GENUINA PREOCCUPAZIONE O LETTERA MINATORIA?

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

CHE STUDI HA SVOLTO? HA REALI CONOSCENZE NEL CAMPO?

Salve, oggi per semplice curiosità mi sono imbattuto nel suo blog. Noto che, insieme a dei consigli in tema alimentare, lei suggerisce anche terapie alternative alla medicina tradizionale. Non che mi fidi cecamente della medicina tradizionale visto che, in alcune circostanze, potrebbe essere viziata dal business che ne deriva. Ma lei ha realmente conoscenze nel campo? Che studi ha svolto per dimostrare personalmente tali teorie?

E’ IN GRADO DI DIMOSTRARE CIO’ CHE DICE?

Sa che se i suoi consigli fossero errati potrebbero costare cari ai suoi pazienti? E soprattutto, è in grado di dimostrare ciò che dice? La mia preoccupazione nasce dal fatto che i temi da lei affrontati sono di una delicatezza estrema dal punto di vista medico. Non si offenda ma, come lei, sono piuttosto scettico. Spero in una sua risposta in tempi ragionevoli in quanto sono davvero
preoccupato dal suo lavoro e una sua non risposta avvalorerebbe i miei dubbi. Distinti saluti.
Lettera non firmata.

*****

RISPOSTA

PERCHÈ NON SI PREOCCUPA DI ESSERE PIÙ TRASPARENTE?

Dottor Anonimo, avrei preferito potermi rivolgere a un nome e cognome. Chi è lei poi per farmi un interrogatorio di terzo grado e con toni vagamente insinuanti? Si preoccupi intanto di dare lei le sue generalità e di chiarire meglio lo scopo della sua iniziativa. Non sarà mica un rimasuglio della Neo-Inquisizione Cattolica e dei Roghi Papali? Quando lei mi dirà chi è veramente, quali studi ha fatto, quali università ha frequentato, quante persone ha aiutato o ha rovinato, cosa ha prodotto di buono nella vita, chi l’ha incaricata di preoccuparsi per me e di inviarmi la sua mail, allora potrò anche decidere di risponderle in dettaglio, sempreché lo ritenga opportuno.

NON SI FANNO DOMANDE A CHI È UN LIBRO APERTO

Siccome lei ha appena messo il naso sopra si e no su due righe di qualche mio scritto, qualcosa la dico. Ho tre libri in circolazione e 2000 tesine, non 2 o 20 o 200, ma duemila, tutte sul blog e anche su altri come Medicinanaturale, Disinformazione e simili. Dal 2008 a oggi ho tenuto una trentina di conferenze tra Roma, Milano, Venezia, Palermo, Catania, Genova, Parma, Bari, Vicenza, Verona. Tutte con sale piene e con gente venuta liberamente non solo ad ascoltare e farsi una cultura igienistica, ma anche a portare testimonianze di auto-guarigione dal vivo. Venti delle mie tesine, messe assieme fanno un libro e una tesi di laurea. Se scrivo o dico cazzate il giudizio arriva contemporaneamente dai miei docenti-giudici che sono i lettori, non 10 o 100 ma migliaia, e comunque tanti da non poter fare facilmente la conta.

NON SONO UN CIARLATANO MEDICO E NEMMENO UN CIARLATANO OMEOPATICO

Non ho pazienti ma solo amici e lettori. Non guarisco nessuno né tanto meno faccio ammalare qualcuno. Non sono un ciarlatano medico che si illude di poter guarire. Nessuno al mondo ha la capacità di guarire il prossimo. Tutte le guarigioni sono in realtà auto-guarigioni. Il buon terapeuta onesto e trasparente è colui che rimette un corpo in condizioni di sapersi riprendere. Insegno educazione alimentare e comportamentale, ivi comprese materie salutistiche.

