BALANOPOSTITE, FASTIDIOSA INFIAMMAZIONE AL GLANDE E AL PREPUZIO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

SOFFRO DI FASTIDI ALLA ZONA GENITALE

Ciao Valdo, sono Giacomo. E’ da tempo ormai che seguo un alimentazione di tipo vegano tendente crudista, anche se non sono mancati gli sgarri con formaggi e il troppo cotto. Ultimamente accuso prurito e bruciore al glande, con residui di pelle biancastra e un cattivo odore. Mi sono documentato su internet e dai sintomi credo che si tratti di balanopostite, dovuta credo all’utilizzo di detergenti troppo aggressivi.

IL DETERGENTE ALLA CAMOMILLA MI HA DATO BLANDI EFFETTI

E’ circa due settimane ed ancora non passa e sto utilizzando un detergente alla camomilla per l’igiene intima dei bambini, ed è un po migliorato. Visto che però si ripresentano ancora questi residui di pelle e il cattivo odore ho deciso di scriverti per sapere cosa fare. So che in molti ti scrivono, ma spero tu abbia tempo per aiutarmi. Grazie in anticipo.
Giacomo

*****

RISPOSTA

DEFINIZIONE DI BALANOPOSTITE

Ciao Giacomo. Gli arrossamenti in zona genitale sono particolarmente fastidiosi. Ricordiamo che il glande è la parte terminale del pene e che il prepuzio è la piega cutanea che ricopre il glande. La balanopostite è una infiammazione che coinvolge la testa del glande, ossia il balano, e si estende spesso alla lamina interna del prepuzio, chiamata poste. Questi arrossamenti sono provocati da cause meccaniche, chimiche e farmacologiche. Più si entra nella terminologia medica è più l’ansia ti prende.

INNUMEREVOLI I FATTORI CAUSANTI

Si va dalle cause irritanti (accumulo di smegma secreto dalle ghiandole sebacee e mai prontamente rimosso e ripulito), alle cause allergiche da contatto (gomma del profilattico, lavande, deodoranti, disinfettanti, candelette, ovuli, disinfettanti, piercing, cosmetici della partner, rossetto per labbra della partner), alle cosiddette cause infettive virali (tipo herpes simplex), alle cause batteriche (stafilococchi, enterococchi, streptococchi, gonococchi, spirochette, clamidie), alle cause micotiche (50 tipi diversi di candide), alle cause protozoarie (Trichomonas), alle cause luetiche (spirochete della sifilide) e alle cause miste.

NIENTE PANICO E FARE LE PROPRIE SCELTE

Se a uno gli viene il panico, qualsiasi patologia si aggrava anziché guarire. Affrontare dunque ogni problema con la massima serenità è determinante. Servono le idee chiare per passare a qualsiasi tipo di azione. Credo nella medicina? Vado dal dermatologo e vedo cosa mi dice. Ovvio che in questo caso il minimo che mi posso attendere è una prescrizione farmacologica.

ESISTE SEMPRE L’OPZIONE NATURALE

Non credo alle cure mediche sul sintomo? Scelgo allora l’igiene naturale e la cura della non-cura per cui, indipendentemente dal tipo di infiammazione, esiste il rispetto per il sintomo e il ricorso a una strategia ripulente del sangue, con un digiuno fai-da-te di 3 giorni, o con un semidigiuno a base coi frutta di stagione (esempio cura dell’uva, o dei kaki, o dei mirtilli), mentre per le cure localizzate ci sarà un incremento di pulizia, con semicupi in acqua tiepida dove si possono macerare un pugno di timo per ogni litro d’acqua, o una manciata di foglie di rovo, o di foglie di lampone, o di ortiche e mentastro.

DIETA LEGGERA E SANGUE FLUIDO

Chiaro che è d’obbligo più che mai un incremento qualitativo della dieta in direzione del cibo crudo e vitale, oltre che uno stop agli sgarri. L’igiene non attribuisce alcuna responsabilità a virus e batteri, considerate conseguenze accompagnatorie e non cause di patologia, per cui non servono nel modo più assoluto vaccini, antibiotici e antivirali. Qualche applicazione esterna decongestionante è sempre accettabile, e mi riferisco ai soliti cataplasmi di cavolo crudo o di fango, caratteristici della naturopatia germanica e lezaetiana.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
6 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
6
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x