ENERGIA E SPIRITO, PER UN’ ITALIA CHE VUOLE CAMBIARE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Miglioramenti a vista d’occhio grazie alla pratica igienistica

Buonasera Valdo, da circa 5 mesi seguo le tue tesine.
Ho comprato pure il tuo libro che sto finendo.
Ti faccio i migliori complimenti e ti incito a continuare su questa strada.
Ho 39 anni e già da 10 mesi seguivo una dieta simile alla tua.
Ma, da tre mesi a questa parte, ho applicato i tuoi principi con particolare attenzione, e le differenze si sono fatte sentire.
I miglioramenti sono arrivati a vista d’occhio, sia a livello fisico che a livello mentale, coinvolgendo soprattutto la parte più interna di me stesso.

Continua sia per noi che per i tanti che ancora non ti conoscono

A persone come te dovrebbero fare un monumento, altro che dottori.
Continua in questa opera di bene.
Continua per noi che ci siamo appena immersi in questo mondo del tutto nuovo.
Continua specialmente per tanti altri che neppure ti conoscono e neppure sospettano della tua esistenza.

Tesine che esprimono una verità diretta e disarmante

Le tue tesine sono di una verità disarmante che sconfessa tutta la parte marcia ed ammuffita della medicina contemporanea.
Leggerle equivale lasciare nel fisico e nella mente un’armonia nuova, una forza meravigliosa come una rosa che fiorisce in primavera.
Non ho mai provato tanta energia e tanta forza spirituale.
Per me sei un grande e meriti tutto il sostegno possibile in quello che stai facendo.

Amore, fratellanza universale e cibo innocente

Non ti arrendere mai. Sappi che hai tanti sostenitori sparsi in tutta Italia, un’Italia che vuole cambiare, un mondo che vuole cambiare. Un mondo nuovo dove l’imperativo deve essere l’amore e la fratellanza, nonché un cibo naturale, innocente ed igienista.

Ci stai dando materiale di riflessione e buon esempio per una virata comportamentale

Forza Valdo, continua così, mantieni ritmo e determinazione.
Otterrai molti risultati, anche se, in termini di tornaconto economico, l’impresa apparisse problematica.
Il tuo lavoro ti onora come persona e, prima o poi, arriveranno pure i riconoscimenti al merito per quello che stai dando gratuitamente nelle tue tesine. Chi altro mai lo farebbe?
Il tuo è anche un esempio e uno sprone per noi più giovani a darci una mossa e a fare del nostro meglio.
Auguro ogni bene a te e alla tua famiglia, nonché a tutti noi igienisti che la tua penna sta rinforzando con semplicità ed armonia.
Alessandro, tuo assiduo lettore ed ammiratore

*****

RISPOSTA

Il motivo per andare avanti

Ciao Alessandro, il motivo reale per cui sto andando avanti sta proprio nella percezione che ho di voi, di gente come te che, pur non conoscendomi personalmente, pur non sollecitata in alcun modo a farlo, mi sta inviando messaggi di questo genere. Chiaramente il discorso non va visto in termini personali.
Chi se non voi lettori alimentate il blog con messaggi carichi di esperienze vere, di problematiche, di stimoli e di passione?

Una battaglia culturale che coinvolge i soliti nomi, ma tanta altra gente che ci attornia con passione e competenza, ed in pieno anonimato

La battaglia culturale ci coinvolge in tanti. Penso a Franco Libero Manco e Carmelo Scaffidi, penso a Marcello Pamio e a Luciano Gianazza, a Michele Manca, a Pino Africano, a Giuseppe Altieri, che rappresenta una vera diga contro l’aggressione e l’insidioso accerchiamento della Monsanto e degli OGM, ai ragazzi Centopercento che senza tante chiacchiere intervengono coraggiosamente con dei blitz dimostrativi contro chiunque maltratti gli animali.
Penso alla Nandini che lavora gratuitamente di notte a tradurre i miei scritti in inglese.
Mi arrivano lettere di sostegno anche da gente che non è vegana e nemmeno vegetariana.
Questo dettaglio è, a mio avviso, di straordinaria rilevanza.

