GLICEMIA DIMEZZATA ED ERNIA IATALE SPARITA

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA 1

Sperimentazioni di cambi e alternanze nella dieta

Ciao Valdo, sono il tuo omonimo di Genova che continua a leggerti appassionatamente.
Dopo i tuoi recenti consigli mi sono interessato ulteriormente al movimento igienista.
Conclusa la lettura di Ehret, ho trovato alcuni libri di Shelton che ho divorato, e sto sperimentando in continuazione cambi ed alternanze sulla dieta.
Non seguo propriamente i dettami di Cambridge, ma assecondo per lo più le richieste del corpo.

Uno schema semplificato con eliminazione del pranzo

Infatti, la mattina mi sento meglio tenendomi più leggero.
Partendo con spremuta di arance, pompelmi e limoni al risveglio, centrifuga di ananas dopo un paio d’ore, pranzo a fichi o uva verso l’una, spuntinone di frutta (banane o kiwi o pesche) nel pomeriggio, e cena con un’insalatina, con verdure appena scottate al vapore, noci o mandorle o pinoli dopo cena, mi sento divinamente.
Unici cereali sono alcune fette di pane tostato con crema di olive o pomodori secchi, avendo notato che con i cereali in genere le feci si fanno più collose lasciando dei residui che devono essere rimossi con la carta, cosa che non succede quando me ne astengo, e poi sinceramente non ne sento il bisogno.

Caffè uguale grande agitazione, sigarette uguale catarro e vertigini

Avevo mantenuto per un po’ il caffè mattutino che ora ho eliminato con le conseguenti due sigarette quotidiane.
Ogni tanto le reinserisco per provare gli effetti a corpo pulito.
Risultato? Caffè uguale grande agitazione. Sigaretta uguale emissione immediata di catarro o muco di protezione, nonché giramenti di testa.
Un giorno alla settimana faccio digiuno completo.

Due libri importanti mi hanno chiarito le idee

Il mio peso si è stabilizzato e regolarizzato.
L’unico inconveniente vegetale è la cipolla cruda, che limito fortemente perché mi dà fermentazione. Dopo aver letto Il Sistema Igienistico e Assistenza Igienica ai Bambini, di Shelton, mi sono chiarito molto le idee sul funzionamento del corpo, ed anche il tuo testo Alimentazione Naturale è servito molto in tal senso.

Mia madre ha abbandonato le statine e i farmaci per la pressione

Senza fare il profeta ho iniziato a suscitare curiosità tra amici e in famiglia e, senza troppe forzature, mi sono trovato circondato da gente che si è dedicata spontaneamente a digiuni e cambi di alimentazione.
Mia madre, dopo serene e lunghe discussioni, ha abbandonato i farmaci per il colesterolo e quelli per la pressione. Mia figlia, di 12 anni, si nutre ormai di frutta, verdura, cereali, funghi, ecc. evitando carne, pesce, latticini e dolciumi.

Igienismo significa essere onesti e sinceri verso se stessi

Numerosi conoscenti mi chiamano per conferme e adattamenti realativi alla loro neo-dieta vegana-crudista. Ad alcuni ripeto semplicemente pochi consigli che traggo da te, da Shelton e da Ehret. Altri li indirizzo direttamente a te e leggo poi nelle tesine che ti scrivono e ti chiedono consigli.
Ma l’incoraggiamento maggiore che do consiste nell’essere onesti e sinceri verso se stessi, nel non giustificare le proprie abitudini deleterie, e nel sorvolare sul piacere immediato dato dagli stimolanti, per analizzarne piuttosto la reale insidiosa natura.

Ci sono diversi amici che stanno migliorando a vista d’occhio

Alcuni di loro hanno tratto notevoli miglioramenti.
Quando li sento, sono grati di aver trovato in te così tanta disponibilità gratuita.
In tutto ho una decina di amici e amiche che, senza sforzo e dietro a semplici spiegazioni riguardo la fallacità delle informazioni propinate dal nutrizionismo medico, hanno sperimentato volontariamente i precetti igienistici.

