ANSIA, IPOCONDRIA, COLESTEROLO E RICERCA DI UNA STRADA MIGLIORATIVA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

RICERCA SUL RAPPORTO TRA BENESSERE E ALIMENTAZIONE

Gent.le Dr Vaccaro, Facendo una ricerca sui rapporti tra benessere e alimentazione ho trovato il suo blog che mi è parso interessante, anche se non ho avuto molto tempo per approfondire. Così mi sono decisa a scriverle anche se capisco che lei sia molto impegnato e che non possa rispondere, almeno con sollecitudine, a tutti quelli che le chiedono un parere. Ma io sono nell’ansia più completa perché penso di avere tutto e il Dr Google non mi dà risposte certe! Dai medici ci vado poco perché temo che alla fine mi trovino davvero qualcosa e di finire in un ginepraio dal quale sarebbe difficile levare le gambe. Mi chiamo Maria, ho 63 anni, peso 55 Kg per circa 1,65 di altezza.

SONO IPOCONDRIACA E NON SO ANCORA COSA SIA IL BENESSERE PSICOFISICO

Premetto che sono gravemente ipocondriaca fin dall’infanzia e, anche se finora non ho avuto malattie importanti a parte dei fibromi uterini per i quali ho subito un intervento di isterectomia all’età di 43 anni, non so cosa sia il benessere psicofisico, perché per un motivo o un altro ho sempre qualche disturbo.

CUORE CON EXTRASISTOLE ED ANSIA CHE PRODUCE TACHICARDIA

Le ossessioni riguardano principalmente il cuore. Da quando avevo circa 20 anni ho le extrasistole, anche se negli ultimi tempi sono diminuite, forse perché sono andata in pensione. Anche mia madre ha sofferto di extrasistole per anni. All’elettrocardiogramma risultano anomalie aspecifiche, dall’eco e dall’elettrocardiogramma sotto sforzo non è risultato niente di anormale, ma sono passati 5 anni da quando li ho fatti e non ho proprio il coraggio di rifarli. Talvolta ho meno di 60 battiti, ma se vado da un cardiologo crede che sia tachicardica perché la paura mi fa aumentare i battiti. La pressione oscilla, da bassa a normale ad alta, anche se ultimamente i periodi di pressione alta sono rari.

COLESTEROLO ALTO AL PARI DI MIA MADRE CENTENARIA

Ma soprattutto ho il colesterolo alto, già da prima dei 40 anni, pur con varie oscillazioni e spesso in passato con un rapporto tra colesterolo totale e HDL nella norma. La mia dottoressa vorrebbe che prendessi le statine, ma io ho letto che possono avere gravi effetti sul fegato e sui muscoli e che abbassano il livello del coenzima q10 e che quindi possono danneggiare anche il cuore invece di proteggerlo. Gli integratori e la dieta non hanno però nessun effetto su di me. Penso che si tratti di problema genetico, perché anche mia madre ha sempre avuto il colesterolo alto con valori di colesterolo totale anche intorno a 380, ma con HDL sempre intorno a 70. Lei ha 101 anni, quasi 102, ma quel che non ha fatto male a lei non è detto che sia così gentile con me. E poi sembra che l’eredità genetica incida solo per il 30%.

CONSIDERAZIONI SULLA GENETICA DI FAMIGLIA

Del resto il padre di mia madre è morto all’improvviso di non meglio specificata malattia cardiaca all’età di 46 anni e la madre a 76 anni di edema polmonare, ma a 66 aveva avuto una trombosi e quindi lei non è certo arrivata alla sua età (pur con una serie di acciacchi) per corredo genetico. Mio padre invece è morto a 70 anni di peritonite, ma aveva la fibrillazione atriale da qualche anno. I suoi fratelli sono morti tutti più vecchi intorno e oltre gli 80.

ANDAMENTO PROVE DEL SANGUE E DEL COLESTEROLO

Questo l’esito dell’ultima analisi del sangue dello scorso mese di aprile: colesterolo totale 295, LDL 230, HDL 54, trigliceridi 55, rapporto colesterolo totale/HDL 5,5. A dicembre 2015: colesterolo totale 275, LDL 200, HDL 56, trigliceridi 79, rapporto colesterolo totale/HDL 4,9. Nel maggio 2014: colesterolo totale 283, LDL 197, HDL 69 , trigliceridi 87, rapporto colesterolo totale/HDL 4,1 . Nel marzo 2013: colesterolo totale 324, LDL 242, HDL 63, trigliceridi 97, rapporto colesterolo totale/HDL 5,1. Quindi, benché nel 2013 la situazione del colesterolo totale e dell’LDL fossero anche più gravi, non avevo mai raggiunto il rapporto colesterolo totale/HDL pari a 5,5 delle ultime analisi.

