ELIMINAZIONE GOTTOSA ARTICOLARE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

DALL’ARABIA SAUDITA UN AGGIORNAMENTO SU LAVORI IN CORSO

Buonasera Dr Valdo, sono Vincenzo da Jeddah. Ti scrivo nuovamente per aggiornarti sulla mia prima crisi eliminativa e per avere un tuo parere generale a cui tengo particolarmente.

UN ATTACCO ARTICOLARE ALL’ALLUCE E AL GINOCCHIO

Nella scorsa mail ti ho accennato all’inizio della crisi iniziata il 18 Marzo con un attacco articolare di tipo gottoso all’alluce sinistro. Successivamente, dal 21 Marzo, ha coinvolto anche l’articolazione del ginocchio sinistro, con un rigonfiamento della muscolatura del quadricipite interessata nell’articolazione.

INSERIMENTO STRATEGICO DEL MIO PRIMO DIGIUNO IGIENISTA

A quel punto ho comiciato intraprendere anche il mio primo digiuno terapeutico bevendo solo acqua, 2/2.5 litri al giorno, per accelerare l’eliminazione. Oggi, 30 Marzo, data in cui ti scrivo, la mia situazione è la seguente. Il dolore al ginocchio l’ha sempre fatta da padrone, anche se si è evidenziato un quotidiano miglioramento.

RUDUZIONE GONFIORE E INCREMENTATA MOTILITA’

Primo, si è ridotto notevomente il rigonfiamento muscolare, consentendomi di vedere il contorno della rotula. Secondo, ho beneficiato di un miglioramento nella motilità, e questo mi ha permesso di muovere liberamente la gamba e cambiare con facilità e senza dolore la posizione nel letto.

ELIMINATI 10 CHILI DI MATERIALE

Sono continuate le crisi eliminative che hanno coinvolto le articolazioni di entrambi i piedi, anche se il dolore al ginocchio le nascondeva tutte. Penso di avere eliminato, anche attraverso le feci decisamente scarse, liquide e maleodoranti. In questo periodo detossificante ho perso 9.5 kg!

GRAN VOGLIA DI SOLE E DI MARE

Sono fiacco, forse de-energizzato dal dolore costante, a tratti debole/forte, e dalla mia forzata immobilità a letto. Ho una grande voglia d’andarmene al mare e ricaricami sotto il sole, farmi un bel bagno marocchino con massaggio. Ma la lingua ancora patinata, le urine ancora concentrate e scure, e soprattutto il dolore all’articolazione del ginocchio, che non mi consente di camminare, mi dicono purtoppo che non è ancora venuto il momento.

UN GINOCCHIO CHE HA UNA SUA STORIA

Vorrei parlarti a proposito di questo dolore al ginocchio. Adesso è molto più interno all’articolazione, e mi ricorda un trauma sportivo subito parecchi anni fa. L’osteopata allora mi disse che non c’era nessun tipo di interessamento ai legamenti o ai menischi e che nel giro di qualche settimana tutto sarebbe ritornato a posto.

E’ STATO IL MIO LIMITATORE ED IL MIO SEGNALE D’ALLARME

La cosa strana, ripensandoci adesso, in temini di igiene e di crisi eliminative, è che ogni volta che mi sono ritrovato a fare un po’ di attività sportiva, nel momento più bello, quando mi sentivo nel pieno delle energie e aumentavo un po’ il ritmo, zacchete, il dolore al ginocchio ricompariva e mi rendeva impossibile continuare.

MAI FATTO USO DI ANTINFIAMMATORI

Non ho mai fatto uso di antinfiammatori locali o sistemici, anche perchè sono sempre stato contrario ai farmaci. Interrompevo contrariato l’attività sportiva, mi mettevo una ginocchiera e aspettavo che mi passasse, anche se comunque non mi immobilizzava a letto così tanto, ma al massimo uno o due giorni.

