VACCINO INFLUENZALE ROVINOSO E CATASTROFICO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

SCARSO ASCOLTO IN FAMIGLIA

Buongiorno Valdo, prima di tutto un grande Grazie! Sarò breve e concisa il più possibile. La seguo e la leggo da parecchio tempo, quindi so cosa devo fare quando il corpo mi parla. Nella mia famiglia di origine cerco di diffondere il verbo ma nessuno mi ascolta. Adottano da sempre la curomania e giù pastiglie ammazza-sintomo non appena hanno un dolorino!

UN PADRE 75ENNE DALLA SCORZA DURA ABBONATO AI FARMACI

Le scrivo per mio padre, 75 anni, valligiano della Val Camonica con scorza dura. Prende il farmaco per abbassare il colesterolo da 30 anni e uno per abbassare la pressione da 10 anni. È stato curato per i polipi alla prostata negli ultimi 15 anni. Ma ha sempre tenuto botta. Lo scorso settembre era qui da me e mi ha recintato tutto il giardino, lavorando 10 ore consecutive senza batter ciglio.

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE DAGLI EFFETTI DEVASTANTI

Arrivo al dunque. Lo scorso novembre fa di nuovo il vaccino antinfluenzale. Mia madre mi dice che lo fa da anni, mentre credevo che avessero smesso entrambi di farsi iniettare quella robaccia. Comincia ad avere un formicolio in tutto il corpo, grande calore alle gambe e arti che non sente più, diventa cupo e parla poco.

TUTTI I VALORI A POSTO MA LUI VA IN STATO DI CONFUSIONE E DI ASSENZA

Gli viene diagnosticata ansia e depressione. Si sottopone ad accertamenti neurologici con risultati tutti negativi. Ogni cosa e ogni valore apparentemente a posto, incluse analisi del sangue, TAC ed altro ancora. Ma lui nel frattempo, comincia ad andare in confusione, ha momenti in cui è assente, fa fatica ad esprimersi, non se la sente più di guidare. A livello cognitivo vi è una evidente regressione!

IL COLLEGAMENTO TRA DISTURBI NEUROLOGICI E VACCINO SONO EVIDENTI

Ora, la mia domanda è la seguente. Può tutto questo avere inizio e decorso così repentino senza una causa scatenante? Sono assolutamente convinta che il vaccino c’entri eccome! So perfettamente che mio padre non si alimenta in maniera del tutto sana ma, da 10 anni a questa parte, da quando è andato in pensione, ha coltivato e vissuto nel suo frutteto mangiando abbondanti razioni di frutta, stando quasi tutto il giorno all’aria aperta a contatto con la natura, facendo quindi molto movimento e nel contempo riposandosi una volta tornato dal campo. Non ha mai mostrato sintomi di perdita di memoria, anzi lui era quello che si ricordava sempre tutto, dalle marachelle della sua infanzia fino agli avvenimenti più recenti, quindi non vi sono mai stati prima d’ora sintomi di patologie a livello cerebrale.

VACCINAZIONE INSIDIOSA E DEVASTANTE, ALTRO CHE INNOCUA

Non sono a chiederle cosa bisognerebbe fare a livello di alimentazione. Io lo so, ma lui e coloro che gli stanno intorno non mi ascolteranno. Tu ragazza non sei un medico, mi rispondono, so che devo accettare anche questo. Le ho scritto dunque per portare questa testimonianza e insieme a lei capire e far capire ai lettori che la seguono, un’altra insidia così devastante quale è il vaccino antinfluenzale, e ovviamente non solo quello, da molti, soprattutto dagli anziani, considerato innocuo.

