APPELLO POETICO DI MAMMA CONTRO L’IMPUNITA TIRANNIDE VACCINALE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

MESSAGGIO DI MAMMA MERITEVOLE DI DIVULGAZIONE

Gent. dott. Vaccaro, le invio questa toccante lettera di una mamma riguardo il recente DL sui vaccini. Se possibile la divulghi in modo tale che tutti si rendano conto in quale inaccettabile situazione stanno mettendo le famiglie italiane.
Corrado

*****

TESTO DEL MESSAGGIO

TRA L’INSALATA, L’AGLIO E LE CIPOLLE CON LA MIA PICCOLA ABITUATA AI SAPORI GENUINI

L’aria profuma di gelsomino e preannuncia l’arrivo di una calda estate. Sono nell’orticello di casa con la mia bambina, sto raccogliendo un po’ d’insalata fresca fresca per il pranzo di oggi, la mia piccola controlla che l’aglio stia crescendo bene. Lei lo adora, come pure le cipolle. Un po’ bizzarro per i gusti di una bimba, ma è sempre stata abituata così, ai sapori genuini e ad una sana alimentazione.

OSSERVO LA MIA BAMBINA CON IL CUORE IN GOLA

Penserete a un quadretto idilliaco, ed invece io la osservo con il cuore in gola. Fra qualche mese, se la mandassi a scuola, potrebbero togliermi la patria potestà a causa del decreto legge sull’obbligatorietà vaccinale. Lei saltella con i suoi stivaletti di gomma e mi spiega dettagliatamente come vorrebbe il diario scolastico e la cartella, io le sorrido e penso, come faccio ora ad infrangere i suoi innocenti progetti futuri? Ed invece potrei esserne costretta.

STIAMO VIVENDO UNO DEI CAPITOLI PIÙ BUI E PIÙ RETROGRADI DELL’UMANITÀ

Certe mattine mi sveglio illudendomi che si tratti solo di un brutto incubo, chissà magari una reminiscenza dei miei ormai lontani studi, quando in storia si leggevano i capitoli più bui dell’umanità. Il più terribile degli incubi per un genitore, quando i nazisti separavano le mamme dai loro bimbi ed, ancora più indietro, quando Erode emanava un’ordinanza atroce fissando un limite d’età.

MI SCHIERO SEMPLICEMENTE PER LA LIBERTÀ

La nostra bell’Italia democratica, dove alcuni partiti scrivono a caratteri cubitali “La democrazia è qui”, ci impone un decreto dittatoriale in cui si obbliga una certa fascia d’età ad un trattamento sanitario preventivo, senza che ci sia un’epidemia, con tutti i possibili rischi che qualsiasi trattamento sanitario implica. Non mi schiero contro i vaccini, ma mi schiero per la libertà, sono dalla parte della scienza, ma di una scienza amica, non dittatrice.

VI SUPPLICO DI BLOCCARE QUESTO DITTATORIALE E FUNESTO DECRETO

Vi supplico, FERMATEVI, bloccate questo decreto, getterebbe le basi per una crescente, irreversibile e pericolosissima diffidenza nei confronti della scienza. Aprite le vostre menti, il vostro cuore, nessuno può imporre le proprie idee nei confronti dei figli altrui. Solo un dittatore può alzare il dito e dire: “Io sono al potere e ti ordino di cedere. Abbassa la testa e ubbidisci!”. Siamo in un paese democratico, una democrazia che i nostri nonni hanno conquistato con grandi sacrifici e per la quale abbiamo il dovere di non tacere, per non permettere che proprio questa democrazia si trasformi in un’utopia.
Una mamma. Nessuno per il mondo ma tutto per i miei figli.

