IL DR COIMBRA, LA VITAMINA DEL SOLE E LE INSIDIE DEGLI INTEGRATORI

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +


LETTERA

I SUCCESSI DEL DR COIMBRA IN BRASILE

Ciao Valdo. Oltre all’Idrocolonterapia della prossima settimana, in settembre farò un po’ di agopuntura per aiutare i reni e la alterata minzione, più digiuno totale. Ho dimenticato di chiederti se ritieni opportuno integrare l’alimentazione con alimenti ricchi di Vitamina D. In merito a questo ho letto dei numerosi successi ottenuti dal Dr Coimbra in Brasile.

STO TROVANDO BENEFICI DALLA LETTURA DELLE TUE TESINE

Mi auguro di poterti dare notizie migliori il prossimo mese. Ogni volta che rileggo le tue tesine, ne trovo beneficio e nuova energia nell’esercitare la costanza e la pazienza richiesta dalla terapia. A presto. Grazie.

Domenico

*****

RISPOSTA

LA VITAMINA D È SICURAMENTE BASILARE PER LA SALUTE UMANA

Ciao Domenico. La vitamina D liposolubile nella sua versione naturale è molto importante per l’intero organismo.

  • Protegge le ossa e le strutture portanti dell’organismo,
  • Mantiene i corretti livelli di calcio e di fosforo nel sangue,
  • Fondamentale per la prevenzione di molte patologie incluso il cancro e la sclerosi multipla,
  • Ottimo aiuto a chi soffre di tiroidite di Hashimoto,
  • Gioca un ruolo critico nella risposta immunitaria. Stimola infatti il sistema immunitario attivando i linfociti B e T. Il sistema immunitario necessita di vitamina D e non di vaccini per funzionare correttamente.
  • Influenza 3000 dei 25000 geni che abbiamo.

VITAMINA DEL SOLE NELLA VERSIONE D2

Viene chiamata Vitamina del Sole, ma in realtà è un ormone più che una vitamina. È costituita da un gruppo di 5 vitamine dalla D1 alla D5, tra cui le più importanti sono la D2 (ergocalciferolo, da risorse vegetali) e la D3 (colecalciferolo, da prodotti animali). Il suo ruolo principale si esplica a livello del metabolismo del calcio e della mineralizzazione ossea. Consente infatti un corretto apporto di calcio e favorisce l’assorbimento intestinale di tale minerale.

SINTOMI DI CARENZA

  • Riduzione assorbimento calcio a livello intestinale, e quindi
  • Diminuzione della calcemia soerica e riduzione concentrazione calcio nel sangue, e quindi
  • Aumento secrezione del paratormone che deve mobilitare l’osseina o il calcio osseo per compensare, deve immetterla in circolo e compensare la ipocalcemia, e quindi
  • Aumento fragilità ossea, osteomalacia, osteoporosi, rachitismo, che porta a una meno compatta e resistente matrice del tessuto osseo, la sostanza interstiziale del tessuto osseo, con rischio fratture,
  • Dolori ossei,
  • Dolori muscolari,
  • Crampi e contrazioni muscolari prolungate,
  • Unghie fragili,
  • Sudorazioni alle mani,
  • Alterazioni al ciclo,
  • Iperparatiroidismo secondario,
  • Vitiligine e psoriasi e prurito,
  • Sclerosi multipla,
  • Problemi neurologici,
  • Problemi artrosici.

CAUSE DI CARENZA

  • Malassorbimento intestinale per celiachia, dove grassi, sali di calcio e vitamina D non vengono assorbiti ma finiscono nelle feci,
  • Malassorbimento per infiammazione cronica intestinale (sindrome di Crohn),
  • Malassorbimento per motivi iatrogeni o medico-causati, come interventi chirurgici o assunzione di farmaci antigrasso ed anticolesterolo,
  • Ridotta sintesi cutanea per mancata esposizione al sole,
  • Invecchiamento o menopausa che comportano una riduzione ormonale,
  • Eventuali trapianti cutanei per bruciature,
  • Obesità, dove la vitamina D essendo liposolubile viene seguestrata dal tessuto adiposo,
  • Ridotta sintesi endogena per insufficienza epatica ed insufficienza renale,
  • Operazioni alla tiroide, poiché nella sua forma attiva la vitamina D viene stimolata dal paratormone secreto dalle ghiandole paratiroidi,
  • Pancreatite,
  • Alcolismo,
  • Cirrosi biliare.