PERDERE LA MEMORIA E NON RICONOSCERE I TUOI CARI EQUIVALE A SCOMPARIRE E A SPEGNERSI

Perché, caro Valdo, mi duole il cuore vedere tante persone anziane finire la loro vita nell’immemore oblio. Non camminare più come una gazzella, non avere più 10/10 di vista, non sentire più bene è ancora accettabile, poiché ci sono il bastone, gli occhiali, gli auricolari. Ma non riconoscere più i propri figli, la moglie e gli amici e concludere la loro faticosa vita in un mondo a parte, dove noi non possiamo entrare, è davvero disumanizzante! La saluto con tanto affetto e grande stima. Namasté.
Sonia

*****

RISPOSTA

ESSERE MEDICI NON È NECESSARIAMENTE GARANZIA DI TRASPARENZA

Ciao Sonia. Quando in famiglia ti dicono che non sei un medico, devi ribattere che proprio in forza della tua posizione di non-medico sei qualificata a dare risposte trasparenti e veritiere, non finalizzate a difendere i produttori delle statine, dei farmaci, degli integratori e dei vaccini.

GLI ANZIANI RAPPRESENTANO VITTIME FACILI DA MANOVRARE E DA CONVINCERE

Per il resto hai sollevato un problema di non poco conto. La maggioranza della popolazione anziana si comporta esattamente nelle modalità che hai descritto e, sotto la martellante azione degli spot televisivi e della disinformazione medica, valuta l’antinfluenzale come un reale strumento preventivo e salva-vita, nonché innocuo. Viene insegnata la paura della febbre, la paura del virus e del batterio, la paura di morire, come se poi un velenoso concentrato di veleni chiamato vaccino potesse liberare la gente dai propri rischi e dalle proprie debolezze.

LE MORTI SOSPETTE CAUSATE DAL FLUAD DELLA NOVARTIS

In concomitanza con la somministrazione del vaccino anti-influenzale ci sono state diverse morti sospette. L’Agenzia italiana del farmaco AIFA ha pertanto deciso di bloccare a titolo cautelativo l’utilizzo di 2 lotti del vaccino Fluad prodotto dalla Novartis Vaccines and Diagnostics, ossia le partite con numeri identificativi 142701 e 143301 prodotte negli stabilimenti dell’azienda che si trovano in provincia di Siena.

SEGNALAZIONI VOLUTAMENTE RITARDATE

I primi decessi sospetti sarebbero avvenuti tutti tra il 12 e il 18 novembre, e non si sa come mai la segnalazione sia arrivata con almeno una settimana di ritardo. Uno dei pazienti è morto a un’ora dalla somministrazione del Fluad per un evento cardiovascolare avverso, mentre gli altri due decessi sono stati registrati entro 48 ore dal vaccino, entrambi per infiammazione del sistema nervoso centrale. L’identità dei pazienti non è stata diffusa, ma si sa che due di loro erano siciliani, uomini siracusani di 68 e 87 anni con patologie pregresse, mentre un terzo paziente sarebbe una donna di 79 anni deceduta a Termoli, in Molise, che era stata ricoverata per una sospetta meningite.

I VIRUS NON VIAGGIANO NELLA FLUGGE

È importante prendere nota che i virus non stanno nell’aria, come ci raccontano i medicastri e i creatori di oscure e ataviche paure pestilenziali. I virus sono polvere e detriti cellulari, ossia materiale morto proveniente dalla nostra normale e fisiologica moria giornaliera di cellule. Non possono galleggiare e quindi viaggiare nell’aria, cioè nelle Flugge, ossia nelle bollicine di vapore acqueo in sospensione nell’aria, come raccontano i narratori pseudo-scientifici a libro paga delle multinazionali.
Non possono farlo perché sono 1000 volte più grandi della più grossa bollicina di vapore Flugge!