NON SONO UN TERAPEUTA E NON PRESCRIVO NULLA

Non prescrivo nulla e non chiedo nulla. “La Natura è sovrana medicatrice dei mali” e Primo non nuocere, cioè non spaventare” sono i motti ippocratici della Scuola Medica Salernitana e della ANHS American Natural Hygiene Society, i motti che ho inserito nella mia Libera Università Popolare, che non costa una lira a nessuno e non riceve una lira dallo stato. Rispondo a domande libere e a domande specifiche. La morte fa parte della vita. Quando una foglia deve cadere perché è venuto il suo momento, può anche farlo. Se un moribondo dovesse chiedermi un parere, perché non si fida assolutamente del medico, che faccio? Lo rimando forse dal medico?

INSEGNO ALLA GENTE A PRENDERSI LE PROPRIE RESPONSABILITÀ E A NON DELEGARE AD ALTRI LA PROPRIA SALUTE

Rispondo a tutti, e non mi prendo responsabilità legali. Insegno alla gente a diventare autonoma e a prendersi le proprie responsabilità, a non delegare la propria salute né a me né a nessuno. Sono per la cura della-non-cura. Sono contrario alla soppressione del sintomo, e favorevole alla cura radicale della causa vera e nascosta di malattia. Insegno alla gente a non ammalarsi, o a riprendere la salute senza operazioni e senza cure farmacologiche, salvo casi di reale emergenza e di reale pronto soccorso, secondo i dettami della Scienza della Salute. Sono sommerso da lettere di gente che mi scrive e mi chiede espressamente di darle dei pareri. Sono un libero ricercatore salutistico che crede nella libertà di espressione e nella libertà di idee e di parole dette e scritte con chiarezza e in lingua nazionale. Sono amico dei medici liberi, privi di arroganza e privi di pregiudizi.

LOTTA DURA MA SEMPRE PACIFICA E CIVILE

Sono libero ricercatore, allievo di Ippocrate e di Pitagora, di Leonardo, di Giordano Bruno, di Paracelso, di Voltaire, di Florence Nightingale, di Béchamp, di Pettenkofer, di Ehret, di Bircher-Benner, di Lezaeta, di Schweitzer, di Shelton in lotta aperta e dichiarata contro la politica invadente e prendi-tutto, liberticida e saluticida del Regime Sanitario Mondiale. Invoco lotta aperta alle multinazionali del farmaco, del vaccino, dell’integratore, nonché al Codex Alimentarius e a chi lo difende, nonché ai produttori e ai mercanti di cadaveri, di cibi e bevande spazzatura, di cibi e bevande droganti. Quando dico lotta dico opposizione dura ma pacifica, onesta e trasparente, priva di vendette. Sono contrario a tutte le forme di imposizione, di odio e di violenza.

UNIVERSITÀ LIBERA E POPOLARE DI SCUOLA IGIENISTICA ALIMENTARE E COMPORTAMENTALE

Non esistono università di scienze igienistiche-naturali al mondo, ed è per quello che nel mio piccolo ho creato la mia libera scuola fuori dalle strutture pubbliche, dalle regole, dalle burocrazie, dai favori, dalle baronie. Università popolare e gratuita. La bocciatura, le votazioni, i giudizi, il rifiuto o l’accettazione entusiastica, il diploma e la laurea, me la concedono e me la conferiscono giornalmente i lettori, man mano che ricevono risposte adeguate e soddisfacenti. Ieri mi hanno confermato un invito ufficiale all’interno di un Ministero a Roma. Devono essere impazziti. Invitare una scheggia culturale selvaggia ed incontrollabile di questo genere in una primaria struttura governativa!

SI CHIEDA IN GIRO SE IL MIO LIBRO ABBIA FATTO AMMALARE O MORIRE DELLA GENTE

Quello che insegno alla gente è di una chiarezza estrema. Il testo Alimentazione Naturale lo conoscono in tanti. E’ costato più di una laurea in medicina. Non so se vale di più di una laurea in medicina. Mi rimetto al giudizio popolare. Non so se il mio libro o le mie tesine abbiano fatto morire qualcuno. Non mi risulta. So invece che ogniqualvolta c’è uno sciopero inatteso dei medici, la mortalità cala del 50% circa in molti ospedali del mondo, e queste sono statistiche note e stranote.

