VEGAN-CRUDISMO AVANZATO E POMODORI ECCEZIONALI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

PREDILIZIONE PER LA FRUTTA E INTEGRAZIONI CON VERDURE E CENTRIFUGATI

Ciao carissimo maestro, tutto OK? In questo mese faccio un anno che mi sono lasciata alle spalle l’orribile alimentazione onnivora, e la cosa più bella è che posso ritenermi crudista al 99%. Prediligo però sempre la frutta e, quando ho voglia di altro, mi faccio delle mega-insalate di verdure miste a foglie verdi, centrifugati di tuberi, sedani, carote e mele come consigli tu, e mi sento fisicamente sempre meglio.

SOLITUDINE SPIRITUALE

A volte mi sento spiritualmente un po’ sola, perché la mia alimentazione frugale, e la voglia di natura e di libertà contro le idee fisse, e i luoghi comuni di questo sporco sistema, fanno allontanare gli altri da me e me dagli altri. Ormai, in questa società, l’unico modo di stare insieme è davanti a un caffè, a un aperitivo, a una pizza, o peggio ancora davanti a un arrosto misto di cadaveri.

PROBLEMATICI RAPPORTI COI MANGIA-CADAVERI

Si pensa solo alla pancia. Non è facile per me stare a tavola con gli onnivori. Potrebbe risultare estremistico da parte mia, e infatti vengo accusata di questo, ma io provo davvero dolore e solo tu puoi capirmi. Da “collezionisti di merda” vengo criticata per aver scelto lo stile vegano anche per i miei figli, che sono “carne che cresce”, come amano definirli i mangia-salme pieni di diverticoliti. Ma io me ne sbatto!

PULITA DENTRO E FUORI, VERSO UN’ESTATE PIU’ FRUTTARIANA E MENO VERDURIANA

Domani incomincio un digiuno di sette giorni. Voglio fare anche questa esperienza. Oramai sono brava nei digiuni di tre giorni ed è ora che vada oltre. Voglio andare incontro all’estate più pulita dentro e fuori, e non vedo l’ora che arrivi tutta quella meravigliosa frutta estiva che so già mi farà mettere da parte un po’ le verdure.

UN PARERE SUI POMODORI

Caro Valdo, io amo anche i pomodori e di solito, in estate, li mangio da soli, o centrifugati o ad insalata con tanto basilico, che ne pensi? E’ un frutto adatto a noi? Se avrai il tempo di rispondere sarò felicissima, altrimenti mi soddisfa già l’onore di mandarti una comunicazione. Non sai cosa darei per avere il mio mentore vicino. Un giorno ti conoscerò. Grazie sempre per le tue valide e necessarie tesine. Bacioni.
Elena

*****

UN FRUTTO ROSSO CARICO DI PREZIOSI MINERALI E DI VITAMINA-C

Ciao Elena, Non mi perdo in complimenti e ti auguro un perfetto digiuno in preparazione ad una magnifica estate carica di frutta e di pomodori in particolare. Lasciamo stare i succhi in scatola, le salse e le cose confezionate, che per quanto buone al palato, poco di utile hanno. Consumato invece rosso maturo, ma sempre come crudità, il pomodoro è un frutto incomparabile che ci regala zolfo, fosforo e sodio organicati.

Al pari di meloni e angurie, il pomodoro va mangiato preferibilmente da solo, per una migliore assimilazione, anche se col cetriolo rappresenta un discreto abbinamento. Il contenuto vitaminico-C di un pomodoro copre il 50% della quota vitaminica giornaliera. Ottima anche la presenza di vitamina-A.

POMODORO SIGNIFICA ANCHE FLAVONOIDI, PIGMENTI ANTIOSSIDANTI E ANTICANCEROGENI

Ma non è finita. Parlare di pomodoro significa parlare di licopene, pigmento rosso con attività antiossidante che supera quella del betacarotene e dell’alfa-tocoferolo. Il licopene si trova anche nei pompelmi rosa, nel melone e nella papaia. Simile al resveratrolo (kiwi), alla curcumina (curcuma, agente colorante del curry), alle antocianine (mirtilli, lamponi, more, ribes), il licopene è un nutraceuta o un flavonoide dotato di ampio spettro di proprietà benefiche che vanno dagli effetti ipocolesterolizzanti, ai cardioprotettivi, agli anti-infiammatori, agli anti-mutageni. Un alto livello di licopene nel sangue significa minor rischio tumorale, specie alla vescica, al pancreas e alla prostata.

LICOPENE E ZEAXANTINA A PROTEZIONE DEL CERVELLO

E’ risaputo che l’invecchiamento cerebrale e la perdita della memoria sono dati dalla carenza di carotenoidi. Il principale responsabile delle malattie degenerative, tipo l’Alzheimer, è lo stress ossidativo, in quanto distrugge i neuroni, ossia le cellule nervose. Licopene e zeaxantina sono contenuti in grande quantità nei pomodori maturati al sole, e sono tra gli elementi più adatti a proteggere il cervello dal rischio di malattie degenerative.

MAI UN GIORNO ESTIVO SENZA POMODORI

Devo fare complimenti a me stesso per le quotidiane abbuffate di pane integrale, pomodori. basilico e pinoli che mi facevo nei campeggi estivi a Lignano Pineta, dopo le pesche e il grappolo d’uva introduttivi. Da studente squattrinato guardavo anche al budget giornaliero, e i pomodori avevano un prezzo accessibile. Più scelta economica che ideologica dunque, non conoscendo ancora cosa fosse il licopene. Eppure sentivo che era la scelta giusta, e ne avevo la controprova tutti i giorni, con chilometriche nuotate e incessanti attività sportive.

A CAMBIARE IDEA C’E’ TUTTO DA GUADAGNARE

C’è gente che va a cercare il colore rosso nel sangue altrui, commettendo un grave sopruso e trovandoci solo malattia e negatività. C’è qualcuno che non sopporta e non digerisce i pomodori? Sarà meglio cambiare idea e introdurli piano piano in modo sereno e progressivo, visto che c’è troppo da perdere e poco da guadagnare senza di essi. Ovvio che più uno mangia acidificanti e patologiche proteine animali, cibi junk, pasta stracotta, latticini e dolciumi, e meno spazio digestivo rimarrà per i frutti della natura, per le bacche, per i pompelmi, per i meloni e, in particolare, per i magnifici pomodori.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Ti capisco Elena, capisco cosa vuol dire essere criticati, sbeffeggiati o isolati o addirittura perseguitati a causa delle proprie scelte alimentari…. gli ignoranti si fanno forza del fatto di essere in netta minoranza e con arroganza prendono in giro i pochi come noi che sono invece ben informati, sensibili e che hanno ragione. Non badarci, fregatene, cerca compagnia tra chi è come noi e ignora le provocazioni. Controbattere non serve a nulla, purtroppo la massa vince per la forza del numero, come un branco di bisonti che calpesta i fiori del campo