EPILESSIA MIOCLONICA INFANTILE E RIMEDI NATURALI

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

EPILESSIA MIOCLONICA PER LA MIA BAMBINA DI 6 ANNI

Mi scuso per l’ora ma ultimamente non riesco più a dormire molto. La mia bambina ha 6 anni e da 2 anni soffre di una forma rara di epilessia di tipo mioclonico. Abbiamo cambiato molti farmaci in quanto la bimba è stata definita farmacoresistente.

TERMINATO L’USO DELL’IDROCORTISONE E ASSUNZIONE DI ZORONTYN E DI BARBITURICI

Siamo seguiti dal Meyer e ad oggi la sensazione è quella che stiano navigando a vista come se facessero tentativi su tentativi ma di fatto senza risultati. Lei ha comunque più di 15 episodi visibili al giorno. Questo mese abbiamo finito l’uso dell’idrocortisone, che all’inizio sembrava fosse veramente la soluzione. Contemporaneamente sta assumendo Zarontyn e Barbiturici.

DOLORI DI TESTA E DOLORI ADDOMINALI

La bimba lamenta costantemente mal di testa e mal di pancia nonostante mi stia facendo seguire da una nutrizionista per avere almeno da un punto di vista alimentare una linea guida ottimale. Sono piuttosto angosciata da questo percorso che sembra un tunnel senza fine. Lei avrebbe dei consigli da darmi? La saluto cordialmente e spero di avere un suo ritorno al più presto. Buonanotte.
Paola

*****

RISPOSTA

SALTI E SCATTI CHE TENDONO A SCOMPARIRE

Ciao Paola. Anche con te devo scusarmi per il lungo ritardo. Una crisi mioclonica significa sentire braccia e gambe che volano su e giù per alcuni secondi, con salti e scatti che tendono poi a scomparire come se non si fossero mai verificati. I sintomi di crisi miocloniche sono esperiti di solito al mattino dopo essersi alzati. Queste crisi tendono ad essere molto frustranti, anche se durano meno di un secondo o giù di lì. È possibile che si verifichi un solo episodio, ma ci sono probabilità che più episodi accadano in successione ed in un breve arco di tempo.

CRISI MIOCLONICHE

La parola mioclone deriva infatti dai termini greci myos=muscolo e klònos=agitazione. Le crisi miocloniche sono dunque contrazioni improvvise dei muscoli del corpo che si verificano per un breve periodo, anche per meno di un secondo. Queste contrazioni possono influenzare uno o entrambi i lati del corpo e riguardano principalmente un piede o un braccio.

FENOMENI CASUALI IN PERSONE NORMALI

Persone normali che non soffrono di disturbi neurologici possono soffrire a volte di crisi miocloniche. Per esempio, si può verificare un sobbalzo improvviso durante il sonno o un colpo di singhiozzo, dovuti a comuni convulsioni del muscolo diaframma. Questo tipo di crisi mioclonica una-tantum non è motivo di preoccupazione. Ma può invece succedere che le crisi si ripetano e siano dovute a disturbi neurologici come ad esempio l’epilessia.

CRISI MIOCLONICHE NEI BAMBINI

Nei bambini le crisi comprendono uno o più di uno spasmi muscolari. Questi scatti si verificano sulle spalle, braccia o il corpo intero. Il bambino è cosciente e i salti sono di solito visti su un braccio o una gamba. In alcuni casi, gli scatti non sono visibili. Se il bambino lascia cadere il suo spazzolino da denti dalla sua mano si può pensare che è ancora assonnato. Ma, se questo diventa una scena regolare al mattino, può trattarsi di un sintomo di crisi mioclonica.

CRISI MIOCLONICHE NEGLI ADULTI

Sintomi sequestro miocloniche in adulti è simile a quelli nei bambini. I pazienti adulti con gravi sintomi di crisi miocloniche perdono temporaneamente la capacità di parlare, mangiare, camminare e dormire. La persona può anche soffrire di anormali movimenti del corpo e di contrazioni.