IL CORPO DEL REATO SI TROVA ALLA LIBRERIA ESOTERICA ANIMA DI MILANO, GALLERIA UNIONE A DUE PASSI DAL DUOMO, E IN MOLTE LIBRERIE D’ITALIA

So per certo di aver ricevuto migliaia di testimonianze entusiaste di auto-guarigione, e sono dispostissimo a mettere a confronto le mie referenze con quelle di qualsiasi medico italiano di grande successo, anche se non c’entro un cavolo con la medicina, essendo l’Igiene diametralmente opposta alla Tecnica Medica. Se qualcuno mi vuole denunciare e farmi un processo per non so quale reato, non servono domande demenziali ed ipocrite. Si prenda il mio libro come “corpo del reato” e indica un procedimento giudiziario. Sono a completa disposizione.

ALLEGO ALCUNE TESINE ESPLICATIVE

OSCURIAMO IL BLOG? MAGARI MI FATE UN FAVORE E COSÌ POSSO FINALMENTE CONCEDERMI UNA VACANZA.

Le ultime due tesine, per la cronaca, sono le testimonianze giuntemi ieri, le ultime della serie. E’ una cosa grave far star bene la gente con dei semplici consigli? Blocchiamo tutto? Mettiamo sotto arresto il sottoscritto? Sequestriamo i libri? Restauriamo il rogo medievale? Oscuriamo il blog? Non dovevo risponderle ma alla fine un po’ l’ho fatto. Non tanto per cedere a una richiesta che suona arrogante e ingiustificata, ma perché ci sarà qualcun’altro ancora che intende pormi gli stessi quesiti.

THEOPHRASTUS BOMBASTUS VON HOHENHEIM, DETTO PARACELSO, HA FATTO SCUOLA

Non è mia abitudine chiedere a qualcuno che scuola ha fatto. Giudico la gente a occhio, a naso e a peso, e soprattutto su cosa dice e come si comporta col prossimo e con l’ambiente. Pur non frequentando bordelli, la penso esattamente come Paracelso, che aveva imparato dalle prostitute, dai barboni e dai barbieri, più che dai baroni di medicina. Potrei pure trovare più scienza e coscienza in un modesto contadino di paese che in un eminente premio Nobel.

DIFFIDO DI CHI RAGIONA IN TERMINI DI TITOLI

Non ho parlato di titoli. Non ho mai creduto ai titoli e non li sfoggerei nemmeno se si trattasse della Normale di Pisa o della Sapienza o di Harvard. Nel mio ufficio ho comunque incorniciato un paio di lauree, in Economia e in Naturopatia, che non mi sono mai sognato di mostrare a nessuno, e un libretto con tutti gli esami di filosofia all’Università di Trieste, meno la tesi finale che intendo completare non appena troverò il tempo, spero dopo i 90 anni.

Valdo Vaccaro

Condividi con i tuoi amici.

24 commenti

  1. Caro Anonimo,
    perché al posto che chiedere i titoli a Valdo Vaccaro non si prende la briga di leggere una manciata di libri di Igienismo Naturale, scritti dai vari Shelton, Tilden e farciti anche con qualcosa di Ehret?
    E magari perché non provare ad applicare ciò che questi medici e/o ricercatori della salute hanno saputo tramandarci?
    È forse chiedere di prendersi troppa responsabilità personale?
    Paura?

    Le faccio infine un'ultima domanda: una cosa è vera in quanto tale, o è vera solo se un testo teorico ufficiale ne parla?

    Senza nulla togliere a Valdo, ciò che egli dice non deve dimostrarlo lui, ma è la NATURA che lo dimostra. Tutti i giorni, in tutte le sue forme presenti in questo Universo.
    Spero per lei che possa ravvedersi.

