TUBERCOLOSI IN GUARIGIONE E FUORVIANTI ANALISI DEL SANGUE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

RESOCONTO SITUAZIONE DOPO 16 MESI DI DIETA NATURALE

Buonasera Dr Vaccaro! Volevo solo farle un resoconto della mia situazione dopo un anno e quattro mesi di alimentazione priva di derivati animali (il termine vegano non mi piace; un mio amico mi ha detto che i vegani sono del pianeta del nemico di Goldrake). Allora le scrissi, più o meno a Luglio, chiedendole consigli per mettere su peso visto le mie difficoltà a riguardo.
Devo dire che non sono riuscito a seguire al meglio i suoi consigli, vista la mia inappetenza.
Ciononostante, ad Agosto solo con primo di insalata e frutta secca più i miei 15 frutti giornalieri, sono aumentato di peso da 67kg a 71kg. Consideri che ho passato l’intero periodo da Aprile fino ai primi giorni di Ottobre al sole! Almeno due ore al giorno!

MALESSERI, FEBBRE E MICOSI AUMENTATE: UNA MACCHIA VIVENTE

Nei primi giorni di Settembre mi sono sentito male. Era già qualche notte che accusavo una sorta di bruciore di stomaco e fitte al fegato. Da qualche giorno avevo inoltre un prurito forte sul tronco e le braccia. Di lì a breve mi venne la febbre. Sfebbrato in un giorno in cui non mangiai nulla, decisi di prolungare il mio digiuno per altri due giorni! Pesantezza alla testa, debolezza diffusa e pressione sotto zero sono stati i sintomi predominanti. Al termine del terzo giorno potei constatare che il processo di pulizia non era concluso, in virtù della mia lingua bianca. Che fare? Comunque dovevo tornare a lavoro! Decisi di proseguire con un semidigiuno a sola uva per sette giorni. Il mio peso calò fino a 66kg.
Benefici? In apparenza nessuno! Le micosi della mia pelle, che mi perseguitano da quando avevo 12 anni- oggi ne ho 38- erano aumentate a dismisura!!!! Mi ritrovavo trasformato in una macchia vivente!

ERO DIVENTATO UN LEZAETA DISPERATO E LEI UN NUOVO PADRE TADDEO DI WIESENT

Perciò detto tra noi possiamo davvero stappare lo spumante! Io sono Manuel Lezaeta e lei Dr. Vaccaro è Padre Taddeo!
Non vedo benefici perché non soffro di nulla di conclamato. Dai tempi della tubercolosi polmonare, nel 2005, non ho fatto più un’analisi! Mi chiedo perché moltissime persone nel momento in cui cambiano alimentazione dopo un p’ si fanno le analisi del sangue. Perché mai? Non ho mai visto un rinoceronte farsi le analisi del sangue. Eppure i rinoceronti godono tutti di ottima salute!

LA CURA ANTIBIOTICA CLASSICA CONTRO LA TBC MI AVEVA SOLO CICATRIZZATO MA NON GUARITO

Una cosa però vorrei dirla. Quando mi ammalai di tbc, feci la cura antibiotica classica. Dopo un paio di mesi la lesione polmonare era cicatrizzata. Ma allora ero guarito? O meglio la cura con le medicine mi guarì? La mia risposta é NO! In effetti, facendo un’ attenta analisi della mia salute a posteriori, posso dire con certezza che i sintomi della TBC, molto silenti ed impercettibili a parte la tosse, si sono verificati tutti! Anche se in apparenza stavo e mi sentivo abbastanza bene, visto l’assenza di sintomi fastidiosi.
E adesso? Circa un mese fa ho avuto di nuovo una crisi tossiemica. Un bruciore di stomaco, ma un bruciore di stomaco che non le dico! Per non dire della pancia gonfissima. Il tutto superato con un giorno di digiuno ed un altro a sola frutta.

OGGI NON SONO PIU’ IN PRECARIO BILICO MA E’ TORNATO IL SACRO FURORE DELLA SALUTE

Posso dire con totale certezza che finalmente sto guarendo. Perché? Perché i sintomi suddetti che mi hanno accompagnato per anni stanno scomparendo! Perché sono una macchia vivente! E ciò mi dimostra che il mio apparato immunitario sta risolvendo le situazioni morbose all’interno del mio corpo con un vigore che prima mancava! Sento che in me non c’è più una situazione in bilico, in equilibrio precario. Lentamente mi sto fortificando e tutta l’energia che prima sprecavo per tenermi in piedi a malapena con sommo sforzo, adesso finalmente fluisce libera, riattivando meccanismi biologici da sempre in me, ma dormienti per via dei miei “auto-attentati!”

COSA SONO 1300 PASTI VIRTUALI DI FRONTE A 40000 PASTI DA SUICIDIO LENTO?