ASSUNZIONE INTEGRATORI E OMEGA 3 CON RISULTATI PEGGIORATIVI!

E pensare che tra dicembre e aprile ho preso integratori a base di riso rosso fermentato, poi guggul, e anche omega 3 (Multicentrum). Il risultato è stato un peggioramento! Solo il valore dei trigliceridi è sceso, ma non li ho mai avuti alti, ciò che oltre tutto dimostrerebbe che la mia alimentazione non è poi tanto male.

GLICEMIA FISIOLOGICAMENTE ALTINA

Non sono diabetica, anche se il valore della glicemia è oltre 90, più o meno da sempre, salvo qualche rara volta e nonostante che non mangi molti dolci e usi lo zucchero di canna (mia nonna materna era diabetica).

VES E ALFA-GLOBULINE ALTE, CON PREOCCUPAZIONE PER LO STATO INFIAMMATORIO

Nel 2013 la VES era a 25, nel 2014 era scesa a 22, nel 2015 è salita a 34, poi l’esame non è stato ripetuto. Non ho riscontri con il passato, se non di periodi precedenti ai 30 anni, in cui il valore era normale. Nel 2013 le alfa-globuline stavano a 15,9, erano scese a 14 nel 2014, dopodiché l’esame non è stato ripetuto. So che sia la VES che il livello di Alfa 2 globuline potrebbero indicare uno stato infiammatorio. Peraltro sono venuta a conoscenza della teoria per cui i rischi per malattie cardiache e tumori derivano proprio dalle infiammazioni e dall’acidità e sono piuttosto preoccupata.

SIDEREMIA E VITAMINA D

Nel 2014 avevo controllato anche potassiemia, calciemia, magnesiemia, sideremia e Vitamina D. Le prime tre erano nella norma, mentre la sideremia era troppo alta (147) e la vitamina D (23) carente. Nel dicembre 2015 ho rifatto solo il controllo della sideremia che è tornata normale a 107. Per la carenza di vitamina D sto prendendo DIBASE 10000UI/ML OS10ML. Peraltro l’avevo presa anche in precedenza, perché consigliatami dal dentista che mi ha messo tre impianti, ma nel momento in cui ho fatto gli esami non la stavo prendendo. Il dentista mi aveva anche consigliato un’iniezione della stessa sostanza una volta ogni sei mesi che ho fatto solo due volte e pastiglie di calcio che ho smesso di prendere, anche se ho una lieve forma di osteopenia, perché i miei valori di calcio sono risultati normali e perché ho letto che gli integratori di calcio potrebbero danneggiare il cuore.

URINE E RENI

Le analisi delle urine registrano quasi sempre pH 5, comprese le ultime, presenza di emoglobina ed eritrociti a 20. Questa situazione persiste da quando ero giovane, dall’urinocultura, che non faccio da tempo, talvolta sono risultate delle infezioni che ho curato con antibiotici. Una volta ho fatto l’esame citologico ma non è risultato niente di anomalo. Urino spesso e poco, talvolta con spuma, anche se non mi è mai stata riscontrata albumina, tranne quando bevo molto, ma raramente ci sono bruciori.

CALCOLI, LIPOMI, CISTI, ANGIOMI E NODULI

Ho un calcolo al rene sinistro di 5mm, al rene destro un angiolipoma di 5,6 mm e una cisti corticale di 11,5 mm che sembrano non avere importanza come l’angioma al fegato di 5 mm. Queste formazioni sono state riscontrate da un’ecografia nel 2008 e a un controllo nel 2013 la situazione era rimasta invariata. Casualmente ho scoperto di avere anche i noduli alla tiroide, ma i valori degli ormoni tiroidei sono normali.

STOMACO, INTESTINO E STITICHEZZA

Soffro di stitichezza più o meno da sempre, talvolta ho la sensazione che la defecazione non sia completa, talaltra ho dei crampi, lo stomaco comincia a darmi problemi anche dopo diverse ore dal pasto, quando dovrei aver digerito da tempo, generalmente di notte, con nausea, eruttazione, talvolta acidità. Mi è capitato addirittura di svegliarmi con il singhiozzo. Spesso ho una patina bianca sulla lingua e di recente sento un sapore strano, ma non amaro, che non so meglio spiegare, ma che riduce la mia capacità di gustare i cibi.

