparsa una sintesi di tale intervista sulla rete televisiva La7. Come c’era da aspettarsi, tale sintesi non rappresentava assolutamente nulla di quanto avevo espresso. Tagli e spezzettamenti vari e sapiente lavoro di montaggio, di manipolazione, hanno alterato ogni valore e ogni significato, che novità. Appariva evidente il goffo tentativo di farmi passare per un guru che gesticola e richiama le sue divinità, che si rifà alla superstizione e non alla scienza. È stato chiaro il tentativo di ridicolizzare e mettere in pessima luce la scienza igienista. Davvero grazie per aver banalizzato il contenuto del nostro incontro così bene! Non è che mi attendessi grandi cose, se non un minimo di mutuo rispetto e del mantenere la parola, facendo in modo che almeno parte del mio pensiero arrivasse integro al pubblico.

DUE PAROLE RISERVATE A PIETRO BISANTI

Ed ora veniamo al collega Pietro Bisanti che ha voluto stra-fare e stra-dire con dei commenti spettacolari da autentico palcoscenico. Lui in questo è impareggiabile. A mio parere Bisanti non dovrebbe dimenticare come l’ho sempre trattato, elogiato in pubblico ed in privato. Non solo gli ho pubblicizzato gratuitamente il libro, l’ho difeso da diverse pesanti critiche che arrivavano per certi suoi modi poco urbani e poco sensibili e continuerò a farlo a prescindere da qualsivoglia evento. Questo perché lo rispetto prima come uomo poi come collega, anche e soprattutto per le diversità che ci caratterizzano. In una cosa però speravo, più che trovare accordo su ognuna delle nostre tesi, speravo nel rispetto reciproco. Qui non girano parole come “merda” o “cazzo” e nemmeno offese e toni accusatori nei confronti di chi cerca la luce e la verità in un mondo ormai corrotto. E nel commento di ieri a me indirizzato sono stati usati decine di volte, pur mescolati a frasi di affetto e di circostanza. Vorrei infine ricordare a Bisanti che anche io amo troppo la mia e l’altrui libertà per colonizzare qualcuno. Al massimo cerco di dare il buon esempio. Esattamente come ho cercato di fare con la “giornalista”.

CONSAPEVOLEZZA DELLA NOSTRA FORZA, DELLA NOSTRA SCIENZA E DELLA NOSTRA UMILTÀ

Un messaggio valido in tutte le direzioni, specie verso i giornalisti così-così e verso gli amici in vena di sgambetti. Siamo scienziati e ricercatori autentici e non burattini. Siamo ben consapevoli delle nostre qualità e della nostra forza formidabile che discende dal rispetto delle Leggi Universali di Madre Natura e dei Comandamenti Superiori scolpiti sui cuori e sulla pietra di tutte le massime religioni originarie e genuine, oltre che della gente di buona volontà. Siamo anche consapevoli che senza umiltà, senza amore e senza buona educazione e buona disposizione d’animo non si va da nessuna parte.

PER LA VERSIONE LA7 SAREI UN GURU CHE BAZZICA LE TECNICHE VUDÙ

Torniamo a chi si è sorbito il mio intervento in versione manipolata. Valdo Vaccaro non è un guru e non guarisce nessuno. Tenta di educare la gente a comportarsi bene e a rispettare le leggi del Creato, nonché a conoscere se stessi, a conoscere i formidabili meccanismi del proprio corpo che portano ad auto-guarigione stabile e senza effetti collaterali, sempre a patto che non si sia oltrepassato il punto estremo di rottura e di non ritorno. Siamo all’assurdo e al rovesciamento dei ruoli. È la medicina convenzionale odierna che commette tutti i giorni questa stucchevole e inalterata nefandezza del trattare i sintomi e non i fattori causanti, del fare le sue prescrizioni fallimentari sulla base di protocolli standardizzati e mai personalizzati. Io sono un pitagorico, un ippocratico, un leonardesco e non un medicastro da due soldi bucati.

TRE DOMANDE CHE RICHIEDONO RISPOSTA

Valdo Vaccaro è uno che pone a tutti 3 precise domande:

1) Pensate davvero che il modo di vivere abbozzato in questi due anni e che sta per consolidarsi e normalizzarsi sia sensato, logico e sostenibile?

2) Pensate davvero che l’economia mondiale possa andare avanti per molto a suon di provvedimenti inflativi delle banche-falsarie centrali che continuano a stampare carta straccia, delle banche periferiche che continuano a fare signoraggio, dei governi che continuano a concedere fondi alle istituzioni servili, ai cittadini servili, alle categorie addomesticate e improduttive?

3) Pensate davvero che ci sia gente disposta a fare ogni 2 giorni il tampone per non perdere il proprio impiego, che accetti ad ogni mese nuove varianti Delta e Omicron, che sia disposta a farsi inoculare 3° e 4° e 5° dose, e che creda ancora alla favola della copertura vaccinale da farsi ogni 6 mesi?

STO PRESENTANDO DA ANNI LE BRUTTEZZE DEL RE NUDO SENZA LA FOGLIA DI FICO

Valdo Vaccaro è uno che mette a nudo le incongruenze, le cattiverie e gli isterismi della Medicina Convenzionale e della Virologia di regime, vale a dire quella masnada di falsi scienziati che ricoperti da maschere e da smorfie inguardabili, stanno tentando disperatamente di imporre i loro diktat e di farla franca, senza nemmeno accorgersi che la Piramide sta per crollare, che verranno presto smascherati per aver esagerato, per aver oltrepassato ogni limite di decenza coi loro inganni.

Valdes Sepich Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
52 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
52
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x