IMPORTANZA FONDAMENTALE DEL SOLE

Non è mai esistita al mondo una malattia provocata dalla deficienza di vaccini, ma ci sono invece molte malattie causate da deficienza di vitamina D, che vanno dal raffreddore, all’anemia, alla depressione, all’ipertensione, alle sclerosi e al cancro. In realtà il calciferolo o vitamina D2 è uno dei più potenti ormoni del corpo e regola geni e funzioni corporee più di ogni ormone finora scoperto. Viene prodotto come pro-ormone nella pelle tramite l’azione della luce solare, soprattutto dai raggi UVB ultravioletti che scarseggiano di mattina e sera, ma abbondano tra le 10 e mezzogiorno, ovvero nella parte centrale della giornata. Bastano 20 minuti di esposizione solare a viso, gambe e braccia nude per auto-produrre 10.000 UI di vitamina D (1 UI=0,025 mcg=25 ng).

LA GENTE MANGIA MALE E NON SI ESPONE AL SOLE

Tutto sommato, mangiando correttamente e ricorrendo a vegetali, semi, germogli e frutti vitali-vibranti allo stato crudo che incapsulano energia solare, ed esponendosi correttamente al sole, nessuno andrebbe in carenza. Il problema è che la popolazione mondiale non sa alimentarsi e assume sostanze letteralmente schifose e indigeribili, compromettendo l’assorbimento intestinale. Inoltre trascura scioccamente la luce solare o si avvale di occhiali scuri e di creme protettive che impediscono il prezioso assorbimento. Per questi motivi l’Associazione endocrinologica americana tende a proporre valori più alti di vitamina D, raddoppiando le soglie minime, anche sulla scorta degli esperimenti del medico brasiliano dr Cicero Coimbra.

I DISCUTIBILI SUCCESSI DEL DR CICERO COIMBRA

I successi del dr Coimbra non sorprendono nessuno. Dopo le sue esperienze iniziali dove prescriveva 10.000 UI al giorno per tutti, è passato di recente a integrazioni di 20.000 e persino di 100.000 UI, con ovvi pericoli di calcificazione renale e di calcolosi renale, oltre che di diversi inconvenienti legati a eccessi di vitamina D, non ultimo quello di costringere chi la assume a continuare per sempre con l’integrazione, pena una grave ricaduta. Prescrivere integratori vitaminici, minerali ed ormoni significa dopo tutto stimolare l’organismo e non nutrirlo, visto che la vitamina D2 è un ormone steroide e non un nutriente. Per questi motivi occorre prendere con molta cautela e spirito critico l’intera faccenda Coimbra. Lui stesso ammette di non conoscere spesso i motivi delle carenze specifiche di vitamina D ma di basarsi sui risultati positivi che sta ottenendo. Non si sta rendendo conto che le sue sono sempre cure sul sintomo e non sulle cause, per cui si scontra ovviamente in modo frontale con le nostre concezioni igienistiche.

TERAPEUTI O APPRENDISTI STREGONI?

I meccanismi d’intervento degli oligo-elementi e degli ormoni sono ancora troppo poco noti. La coperta scientifica rimane tutto sommato corta. Troppo poveri i nostri mezzi di analisi rispetto alla enorme complessità dei fenomeni biologici, dove tutti i componenti organici, tutti i minerali, le vitamine, gli enzimi e gli ormoni sono interdipendenti. Ogni apporto è suscettibile di scatenare reazioni a catena, con effetti apparentemente benefici di breve periodo. È un concetto antico ma sempre valido e saggio. Noi non guariamo ma possiamo solo aiutare l’organismo a guarire da solo. Tutti i terapeuti agiscono spesso alla cieca, al pari di apprendisti stregoni, o di bambini immaturi che giocano col fuoco.