EMICRANIA CON AURA E MIODESIOPSIE

Ho talvolta mal di testa, ma ciò che mi dà più fastidio è l’emicrania preceduta da scotomi scintillanti o aura. Credo che anche questo disturbo sia genetico perché mia madre ce l’ha dall’adolescenza, o meglio l’aveva perché negli ultimi anni non se n’è più lamentata, ma potrebbe anche non rendersene più conto, perché ha una grave forma di maculopatia e non ci vede quasi più, oppure hanno avuto effetto farmaci come la Cardioaspirina e lo Strugeron. Per quanto mi riguarda ho avuto il primo episodio a 11 anni, cui ne sono seguiti molti altri per tutta l’adolescenza. Li curavo con la Coca Cola che mi faceva passare nausea e mal di testa, anche se gli scotomi ovviamente se ne andavano da soli dopo una ventina di minuti! Poi ho avuto dei periodi di remissione, anche abbastanza lunghi, cui sono seguiti altri episodi, quindi un periodo di remissione della durata di 14 anni, dall’età di 43 anni, dopo l’operazione di isterectomia, fino a 58 anni, quando, forse a seguito di un problema di lavoro, gli episodi si sono ripresentati con un certa frequenza fino a due mesi fa. Ovviamente non li curo più con la Coca Cola, che ho bandito da anni insieme a tutte le bibite gassate. Mi pare che lei sostenga che tra le persone che hanno gli scotomi scintillanti sono più frequenti gli ictus, ed è la prima volta che leggo una cosa del genere che mi ha un po’ preoccupato.

MOSCHE VOLANTI

Da più di un anno vedo anche un cerchio mobile con un punto al centro, che scompare solo al buio o se chiudo gli occhi e quando me ne dimentico perché impegnata in qualcosa che mi prende, mentre alla luce del sole è ancora più evidente talvolta circondato da altri puntini neri molto piccoli. Tutto ciò mi dà molto fastidio specialmente quando parlo con le persone. In passato vedevo le mosche volanti a forma di filamenti, ma non mi davano così noia. L’oculista, da cui sono andata perché temevo che fosse un inizio di maculopatia o magari un tumore al cervello, ha detto che si tratta di un problema del vitreo (miodesiopsie), che non è importante e che me lo devo tenere. Ho letto che bisognerebbe bere molto, ma anche se lo faccio non c’è nessuna regressione.

DOLORI ALLE OSSA E PARESTESIE

Non ho mai fatto accertamenti circa un’eventuale artrite cervicale, ma muovo male il collo da un lato, mi sembra anche di sentire un rumore, una specie di scricchiolio nel movimento cui talvolta si aggiunge una specie di formicolio che scende dal collo verso la spalla sinistra. La palestra non ha avuto alcun effetto su questo situazione. Spesso ho anche dolore lombare. In ambienti chiusi e freddi perdo la sensibilità ai polpastrelli delle dita delle mani (Morbo di Reynaud?) e questo mi capita sicuramente almeno da venti anni.

PESO E MASSA GRASSA

Come ho detto sopra peso 55 Kg per circa 1,65 di altezza, quindi sono normopeso, anche se la massa grassa è oscillante. All’ultima misurazione rappresentava il 25,3% del totale, ma talvolta il valore è intorno a 30% pur con lo stesso peso. Anche in palestra due mesi fa mi hanno misurato il 30%.

ATTIVITÀ FISICA E VIZIO DELLE SIGARETTE

Faccio un po’ di attività fisica, in palestra due volte alla settimana, ma quando posso cammino velocemente per qualche chilometro e faccio anche qualche breve tratto di corsa, sempre con la paura che mi faccia male al cuore, ma se non facessi niente avrei paura lo stesso perché si sa che l’inattività fa male. Faccio anche qualche esercizio yoga in casa, benché ultimamente abbia avuto poco tempo e mi sia limitata alla palestra. Purtroppo non riesco a smettere di fumare anche se cerco di non superare le 10 al giorno, ma non sono rari i casi in cui arrivo quasi al pacchetto di quelle leggere che cerco anche di non respirare.

ANSIA, DEPRESSIONE E STRESS

Sono molto ansiosa per la mia salute e altro e forse anche un po’ depressa perché credo di avere sbagliato tutto nella vita e di non essere più in grado di rimediare. Sono in pensione dal gennaio del 2015, ma anche senza il lavoro, non mi mancano i motivi per essere stressata. Tra l’altro sono dovuta tornare a casa di mia madre, perché ovviamente non si può lasciare sola una centenaria e, anche se ho degli aiuti, devo comunque organizzarmi per uscire e questo mi pesa. Ho paura delle malattie, degli incidenti, della vecchiaia che avanza, non ho più una vita sociale né affettiva, non sono libera di fare ciò che voglio, sia per la situazione contingente di mia madre e sia per le mie paure. Per questi motivi sono sempre arrabbiata.

