CRESCITA DEI BAMBINI, OSSESSIONI DIMENSIONALI E MANIA DEL GRASSO

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

NOVE MESI DI SPLENDIDA GRAVIDANZA CON ABBONDANZA DI FRUTTA E VERDURA

Caro Valdo, Sono felice tu sia tornato! Mi dispiace solo che l’appuntamento di Padova sia saltato ma credo e spero ci saranno altre occasioni per incontrarci. Volevo scriverti a suo tempo ma il piccolo Tommaso mi tiene molto occupata. Come prima cosa volevo riportare la mia esperienza da vegana crudista e gravida perché davvero ne vale la pena. Sono stati, a livello fisico, nove mesi meravigliosi e fin dal principio non ho mai sofferto di nausee o vomito. I miei esami del sangue erano perfetti, a partire dal ferro che è sempre rimasto sul valore di 11,5, idem per le urine dove non mi è mai stata riscontrata una singola infezione e uguale per la toxo. Ti assicuro che ho mangiato quintali di frutta e verdura!

NIENTE INTEGRATORI MA RICORSO AL PARTO CESAREO

Non ho mai assunto mezzo integratore neppure quelli omeopatici che la mia ginecologa mi ha proposto. Ho messo su solo 6kg già super smaltiti. Tommaso, nato purtroppo con parto cesareo, era di un colore bellissimo e i medici stessi mi hanno detto che è stato nutrito in modo eccellente! Anche dopo il parto il mio ferro è rimasto tale e quale tanto che i medici consegnavano integratori a tutte le puerpere tranne che a me! Ero super orgogliosa del mio percorso!

FARMACI E ALIMENTAZIONE OSPEDALIERA MI HANNO MESSA A DURA PROVA

Diciamo che i problemi sono nati un po’ dopo nel senso che l’operazione del cesareo mi ha intossicata assai con i farmaci che mi hanno dato. Anche l’alimentazione in ospedale ha peggiorato le cose. Infatti i valori AST e ALT del fegato si sono sballati, per cui ho avuto e ho tuttora desquamazione della cute con sfoghi tipo brufoli sulla zona mento. Oltre a questo si è aggiunto lo stress dell’allattamento.

PROBLEMI DI CRESCITA SCADENTE COL PICCOLO TOMMASO

Tommaso è nato con 2560kg e, per il calo fisiologico, è arrivato a 2315kg. Una volta a casa si attaccava al seno per un ora e mezza ma non prendeva peso anzi calava ed era sfinito. Così ho iniziato il percorso del tiralatte, devastante nel tirare 70gr. Quindi ho dovuto procedere con l’aggiunta di latte d’asina. Ma questo latte gli provocava diarrea e continuava a non crescere. Ho quindi provato con succo d’arancia alternato a latte di mandorle e di pinoli ma anche qui nessuna crescita. Così siamo passati al latte adattato in polvere e ora sta crescendo piano piano ma almeno cresce!

RICORSO AL LATTE D’ASINA E POI AL LATTE IN POLVERE

Abbiamo, in altre parole, preso troppa paura e da genitori siamo dovuti arrivare ad un compromesso, andando contro ai nostri principi! Ogni volta che gli do il biberon provo una sensazione di sconfitta ma non posso stressarmi oltre perché il piccolo assorbe tutte le mie emozioni! Ci rifaremo con lo svezzamento che sarà rigorosamente vegano. Ovviamente abbiamo disdetto i vaccini! Mi premeva però avere una tua opinione al riguardo o meglio, cosa consigli di fare in casi come il mio? Ti ringrazio per tutto quello che fai per noi! Davvero, di cuore!
Elena

*****

RISPOSTA

SHELTON DENUNCIA LA MANIA GENERALE PER I BAMBINI GRASSI

Ciao Elena. Ti rispondo con la voce di un grande esperto di alimentazione infantile, quale Herbert Shelton. Come in tutte le cose della vita serve un minimo di flessibilità. C’è pertanto spazio per neonati esili e per neonati paffutelli. In linea generale però esiste in tutto il mondo una mania per i bambini grassi. Più cicciottello è il bambino e più contenti ed orgogliosi sono i genitori, oltre che i medici. Ci dimentichiamo che la maggior parte degli animali, alla nascita, sono il più delle volte pelle ed ossa e che poi, ciononostante, trovano il modo di svilupparsi in piena regola.

I BAMBINI HANNO TUTTO IL TEMPO NECESSARIO PER CRESCERE

Eppure se i nostri bambini non sono belli grossi, quasi pompati di materia grassa, non siamo felici e non siamo soddisfatti. Ebbene, dice Shelton andando decisamente controcorrente rispetto ai dettami della pediatria, il peso normale e consigliato di un bimbo pienamente sviluppato alla nascita non dovrebbe eccedere 6 pounds, ossia 2,700 kg, mentre ancor meglio sarebbe stare sulle 5 pounds, ovvero sui 2.265 kg!

VIETATO LIMITARSI ALL’ASPETTO CORPORALE

I bambini non sono semplicemente dei corpi, ma piuttosto dei sistemi in crescita, dove allo sviluppo fisico si associa uno sviluppo espressivo, linguistico, intellettuale, emozionale, mentale e sociale. Non dobbiamo mai perdere di vista il fatto che la crescita del bambino avviene come assieme e non limitatamente all’aspetto corporale. Ogni bambino ha poi il suo personalissimo percorso di crescita.
Nessun infante segue esattamente le tabelle medie di sviluppo approntate dalla pediatria.

NON CONFONDIAMO GRASSO CON SALUTE

I genitori fanno molta fatica a liberare la propria mente dalla falsa nozione per cui i bambini devono essere per forza gonfiati ed in carne. Un bambino grasso non è affatto un bambino sano. Il peso non significa molto. Troppe volte un incremento di peso equivale in un vivere circondati dall’adipe, mentre la crescita reale dovrebbe riguardare piuttosto la struttura ossea, lo sviluppo dei muscoli e degli organi interni.

PIANO CON GLI SCHEMI, LE BILANCE E LE CORDELLE METRICHE

Facciamo dunque attenzione a non farci condizionare dalle bilance, dalle cordelle metriche e dai metodi di valutazione dei pediatri, pronti a trasmettere la loro ossessione dimensionale e i loro schemi tabellari ai genitori. La vita non è per niente una corsa affannosa a far crescere i piccoli anzitempo. Ancor meno è una gara a chi arriva prima ai tot chili e alla tot altezza. Lo scatto verso l’alto avviene secondo criteri stabiliti con infinita saggezza da Madre Natura, e non certo in base ai pregiudizi coltivati dagli adulti.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x