Mi affido alla natura! Pronto anche a morire di morte naturale, senza troppi attaccamenti! Si è perduta non solo la spontaneità del vivere, ma anche quella del morire! Sembra quasi che morire sia vietato.
Quando ho fatto il digiuno a Settembre e poi di seguito la cura dell’uva, alcuni amici mi hanno detto che ero pazzo ed estremista. Anche perché, a detta loro, dopo un anno di veganismo, che cosa mai c’era da espellere? Che dire? Gli ho risposto che 1300 pasti virtuosi nulla erano di fronte ai 40000 e passa da suicidio lento e doloroso del mio passato!

LE PAROLE SONO INSUFFICIENTI

Mi sono un po’ dilungato, mi perdoni!
Le cose in me vanno finalmente secondo natura! E questo grazie anche alla sua opera di divulgazione! Le parole sono insufficiente per dirle quanto bene le voglio!
Le auguro una buona Rinascita!
Marcos Fernandez

*****

RISPOSTA

UN GRAZIE E UN BUON NATALE A 360 GRADI

Ciao Marcos, mi stanno arrivando molti messaggi e approfitto per ringraziare e ricambiare tutti, anche quelli che al limite non si sono fatti sentire per un motivo o per l’altro. O magari per non intasare il mio computer.

RINGRAZIO TUTTI PER L’AFFETTO DI CUI MI STATE CIRCONDANDO, E RINGRAZIO TE PER QUESTA STRAORDINARIA TESTIMONIANZA ALLA VIGILIA DI NATALE

Mi è arrivato anche del prezioso olio di qualità da Oneglia, dei pinoli, dei libri interessanti, delle piccole ma sempre significative donazioni che coprono le spese collaborative dei miei ragazzi.
E’ antipatico per me dire, tra i tanti auguri di Natale quale sia il migliore, il più appagante, il più toccante, il più gradito. Di sicuro il tuo ha una valenza particolare.

La tua testimonianza arriva una settimana dopo il caso di TBC di una lettrice romana, e di una piccola antipatica diatriba con suo padre. E dunque rappresenta un importante pezzo da aggiungere al mosaico TBC. Il tuo modo corretto di operare e di interpretare gli eventi, passo per passo, è poi un’autentica lezione di igienismo per tutti, me compreso. Tu non hai accampato conoscenze a destra e a manca, non hai fatto sfoggio di sicumera medica o igienistica, non mi hai inviato improperi o messaggi di sfiducia nei momenti difficili. Hai saputo soffrire in silenzio ed aspettare, hai fare le cose con criterio, scienza, pazienza e vera umiltà, ed ora stai raccogliendo i giusti frutti. Una vera lezione di comportamento, di cui ti sono infinitamente grato.

MI DAI ANCHE MODO DI ANDARE PIU’ A FONDO SULLA INUTILITA’ ASSOLUTA DELLE ANALISI NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI

Non hai solo parlato di TBC, argomento di estrema rilevanza.
Hai detto una cosa importantissima, parlando dei rinoceronti. Hai toccato la faccenda delle analisi mediche del sangue.
Uno pensa che si tratti di analisi pure ed oggettive, e quindi di analisi scientifiche e indipendenti. Non è assolutamente vero. Trattasi di analisi sempre mediche, sempre parziali, sempre angoscianti, sempre fuorvianti. Non dovrebbero mai essere consegnate ai pazienti che poi ne fanno spesso uso sconsiderato. Anche ragionando in termini medici, andrebbero soltanto fatte a loro uso interno in aiuto a eventuali diagnosi (quelle sì da consegnare e spiegare).
Dove sta l’inghippo? Cerchiamo di spiegarlo, a uso dei lettori che mi seguono e delle stesse autorità sanitarie.

