GUARITO ALLA GRANDE DA DIECI PATOLOGIE

Google+ Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

C’È NELL’ARIA UNA GRANDE DOMANDA DI IGIENISMO E DI SALUTE

Ciao Valdo!
Ti do del tu perché mi sembra di conoscerti da una vita, tanto è grande la mole di tesine che ho letto dal tuo blog, e perché finalmente sabato scorso ti ho conosciuto di persona al convegno dell’ABIN a Bergamo.
Non ti nascondo che è stata un’emozione grande, un po’ come conoscere dal vivo una rockstar!
Era la prima volta che partecipavo a un convegno di “Scienza della Salute”. L’impressione è che ci sia una gran sete di igienismo nell’aria. Lo hanno testimoniato gli scroscianti applausi e le ovazioni in sala ad ogni intervento tuo e di ciascuno dei grandi igienisti presenti.

ERO LA CLASSICA PATTUMIERA VIVENTE

Il motivo per cui ti scrivo è di darti una breve testimonianza del mio percorso.
Ho 27 anni e un trascorso tradizionale, fatto di alimentazione carnelattista, alcolici, sigarette, dolci, stress vari per la mente e per il corpo. Insomma ero la classica pattumiera che pensava a tutto, fuorché prendersi cura di se stesso.
Nel 2009 ho manifestato i primi problemi. Forte astenia (debolezza generale) specialmente dopo i pasti, difficoltà a digerire qualsiasi alimento, eruzioni cutanee in viso, aggravamento della congiuntivite che ad ogni primavera mi assillava e mi accompagnava per mesi fino a settembre, costante presenza di placche in gola, frequenti mali di gola, principio di sensibilità chimica multipla (autodiagnosticata in quanto i medici erano disposti a prescrivermi del Valium che non ho peraltro mai assunto), intolleranze a farinacei e latticini, bruciori di stomaco, nausea frequente.

ENTRARE NEL TUO BLOG È STATO SCIOCCANTE

Il primo passo, quando ancora nulla sapevo di igienismo, è stata la rimozione protetta degli amalgami dentari al mercurio. Invito caldamente chiunque ne abbia a rimuoverli quanto prima.
Essi sono la cosa più tossica che possiamo portare dentro il nostro organismo.
Poi, circa un anno fa, sono approdato all’igiene naturale, tramite il tuo blog.
Devo confessarti che il primo impatto è stato a dir poco scioccante!
Tu mi consigliavi di rinunciare alle mie due porzioni di carne quotidiana in favore di cavolo crudo, centrifughe, frutta, alimenti sconosciuti (come la quinoa, di cui ora non posso farne a meno).
E non per un mese o due, ma per tutta la vita!

VOLEVO MANDARTI AL DIAVOLO, E MI RITROVO INVECE CRUDISTA AL 90 PERCENTO

Il primo istinto è stato quello di lasciar perdere tutti i tuoi consigli.
Ma il giorno dopo sono ritornato sul tuo blog. Mi ero accorto che eri l’unico che trattasse l’argomento della salute in modo coerente, a differenza dei siti e dei blog medici, che sono uno più contradditorio dell’altro! E tutto questo gratis! Mi sono allora ricreduto e mi sono detto: “proviamo”.
Beh, che ti devo dire? Ora sto al crudo al 90%, non disdegnando anche dei periodi al 100%. A gennaio ho fatto un digiuno di 10 giorni con l’aiuto del grande Daniele Bricchi, un’altra persona fantastica!

UN LUNGO ED INCREDIBILE ELENCO DI BENEFICI

Per farla breve, ho risolto gran parte dei miei problemi, e mi ritrovo con un dinamismo che non avevo mai sperimentato prima!
Certo, il mio percorso di disintossicazione non è ancora finito. Ma i risultati sono tangibili ed evidenti.
Ho energia per tutta la giornata, digerisco bene la maggior parte dei cibi igienisti che consumo (degli altri alimenti non lo so, ma non mi interessano), congiuntivite mai avuta nel 2011 (neanche un singolo giorno!), non mi sono più ammalato (salvo qualche ovvia crisi eliminativa), mai più un singolo raffreddore o un colpo di tosse, placche assenti, eruzioni cutanee scomparse, nausee sparite.
Oltre ai miglioramenti fisici, ve ne sono alcuni anche di tipo mentale. C’è in me maggiore calma e rilassatezza. Nessuna ansia nemmeno in momenti topici o di tensione. Maggiore lucidità nel pensiero e
sonno tranquilli. A settembre, sette giorni di sola uva hanno sortito ulteriori effetti positivi.