    Un caro saluto.

  2. Queste persone che scrivono con questo tono arrogante e tendenzioso, sono proprio coloro che sono terrorizzati dal prendersi la responsabilità della propria salute ivi della propria vita! Hanno paura, una paura enorme di vivere veramente! Faccio il naturopata e non sono di sicuro l'ultimo degli sprovveduti, anche se in troppi pensano che la naturopatia sia stregoneria, o chissà quale stranezza! Ovviamente questo accade nella medieval-cattolica italiotta!! E ve lo chiede una persona che da 4 anni, grazie al prezioso lavoro di Valdo Vaccaro, ha raggiunto un grado di Salute fisica-psichica-spirituale che mai avrebbe neanche lontanamente immaginare!! Andate Blanblanare da altre parti, fatevi una bella passeggiata all'aria aperta, sbattete la testa al muro, e magari perchè no fatevi una bella copulata!! Studiate brutti le cose vere brutti sassi!! Ma non rompete gli attributi a chi Ama la vita e lavora perchè essa trionfi!! Ignazio Podda

  3. Mitico Valdo, questa gente non ha veramente nulla da fare, da oltre 2 anni seguo questo tipo di alimentazione e sono guarita dalle mie malattie, cosa che la medicina non era stata capace. Credo di capire da dove arriva questo signore, c'è un pagina su facebook che attacca la medicina alternativa e lui sicuramente è uno di loro, sarà un neo laureato che sente le sue convinzioni sgretolarsi davanti alla natura che prende il sopravvento.

  4. Buongiorno, vorrei innanzitutto provare a spegnere il fuoco del comprensibile risentimento, che il messaggio può aver provocato all'autore di questo blog e nei suoi lettori. Chi sia l'autore del messaggio non credo che sia di alcuna importanza. La preoccupazione espressa nel messaggio è la preoccupazione di molti, che venuti a conoscenza dell’igienismo provano letteralmente uno shock emotivo.

    Qui crollano definitivamente e per sempre la propria professione, il proprio "credo", il proprio "slogan". Significa mettere in discussione ciò che si è sempre sostenuto. Il solo ammettere a se stessi che ciò che si è sempre creduto è errato può essere di ostacolo al confronto o perfino alla propria evoluzione.

    In un blog dedicato al diabete ad esempio, gli stessi utenti, dopo aver letto degli articoli "alternativi" su questo blog, hanno animato una discussione contro il loro stessi interessi. Spaventati a morte dal dover cessare l’assunzione di insulina, non hanno voluto approfondire le argomentazione di Vaccaro ma si sono interrogati sui titoli ed hanno proposto denunce. Quando poi un utente ha cercato di parlare in favore dell’igienismo, rispondendo purtroppo (ma comprensibilmente) a tono agli insulti è stato bannato per aver “acceso il flame”, come dichiarato dal moderatore, quando già il titolo stesso di quella discussione era un flame, essendo offensivo verso la persona di Valdo.

    Purtroppo accade che quando un messaggio indigesto risulta inattaccabile, l’unica difesa possibile è l’attacco ad personam, come se il messaggio non avesse vita propria e il suo contenuto dipendesse dai titoli del messaggero. Il rischio di rispondere amaramente ad un tale pensiero è quello di spostare la discussione in un vicolo cieco, e di fare un favore al detrattore.

    Il risentimento è la difesa peggiore che possiamo utilizzare. Qui occorre lucidità, comprensione, e totale apertura verso un nostro Fratello, che come tutti è sulla “Via”, ognuno con i suoi tempi. Abbiamo una responsabilità in tal senso.

    Le oltre 2000 tesine sono li da leggere, come le oltre 400 pagine del libro “Alimentazione Naturale” di Valdo Vaccaro. C’è tanto materiale da sviscerare e contestare. Si potrà anche uccidere il pensatore, ma se il pensiero rimane inattaccabile a cosa sarà servito?

