QUANTI PASTI DI FRUTTA AL GIORNO?

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

IL  RITMO DEI 5 PASTI FRUTTARIANI AL GIORNO VA RADDOPPIATO

Ciao Valdo, probabilmente lo saprai già, ma ieri su tutti i quotidiani inglesi è stata pubblicata la notizia che le porzioni di frutta e verdura consigliate al giorno sono 10, 12 o anche di più (minimo 7) e che il 5-a-day non è più considerato sufficiente. Ti ho subito pensato!

FAMIGLIA COMPATTA E FELICE

È da un anno che ti seguo. Ho cambiato completamente dieta, sia per me, che per i miei 4 bambini, senza lasciar fuori mio marito, ovviamente. Siamo in perfetto allineamento coi tuoi suggerimenti e ne siamo pure felicissimi. Saluti.
Elena (goriziana da Londra)

http://www.telegraph.co.uk/health/healthnews/10736045/Your-10-a-day-why-slaying-a-sacred-cow-of-health-advice-is-dangerous.html

http://www.telegraph.co.uk/health/healthnews/10735395/Your-10-a-day-tips-on-how-to-eat-more-fruit-and-veg.html

http://www.bbc.co.uk/news/health-26818377

http://www.thetimes.co.uk/tto/life/food/article4051582.ece

http://www.nursingtimes.net/five-a-day-fruit-and-veg-not-healthy-enough-warn-researchers/5069522.article?blocktitle=News&contentID=4385

https://metro.co.uk/2014/04/01/do-we-have-the-time-or-the-stomach-to-eat-10-portions-of-fruit-and-veg-a-day-4685588/

*****

RISPOSTA

FRUTTA CIBO ELETTIVO DELL’UOMO

Ciao Elena. Ti ringrazio per queste segnalazioni importantissime che rendono giustizia all’importanza e alla preziosità della frutta, ossia di quel carburante che rappresenta poi il nostro cibo elettivo, capace di darci massima nutrizione senza effetti collaterali. Ora non si tratta di prendere posizioni drastiche sul 5-per day, sul 7 per-day o sul 10 per-day.

NIENTE SCHEMATISMI

Ognuno deve comunque ricordarsi di personalizzare e di stare lontano dagli schematismi, adattando la dieta alle proprie esigenze corporali-gustative-spirituali, al materiale disponibile in qualità e quantità, alla stagione, all’equilibrio tra calorie apportate e calorie consumate. Il termine frutta non va inteso in senso stretto ma in senso ampio, includendovi le verdure, frutti degli orti o dei pochi spiazzi selvatici rimasti nelle campagne, e tutti i frutti di terra, tipo patate, radici, tuberi.

QUALCHE CONCESSIONE E QUALCHE PERMISSIVITÀ

Senza contare poi la necessità di essere amici di noi stessi e di non sottoporre il nostro organismo a rinunce e stress alimentari fuori della norma e fuori dalla nostra portata. Abbiamo optato non a caso per una dieta tendenzialmente fruttariana e tendenzialmente vegan-crudista. Una dieta capace di adeguarsi alle nostre reali e concrete esigenze umane, capace di essere drastica e rigida nei momenti di depurazione interna, ma anche generosa e conciliante per i giorni normali.

GLI STRAPPI ALLA REGOLA, LA SOCIALITÀ, IL DIVERTIMENTO E LE ENDORFINE

Il raggiungimento di una quota del 60-70% vege-fruttariana-crudista permette a chi lo desidera di completare il suo menu con dei piccoli ed innocenti strappi alla regola, con dei cibi cotti, con qualche mezzo bicchiere di vino e di birra, con qualche pezzetto di formaggio crudo di malga, con qualche ovetto di galline ruspanti e, al limite, con qualche pesciolino tipo alici, per chi vive col profumo di mare sottocasa.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
8 Commenti
Più vecchio
Più recente Più votato
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
8
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x