DOVE E COME LE ANALISI SBAGLIANO E IMBROGLIANO

1) Gli esami sono, anche per necessità e limiti, limitati ad alcuni dati che sono giudicati essenziali, ma restano ugualmente insufficienti per un quadro completo e sicuro della situazione.
2) Mancando ad esempio i dati sulla omocisteina (che molti medici ancora nemmeno conoscono), restano monchi, falsati e poco significativi i dati sul colesterolo e sui trigliceridi.
3) Mancando ai medici una preparazione igienistica, essi interpretano i dati stessi a modo loro, facendo sbagli clamorosi di cui non si rendono nemmeno conto. Eclatante il caso della B12 (range ufficiale e manipolato FDA 157-1059, ma range reale originale WHO 80-800 ng/mL), dove diagnosticano scarsità di B12 nei vegani che stanno intorno ai 100, quando invece dovrebbero dar loro un superpremio per salute eccelsa, visto che l’obbligo per tutti è di fluidificare il sangue e non addensarlo, e quindi per mantenere la B12 non a valori medi e sballati tra 157-1059, ma ai minimi termini vedo-non-ti-vedo, peso-non-ti-peso, tipici di questa vitamina odorosa più che ponderale.
4) Mancando ai medici una preparazione igienistica, essi non fanno le indispensabili correlazioni tra B12, B6 e B9. La piridossina B6 non viene nemmeno inclusa (ed è precursore della B12 e della B9). La B9 (folati) inoltre viene giudicata a parte come valore indipendente, senza fare le indispensabili correlazioni con la B12, mentre è strettamente interrelata (nel mio caso personale, ad esempio, la B12 sta sempre felicemente intorno ai 100 e la B9 sta sempre intorno ai 24 (range ufficiale sviante FDA 3,0-16,1 ng/mL).
5) Tutti i range della FDA sono basati su dati statistici presi in USA, su persone newyorkesi dal sangue denso tipico dei mangiatori di cadaveri, per cui non hanno valore universale.
6) Tutti gli esami vengono presi con modalità da flash istantaneo-fotografico, il che comporta una marea di errori interpretativi, visto che si dovrebbero fare esami di mattina a e di pomeriggio, in clima secco e in clima piovoso, a stomaco vuoto e a stomaco pieno, prima di una corsa e dopo la stessa, prima di un rapporto sessuale e dopo. E si dovrebbero poi fare dei raffronti ravvicinati e a distanza, per gli indispensabili raffronti e per le curve analitiche di andamento.
7) L’analisi istantanea offre i valori di quel momento, senza indicare il come e il perché, la provenienza e la destinazione di quei valori. Senza indicare se il valore fuori posto deriva da nuove intossicazioni in arrivo o da vecchie tossine incrostate che finalmente se ne vanno usando sempre il sangue come conduttore. Se una persona sta ad esempio cambiando dieta in senso virtuoso, e da onnivora sta diventando salutista-naturalista (vegana è parola contestabile e mi trovo d’accordo con Marcos), il suo sangue per diverse settimane è carico di tossine, di grassi, di minerali inorganici depositati, di porcherie disgregate, di noduli e tumori autolisi, di vecchie caffeine e cadaverine disciolte, di urati disincrostati alla ricerca della sospirata espulsione. Tutto questo grazie a lodevoli iniziative chelanti e purificanti intraprese dal soggetto, grazie a digiuni, semidigiuni e diete riequilibranti prive di odiose e ammalanti proteine, prive di intasanti e calcarizzanti acque in eccesso. Se uno fa le analisi in tali periodi, può trovarsi nel sangue eccessi di trigliceridi e di omocisteina, eccessi di minerali in disgregazione, e altre sorprese del genere, e magari si spaventa e cambia dieta, mentre stava andando al meglio e stava guarendo.

CONSEGUENZE NEGATIVE DELLE ANALISI, DELLE MAMMOGRAFIE E DELLE CIRCOLARI TERRORISTICHE (ESEMPIO: SALUTE FVG DEL 24/8/11)

Le analisi costano e qualcuno le deve pagare, poco importa se il soggetto o il sistema assicurativo. Servono? Certamente. Il più delle volte servono non ad auto-guarire con scelte comportamentali ed alimentari appropriate (che sono astruse, assenti ed estranee alla medicina) ma a far ammalare la gente, a trasformarla in malati immaginari, in soggetti frastornati e spaventati, in esseri alla ricerca ansiogena di soluzioni estreme, di soluzioni miracolistiche, di sostanze strane, di salvatori della patria che non esistono né all’interno della ciarlataneria medica, né all’esterno di essa.
Precisi studi hanno dimostrato che i noduli al seno insorgono e si rinforzano ad ogni nuovo controllo mammografico. Come mai? Sia con gli influssi perniciosi dei raggi che con l’ansia delle persone sotto esame.

PRIMO NON NUOCERE, OVVERO NON SPAVENTARE

Che senso ha da parte delle autorità statali e regionali lanciare campagne terroristiche sul controllo mammografico, sul controllo di eventuali tracce di sangue (spesso innocenti e causate da 1000 motivi), polipi “prima che diventino tumori”, e altre meraviglie sanitarie di questo tipo? Dico meraviglie in senso eufemistico, per non dire di peggio. Non solo per lo spavento generale generato nelle donne sane che sono in maggioranza. Ma anche per lo spirito cinicamente venale del sistema, Quello spirito che non cerca la salute, valore mai considerato realmente, ma va a caccia di nuovi clienti da operare, e spesso da sventrare e menomare più che da salvare.
Si legga, per chi non l’ha ancora fatto, la mia conferenza di Roma, del 22/9/11, “Tumore, barriera e strumento del sistema immunitario“.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x