    Per contestare un pensiero, bisogna conoscerlo a fondo, e qui evidentemente c’è stata una lettura superficiale degli scritti di Vaccaro. Infatti nella lettera si legge che Vaccaro “suggerisce anche terapie alternative alla medicina tradizionale”.
    Non amo perdere il mio tempo per ritenermi offeso e le mie energie per difendermi. Non amo accollarmi i problemi altrui. Che mi si mostrino queste terapie alternative, di cui io non trovo traccia nell’opera di Vaccaro.
    Sempre che frutta e verdura crude non siano considerate terapie, allora in questo caso possiamo aprire un interessante ed importate dibattito.

    A cosa serve contestare i titoli di un autore, quando i suoi scritti sono tutti li che aspettano di essere confutati? Ma se non basta si provi allora a contestare Colin Campbell, famoso scienziato americano di fama internazionale ed esperto di nutrizione, se non si ha la pazienza di leggere il monumentale rapporto “The China Study” di 400 pagine, il più importante studio epidemiologico mai realizzato, durato 27 anni, e disponibile al pubblico in qualsiasi libreria.

    Questi sono gli argomenti di discussione che dobbiamo pretendere da qualsiasi interlocutore, nell'interesse di tutti.

    Vincenzo Polizzi – Roma

  5. Chi segue ed ama e rispetta Valdo
    Vaccaro ed il suo impagabile lavoro
    non ha nessun motivo di rendersi
    anonimo, sul WEB e nella vita
    pubblica.
    Chi si nasconde nell'anonimato
    ha qualcosa da nascondere…

    Camillo Catellani – Teramo

  6. Premetto che sono vegana da diverso tempo e seguo il blog di Valdo con estremo interesse, e ho anche avuto il piacere di conoscerlo personalmente.
    Credo molto in questo tipo di alimentazione che mi ha aiutato in diversi frangenti.

    Mi sembra però che il misterioso “anonimo” non si sia assolutamente rivolto in maniera maleducata, né tantomeno arrogante.
    Non capisco pertanto le risposte dei lettori; mi rendo conto del fatto che magari Valdo possa essere giustificato, siccome ultimamente è stato aggredito anche in modo sgradevole sul blog, ma questo non mi sembra il caso. A meno che, ovviamente, Valdo non abbia omesso di dire qualcosa a proposito della mail (chi ha detto che questo signore è un medico?).
    Sono state fatte delle domande in maniera civile, perchè bisogna subito saltare a delle conclusioni?

  7. Appena sedimentiamo qualcosa, questa diviene certezza e si fa corazza, armatura da difendere coi denti. Se sedimentiamo con l'aiuto di altri o tanto studio, o peggio, se ricaviamo benefici economici da quanto sedimentato, l'armatura si fa gigante e guai a chi tenta di infrangerla. Questo è l'atteggiamento di tutti. Tutti. Poiché ciascuno ama le certezze ed ha paura delle cose che cambiano nel tempo. Desideriamo stabilità. Siamo fatti così.

    Ma una cosa ci contraddistingue gli uni dagli altri. La capacità di rivedere le nostre certezze. Smontare la corazza, per indossarne una seconda. E' forse una questione di "antenne"? Chi lo sa. Posso dire che vi è una certezza provata. Chi nella vita ha cambiato di più, è più predisposto a modificare il proprio punto di vista. L'importante è che lo faccia con raziocinio.
    Il medico difenderà i suoi studi, il farmacista i suoi, il macellaio pure … Come distinguere? Oggi siamo nelle condizioni di guardare un po' dall'alto (la rete ci aiuta) ed osservare meglio le motivazioni che stanno dietro a certi atteggiamenti. E questo ci permette di vedere meglio ed eventualmente cambiare.

    La medicina mi aveva imposto pasticche di statine tutta la vita sulla base di un sintomo persistente (quantità di colesterolo nel sangue). Valdo mi ha suggerito di andare oltre. Ci ho provato. Ho scoperto allora che le certezze di quei medici erano fasulle. Oggi, non ho assolutamente bisogno delle statine e nessuno di quei dottori prescriverebbe al sottoscritto quella cura poiché il regime alimentare che seguo ha abbassato considerevolmente il colesterolo.