LE RISORSE NATURALI SONO TUTT’ALTRA COSA

La natura è impareggiabile nel trovare i giusti equilibri per ciascun individuo. Le soluzioni artificiali rimangono invece semplicistiche, sballanti e perturbanti. Un eccesso di vitamina naturale presa da risorse vegetali viene infatti filtrato e compensato facilmente dai reni e dai vari organi emuntori del corpo. Assai diverso invece il ricorso alle integrazioni sintetiche, dove gli eccessi di un elemento creano gravi squilibri nell’assieme. L’organismo umano migliora e guarisce spontaneamente. Esso non ha bisogno di supplementi e di integrazioni operanti come stimolazioni, ma necessita di alimenti digeribili, filtrabili e assimilabili, privi di controindicazioni.

UNA AUTENTICA CORSA VERSO IL MASSACRO

Le critiche ai prodotti multivitaminici e multiminerali non mancano e sono basate su maxi-esperimenti ormai celebri dove si sono clamorosamente smentite le fandonie sulla solo utilità, risultando essi causa di gravi controindicazioni. Ma le voraci industrie farmaceutiche hanno annusato da tempo che il business del futuro si sta spostando dai farmaci verso l’area degli integratori. Basta guardare gli spot pubblicitari propinati a getto continuo dalle reti televisive, dove non si parla più solo di Multicentrum e di Polase ma di altre decine di nuove marche. Pure i grandi imbottigliatori tipo Coca-Cola e Pepsi stanno orientandosi verso acque minerali arricchite, fortificate, vitaminizzate, formula zero dove lo zucchero raffinato ingrassante viene sostituito dal micidiale aspartame. Ora spunta persino il the versione zero. È una autentica corsa verso il massacro.

VITAMINE FRAUDOLENTE E MEDICI IGNORANTI QUELLI CHE LE PRESCRIVONO

Come ammoniva 40 anni fa Herbert Shelton, un autore che la gente continua a non conoscere, ma che dovrebbe invece essere mandato a memoria, assumere pillole vitaminiche è diventato follia comune oggigiorno. Si tratta di vitamine fraudolente e i medici ignoranti che le prescrivono dovrebbero essere denunciati e radiati. Spesso le assumono loro stessi, con risultati aberranti. Il miglior modo di assumere micro-alimenti è di mangiare cibi vegetali crudi come nelle insalate. La cottura dei cibi distrugge dal 25 al 50% delle vitamine, mentre micro-onde e pentole a pressione le distruggono al 100%. La pentola a pressione è la tomba delle vitamine e dei minerali organici. Le vitamine sintetiche comunque non appartengono al vivere naturale. Per il corpo umano, selettivo e intelligente com’è, una sostanza può essere solo alimento self e appropriato, vale a dire costruttivo, vitale, digeribile ed assimilabile, oppure veleno non-self da espellere faticosamente nel breve o nel lungo periodo.

VITAMINE SINTETICHE E MINERALI INORGANICI SONO SOSTANZE TOSSICHE PER IL CORPO

Il fatto che un minerale sia assorbito dal tratto digestivo non significa che possa essere utilizzato nella costruzione dei tessuti umani. È ben noto, al contrario, che i sali inorganici vengono rapidamente espulsi con alti costi e alte fatiche dal corpo. Spesso nemmeno questo riesce e pertanto vengono depositati nei tessuti e nelle cavità in attesa di lenta e progressiva eliminazione. Il carattere tossico delle vitamine sintetiche viene ammesso dagli stessi produttori.

NESSUNA GENERAZIONE PRECEDENTE HA MAI FATTO QUESTE INSIDIOSE TRASGRESSIONI

Viviamo nell’era dei grandi progressi industriali e tecnologici. La dieta della nostra supposta civiltà è tale che nessuna razza umana nella storia ha mai tentato di vivere su queste basi pazzesche. La dieta convenzionale americana è basata su farine bianche e pani bianchi, su cereali denaturati, zuccheri raffinati, frutta inscatolata e solforata, su carni imbalsamate, latte pastorizzato, aceto pastorizzato, bibite gassate e dolcificate, sciroppi, sottaceti, confetture, torte, salatini, dolciumi e via avanti. C’è un urgente bisogno di tornare ai cibi naturali, non solo per le madri e i loro bambini piccoli ma per tutti i membri della società umana.