*****

COMMENTO

AMO LE POESIE E I BUONI SENTIMENTI MA QUI OCCORRE PIÙ DUREZZA E MENO CAREZZE

Sono in totale armonia con i sentimenti che prova questa mamma. Più poesia che prosa. Più sentimenti che argomentazioni. Il suo appello ricorda a tutti che per colpa di poca gente insana di mentalità e di cultura, di poca gente venduta vergognosamente alle multinazionali del farmaco, la maggioranza delle famiglie è costretta a subire queste incredibili vessazioni.

NON SI DEVE AVER PAURA A DIRE “SONO CONTRO TUTTE LE VACCINAZIONI, AUTENTICI INSULTI IGNOBILI ALLA SCIENZA E ALLA LOGICA”

Eppure si dichiara per la scienza ma, ciononostante, non schierata contro i vaccini. Mi chiedo cosa altro deve succedere per far sputare il rospo del tutto e per far dire alla gente, almeno a quella che non ha scheletri da nascondere nell’armadio, che l’intera questione delle vaccinazioni rappresenta niente altro se non una macchinazione infernale e diseducativa priva di ragioni di esistere, intentata a scapito della salute e del benessere della gente per favorire sporche e luride speculazioni di Big Pharma e dei suoi leccapiedi.

I MINISTRI DELLA INSANITÀ DI STATO CONTINUANO A TIRANEGGIARE IMPUNEMENTE LA CITTADINANZA

Dal momento che appartengo alla categoria dei genitori sottoposti a pressioni, a raccomandare RR, a multe e a contravvenzioni che gridano vendetta tanto è il loro contenuto di ipocrisia, arroganza e di mascalzoneria, non posso limitarmi agli appelli poetici ma vado al sodo. Chi mi ha condannato, chi mi ha costretto a pagare multe salate in forza dell’obbligo per il vaccino anti-epatite B firmato da un Ministro della Salute come Francesco De Lorenzo, dopo aver intascato 600 milioni di vecchie lire dalla Glaxo, continua a percepire lauti stipendi e ad accumulare crediti in vista di una pensione superba, vero dr Giorgio Brianti, dopo 25 anni da allora e tuttora alla direzione della Asl di Udine-Tarcento? Ti prendo per nome e cognome, ma sei soltanto uno dei tanti esempi.

UNA COMMEDIA INFAME A SENSO UNICO

Tutto si può dimenticare e tutto si può buttare in ridere, tanto alla gentaglia incivile ed arrogante che mette in essere disinvoltamente atti persecutori non fa né caldo né freddo. La vita per certuni è una farsa sì, ma l’importante è che loro si trovino dalla parte giusta, tra i protagonisti vincenti e giulivi, mentre gli altri, cioè quelli che non accettano le imposizioni del potere, subiscano le smargiassate e le pene da loro comminate in nome della legge e in nome dello Stato Italiano, e le subiscano nota bene senza fiatare e senza lamentarsi. Mi spiace ma a tutta questa commedia infame e a senso unico non ci sto.

INTOCCABILI ED IMPUNITI, AL DI SOPRA DI OGNI LEGGE COSTITUZIONALE E DI OGNI ALTRO POTERE

La vicenda spregevole di De Lorenzo e degli altri semidei della medicina non appartiene affatto alla storia passata. Esiste una continuità. I Ministri della Salute di oggi non si distinguono affatto per linearità e trasparenza da quelli di allora. Dimostrano anzi di essere peggiori, illudendosi di essere non solo despoti e prevaricatori ma persino intoccabili, per cui agiscono alla luce del sole nella convinzione dell’impunità, di non essere mai e poi mai soggetti a critica, a giudizio e a condanna. Forse magari si attendono anche di essere premiati e di essere considerati grandi benefattori, stile Billy Gates e simili, magari in corsa per il Nobel.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Filippo Piga on

    La colpa e’ della maggioranza delle persone.Da milioni di diplomati e laureati che non sanno la differenza fra virus e batterio che ti vuoi.aspettare?

    • Luca Spinelli on

      Della serie vengono date lauree a caso, dai Filippo non fare polemica sterile.