    Sulla base di questa esperienza, caro anonimo, io ho capito e mi sono costruito una nuova certezza. La cosa che mi lascia molto perplesso è che nessuno dei medici che mi aveva consigliato di consumare statine per il resto della vita, visti i risultati da me ottenuti ed il metodo impiegato, si è sentito obbligato a rimuovere proprie certezze apprese durante gli studi, o se preferisce durante il lavaggio del cervello. Oggi quei medici continuano a combattere il sintomo e si ostinano a prescrivere statine a tutti i pazienti che si trovano nelle mie ex-condizioni.

    Caro anonimo, le faccio tanti auguri perché ne ha proprio bisogno. Non tenga quella corazza per tutta la vita. Si guardi intorno con più attenzione.

  8. Ciao Simona,
    concordo in pieno con quanto dici.
    Dobbiamo però stare attenti: in giro c'è una miriade di individui che, organizzati o meno che siano, cercano solo di fare confusione e attaccare brighe.

    È già successo su questo blog, in particolare nel post delle "critiche irriverenti" di un paio di mesi fa. Quando rispondevo in modo educato, sia a quelli maleducati che a quelli più educati, questi non rispondevano più! Allora significa che non c'è voglia di confronto e di capire, ma c'è solo voglia di pettegolezzo, di teatrini alla Maria De Filippi (con tutto il rispetto per lei, ma meno per i programmi che conduce).

    Nel caso in questione, le domande sono poste educatamente, ma sono molto tendenziose. Se ci fosse voglia di capire una persona si informerebbe per bene, leggendo parecchio sull'argomento e magari testando pure sulla propria pelle. Invece questo anonimo avrà si e no letto due righe del blog di Valdo, l'Igienismo non sa nemmeno cosa sia, tantomeno la Medicina ufficiale, né salute e malattia.

    Detto questo, mi ripeto, hai ragione. E il miglior modo per far scappare queste persone è proprio rispondere educatamente.

  9. thebigbug bel post, mi è piaciuto molto!
    teniamolo a mente anche noi che abbiamo già effettuato un cambiamento, in quanto alla fine è proprio questa elasticità di vedute che ci fa evolvere spiritualmente.
    Ciao!

  10. Anonomimo, ti fai meraviglia e preoccupazione di ciò che fa Valdo attraverso un blog, dove ci sono siti internet che veramente sarebbero da censurare, ma mi domando se dall'alto del tuo essere ti allarmi anche per i danni da chemio, da vaccini, per le persone che la medicina ufficiale non riesce a curare ma che altre lo fanno, tanto per citarne alcune.
    Pensa a Galeno e al salasso e rapportalo al tuo pensiero di oggi, forse sei sulla stessa linea d'onda!
    Poi magari come diceva Valdo medita su ciò che diceva Paracelso, ma forse quest'ultimo per te non è da prendere in considerazione dato che i concetti vengono dopo i pezzi di carta e gli individui.

    Prova a rapportare questo pensiero di Paracelso, con quello della tua medicina e vediamo se ti suscita qualcosa!
    "Il ciarlatano studia le malattie negli organi colpiti, dove non trova altro che effetti già avvenuti, e non arriverà mai a una fine; perché anche se uccidesse mille persone per studiare questi effetti, rimarrebbe sempre un ignorante per quello che riguarda le cause. Il vero medico studia le cause delle malattie studiando l'uomo universale".

    Le cose stanno cambiando, le persone stanno cambiando, le idee anche, le conoscenze e anche le menti; fermati a riflettere e cerca di guardare con i tuoi occhi.

    ciao pl

  11. Io voglio solo dire che la cosiddetta "medicina ufficiale" ha sì e no 150 anni, dato che le sue basi sono state gettate da Pasteur che, fra l'altro, era un chimico.
    Le medicine tradizionali hanno invece dalla loro millenni di esperienza e di pratica.
    (Salvatore da Marsala)

  12. piloti bastardi on

    L'anonimo in questione puzza di debunkers a chilometri di distanza, lode a Valdo che ha ancora la pazienza di rispondere con garbo a questa gentaglia.