IPOTESI DI PRECEDENTI CRISI ELIMINATIVE A MIA INSAPUTA

Il fatto che il dolore attuale al ginocchio di cui lamento, sia capitato a riposo, in una situazione di non stress articolare, mi fa pensare che anche in precedenza abbia prodotto delle crisi eliminative “a mia insaputa”. Cosa ne pensi?

GINOCCHIO COME CANALE DI ELIMINAZIONE

Il dolore così persitente pensi sia dovuto al fatto che il sistema immunitario ha individuato nel mio ginocchio un canale d’eliminazione preferenziale e adesso lo sta usando per questa crisi?

IPOTESI DI DOPPIA ELIMINAZIONE DI URATI

Pensi che un “trait talassemico” di cui sono portatore, con leggera policitemia microcitemica, aumentando il mio turnover, possa incrementare l’eliminazione di urati aggiungendosi a quelli dovuti alla cattiva alimentazione passata?

DUBBIO SULL’ACQUA DA BERE

Il leggero inspessimento sanguineo dovuto alla policitemia, può rallentare gli scambi a livello capillare ritardando l’eliminazione dei depositi. Dovrei sforzarmi di bere di piu di 2/2.5 litri di acqua al giorno, per favorire la fluidità del sangue? Devo bere anche di notte? Adesso non lo faccio.

SCUSA LA PROLISSITA’ E TI RISPARMIO GLI IMPORTANTI CAMBIAMENTI SPIRITUALI IN CORSO

Scusa Valdo per le troppe domande che ho sollevato, un po’ dovute alla mia innata curiosità, un po’ al fatto che, se oggi fossi riuscito ad andare al mare non mi sarei fatto tutti ste storie mentali ed invece di stare qui a raccontarti dei miei dolori fisici ti avrei parlato dei più importanti, gradevoli e profondi cambiamenti spirituali e aurei che questa crisi eliminativa sta facendo rinascere in me.

SPERO DI POTERTI PRESTO TESTIMONIARE LA MIA GUARIGIONE

Appena prenderò un po’ di sole ti racconterò anche di quelli!
Nell’attesa proseguo a letto col digiuno terapeutico. Grazie per l’attenzione dimostratami. Un sincero saluto. Al salam aleicom.
Vincenzo

*****

RISPOSTA

Ciao Vincenzo, Quanto stiamo facendo assieme ha dell’eccezionale. Testimonianze in diretta, senza rete e senza censure, di digiuni condotti con coraggio e con spirito di intraprendenza. Cose che l’igienismo naturale di Shelton si sarebbe sognato di poter fare, e che persino i successori più validi, stile Ralph Cinque, Frank Sabatino e Alec Burton non sono mai riusciti a fare, nonostante i loro mezzi e le loro riviste.

I SOTTOTITOLI SONO MIEI E SERVONO PER EVITARE I TESTI LUNGHI ED INDIGESTI CHE NESSUNO AMA AFFRONTARE

L’idiota di turno, che purtroppo non manca mai, ma che forse dobbiamo sopportare come si fa con le persone malate nello spirito e quindi moleste per carattere, mi ha dato del falso e del ricostruttore di lettere, perché lo stile delle sottotitolazioni è sempre il mio. Non ha capito, il poveretto, che non si tratta di stravolgimento dei testi in arrivo, o peggio ancora di mail inventate. Tutti i sottotitoli sono miei e vengono inseriti non certo per stravolgere il significato, ma per rendere più facile la lettura.

DEVI CERTAMENTE RADDOPPIARE L’APPORTO GIORNALIERO DI ACQUA

Quanto alle tue varie ipotesi sul ginocchio, sul passato e sulla sua attuale funzione in senso eliminativo, non ho purtroppo la sfera di cristallo per dire se si tratta di idee realistiche o troppo fantasiose. Posso però rispondere al tuo importante dubbio sull’acqua. Ne devi bere certamente di più, sia di giorno che di notte, a piccoli sorsi ed ogni qualvolta ti viene uno stimolo di fame o di sete.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x