INSONNIA COSTANTE

Dormo pochissimo, vado sempre a letto tardi e difficilmente spengo la luce prima delle 2. Talvolta ho difficoltà a prendere sonno. Da qualche tempo prendo la melatonina ma non mi pare abbia grandi effetti. Spero almeno che serva contro l’invecchiamento! E spero che non faccia male pure quella! Mi alzo alle 8,30-9,00, perché metto la sveglia, altrimenti credo che continuerei a dormire.

MEDICINE E INTEGRATORI

Non prendo medicine, se non DIBASE 10000UI/ML OS10ML (Vitamina D), qualche volta CEBION (vitamina C) e altri integratori (e mi pare che lei sostenga che facciano male anche quelli), e purtroppo l’ansiolitico, 1 al giorno, Frontal 0,50. Raramente un’aspirina per il mal di testa o per il raffreddore, e devo dire che quest’ultimo invecchiando mi viene sempre meno.

ALIMENTAZIONE CON PESCE ABBONDANTE, POCA CARNE E POCHE UOVA

Un tempo mangiavo molti formaggi e un po’ di affettati. Negli ultimi due anni li ho quasi completamente eliminati, anche se, devo ammettere che negli ultimi mesi, considerato che credevo di essere protetta dagli integratori contro il colesterolo, qualcuno l’ho mangiato. Carne non ne ho mai mangiata molta, tranne che da giovane. Ne mangio ancora sempre in modica quantità, una, al massimo due volte alla settimana, più che altro per esigenze familiari, perché talvolta è faticoso fare due tipi di pietanza, ma vorrei eliminarla del tutto, anche per motivi etici. Poche le uova, anche se mi sembra che ultimamente siano state riabilitate. Invece mangio parecchio pesce fresco, surgelato, oppure tonno o sgombri in vasetto.

A VOLTE UNA SPREMUTA A COLAZIONE

Ho aumentato le porzioni di frutta e verdura, compresa la frutta secca, noci, mandorle, pistacchi, arachidi, anacardi, nonché semi vari, di lino, di chia, di zucca. Talvolta nell’insalata o nella macedonia oltre ai semi e alla frutta secca metto anche zenzero e curcuma, agli e cipolle. La mattina, a digiuno, bevo succo di limone in acqua tiepida o acqua nella quale la sera ho messo dei semi di lino, poi faccio colazione con yogurt o kefir, in cui talvolta metto dei semi di zucca o delle bacche di goji. Se ho tempo mi faccio una spremuta di arancia o di pompelmo, e mangio anche una barretta al sesamo, al cocco o ai cereali.

PASTA E PANE AL REPARTO BIOLOGICO

Pasta integrale, non più di due volte la settimana, pane quasi esclusivamente integrale o ai cereali, insalate con quinoa, bulgur, farro. Una volta alla settimana mangio un dolce che faccio in casa usando possibilmente farina di grano duro mista ad avena e farro, poco burro o burro di cacao, zucchero di canna, quello vero e non quello colorato di alcuni supermercati, oppure un gelato, mangio anche la cioccolata, ma solo fondente con cacao almeno al 70%. Può capitarmi di andare a mangiare una pizza il sabato. Bevo un po’ di vino ai pasti (generalmente rosso, qualche volta un bicchiere di prosecco), talvolta una birra, superalcolici quasi mai. Compro alimenti al supermercato biologico o nel reparto biologico degli altri supermercati. Ho eliminato completamente zucchero bianco e farina 00. A volte mi faccio delle tisane con erbe depurative, o compro preparati già pronti da mettere nella bottiglia dell’acqua. Cerco di bere almeno un litro fuori dai pasti, anche se non sempre, e comunque mi sembra che lei sia contrario a questa indicazione che viene data da molti.

CHE FARE PER MIGLIORARE LA MIA SITUAZIONE?

Premesso tutto quanto sopra, vorrei sapere cosa pensa della mia situazione e cosa potrei fare per migliorarla. Ho capito che dovrei eliminare completamente la carne ma, per il resto, non mi sembra di avere un’alimentazione scorretta, anche se forse è il modo di mangiare che non va bene. Faccio colazione velocemente e in piedi, a pranzo e a cena spesso mi dimentico di masticare e ingollo continuando a pensare alle mie paure e rabbie. Potrebbe non essere l’alimentazione, ma la situazione psicologica a determinare alcuni miei disturbi?

