CIELO BLU ROVINATO DAL BARIO

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

C’era una volta il cielo blu, quando gli aerei militari non nebulizzavano l’aria a bassa quota con veleni che fanno ammalare le persone, aggrediscono le piante e provocano terremoti.

Non c’è più il futuro di una volta, quando si bombardava alla cieca, senza accortezze chirugiche, scaricando bombe dirompenti ma convenzionali.

Nel tempo elettronico dei pacifinti predomina il cinismo, ma più ancora l’ipocrisia politicamente corretta, buonista. Si colpiscono indistintamente alleati, nemici e perfino i propri concittadini. Vero mister Obama?

Le prime vittime sono i bimbi, e almeno per una volta nella storia della disumanità, chi comanda il destino altrui, non fa distinzioni di pelle. Irrorazioni chimiche per tutti, addirittura gratuite (anche se non richieste).

Le velature biancastre e persistenti che si allargano a macchia d’olio sono dovute alla presenza del tossico bario, che tutti indistintamente, ormai respirano a pieni polmoni ovunque.

Sembra non esserci scampo a questa maledizione militare disseminata dalla superpotenza bellica di Washington, grazie alla tacita connivenza dei governi telecomandati occidentali.

Gianni Lannes

*****

RISPOSTA

UNA RABBIA INFINITA

Ciao Gianni. Ragioni ne hai da vendere. Se uno va a riascoltare canzoni e musiche struggenti e rilassanti, come quelle di Demis Roussos (Forever and Ever) dove sole, cielo e mare trovano espressioni più religiose che musicali, gli viene una rabbia infinita contro quanto sta succedendo sopra le nostre teste. Ci stanno rubando quel minimo di poesia che ci rimane.

STELLE E STRISCIE DA VOLTASTOMACO

Se uno sente il rimpianto Rino Gaetano ripetere ingenuamente la frase “Ma il cielo è sempre più blu”, solo perché nei suoi giorni le scie non si sapeva nemmeno cosa fossero, gli viene davvero la voglia di comprare 1000 bandiere americane e farne un falò, senza aver nulla a che fare con l’antiamericanismo di maniera o quello di Al Kaeda.

SI VERGOGNI OBAMA, SI VERGOGNI CHI GLI HA DATO IL NOBEL E SI VERGOGNINO I GOVERNANTI COLONIZZATI

Questi sono crimini imperdonabili che macchiano in modo indelebile la coscienza di chi li compie e di chi permette che avvengano. Nel caso di Obama non esistono alibi e non esistono scusanti. La Casa Bianca conosce queste cose. E pensare che ha in tasca pure il Nobel per la Pace.

Valdo Vaccaro

Il sito è stato penalizzato e completamente demonetizzato da Google.

Supporta il mio lavoro con una donazione, oppure effettuando acquisti attraverso i seguenti link su ilGiardinodeiLibri o su Amazon.

Condividi con i tuoi amici.

4 commenti

  1. È' la pura verità.
    Mio figlio 2 settimane fa durante una vacanza ai confini dell' Austria, mi chiese::
    " Papa perché questo cielo e' blu e il nostro e' bianco?"

    Perché qui non passano gli aerei, gli risposi.

  2. Azz Giannino che scrive sul blog di Valduccio due blogger che ormai seguo ogni giorno …grazie per il vostro lavoro e fate la differenza nei vostri ambienti lavorativi 🙂

  3. Bellissimo vedere Gianni e Valdo insieme qui. Due simboli della rivoluzione delle coscienze.
    Grazie!

  4. Filippo Boves on

    Ciao amici non ne possiamo più, dico solo non è la colpa solo di qualche governante scellerato. Qui è tutto un sistema marcio, del resto ci sarà bene chi pilota questi aerei per non contare i manuntentori, gli addetti alle torri di controllo, i vari tecnici compiacenti.Chidiamo delle spiegazioni, ma ancora oggi il silenzio delle istituzioni è assordante (scusate l'ossimoro).