IMPOSSIBLE ANDARE IN CARENZA SE SI USA UN BRICIOLO DI SAGGEZZA

Quanto agli alimenti contenenti vitamina D, è praticamente impossibile non avere D2, almeno che non si mangi chissà quali schifezze. Nei vegetali si trova solo la D2 e si trova in piccole ma equilibrate dosi nei semi di girasole, di sesamo, di lino e di papavero, nell’avocado, nei funghi secchi (154 UI per 100 g), nei funghi freschi (27 UI per 100 g), nei tartufi bianchi e neri, nei germogli vari come l’alfa-alfa, nel crescione, nel radicchio, negli spinaci, nella rucola e in tutti i vegetali a foglia verde esposti al sole, compresi cavoli e broccoletti. Pure noci, mandorle, pinoli, pistacchi e anacardi si difendono bene. Promosso anche il Muesli, il polline, la pappa reale, il riso integrale, il mais, il grano saraceno, il miglio e le alghe. Per i non vegetariani incalliti, le uova non di allevamento, le cozze in acque pulite, e il pesce azzurro contengono vitamina D. Impossibile avere carenze di vitamina D se si mangia bene e vegan-crudista tendenziale, evitando sale, zucchero, fumo, caffè, alcol, cole, aceto pastorizzato (OK per l’aceto madre).

LA VITAMINA D SI CATTURA LIBERAMENTE E SI DEPOSITA NEL FEGATO E NEL GRASSO CORPORALE

La vitamina D è un ormone steroide e può diventare tossica. Personalmente non ho mai usato una pillola in vita mia e non me ne pento affatto. Basta del resto un minimo di esposizione solare per farsi un ottimo rifornimento di ergosterolo D2. La vitamina D viene depositata nel fegato in grandi quantità, e persino nei grassi per lunghi periodi di tempo e per le giornate prive di sole. Pertanto non occorre farne un problema umano di difficile risoluzione.

LA DIPENDENZA MINERAL-VITAMINICA È UNA DELLE PEGGIORI SCHIAVITÙ

Cito anche l’esperienza diretta di un medico igienista di ottimo livello come il dr Alan Immerman esternata in un suo articolo presso la ANHS, ripreso dalla rivista italiana Scienza e Salute. Tutte le vitamine sintetiche, soprattutto quelle liposolubili tipo vitamina A, E e D, possono arrecare molto danno alla salute. La terapia megavitaminica porta ad ipervitaminosi e conduce agli stessi rischi propri dei farmaci. Le vitamine agiscono come droghe stimolanti e dopanti, non certo come alimento. Questo vale in particolare per la vitamina D. Per anni ho fatto uso disinvolto di vitamine credendo alla pubblicità, ai miei colleghi medici e all’opinione corrente. Poi ho cominciato ad approfondire, a ragionare e a riflettere, per cui ho smesso, trovandomi magnificamente, riconquistando me stesso da tale assurda prigionia mentale e biochimica, liberandomi da una autentica schiavitù.

SI PUÒ MORIRE ANCHE BEVENDO TROPPA ACQUA

Del resto il corpo è capace di usare le sostanze nutritive solo nelle giuste quantità di cui necessita. Per eventuali eccessi provvede ad espellerli prontamente e senza troppe difficoltà nel caso di cibi naturali, mentre trova grossi impedimenti renali nel caso di alimenti sintetici e inorganici e stracotti e lavorati. In questi casi gli eccessi portano a situazioni assai critiche. È successo non poche volte che persone siano morte persino bevendo troppa acqua, e parliamo di una sostanza innocua se leggera e pura. Lo stesso discorso vale per le vitamine sintetiche. Anche perché solo in questo caso si può parlare di megadosi, visto che le dosi minime non producono alcun risultato concreto, a parte i soliti effetti avversi. Le vitamine naturali non portano ad eccessi, visto che siamo dotati di sensori di fame, di sete, di sazietà ed anche di buon senso.