DEFINIZIONE DI EPILESSIA

Epilessia deriva dalla parola greca epilepsìa che sta per attacco di sorpresa. Si tratta di una sindrome neurologica complessa, caratterizzata dal periodico ripetersi di manifestazioni psicofisiche improvvise, quali sospensione o perdita della coscienza, stato confusionale, movimenti automatici e, nelle forme più gravi, convulsioni muscolari. Epilessia deriva dalla parola greca epilepsìa che sta per attacco di sorpresa. Si tratta di una sindrome neurologica complessa, caratterizzata dal periodico ripetersi di manifestazioni psicofisiche improvvise, quali sospensione o perdita della coscienza, stato confusionale, movimenti automatici e, nelle forme più gravi, convulsioni muscolari.

POSSIBILI CAUSE DI CRISI EPILETTICA MIOCLONICA

I motivi di innesco dei disturbi convulsivi vanno ricercati in danni cerebrali, ictus, lesioni al midollo spinale, scarso flusso di ossigeno al cevello, tumori al cervello, insufficienza renale, insufficienza epatica, uso di farmaci, uso di anestetici, Parkinson, Alzheimer, sclerosi multipla, sclerosi multipla, lupus, encefalopatia spongiforme da prione tipo “mucca pazza” o malattia Creutzfeldt-Jakob. Spesso l’epilessia deriva da presenza di parassiti intestinali.

CONSIGLI GENERALI SULLO STILE DI VITA

Abitudini e tendenze sbagliate come mancanza di riposo e sonno discontinuo o insufficiente possono incrementare la frequenza delle crisi. Gli adolescenti sono particolarmente a rischio. Conviene pratica una buona igiene del sonno. Niente caffeina, nicotina o alcol. Fare esercizio fisico a sufficienza. Evitare i pasti abbondanti poco prima di andare a letto e cenare almeno due ore prima di coricarsi. Prediligere la vita attiva all’aperto ed esporsi al sole. La luce solare aiuta la regolarità del ciclo della melatonina, l’ormone del sonno e del buonumore. Ovvio che uno stile di vita sano, tranquillo e rilassato, con alimentazione personalizzata, leggera e digeribile, aiuta a vivere con meno tossine, in uno stato di maggiore equilibrio fisiologico e psicologico. Leggere le mie tesine precedenti sull’argomento, come ad esempio “Rimedi all’epilessia Eses in bimbo di 9 anni” del 5/10/16.

RIMEDI CONTRO I PARASSITI INTESTINALI

Aglio, cipolla, porri, ravanelli, carote, cavolo, crescione, melegrane, noci, portulaca, prezzemolo, peperoncino, zenzero, semi di zucca, miele, uva secca, servono a risolvere ogni tipo di parassitosi.

STACCARSI DA OGNI FARMACO

Il trattamento delle convulsioni medicinale per l’epilessia mioclonica comprende come benzodiazepine e clonazepam. Questi farmaci tendono ad avere effetti collaterali, causando goffaggine e scoordinazione. L’uso prolungato comporta assuefazione e perdita della loro efficacia. Le crisi miocloniche possono anche essere controllati da barbiturici e antiepilettici. I barbiturici causano effetti sedativi, ipontici e depressivi sul sistema nervoso. Il Zorontin causa comunemente riduzione appetito, cosa assai grave, ma anche atassia (scoordinamento nervoso), cefalea, sonnolenza, capogiri, dolori gastrointestinali, dolori addominali, orticaria, eczemi. L’idrocortisone causa infine ritenzione di sodio, ulcera gastrica, effetti diabetogeni e danni al sistema immunitario.

RIMEDI NATURALI CONTRO L’EPILESSIA

Il digiuno di qualche giorno ha effetti ripulitivi ottimali e risolventi. La dieta a base di frutta e verdure crude è indicatissima per sconfiggere l’epilessia. Alimenti particolarmente amici sono i cavoli, noci, nocciole, ortaggi a foglia verde come lattuga e radicchio, fragole, legumi, lupini, germe di grano, germogli, aglio ursino, olio di cocco.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x