HAI TRASFORMATO UN MARITO E UN MEDICO IN DUE SETTIMANE

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

È DIVENTATO COSI’ BRAVO CHE ME LO RISPOSO

Grazie di esistere Valdo. Mio marito ha letto il tuo libro, dopo mie opportune minacce. È diventato un’ altra persona solo dopo due settimane. Quasi quasi me lo risposo.

STA CONSUMANDO FRUTTA E CALANDO DI PESO

Caffè vino e pane sono ancora presenti ma tutto il resto no! E’ un medico, ed è sempre stato pieno di vizi alimentari, oltre che in sovrappeso. Non aveva mai mangiato frutta prima d’ora. Ora però sta perdendo un bel po’ di chili.

L’IMPORTANTE È DARE IL BUON ESEMPIO, STAR BENE ED ESSERE CREDIBILI

In questi giorni, i nostri quattro figli sono circondati da frutta, insalate e succhi. Non li costringiamo, ma scoprono che le cose junk, gli alimenti spazzatura che in passato circolavano, ora scarseggiano. Non osano però lamentarsi, anche perché abbiamo più energia di loro e siamo quindi più autorevoli e soprattutto più credibili.

FIGLI SBALORDITI ED INCURIOSITI, MA ANCHE INTERESSATI

Invadiamo insomma pacificamente gli spazi alimentari di famiglia, come è giusto che sia, a patto di essere illuminati. Due di essi vivono fuori casa e, quando tornano a trovarci, rimangono spiazzati e sbalorditi di fronte all’inusuale spettacolo di una tavola straboccante di insalata multicolore e di profumata frutta di stagione.

SONO PARTITA IN QUARTA E NON MI PENTO DI AVERLO FATTO

Avevo bisogno di una tua spinta e, non appena hai risposto alla mia mail, sono partita in quarta!
Non posso che mandarti un’infinità di benedizioni, utili a svegliare altre coscienze! Un caloroso abbraccio.
Loretta da Genova

*****

RISPOSTA

I DENIGRATORI DEL VEGANCRUDISMO CONTINUANO A FARE AUTOGOL

Ciao Loretta. Grazie a te e a tutta la famiglia per il simpatico messaggio. Mi hai anche inviato in allegato l’articolo “Mangiar tutto crudo non è buona idea”, a conferma di quante attenzioni stia destando il crudismo.
In effetti, il dr Andrea Ghiselli, che vorrebbe sparare a zero sul vegan-crudismo, sta paradossalmente portando fieno al nostro mulino.

HO SEMPRE SOSTENUTO CHE QUALCHE CONCESSIONE AL COTTO INTELLIGENTE  È ACCETTABILE

Cita diversi studi che dimostrano come una lieve cottura al vapore (sottolineo lieve), possa favorire il potere antiossidante e la biodisponibilità di alcuni ortaggi, tipo i tuberi, gli asparagi, i cavolfiori, i cavolini, i broccoli, i peperoni, le melanzane, i pomodori.

PARLIAMO NON A CASO DI CRUDISMO TENDENZIALE

Sto divulgando da anni un’alimentazione vegana tendenzialmente crudista. Quel tendenziale sta proprio per cottura lieve e al vapore, ovvero per cottura minima e intelligente su verdure e cereali integrali di tipo amidaceo, visto che l’amido si difende entro certi limiti dai danni del vapore.

DIFENDONO NON IL PESCE, MA IL CADAVERE DEL PESCE

Il problema però è un altro. Primo siamo di fronte a ricercatori che difendono a spada tratta non il pesce ma il cadavere del pesce, non l’animale, ma il cadavere dell’animale. Secondo, siamo di fronte a gente che viaggia ancora col nozionismo dell’anteguerra e con le mediocri arroganze della medicina ortomolecolare, specialista in sviste ed in omissioni.

IL CRUDISMO VA PROMOSSO SENZA RISERVE, E DEVE ESSERE NECESSARIAMENTE VEGANO, PERCHÈ IL CORPO E LA MENTE UMANA SONO VEGANI

Gente che non ha ancora acquisito alcuni concetti fondamentali, come quello dei food-enzyme del professor Edward Howell, come quello delle enormi differenze tra vitamine naturali e sintetiche e tra minerali organicati e minerali inorganici, come quello del massimo ed invalicabile tetto proteico dei 24 grammi al giorno, come quello del potere radiante dei cibi vivi sulla scala Bovis-Simoneton (che sono crudi, da masticare come la natura ce li offre, o al limite da centrifugare e bere all’istante).

