CONSIGLI ALIMENTARI PER UN PUGILATO ETICO E VINCENTE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA 1

VEGETARIANO DA QUALCHE MESE CON AMBIZIONI PUGILISTICHE

Salve Dr. Vaccaro. Mi chiamo Giovanni ed ho 21 anni. Non so se è questo il luogo adatto per farle domande e spero lei posso avere il tempo di rispondere. Ho mangiato carne fino a poco tempo fa ed ora sono vegetariano da qualche mese. Ho ridotto di molto anche latticini e uova a praticamente 2-3 volte al mese e al fine settimana. Pratico pugilato da un mese in maniera amatoriale, e ho l’intenzione di passare agli incontri agonistici.

MENU TIPICO DEI GIORNI DI ALLENAMENTO

Le descrivo la mia alimentazione tipo nei giorni di allenamento.

1) Colazione: 1-2 Frutti oppure latte di soia con orzo non zuccherato, oppure spremuta di agrumi.

2) Spuntino mattiniero: 1-2 frutti oppure pane integrale con marmellata senza zucchero.

3) Pranzo: Pasta con legumi o pomodoro oppure riso integrale anche in bianco più verdure cotte o crude.

4) Merenda: 1-2 frutti.

5) Cena pre-allenamento (ore 18): riso o pane integrale con verdure cotte o crude.

6) Spuntino post allenamento (ore 23): 1-2 frutti oppure raramente pane integrale con verdure.

TRATTASI DI ALIMENTAZIONE ADATTA A QUESTO TIPO DI SPORT?

Come già detto, nel fine settimana a volte mangio dei latticini, ma ho intenzione di eliminarli un po’ alla volta. Cosa ne pensa di questa alimentazione? E soprattutto la vede adatta per lo sport che pratico? Cosa mi consiglia come pasto pre e post-allenamento? La ringrazio.
Giovanni

*****

RISPOSTA

RITOCCHI PER LA COLAZIONE

Ciao Giovanni. Il tuo attuale menu non è disastrante, ma esistono notevoli margini di miglioramento. Incrementare intanto le spremute al risveglio o alternarle con meloni, ciliegie, fragole, lamponi, more, uva ribes, albicocche, ora che tali delizie stanno arrivando. Inserire poi pop-corn fatto in casa e germe di grano con un paio di banane a metà mattina.

VERDURE CRUDE COME ESORDIO A PRANZO E CENA

A pranzo e cena non manchi come primo piatto di esordio la terrina abbondante di verdure fresche, crude e tenere, tipo radicchio, lattuga, valeriana, ravanelli, pomodori, cetrioli, carote, cavolo cappuccio e cipolla, condite con olio extravergine di qualità e aceto di qualità e non pastorizzato, accompagnate da metà avocado. Non fare troppe mescole e limitarsi preferibilmente a 3-4 varietà. Masticare lentamente e con accuratezza.

SECONDO PIATTO PERSONALIZZATO E A COTTURA INTELLIGENTE

Qualche stuzzichino tipo carciofini, peperoncini, crauti crudi, peperoncini secchi, olive, rende il tutto più saporito e gradevole. Per il secondo si tratterà di un piatto di cotto intelligente (niente micro-onde e niente pentola a pressione), meglio se al vapore, o se grigliata o alla piastra o saltato in padella o al forno ma a temperature basse e limitate, ricordando che gli enzimi partono a 60°C, vitamine e minerali a 70-90, e che a 120°C si sviluppa la temibile acrilamide, veleno scoperto da qualche anno da ricercatori scandinavi.

OPZIONI PIACEVOLI E DIVERTENTI MA RISPETTANDO I PRINCIPI DELLA SOBRIETÀ E DELLA BUONA DIGESTIONE

Il secondo sarà un piatto cotto a tuo piacere e gradimento, variabile tra patate (non irradiate) in tutte le versioni, zucche, melanzane, peperoni, peperoni, asparagi, peperonate, farinate di ceci, frittatine alle erbe di campo, verdure saltate in padella, minestra di verdure cotta 15 minuti, miglio, saraceno, riso integrale, polenta e funghi, pasta, pizza senza formaggi-carni-mozzarella nonché manciata di semini e frutta da guscio.