  13. Samuele Ⓥ Quarta on

    Addentrarsi in un'istituzione scolastica (dai 6 ai 24 anni, rinchiusi per 16 anni in 4 mura bene che vada) vuol dire gioco forza entrare in un ordine: l'ordine degli architetti, l'ordine degli avvocati, l'ordine dei medici… l'ordine della società(?).
    Di quale ordine parlino proprio non lo so: promuovono la non natura, la non legge, la non salute.. l'egoistica non-comunione!
    Il detto "chi ha colpa del suo male pianga se stesso " la dice lunga su dove siamo arrivati. Chi siamo noi per volere una nostra "altra" natura, una "nostra" legge, una "nostra" salute… una "nostra" aggregazione? Risposta: non lo sappiamo. Ci fidiamo di più di quello che è scritto o è detto, non da quello chè è oggettivamente vero per esperienza vissuta. Amiamo la spersonalizzazione e il condizionamento, prediligiamo l'esistenza al vivere. Oggigiorno un pezzo di carta vale di più di una verità incontestabile e di una esperienza vissuta soggettivamente. Caro anonimo, a che ti serve chiedere la vita del vicino? Perchè non Vivi tu stesso?

  14. Grazie a Valdo sto leggendo Shelton, ho conosciuto Tilden, ho appreso della terapia Gerson e mi sono informata meglio sulle Multinazionali del Farmaco e sulle loro mire economiche. Ho aperto la mia mente e sviluppato senso critico anche verso le catastrofiche notizie di pandemie alla tv. Invito anche il tizio anonimo a leggere ed informarsi per farsi un'idea chiara dell'argomento, prima di scrivere le più ovvie e ritrite obiezioni senza costrutto.
    Io sto sperimentando sulla mia pelle e mano mano che procedo, mi convinco sempre più di fare la cosa giusta. La mia salute è potentemente migliorata PUNTO, senza se e senza ma. Grazie a Valdo e a tutti i temerari che lo hanno preceduto. W la vita e la salute responsabile!

    Lucialba Vania
    (Io metto volentieri il mio nome e cognome).

  15. Ma dove sono le risposte dell'anonimo che si preoccupa tanto di noi pazienti?
    Valdo fa tantissimo per noi!!!
    Chiunque non è servito si accomodi pure altrove!

  16. Fenicevegana on

    Dato che questo signore non ha neanche avuto il coraggio di firmarsi, al posto di Valdo, non gli avrei neanche risposto! Caro Anonimo, nessuno ti ha insegnato cosa significa la parola rispetto? La risposta di Valdo ti serva come lezione di vita! Ilaria.

  17. Come si può non stimare quest'uomo ? non solo fa del bene liberamente e gratuitamente ma ha la lucidità e la forza di rispondere anche a chi con spocchia pretende, senza esporsi, chiarimenti sul suo curriculum ….
    Grazie Valdo

  18. Già..Valdo ha una pazienza e una forza infinite con questa gente…Mi è capitato di vedere dei commenti sotto dei video su You tube:una cosa vergognosa!!A qualcuno ho pure risposto,non ce l'ho fatta a star lì solo a leggere…
    Invece di andare a chiedergli il titolo(son tutti bravi a chiedere la laurea di medico..E se ce l'hai?Ah sì,bravo,allora sei affidabile e competente!),chissà perchè non si prendono la briga di informarsi e poi,se ancora non sono d'accordo,di criticare…anche se non dovrebbe essere così,è solo la natura che parla attraverso le parole di Valdo e non si può rinnegare la natura…E' sempre stata perfetta,mentre l'uomo ha creato solo disastri,e ancora ha l'arroganza di venir fuori a dire che le sue teorie marziane son corrette!!
    Andremo solo alla rovina,se non si è umili…non certo come questo signor anonimo!che oltretutto è stato pure maleducato,perchè chiedere un titolo come prova(di cosa poi!?) è una chiarissima insinuazione di incompetenza nei confronti di Valdo;senza contare la figuraccia da ignorante…!(come tutti quelli che ho letto su you tube).Abbassate la cresta e provate ad impegnarvi di più,invece di riempirvi la bocca di paroloni di cui manco conoscete il significato e di puntare il dito!