CON TUTTE LE ATTUALI ATTENZIONI I RISULTATI SONO UNA DELUSIONE TOTALE

Ho letto che l’ansia incide anche sul colesterolo. Ho provato a leggere dei libri che insegnano a cambiare la prospettiva, tento di fare meditazione. Purtroppo qualsiasi cosa faccia per migliorare è una delusione. Ho cambiato alimentazione, cerco di comprare prodotti biologici, ho preso integratori, mi sono rivolta all’omeopatia e ai fiori di Bach, faccio Yoga, vado in palestra, cammino, tento di meditare, ma i risultati continuano ad essere zero. Ci può essere una strada anche per me e quale? Grazie per l’attenzione. Cordialmente.
Maria Paola

******

RISPOSTA

I MARGINI DI MIGLIORAMENTO ESISTONO

Ciao Maria Paola. L’analisi che hai fatto di te stessa dice già per filo e per segno quali sono i punti deboli sui quali intervenire. Stai dando troppa importanza ad alcune cose, mentre nel contempo sottovaluti altri aspetti che sono basilari. Se non si ottengono risultati significa solo che si stanno tuttora facendo alcune scelte sbagliate in termini di pensiero, di comportamento e di alimentazione.

PIÙ SERENITÀ E PIÙ AUTO-IRONIA

Ovvio che devi dare meno importanza alla tua situazione e prendere la vita in modo più sereno e rilassato, con un senso di sana auto-ironia. Ti sei un po’ messa al centro del mondo e pretendi di ottenere la quadratura del cerchio senza però mai raggiungerla. Non vi è alcun dubbio che il cibo sia importante. Alimentarsi bene è di fondamentale importanza. Soprattutto digerire bene il cibo assunto deve essere visto con assoluta priorità, visto che soltanto digerendo a regola d’arte si riesce a produrre un sangue dalla formula biochimica ideale, vale a dire un sangue fluido e non guasto, un sangue scorrevole e non grasso e viscoso.

VELOCIZZARE IL METABOLISMO

Quando uno può contare su un metabolismo interno veloce ed efficiente, su una scorrevolezza del sistema vascolare e del sistema linfatico, si può dimenticare del cuore, del colesterolo, della VES e delle alfa-globuline.

LIBERARSI DAI FARMACI, DAGLI INTEGRATORI E DALLE SIGARETTE

Non basta comprare al biologico. Occorre innanzitutto liberare la mente da certe idee. Ad esempio non esistono affatto grosse differenze tra zucchero bianco e zucchero di canna. Gli integratori che stai prendendo poi non vanno affatto bene, e sono spesso l’antitesi di quella alimentazione naturale, vibrante e sobria che raccomando in continuazione. Ovvio che gli ansiolitici vanno radicalmente eliminati, anche se con un minimo di gradualità. Ovvio che la melatonina sintetica va eliminata. Ovvio che occorre andare a letto non tardi e ritrovare un buon equilibrio per il ciclo circadiano notturno capace di accumulare melatonina nella ghiandola pineale con modalità naturali. Ovvio che serve camminare di più, respirare meglio, esporsi di più al sole, liberarsi in modo drastico ed immediato di ogni sigaretta.

CONTANO MOLTO LA CALMA, LA DISTENSIONE E L’ARMONIA CON SE STESSI

Fare la colazione velocemente e in piedi, ingoiare i cibi senza nemmeno masticarli, sono tutte azioni autolesionistiche, veri attentati alla propria salute. Esiste sicuramente una strada anche per te. È la strada della distensione, della calma e dell’armonia. È la strada nella quale non c’è posto per sentimenti negativi come la rabbia, la paura, le rivendicazioni. Troppa importanza alle visite mediche e troppa importanza ai fattori di ereditarietà.

FARE AFFIDAMENTO SULLE LEGGI DELLA NATURA E SUL NOSTRO PACCHETTO SALUTE

Il benessere che vai cercando esiste. Sta nel credere in se stessi e nelle capacità autoguaritive del corpo. Sta nel liberarsi dai tanti timori ingiustificati. Sta nell’armarsi di speranza, di ottimismo e di pensiero positivo. Sta nell’adottare in modo coerente quel pacchetto salute che, come esponenti della Scuola igienistica proponiamo e promulghiamo non-stop sul blog.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Stufo della pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.