VEGETARISMO TENDENZIALE CRUDISTA PER MUSCOLI DA RECORD

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

INTERESSE PER LO SVILUPPO MUSCOLARE

Salve Valdo, Le scrivo perché da tanto tempo leggo i suoi articoli. Sono affascinato soprattutto da quelli che riguardano lo sviluppo muscolare. Sono un grande appassionato della cultura fisica naturale senza nessun tipo di aiuto. Amo curare la muscolatura semplicemente mangiando, senza integratori e soprattutto senza farmaci.

UNA SFIDA AL BODYBUILDING E AI PALESTRARI

Leggo cose che mi spiazzano completamente, ma a cui ho riservato una certa speranza dentro di me.
Ho sempre sospettato che non bisognasse mangiare 150/200 g di proteine per la sintesi proteica! Sono sempre aperto a nuove verità a riguardo, e lei attualmente è l’unica persona che può aiutarmi a schiarire il tutto. Vorrei chiederLe, anzi vorrei lanciare una sfida contro il popolo del Bodybuilding.

UN PROGRAMMA ALIMENTARE VOLTO A RIDURRE LA MASSA GRASSA

Sarebbe disposto a creare un programma alimentare diviso in 7 giorni, volto a favorire la crescita muscolare e ove possibile a ridurre la massa grassa? Vorrei testare un’alimentazione con le sue ideologie. Dieta da seguire per la durata di 3/4 mesi, per valutarne gli effetti e decidere se continuare o meno.

LE MIE CARATTERISTICHE FISICHE ODIERNE

Ho 25 anni, sono alto 182 cm, peso 88 kg ed ho una massa grassa del 15% circa. Spero possa aiutarmi, documenterei tutto con foto da poter usare come testimonianza sul suo Blog. In attesa di una risposta Le porgo i miei più cordiali saluti.
Michele Buonviso da Trapani

*****

RISPOSTA

MASSA GRASSA E MASSA CORPOREA

Ciao Michele. La massa grassa o FM, Fat Mass, rappresenta la percentuale totale dei lipidi nel corpo, rispetto alla massa corporea totale. Si suddivide in grasso primario o essenziale e in grasso di deposito. Il primo riguarda la quota di adipe contenuta nel sistema nervoso centrale, nel midollo osseo, nelle ghiandole mammarie, nei reni, nella milza e nei tessuti. Il grasso essenziale possiede un ruolo fisiologico di primaria importanza.

DIVERSITÀ TRA MASCHI E FEMMINE

Per i soggetti maschili,  la minima percentuale di FM non dovrebbe scendere al di sotto del 3-5% , mentre nelle femmine il grasso dovrebbe attestarsi al di sopra del 12%. Andando sotto tali livelli c’è maggiore suscettibilità alle infezioni nei maschi e a crisi amenorreiche nelle femmine.

MASSA GRASSA INFERIORE NEGLI ATLETI

Il grasso di deposito, accumulato nel tessuto adiposo rappresenta la principale riserva energetica dell’organismo. Si trova soprattutto a livello sottocutaneo, ma anche in sede viscerale. I valori normali si aggirano intorno al 12%. La massa grassa totale rappresenta dunque il 15 ed il 24% della massa corporea totale rispettivamente. Questi valori sono molto inferiori negli atleti, dove si raggiungono livelli prossimi alla percentuale di grasso primario, e sono decisamente superiori negli obesi.

LE PERCENTUALI CALORICHE-PROTEICHE SONO SORPRENDENTI

Costruire buoni muscoli con una dieta vegana è facile e non serve provarlo. Basti ricordarsi il contenuto calorie da proteine pubblicato dall’USDA (US Department of Agricolture). Tali tabelle indicano un 5,9% di contenuto proteico nel latte di mamma, 6,7% nella frutta acquosa, 11% in noci e semini, 13% nei cereali, 22% nei vegetali crudi, 28% nei legumi.

LE RACCOMANDAZIONI DEI NUTRIZIONISTI AMERICANI E CANADESI

Per le persone normali bastano 24 grammi al giorno in media, visto che andando oltre il corpo va in acidificazione. Dal 2009, le tre maggiori istituzioni americane sulla nutrizione (ADA American Dietetic Association, Dietitians of Canada e American College of Sports Medicine) hanno stabilito la quota di 1,2-1,7 grammi per kg di peso corporeo totale, per cui l’ideale per un maschio attivo e atletico di 100 kg è una quota di 120 grammi. Nel caso tuo, la quota di mantenimento peso sta a 105,60 grammi di proteine al giorno.