UVA, FICHI E MELE IN ITALIA, MANGHI, DURIAN E COCCO IN ASIA

Alla fine, confesso di essere un tendenziale crudista, e di rammaricarmi di non essere un totale crudista, come quando mi trovo in libera ed isolata trasferta, e do libero sfogo alle mie represse voglie di mango filippino, di durian malese, thailandese o indocinese, di latte di cocco e di formidabile succo d’arancia (di qualsiasi provenienza).

COTTO O CRUDO IL CADAVERE È SEMPRE CADAVERE, E NON CAMBIA I SUOI CONNOTATI

Il dr Ghiselli, più che a tutto il resto, pare interessato a difendere la cottura della carne e del pesce, visto che da crudi i cadaveri presentano problemi di profilassi alimentare, oltre che di letterale voltastomaco. Non ha ancora capito di essere totalmente fuori strada. Cotta o cruda la carne fa sempre malissimo. Cotto o crudo il pesce fa sempre malissimo.

LE PIÙ TREMENDE EVIDENZE NON BASTANO

Ma da questo lato le sue orecchie non sentono. Gli hanno insegnato il contrario e gli hanno pure imposto il contrario. Gli esempi di Atkins, Montignac, Cannella e Servan-Schreiber, caduti come mosche negli ultimi tempi, nulla stanno insegnando.

C’È MODO E MODO DI CONCLUDERE LA PROPRIA ESISTENZA

Moriamo tutti prima o poi, d’accordo. La morte fisica è dopotutto un fatto naturale. Quando la foglia cade, significa che è venuto il suo momento. Ma questa gente era ricca, potente, nel pieno del proprio successo e assistita al meglio, ed è ugualmente scomparsa tra atroci sofferenze.

L’INFAUSTO PRONOSTICO DEL 21 DICEMBRE 2012

Se si avvera poi il cambio di torsione rotatoria sull’asse terrestre, se scatta lo scambio dei poli e le previsioni lugubri del 21 dicembre 2012, abbiamo ancora 4 mesi scarsi di vita, vegani e non vegani. Un motivo in più per comportarci bene e per non perdere l’irripetibile occasione di emanciparci dalla vergognosa condizione di cannibalisti e di succhia-cadaveri.

GENTE SPAVENTATA, MA SOPRATTUTTO SCHIZOFRENICA FINO ALL’ULTIMO ISTANTE

In America c’è gente che sta letteralmente andando fuori di senno, gente che ha venduto la casa per comprarsi un rifugio militare antiatomico in disuso. Stronza al punto che, la prima cosa a cui ha pensato come strategia di sopravvivenza, è stata quella di assicurarsi un buon piatto di carne anche nella peggiore delle emergenze.

FIGURIAMOCI LE SCENE INFERNALI E GROTTESCHE NEI RIFUGI SOTTERRANEI

Ti figuri il bue, il maiale, l’oca e la gallina, portati a cento metri sottoterra, non per essere amorevolmente salvati su un’arca come sull’Arca di Noè, ma per stare a stretto contatto coi propri boia, per ricevere un vile coltello in gola? Se questi sono i teorici della fine del mondo, abbiamo un motivo in più per non prestar loro alcun ascolto. È gente che non vale una cicca, né a livello pratico né a livello etico. Salvarsi per che cosa poi, quando sei degno di manicomio criminale, più che di cittadino civile del pianeta Terra?

TRECENTO PIANTINE DI RADICCHIO

Chiaro che il mondo va avanti. Non per niente ho appena finito di mettere a dimora ottimo radicchio, made in Martignacco-Udine. Non 100 piantine, scorta buone fino a Natale, ma 300, intese tra Capodanno e Carnevale, in barba agli uccelli del malaugurio.

LE INSIDIE NON MANCANO COMUNQUE

Le insidie non mancano, ma non certo per colpa dei Maya, che erano troppo saggi per gufare. Sappiamo che i complottisti esistono davvero, pronti a usare il calendario Maya come alibi per realizzare i loro piani di predominio politico, economico e bancario. Non è questione di spaventare i popoli. È giusto però che la gente conosca la verità. È giusto che conosca i rischi del vivere. Uomo avvisato mezzo salvato.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Troppa pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
0
Cosa ne pensi? Lascia un commentox
()
x