FARE ATTENZIONE AI PORTATILI IN FASE DI RICEZIONE WI-FI

Nel chiudere, ci tengo a sottolineare un aspetto molto importante che ho curato attentamente in questo percorso. Un aspetto che secondo me finora non ha goduto dell’attenzione che merita.
Mi sono accorto che, per stare bene, devo fare molta attenzione ai campi elettromagnetici.
In particolare a quelli emanati dal mio computer portatile, soprattutto quando è attivata la ricezione wi-fi, visto che mi danno sintomi spiacevoli e fastidi vari alla zona sensibile dello stomaco, più pesantezza alla testa, stanchezza improvvisa e in particolare il riapparire delle placche alla gola.

QUASI INNOCENZA DEI COMPUTER FISSI, MA PERICOLOSITÀ DEI NOTE BOOK

La mia personale interpretazione è che nel mio tratto gastrointestinale covo ancora dei vecchi sedimenti di mercurio derivante dalle amalgame e dalle vaccinazioni. Sedimenti che non sono stati ancora espulsi dall’organismo e che creano delle interferenze quando entrano a stretto contatto con le onde elettromagnetiche del mio notebook (mentre con il pc fisso non ho invece nessun tipo di problema).
Potresti spendere due parole su tale tematica? Nel tuo blog non mi sembra che l’argomento sia stato trattato in questi termini.

UN CAMBIAMENTO A LIVELLO DI ESSENZA

Mi scuso per essermi dilungato così tanto, caro Valdo.
Quello che ho descritto è la sintesi del mio percorso.
Un percorso ancora lungo. Un percorso di cambiamento non solo nelle abitudini alimentari, ma nella mia stessa essenza. E tutto questo grazie soprattutto a te. Grazie infinite.
Francesco da Vicenza

*****

RISPOSTA

SUI DANNI DELL’ELETTRICITÀ SFONDI UNA PORTA APERTA

Ciao Francesco.
Non c’è molto da aggiungere alla tua testimonianza, interessante e dettagliata. Dirti grazie è poco.
Condivido pienamente i tuoi messaggi sulle amalgame dentarie, ed anche le osservazioni che fai sui campi elettromagnetici.
Hai ragione nel dire che non ho dedicato ancora una tesina specifica a quell’argomento.
Forse per mancanza di dati tecnici precisi e circostanziati. Ma ho sempre ricordato che telefonini, computer, aggeggi vari, elettrodomestici, strumenti elettrici usati in casa, persino lampade e luci, comportano inevitabilmente dei danni. E la gente vorrebbe persino usare lo spazzolino da denti elettrico.
Molto interessante la differenza che riscontri tra computer di casa e portatile in fase di ricezione wi-fi.

STIAMO ALLA LARGA DAI FILI DELL’ALTA TENSIONE.
RIDUCIAMO AL MINIMO L’USO DI STRUMENTI ELETTRONICI, COMPUTER E TELEFONINI.

L’elettricità è un veleno pericolosissimo per l’uomo, e la gente non se ne rende conto.
“Chi tocca i fili muore”, sta scritto sui cartelli metallici apposti sui tralicci dell’alta tensione, non a caso con a fianco il simbolo del teschio.
Non solo i fili, ma anche quanto sta intorno ad essi. Ogni volta che vedo dei fili dell’alta tensione passare accanto alle case, alle scuole o ai posti di lavoro, mi vengono i brividi.
Prometto una tesina non appena troverò qualche ricerca che offra maggiori ragguagli sui legami tra elettricità, onde elettromagnetiche e specifiche patologie.

Valdo Vaccaro

 

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

Condividi con i tuoi amici.

2 commenti

  1. Caro Valdo,

    l'Amministrazione comunale del paesino in cui vivo, nel proprio programma elettorale, elenca il wi-fi nei parchi cittadini come elemento di merito. Io vorrei esprimere la mia contrarietà citando qualche ricerca incontrovertibile, puoi aiutarmi con una tesina e qualche link bibliografico per favore?
    Grazie mille

  2. Sto leggendo varie cose su internet portata a tutto ciò dalla disperazione x mia figlia 4 anni e mezzo che si ammala di placche alla gola ogni due settimane, da quasi tre anni a questa parte prende almeno 10 volte al anno se ci va bene antibiotici, nn ne posso più, la vista diversi dottori e dicono che le tonsille sono apposto eppure ha le placche almeno una volta al mese con febbre a 40 x una settimana circa,con la speranza che passa senza antibiotico ma nn succede mai e allora lo prende, se mi potete consigliare vi scongiuro fatelo xche nn ne posso più e poi penso ai problemi che avrà in futuro con tutti questi antibiotici, grazie Mamma Daniela