Glicemia da 220-250 a 90-110, con la semplice astensione da carne, pesce e latticini

Ho prestato il libro di Shelton sul diabete al padre diabetico di un amico e, pochi giorni fa, nonostante la sua dieta non sia ancora totalmente corretta, mi ha informato che è rimasto sbalordito nel constatare che la glicemia, da quando ha cambiato alimentazione, è scesa da 220-250 di media a 90-110.
Questo solo togliendo carne, pesce e latticini, e conservando raramente qualche dolcino a cui non riesce ancora a rinunciare.

Sparita l’ernia, i problemi digestivi ed evacuativi, il nervosismo, la debolezza, la confusione, i dolori vari e l’insonnia

Nel mio caso, ernia iatale sparita, problemi digestivi spariti, difficoltà di evacuazione sparita, nervosismo sparito, debolezza sparita, confusione mentale sparita, dermatiti sparite, dolori al fegato spariti, emorroidi sparite, problemi dentali spariti, dolori muscolari spariti, sonno perfetto.
Sono letteralmente entusiasta della via igienista.

Stai facendo un grande lavoro, e trovo pure più serenità e tolleranza nei tuoi scritti

Ho pure scoperto che una casa editrice Igiene Naturale ha sede in Genova a pochi passi da me, e vorrei sapere se il signor Manco è effettivamente a Genova oppure no per approfondire il mio interesse ed eventualmente collaborare alla diffusione delle opere riguardanti la vera salute.
A mio avviso, stai facendo un grande lavoro, e nel mio piccolo cerco di promulgare pure i dettami igienistici. Leggendo le tue tesine, inoltre, mi sembra di percepire un cambiamento nel tuo atteggiamento verso chi ti scrive. Mi sembri più comprensivo e tollerante, più sereno e meno impositivo e, secondo me, questo facilita un avvicinamento delle persone senza troppi sensi di colpa, e con maggiore disponibilità ad affrontare la vita nel senso del da-ora-in-poi.

Farò la cura dell’uva sotto il sole della Liguria

Naturalmente vedo anche che non mancano i rimproveri severi quando le circostanze lo richiedono.
Ma ho l’impressione di trovare in te più serenità e saggezza.
Un caro saluto Valdo. Avrei voluto presentarmi alla settimana dell’uva, ma purtroppo devo lavorare in quel periodo, perciò credo che parteciperò spiritualmente da Genova, comprandomi cassette di uva e passeggiando sui monti il più possibile, all’aria e al sole della mia Liguria.
Roberto Vaccaro

*****

RISPOSTA 1

Ottima relazione e straordinari contenuti

Ciao Roberto, ottimo il tuo report e straordinarie le notizie che riporti.
Ho appena girato la tua mail (senza nemmeno chiederti il permesso, e me ne scuso) alla Claudia, una ragazza afflitta da ernia iatale. Sono in difficoltà col tempo a disposizione, per viaggi incombenti all’estero, e per 2 mesi non ci saranno più tesine. Ma cercherò di pubblicare le cose più urgenti e basilari, incluso la tua mail, cambiando se vuoi il nominativo. Grazie e saluti. VV

*****

LETTERA 2

L’igienismo non è un fatto privato e le esperienze vanno apertamente condivise

Ciao Valdo, hai fatto bene a girare la mia mail alla Claudia e puoi pubblicare il tutto con mio vero nome e cognome. L’igienismo non è una strada privata e le esperienze positive vanno condivise affinchè chiunque ne possa trarre vantaggio e l’ambiente intorno a noi migliori. Nella mail precedente ho dimenticato di dirti che non uso più nulla di artificiale in casa, tipo creme, deodoranti, dentifrici, saponi, shampoo.