PIÙ CHE AL RAFFORZAMENTO OCCORRE PENSARE ALLA DEPURAZIONE

I menu non vanno comunque fissati sulla base di bilance e bilancini, ma sempre su segnali dei propri sensori di fame e di sete. E vanno fatte pure importanti considerazioni. Le proteine, a differenza dei grassi, non possono essere depositate. Se consumate in eccesso sulle reali necessità e sulle effettive capacità digestive, assimilative ed espulsive, le proteine devono poi essere disgregate da fegato, reni e muscoli, tutti organi che vanno sotto stress caricandosi di sottoprodotti tossici quali le scorie interne, i residui putrefattivi e gli acidi urici, visto che ogni kg di carne contiene 30 grammi di purine che diventano acido urico. Le proteine sono composte da aminoacidi e sono pertanto acidificanti, trasformandosi in acido solforico che causa osteoporosi e calcoli renali. Al contrario, frutta e verdure sono alcalinizzanti, prevengono i calcoli e preservano la salute delle ossa.

OSSERVIAMO GLI ANIMALI PIÙ FORTI PER IMPARARE

Ognuno deve personalizzare la propria dieta in base alle sue necessità concrete e variabili, rendendola sostenibile e ottimale, ascoltandosi giorno dopo giorno e verificandone sul piano reale effetti e conseguenze. Se poi diamo uno sguardo alla natura ci rendiamo conto che animali forti e massicci come elefanti, bufali, rinoceronti, ippopotami, gorilla, si mantengono al meglio mediante diete vegan-crudiste non tendenziali ma rigorose al 100%.

I MAGGIORI CAMPIONI DEL MONDO STANNO SULLA SPONDA VEGETARIANA

Guardando statistiche e risultati sportivi, scopriamo che i maggiori recordmen mondiali nel triathlon e nel decathlon, nelle scalate alpine ed himalayane, nelle immersioni, nella velocità, nella corsa ad ostacoli, nel tennis, nel nuoto, persino nella lotta libera e nel tiro alla fune, appartengono ad atleti vegetariani. I maggiori campioni del body-building adottano diete vegetariane, lo dovresti sapere. Non so cosa altro si voglia per lanciare delle sfide alla proteino-mania.

CICLI CIRCADIANI E SCALA DEI VALORI VIBRAZIONALI

Non resta che partire applicando i cicli circadiani, con frutta acquosa e spremute fresche di mattina e nel tardo pomeriggio, integrata convenientemente da crema di avena, da avocado, da datteri, mandorle, pinoli, pistacchi e pop-corn. Abbondante terrina di verdure crude come esordio a pranzo e cena, alternando radicchio, valeriana, lattuga, finocchio, carciofi, carote, rape, bietole, ravanelli, tarassaco, crescione, acetosa. Secondo piatto a piacere, ma basato essenzialmente su patate, zucche, minestre di verdure, gnocchi, verdure cotte in modo intelligente, fagioli, fagiolini, lupini, piselli, pasta alle verdure, castagnaccio, strudel di mele e pere senza zucchero ma con uvetta e frutta secca. Sempre ricordando l’importanza strategica di consultare la scala Simoneton sulla vitalità, la radianza e la vibrazione dei cibi assunti.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

15 commenti

  1. Donatello Apa on

    Ciao valdo vaccaro sono un uomo di 42 anni mi anno trovato un adenoma sulla chiandola surrenale destro a basso livello lipidico mi anno detto che aumenta la pressione in fatti prendo 4 pastiglie al giorno ce una dieta apposta ho una cura dove si può guarire grazie mi chiamo Donatello

  2. Donatello Apa on

    Ciao valdo vaccaro sono un uomo di 42 anni mi anno trovato un adenoma sulla chiandola surrenale destro a basso livello lipidico mi anno detto che aumenta la pressione in fatti prendo 4 pastiglie al giorno ce una dieta apposta ho una cura dove si può guarire grazie mi chiamo Donatello