MEGAVITAMINOSI NIACINA B3

La niacina viene raccomandata per abbassare il colesterolo nel sangue e per controllare i sintomi schizofrenici, obiettivo che si può raggiungere togliendo carne e proteine animali dalla dieta. A gruppi sperimentali sono state date dosi di megavitamine B3 niacina per alcune settimane. Alla fine il 45% di esse aveva danni epatici, il 50-66% aveva segni diabetici con alto livello di zuccheri nel sangue, il 62-78% rivelava pericolosi livelli di acido urico, il 20-40% soffriva di mal di stomaco e disturbi gastrointestinali.

MEGAVITAMINOSI ACIDO ASCORBICO VITAMINA C

Lo scorbuto è una malattia determinata da carenza di vitamina C, ma anche da eccesso di vitamina C. Molta gente pretende di incrementare la sua resistenza alla fatica o di rafforzare il suo sistema immunitario. Crede in modo acritico al Nobel Linus Pauling. Ma nessuno si cura di informarla che la versione sintetica, alla resa dei conti, produce notevoli danni come:

  • Distruzione globuli rossi,
  • Irritazione membrane intestinali,
  • Irritazione allo stomaco,
  • Incremento notevole di acido ossalico e acido urico,
  • Formazione conseguente di calcoli renali e uretrali,
  • Interferenze nel metabolismo del ferro, del rame e della vitamina A,
  • Infertilità,
  • Diabete,
  • Alterazione pH nel sangue,
  • Sovraccarico del corpo di ferro inorganico,
  • Esaurimento delle scorte di calcio attivo,
  • Sovvertimento equilibrio corporale al momento di interrompere la cura.

MEGAVITAMINOSI TOCOFEROLO VITAMINA E

Le megadosi di vitamina E sintetica causano:

  • Depositi di colesterolo nei vasi sanguigni,
  • Innalzamento dei livelli di grasso nel sangue,
  • Interferenza nei processi di coagulazione e con la vitamina K,
  • Tumori ai polmoni,
  • Interferenza con l’assorbimento del ferro e della vitamina A,
  • Disturbi gastrointestinali,
  • Eruzioni cutanee,
  • Interferenza col funzionamento della tiroide,
  • Danni alla muscolatura.

MEGAVITAMINOSI RETINOLO VITAMINA A

Le megadosi di vitamina A sono causa di:

  • Affaticamento,
  • Sensazione di malessere generalizzato,
  • Disturbi gastrici,
  • Dolori alle ossa e alle articolazioni,
  • Forti mali di testa,
  • Insonnia ed irrequietezza,
  • Sudorazione notturna,
  • Perdita capelli,
  • Unghie che si sfaldano,
  • Costipazione,
  • Ciclo irregolare,
  • Instabilità emotiva,
  • Pelle ruvida e secca.

MEGAVITAMINOSI VITAMINA D

Infine, tornando alla vitamina D, si confermano i danni già citati all’inizio, vale a dire nausea, diarrea, perdita peso, danni renali, calcolosi renali e vescicali, aumento calcemia e fosforemia, insufficienza renale, tachicardia, ipertensione, perdita appetito (cosa gravissima), affaticamento, secchezza feci. Da sottolineare in particolare gravi alterazioni nel lungo periodo a carico del rene e e del cuore, per cui si parla di nefrocalcinosi e di cardiocalcinosi, oltre che di calcolosi renale ed uretrale.

UNA PROVVIDENZIALE PRO-VITAMINA CHIAMATA DEIDROCOLESTEROLO CI È STATA ASSEGNATA DA UN  FABBRICANTE SUPERLATIVO

Nella nostra pelle, il saggio e previdente costruttore del corpo umano, ha inserito una pro-vitamina chiamata deidrocolesterolo. Questa pro-vitamina o questo precursore della D si trasforma magicamente in vitamina D non appena abbiamo a disposizione un minimo di forza elettromagnetica solare e di raggi ultravioletti. Che altro vogliamo di più?

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Da ricordare che la vitamina D viene sintetizzata dal sebo cutaneo, per cui è bene evitare detergenti prima di esporsi al sole.

  2. GIORDANO NARDONE on

    Pensate che quando al mio medico ho detto che oltre alle analisi di controllo semestrali volevo aggiungere quello per la D mi ha riferito che le asl hanno diramato un comunicato che avverte di non prescrivere la suddetta vitamina in quanto non è necessaria e tutta la popolazione ne é carente