Piazza pulita di tutti gli orpelli inutili

La mia pelle è sempre sgombra e pulita, denti pure, niente odori cutanei acidi o forti, capelli morbidi e resistenti, sto al sole a pelle nuda anche nelle ore di punta senza creme, via i plantari ortopedici per i piedi piatti, piazza pulita di tutte le stronzate, incluso tutti gli accessori e gli additivi di cui pensavo di aver bisogno, mentre mi servivano solo salute, serenità e vitalità.
Nel frattempo continuo a dirottare gli amici più ostici sul tuo sito, cosicchè possano farsi un esamino di coscienza e leggere un po’ di salutare saggezza. Grazie Valdo e ciao. Roberto Vaccaro

*****

RISPOSTA 2

Quanto stai facendo è di importanza straordinaria.
Guarire dall’ernia iatale, dai reflussi e dai dolori di stomaco, non sono cose da niente.

Ciao Roberto, le tue mail sono di eccezionale portata, e te lo dico perché. Primo, sei partito mesi fa con la necessaria prudenza e circospezione, arrivando alle attuali posizioni a suon di risultati, trovando spettacolari guarigioni per te (ernia iatale e il resto) e per altri membri della cerchia familiare e sociale.

Ti stai dimostrando flessibile e originale

Secondo, hai dimostrato molta flessibilità e originalità, non prendendo i miei schemi alimentari in modo rigido, ma adattandoli alle tue esigenze, e verificandone gli effetti in modo attento ed encomiabile (togliendo ad esempio il pranzo e sostituendolo con altro pasto di frutta, e unificando pranzo e cena la sera, creando in pratica uno schema fruttariano a tutta-giornata, più un pasto verduriano serale, senza seguire esattamente Cambridge, ma andandogli molto vicino).

Stai creando un ambiente ricettivo ed armonioso intorno al salutismo naturale

Terzo, hai inserito il concetto del digiuno depurativo settimanale.
Quarto, hai saputo creare intorno a te un ambiente ricettivo ed armonioso di rara efficacia, che può servire da esempio per tutti, specie per i tanti casi di tensioni, preconcetti, isterismi, che tendono a crearsi tra membri della stessa famiglia quando un membro del gruppo va ad intaccare abitudini alimentari inveterate, o concetti medici assimilati e imprintati in decenni di diseducazione medica.
In pratica hai proposto delle varianti originali che sono un’alternativa valida ai miei tipici schemi con pranzo alle 13 e cena alle 19. Potrei additarti scherzosamente come uno scissionista, ma invece approvo entusiasticamente la tua mentalità aperta e libera.

Senza il pranzo, resta più spazio per la crema di avena (per chi vuole più energia e più peso), e più spazio per i succhi di tuberi-sedani (per chi vuole più pulizia, simbiosi, rimineralizzazione)

È probabile che per molta gente vada benissimo spostare il pasto delle 13 sulla sera, unificando pranzo e cena, e magari dando più spazio e raddoppio quantitativo, soprattutto per chi cerca più resa atletica e più peso, alla crema di avena coi semini, che io considero eccezionale sotto molti punti di vista, o anche a qualche buon panino in più, con tanto di crema di olive, di pomodori secchi, di noci e pinoli, di foglie verdi e germogli in triplo strato.
Chi vuole invece perdere peso o riequilibrare semplicemente la sua flora batterica intestinale, potrà trarre vantaggio dalla scomparsa del pranzo per inserire giornalmente il suo centrifugato di carote-sedani-bietole-patate-batate-topinambur-zenzero e quant’altro.

Igienismo scientifico e sociale a 360 gradi

Voglio insomma dire che questo è igienismo a 360 gradi, senza fronzoli e senza burocratismi, igienismo scientifico, per come lo percepisci e lo analizzi, e igienismo sociale per come lo diffondi e lo applichi.
Pertanto ti invito a continuare così a dare il buon esempio, irradiando luce salutistica e diventando nella tua zona come la famosa Lanterna di Genova, che indica ai marinai la giusta rotta e la giusta direzione.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro è orgogliosamente NON-medico, ma igienista e libero ricercatore. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui per passare alla navigazione premium.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x