  3. Donatello, se vuoi contattare Valdo devi inviargli una mail. Solitamente non legge i commenti.

  4. lino19051963 on

    Caro Michele,non perdere tempo a pensare a come costruire i muscoli,dedicati a pensare positivo a mangiare sano e vivere in pace con tutti.Allenati fino alla soglia della stanchezza ,come meglio credi,pero'ascolta attentamente tutti i messaggi che ti invia il corpo ,non andare oltre misura .Pensa che il muscolo piu'importante del nostro fisico è la mente,lascia perdere la competizione dei palestrati,sono gonfi di chimica come i palloni delle feste ,basta un po'e si sgonfiano con tutte le conseguenze.Parlo di me:prima di tutto osservo i ritmi circadiani,mattina digiuno con una super spremuta di agrumi seguita da corsa x un'ora e 50 min.alle 13.30 scorpacciata di frutta succosa alle 16.00 idem seguita da pesante allenamento con i pesi ,cena con tanta insalata legumi verdura frutta secca ecc.ecc.RISULTATO EX DIETA ZONA,piu'forte di prima non sento piu' la stanchezza ,recuperi veloci,muscoli scattanti ma non vistosi e gonfi.A proposito io seguo Valdo,e quando mi è possibile contribuisco(anche con qualche contributo economico) a diffondere i suoi insegnamenti preziosi,tutto questo a 52 anni.Saluti Lino da LECCE.

  5. Antonio Armando on

    Caro Lino, è un vero piacere apprendere delle tue "ridicole" performance… " un altro povero sfigato e denutrito che allunga la nostra lista di persone deboli, tristi,anemici, apatici, smidollati, etc. etc.

  6. E infatti io per esempio non cado nella vostra trappola. E mi riposo praticamente sempre. Non voglio rischiare di essere triste, apatico ecc…ecc…ecc…

  7. Antonio Armando on

    e fai benissimo Roberto!
    qui c'è in gioco la vita. meglio non correre (in tutti i sensi) inutili rischi 😉

  8. Va bene, detto questo, apro la famosa rubrica :"mangia sano e vai lontano". Pappato una minestra bomba a pranzo. Fatto bollire l'acqua (filtrata)con poco sale integrale e dentro una patata vitelotta a pezzetti e qualche frammento di funghi secchi porcini. Dopo poco messo giù una manciata di granulato d'orzo e spento il tutto dopo tre minuti. Nel frattempo frullato col mio nuovissimo magico "ergo mix" (frullatore tedesco….ma si capisce quando parla e gira) i seguenti prodotti rigorosamente crudi : due noci,pezzo di cipolla, spicchio d'aglio, carota viola, pezzo di crauto violetto, 4 pomodori ciliegini, due carciofini (però cotti e conservati in acqua ),spinaci e radicchio. Tocchetto di miso. Niente olio che copre il sapore. Gettato con fiducia nella minestra et voilà; me ne sono spolverato due bei piatti. Digeribilissimo,almeno per me. E la prossima volta ci aggiungerò pure due bei peperoncini freschi, tanto per movimentare la giornata. Siete pregati di non copiare troppo. Anzi fate come volete ma basta che non lo venite a togliere a me. Sarebbe un gravissimo errore.

  9. Antonio Armando on

    il gravissimo errore lo fai tu nel sottovalutarci.
    tieni alta la guardia.
    e non perdere di vista le tue vivande!

  10. Arvo, ma il tuo piatto deve essere qualcosa di speciale! Quelle patate vitellotte mi stuzzicano…Occhio a serrare la porta, stanotte tenterò un sopralluogo armato di mestolo…e se riesco a giungere alla cucina…

  11. Purtroppo questo piatto ha anche effetti collaterali che non mi sembra giusto nascondere. Si tratta di induzione agli errori nell'espressione della lingua italiana.La frase "basta che non lo venite a togliere a me" non è il massimo. Era più giusto dire :"l'importante è che non lo VENIATE a togliere a me". Però appena digerito mi sono subito accorto dell'errore. Daltronde è anche sbagliato scrivere "patate vitellotte", perché il vocabolo esatto è "vitelotte". Devis, ho capito! Anche tu hai mangiato la mia minestra!! Appena digerito vedrai che mi darai ragione.