Prendere coscienza del ruolo

Ti ringrazio per il tuo messaggio fin troppo caloroso, per il potere coesivo ed aggregante che può avere nei riguardi di un movimento culturale che si sta espandendo a macchia d’olio non solo in Italia ma anche nel resto del pianeta.
Serve da parte nostra una presa di coscienza ed un processo di auto-identificazione.
Dobbiamo renderci conto del nostro ruolo e della nostra forza, se vogliamo apportare qualcosa di buono e di concreto alla causa della salute, alla nobile causa del benessere fisico e spirituale.

Le minacce esistono e sono tutte vere

Salute non solo di noi stessi e del nostro paese, ma dell’intero pianeta, visto che la causa igienistica ha portata universale. Dobbiamo anche serrare le fila e trovare degli sbocchi con le parti politiche che si dimostreranno sensibili alle nostre tematiche. Ci sono minacce che incombono su noi tutti, anche sulla gente che vive disinvolta ignorando i pericoli e le insidie che la riguardano da vicino.

I complotti esistono eccome

Mi viene in testa il filmato (www.aircrap.org/) che riprende Ted Gunderson, ex capo della FBI, che chiede alle autorità degli Stati Uniti d’America, di fermare immediatamente le scie chimiche, le attività delinquenziali che stanno avvenendo sulle teste della gente, degli animali e delle piante.
Mi vengono in testa le riunioni del gruppo Bilderberg, le attività massoniche, l’avanzare minaccioso del Codex Alimentarius, la truffa planetaria dell’Aids, la gente della strada che irride l’intera situazione e ci accusa di essere dei catastrofisti e dei complottisti, o addirittura un movimento diretto a bacchetta da qualche servizio segreto. Il servizio segreto dei carciofi e dei pomodori!
Mi vengono in testa il vile Trattato di Lisbona e la carta straccia della nostra Costituzione.

Non siamo fomentatori di disordini

Lo stato, le regioni, i comuni, i politici, gli industriali non ci guardano nemmeno, in quanto nulla contiamo sul piano politico, economico e sociale. Peggio ancora se si accorgono di noi. In quel caso ci guardano con noncuranza, con fastidio, con sospetto e con qualche preoccupazione, quasi fossimo un covo di futuri terroristi o di fomentatori di disordini.

I finanziamenti per mille attività si trovano sempre, ma non certo per chi va contro il Regime

Finanziamenti a titolo culturale? Danno soldi e supporto a chi spreca il danaro pubblico nei fuochi artificiali. Danno fondi a chi studia le farfalle e i coleotteri.
A chi organizza una marcialonga o un premio letterario.
Ma, a chi promuove uno schifo di cosa chiamata salute, tra l’altro al di fuori dei canali ufficiali della medicina, cosa mai possono dare se non il disprezzo?
Già c’è l’ambulatorio che vaccina i bambini e ci garantisce da ogni epidemia. Che vogliamo di più?

Ignoranza e irresponsabilità o potere del vile denaro, ma il mondo va in quella direzione

Troppi allevatori e troppi macellatori di bestiame, troppi cacciatori e pescatori, troppi fabbricanti di bibite e di caffè, troppi propinatori di farmaci e vaccini nei consigli comunali e regionali, come pure in Parlamento. La politica è nelle mani di Big Pharma. È di qualche giorno fa la scandalosa decisione della Regione Puglia di avviare un programma di vaccinazione su vasta scala contro il Papilloma virus, il cosiddetto Aids delle donne. Un voler far ripiombare l’Italia negli anni bui della peste e dei lazzaretti.
E questo succede mentre in India, e non solo là, diverse ragazze sono morte per gli effetti collaterali di tali infami pratiche, per gli effetti indesiderati causati dai vaccini della solita Glaxo.
Se queste leggi passano, significa che qualcuno le ha proposte e qualcuno le ha votate.
Siamo o no in uno stato democratico e liberale?
Colpevole ignoranza sulla questione virale? Potere persuasivo del vile denaro? Fate voi.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

Comments are closed.