IMPERATIVO STARE LEGGERI PRIMA DELL’ALLENAMENTO E ANCHE DEGLI INCONTRI

A mio avviso l’allenamento delle 18 non andrebbe preceduto da un pasto impegnativo ma da qualche frutto leggero tipo mirtilli o pera, o pesca, più datteri e uvetta, o da un estratto di verdure, tipo carota-sedano-ananas-peperoncino con semi di zucca-lino-sesamo, o al massimo da un panino integrale alle verdure, con melanzana, foglie verdi, pomodori secchi e carciofini.

IMPORTANTE LA PREPARAZIONE CULTURALE

La cena post-allenamento non alle 23 ma alle 20, onde rispettare l’importante ciclo circadiano Assimilativo notturno che va dalle 20 alle 4 am (ti ricordo che gli altri due cicli sono il Ripulitivo-Fruttariano dalle 4 am alle 12 e il ciclo Nutritivo-Verduriano dalle 12 alle 20). Per il resto leggiti i miei libri e le mie 5000 tesine sul blog, digitando parole tipo sport, muscoli, pugilato, alimentazione, dieta. Con la raccomandazione di vincere sì, ma di usare nel contempo pietà e generosità con gli avversari, evitando di stracciarli e di umiliarli!

Valdo Vaccaro

*****

LETTERA 2 DI GIOVANNI

PUGILATO ETICO E VINCENTE CON RISULTATI POSITIVI

Caro Valdo, ti riscrivo dopo che hai già risposto alla mia precedente mail. Ti ringrazio per i consigli che mi hai dato e quelli che dai con pazienza a tutti. I risultati sono arrivati.

L’OBIETTIVO PROSSIMO SONO I 72 CHILI

Miglioramenti netti sul piano digestivo, poco muco e energie incredibili. Al tempo della mia prima mail pesavo 100 kg ora sono arrivato a 87 con lo scopo di arrivare a 72. Il mio menu è sostanzialmente quello da te indicato con 5 pasti di frutta e le insalate come esordio a pranzo e a cena.

DOMANDE SU COME GESTIRE LA FAME POST-ALLENAMENTO E COME DARE UNA ACCELERATA DEPURATIVA

Quella che ti rivolgo è una domanda di carattere pratico. Io studio, faccio volantinaggio, e mi alleno tutti i giorni dalle 19 alle 22. Il punto è che non riesco a gestirmi per i pasti pre e post-allenamento. Però mi mantengo leggero con frutta, mentre nel post ho sempre molta fame poiché la frutta non mi sazia a sufficienza. Cosa posso mangiare? Altra domanda. Come faccio a dare una accelerata depurativa, considerando che non posso digiunare e che spreco molte energie al giorno? Grazie mille.
Giovanni

*****

RISPOSTA

I RISULTATI CONCRETI RAPPRESENTANO IL MIGLIOR BANCO DI PROVA

Ciao Giovanni, complimenti per i risultati ottimi che stai conseguendo. Questo dovrebbe fungere da ulteriore stimolo ed incoraggiamento per i tanti atleti che mi seguono. Permettimi di suggerirti il testo di Nutrizione superiore sportiva di Fabio Rigon, Homo Vegetus ([email protected]), che sarà senz’altro di buon supporto alla tua attività sportiva.

FRUTTA SECCA E UN PAIO DI PANINI VEGANI

Per la tua fame post-allenamento puoi sicuramente fare uso di frutta secca tipo noccioline, pistacchi, noci, pinoli ed anacardi, oltre che datteri e uvetta secca. Un paio di panini integrali con foglie di cavolo o di radicchio o di valeriana-dolcetti, più melanzana e zucchine, o anche pomodoro al naturale più 2 panini di integrali, potranno soddisfare i morsi di fame senza appesantirti troppo.

AVOCADO, MELONI GIALLI, CURA DELL’UVA E CACHI NON APPENA ARRIVANO

Nelle insalate di pranzo e cena inserisci l’avocado. La depurazione continuerà a procedere continuando pazientemente nel percorso intrapreso. Abbonda coi meloni gialli. Una eventuale buona cura dell’uva, usando preferibilmente varietà nera da vinificazione, potrebbe essere una buona soluzione al posto del digiuno. Come arrivano melegrane e cachi, dacci dentro senza timore.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
1 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
1
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x