VACCINAZIONI DEVASTANTI E PRIVE DI QUALSIASI EFFETTO BENEFICO

La Sanità Mondiale continua a vendere antivirali che non servono a nulla. Continua a iniettare vaccini e a creare grave immuno-depressione nella popolazione mondiale, preparando quindi la strada alla vera futura pandemia da essa prodotta e gestita con anni di anticipo. L’influenza suina, scandalo enorme degli anni scorsi, non si chiama più con quel nome bensì Influenza A. È con questi trucchi che si mantiene e si amplifica il mercato dei malati. Quel mercato che genera sì salute, salute nei formidabili fatturati delle multinazionali del farmaco, del vaccino e dell’integratore. Il tutto sulla pelle dei malati di oggi e di domani.

LACCHÈ, GALOPPINI E LECCAPIEDI DI BIG PHARMA

Gli Enti Governativi Nazionali sono tutti dei lacchè e dei servi di Big Pharma, altro che Autorità Sanitarie al servizio della cittadinanza. Sono propagatori dell’unica e più grave malattia umana, che è  l’ignoranza! Virus e batteri non sono causa di influenza. Influenza e raffreddore sono la risposta naturale a situazioni di infiammazioni intestinali, di alterazione del pH digestivo, degli enzimi e della flora batterica.

SCOPO DELLA INSANA SANITÀ MONDIALE È L’IMMUNO-DEPRESSIONE DEI POPOLI

I batteri vivono in simbiosi ed in preziosa alleanza con noi medesimi. I virus endogeni poi sono materiale morto proveniente dalle nostre cellule ricambiate. Vengono sbandierati e demonizzati come spaventosi mostriciattoli onde generare paura agli ignoranti ed agli allocchi, affinché si vaccinino, si indeboliscano e si immuno-deprimano sempre più, diventando così clienti fissi per tutte le possibili malattie del vasto repertorio medico.

LE STESSE AUTORITÀ SANITARIE AMERICANE CONFESSANO CHE IL VACCINO ANTINFLUENZALE È PRIVO DI VALORE

Il vaccino antinfluenzale? Non serve a nulla o quasi perché non diminuisce il tasso di mortalità tra gli anziani. Lo sostiene un recente studio realizzato dal National Institute of Allergy and Infectious Disease di Chicago, secondo cui il numero dei decessi delle persone anziane negli ultimi vent’anni è rimasto invariato nonostante sia cresciuto del 65% il numero di coloro che hanno utilizzato il vaccino.

ERRORI DI CALCOLO E PREVISIONI SBALLATE

Gli scienziati, all’inizio, avevano invece previsto che il vaccino avrebbe diminuito la mortalità tra gli anziani anche del 40%, una cifra che è stata smentita dalla realtà. Secondo i ricercatori del Centro sulle malattie infettive ed allergiche di Chicago, gli studi precedenti avevano evidenziato, sbagliando, un calo della mortalità in quanto non avevano preso in considerazione una serie di fattori come le complicazioni derivanti dall’influenza una volta guariti, e la mancata formazione di anticorpi nelle persone anziane.

PARALISI DI CIRCA 200 SOGGETTI VACCINATI CON METÀ DI ESSI PASSATI ALL’ALTRO MONDO

Le autorità USA si guardano bene di segnalare all’opinione pubblica, la tragica conclusione della campagna vaccinale per l’influenza del 1976, che costò 135 milioni di dollari e fu sospesa per la sopravvenuta paralisi di circa 200 soggetti con la morte di 100 di questi. Il National Inquirer accusò il governo USA di negligenza grave!

FALSITÀ E IPOCRISIA ALL’ORDINE DEL GIORNO NEL CAMPO VACCINI

Le balle e le menzogne che si raccontano per convincere a vaccinarsi non hanno mai fine, mentre non si parla mai degli eventi avversi dei vaccini, dei gravi danni subiti dai vaccinati. Dopotutto, con il vaccino per l’influenza aumentano i morti, soprattutto fra gli anziani. Un modo come un’altro per liberarsi dei percettori di pensioni che pesano sul bilancio statale. Se i pensionati defungono prima, la pensione non si paga più, o si versa dimezzata alle vedove, per cui lo stato risparmia.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.