  19. Nessuno ha notato che sul web da un po' di tempo spuntano diversi siti contro i vegetariani, contro gli animalisti, contro gli antispecisti, contro la medicina alternativa, contro chi è contrario alla sperimentazione animale e via dicendo?
    Questa è gente che vuole difendere i suoi interessi economici e cerca di discreditare, attraverso tali siti, chi mina le basi delle loro attività.
    Andando a vedere, sono gestiti da allevatori di animali da carne, da laureati in medicina o studenti in medicina e veterinaria, ecc…: ossia figure lavorative che hanno un chiaro e inconfutabile interesse a denigrare chi fa capire che la realtà non è quella che loro presentano, come quello di Valdo e non solo.
    Vogliono mantenere lo status quo delle cose ed evitare che la gente, invece che rivolgersi come di consueto al medico al minimo disturbo per poi correre a comprare farmaci, possa porsi dei dubbi, informarsi, rendersi conto che in fin dei conti la medicina ufficiale non è poi così efficace, che mangiare carne e derivati non fa bene come dicono i nutrizionisti da salotto televisivo con la loro propaganda, che un'alimentazione virtuosa vegano-crudista tiene lontano le patologie che fanno girare farmaci e denaro e che, appunto, sono causate da un'alimentazione "normale" con carni, pesci, formaggi, uova, ecc…
    Questo succede da quando è nata la cosiddetta medicina ufficiale, che da subito ha cominciato a perseguitare chi le andava contro.

  20. Sì è vero,già da un po' stanno cercando di screditare le teorie del veganesimo(di crudismo ancora mi sembra non si parli…troppo avanti!!:D)… Significa che stanno perdendo sostenitori,che certa gente sta aprendo gli occhi e quindi è proprio adesso che NON BISOGNA MOLLARE!!Prima o poi crolleranno,la ruota gira per tutti…e poi è una regola di natura:quello che semini,raccoglierai.Loro han seminato morte,riceveranno perciò la giusta ricompensa.

  21. Mettiamocelo in testa: la cultura scientifica, della separazione fino alla prevaricazione dell'uomo sulla Natura sta fallendo su tutti i fronti. Sempre più l agente comune si sta rendendo conto che la sanità (con la esse minuscola, badate bene!) non fa altro che favorire la malattia cronica, in quanto conveniente al medico e alle multinazionali del farmaco. Come possiamo sperare che lascino liberi e felici di sperimentare terapie alternative cittadini che ormai non sono nemmeno più aiutati a morire sereni nei loro letti ma vengono tenuti intubati fino allo stremo in casermoni asfittici e avvelenanti?
    Sono stanca delle solite trasmissioni in tv dove un poveraccio controcorrente, solo soletto, viene ridicolizzato da una masnada di fatiscienti e penosi panzoni "esperti", nonché dalla bellona ricucita di turno!
    W la scelta e la possibilità di decidere il proprio iter curativo.
    Valdo è solo un'avanguardia perché internet sta aprendo gli occhi ad un sacco di persone. In altri Paesi ha generato rivoluzioni, inimmaginabili con la censura di qualche anno fa.
    Buffoni retrogradi: teneteci d'occhio, noi siamo il futuro.

  22. Ciao Dulcio Duk. Anch'io di Marsala, e seguo Valdo da qualche anno.
    Ci conosciamo?!

    Peppe.