  12. Ah, che sollievo! E io che credevo si trattasse di una varietà di patata con dna bovino…non si sa mai di questi tempi…

  13. lino19051963 on

    Antonio Armando,ho sempre accettato le opinioni altrui e lo faro'anche con lei. Non sono uno sfigato,denutrito, debole,triste,anemico smidollato,ecc.ecc.Ho solo consigliato a Michele ,di vivere l'attività sportiva in modo sano senza nessun aiuto o sostegno chimico,al fine di non procurarsi danni fisici ed economici.Pertanto,se ha delle solide basi di attivita'fisica e sportiva,tali da illustrare al caro amico Michele ,si faccia avanti. Saluti Lino da LECCE.

  14. Antonio Armando on

    carissimo,pregiato e stimato Lino, mi sa che ti è sfuggito il tono "velatamente" sarcastico del mio intervento che, in realtà, vuole sottolineare ancora una volta (laddove necessario) come l'alimentazione vegana sia perfettamente indicata anche per chi fa un tantinello di sport (tipo un certo Carl Lewis. solo per citarne uno tra i più anonimi). su questo blog siamo un discreto numero che si dedicano con passione allo sport e, pur in assenza di schemi fissi di allenamento ottengono risultati che un onnivoro medio nemmeno si sogna. apprendere dei tuoi risultati rientra in tale realtà. perché i numeri non necessitano di troppe elucubrazioni.
    personalmente (mi scusino gli altri se mi ripeto) corro tra i 60 e gli 80 km a settimana. uscite tra 18 e 23 km. tempi tra l'ora e venti e l'ora e 50. altri 100 km circa a settimana me li sparo in bici per andare a lavorare. due tratte al dì da 10 km che copro in una mezz'ora cadauna. viaggio per le 44 primavere. sono alto 187cm per 78kg.ho due figli di 8 e 4 anni. siamo vegani da più di quattro anni. mai stati meglio in vita nostra. spero di averti chiarito la mia posizione.
    un caro abbraccio a te ed alla fantastica città in cui hai il privilegio e la fortuna di vivere!

  15. lino19051963 on

    Ebbene si caro Antonio Armando,con grande soddisfazione apprendo di non aver capito il tono della prima tua risposta.Pensavo fosse la solita burla o presa per i fondelli cui sono fatto oggetto da quando la penso e vivo <>.Avevo già preso educatamente le distanze dandoti del lei, precauzioni necessarie per allontanarmi da chi non e'sulla mia stessa sintonia senza entrare nei particolari.Ho avuto dei risultati e riscontri fantastici, con il solo leggere le tesine e lettere che giornalmente arrivano al caro Valdo,i primi tempi leggevo incredulo i suggerimenti e risposte alle varie problematiche altrui, poi ho sperimentato il tutto pensando :non mi vende nulla,non prescrive nulla,professa la non cura,consiglia la vita all'aria aperta ,bagni di sole,di mare ,di fare sport o attivita'fisica senza esagerare, largo uso di frutta di verdura e quant'altro di naturale ,perche' non provare? Il resto e' realta' quotidiana, e'come avere un conto in banca illimitato ,mi gestisco a mio piacimento,sopratutto a livello psichico e' aumentata l'elasticità mentale cosa che prima c'era ma era condizionata dagli eventi.Passando all'igienismo pratico, so come e cosa mangiare,ho smesso di assumere qualsiasi sostanza chimica sopratutto zucchero ed integratori,e come tutti ho pagato il dazio delle espulsioni attraverso ricorrenti e frequenti raffreddori e broncopolmoniti.Ci sarebbe da scrivere tanto,pero'bisogna capire che ci sono molte resistenze ed interessi in circolo,e bisogna fare attenzione e non esporsi tanto,rischiando di essere trattati come appestati o fanatici.Caro amico,sei nel pieno della forza e dell'entusiasmo nei confronti dell'attivita' fisica,ti capisco e puo' capire solo chi si allena ed e' nel pieno delle forze e salute,personalmente ho ridotto un po'il ritmo,ma sono in procinto di ripartire piu'intensamente nei prossimi giorni,anche se prediligo di piu' la distanza alla velocita'.E per chiudere, mi ha fatto piacere rispondere alla tua precisazione, spero in futuro di leggere qualche tuo suggerimento su questo blog .Saluti Lino da LECCE.