FORTI MIGLIORAMENTI NELLA MIA SINDROME RENALE DI ALPORT

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

TUTTI I VALORI CRITICI IN NETTA FASE MIGLIORATIVA

Buonasera dr Vaccaro, Le scrivo dalla Sicilia dopo averla incontrata a Imola un paio di mesi fa per la mia sindrome di Alport. Seguo ormai da circa 7 mesi una dieta vegano crudista tendenziale, affetto com’ero da svariati problemi, con creatininemia 1.3, azotemia alta 86, uricemia 9.2 e proteinuria 3.5.

Dopo solo 7 mesi posso quasi gridare al miracolo, visto che negli ultimi controlli i valori-base mi segnalano forti miglioramenti con creatininemia 1.0, azotemia 26, acido urico 8.6 e proteinuria 1.5. Devo dire di aver ritrovato una speranza per la risoluzione del mio problema e per questo la ringrazio infinitamente.

QUALCHE PREOCCUPAZIONE DI TROPPO PER POTASSIO E B12

Unica pecca di questo percorso è l’imbattermi in un aumento del potassio anche se solo di due punti superiore rispetto ai livelli massimi, con la paura che possa ancora aumentare, ed un abbassamento sotto i limiti di vitamina B12 a livello 110 a fronte del limite minimo 190.

Che fare? Dovrei integrarla? Sto commettendo degli errori? Dovrei limitare qualche tipo di frutta o verdura? Dovrei bere molta più acqua per espellere fuori il potassio in eccesso? Dovrei modificare il mio piano alimentare? Mi trovo molto confuso in merito. Il che mi sta creando non pochi problemi e preoccupazioni, col rischio di spingermi verso limitazioni ed errori alimentari. La ringrazio anticipatamente per la sua attenzione e le auguro una buona serata. Cordiali saluti.
Lettera firmata

*****

RISPOSTA

ABBIAMO AIUTATO IL TUO ORGANISMO AD AUTO-DEPURARSI

Ciao. Non è un miracolo ma quasi, come giustamente dici. Il miracolo lo ha compiuto dentro il tuo corpo la Natura attraverso i suoi formidabili strumenti autoguaritivi che non conoscono parole tipo “sindrome inguaribile” o tipo “malattia rara da trattare con farmaci o con interventi invasivi”.

Abbiamo il merito tu ed io di aver dato al tuo corpo la possibilità di auto-ripulirsi e auto-depurarsi con una dieta sobria-leggera-digestiva-vitale-innocente-alcalinizzante-sostenibile-personalizzata, e pertanto di poter funzionare liberamente, conducendoti su livelli prossimi alla normalizzazione generale e alla guarigione totale su basi stabili. Il fattore guaritivo, il vero protagonista del caso rimane il tuo corpo, grazie alle sue strumentazioni speciali rimesse in condizioni operative. Mi riferisco agli organi emuntori, agli apparati protettivi chiamati impropriamente immunitari dalla medicina, al sistema endocrino, all’alleato microbiota. Per dirla breve, stai uscendo dal tunnel grazie al tuo medico interno e grazie a un radicale cambiamento biochimico e mentale del tuo milieu interieur.

NON GIOCHIAMO A FARE I MEDICI

Facciamo ora attenzione a non commettere banali errori di valutazione e di percorso. Evitiamo di diventare brutte copie del sistema medico. Evitiamo di giocare a fare noi stessi i medicastri. Evitiamo la tentazione di diventare noi stessi protagonisti, proprio nel mentre il tuo corpo sta completando magnificamente il suo lavoro, dimostrando massima saggezza e massima competenza. Il corpo è health oriented e non va mai contro se stesso, per cui tende a guarire e a svolgere il suo compito, a finalizzare il percorso a regola d’arte se solo lo lasciamo fare, compiendo il nostro dovere di non-interferenza.

IN FASE DEPURATIVA I VALORI TENDONO AD OSCILLARE

Ribadisco che nella fase migliorativa il corpo dà fuori veleni e alla fine il sangue si migliora, perde tossine e perde grassi, fluidificandosi, per cui ci possono essere anche leggere modifiche in alcuni valori tabellari. Da qui il mio consiglio di evitare troppe analisi di controllo, specie nelle fasi post-depurative, quando certi asterischi tendono frequentemente ad oscillare.

I valori tabellari poi sono soggetti a diversi tipi di valutazioni e di interpretazioni. Il medico di oggi ti dice che il limite minimo è 190? Non è vero. Il 190 è il limite minimo del range manipolato anni fa dalla OMS dopo che l’aveva correttamente fissato a 80 pg/mL. Per la WHO e per la Scienza Igienistica il tuo livello 110 non è un valore critico, ma è addirittura auspicabile visto che una B12 contenuta concede più spazio alla importantissima vitamina C e alla vitamina B9 (acido folico) che probabilmente si attesterà sui massimi livelli del range o anche oltre. Nel mio caso, ad esempio, viaggio sui 100 per la B12 e su 24 per l’acido folico. Più fluido è il sangue e più bassa è la B12.

A MIO PERSONALE AVVISO UNA B12 SU LIVELLI BASSI RIMANE UN AUSPICABILE SEGNALE

Prendi nota che le mie posizioni igienistiche su tanti argomenti e sulla B12 in particolare sono in netto contrasto con le posizioni mediche ed anche con certi gruppi vegetariani ufficiali che sono allineati con la medicina su questo punto. Pertanto lascio a te ogni decisione e ogni responsabilità in merito. Se non dormi la notte per paura della B12 bassa, meglio che ti prendi un integratore. Ma se invece credi in te stesso e nelle tue capacità di venirne fuori in modo autonomo e naturale, cancella dalla tua mente ogni timore. Al limite, puoi inserire nella tua dieta delle alghe o qualche ovetto di gallina ruspante o del formaggio di capra.

VEGETALI RICCHI DI SODIO COME CONTRASTO AL TROPPO POTASSIO

Stesso discorso per il potassio. In questo caso parli di due soli punti di differenza, per cui non è il caso di preoccuparsi. Tieni anche presente che tutte le analisi fatte una tantum hanno valore relativo in quanto si tratta sempre di foto istantanee della situazione, con bassa rilevanza predittiva.
Inseresci qualche alimento ricco di sodio, come le citate alghe, bietola, carciofo, sedano, rapa rossa, crescione, rucola, ravanello, cavolo, cavolino, cime di rapa.

C’È DA BRINDARE E DA GIOIRE

In linea generale, non ci sono errori e non ci sono strafalcioni da parte tua. L’unico errore che stai facendo è la sottovalutazione di te stesso e delle capacità effettive del tuo organismo. Timori, dubbi, paure, incertezze portano direttamente alla sfiducia e all’ipocondria, porte di ingresso di tutte per malattie. Non farti traviare dal disfattismo mentale che alberga insidioso nella mentalità umana. Al contrario gioisci degli ottimi risultati che stai conseguendo. L’arrivo prossimo della buona stagione ti darà una ulteriore spinta in avanti.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

Lascia un commento