HO UNA BELLISSIMA BAMBINA: LA DEVO VACCINARE O NO?

Pinterest LinkedIn Tumblr +

LETTERA

Buongiorno, le scrivo perché ho trovato molto interessanti alcuni suoi articoli,  oltre che averla conosciuta tramite un amico che è stato presso di lei per delle problematiche della moglie.

Da poco sono diventato padre di una bellissima bimba e ho già ricevuto dall’Asl lettera informativa sui vaccini. Avendo iniziato a documentarmi riscontro parecchie discordanze oltre a molte preoccupazioni. Lei cosa ne pensa? Ritiene realmente necessarie le vaccinazioni? È a conoscenza di qualche vaccino non pericoloso? Esistono percorsi vaccinatori non pericolosi da seguire?

Inoltre, visto che ci sono, vorrei dei suggerimenti per il futuro svezzamento della piccola, se ha qualche testo magari scritto da lei da suggerirmi? La ringrazio e cordialmente la saluto.
Cristian


RISPOSTA

Ciao Cristian, complimenti e congratulazioni per il tuo impegnativo ed importante ruolo di padre. Comprendo benissimo le tue perplessità di fronte alle posizioni contraddittorie che continuano a rendere questa materia carica di contrasti.

CREDERE AI VACCINI SIGNIFICA FARE DETERMINATE SCELTE

Prendi nota che credere ai vaccini significa credere a tante altre cose. Significa credere a Louis Pasteur e non ad Antoine Béchamp e non a Florence Nightingale.

Significa credere al superficiale e mediocre chimico Pasteur e non ai Grandi docenti Max Pettenkofer (padre dell’igienico tedesco e promulgatore e designer dei canali di scolo negli aggregati urbani) e Claude Bernard (insegnante di portata mondiale coi suoi concetti di Milieu Interieur o ambiente biochimico interno e col la sua legge “Il terreno corporale è tutto e il microbo è niente).

Significa credere ai concetti apparenti e fallaci della medicina monatta e pestilenziale basata sulla trasmissione, sul contagio e sulla responsabilità microbica.

NOI SIAMO PER LA TOTALE INNOCENZA DEI BATTERI

La Health Science ex-Natural Hygiene sostiene da sempre la totale innocenza dei batteri, esseri vivi che vivono in simbiosi indispensabile ed amica come flora batterica al nostro interno in quantitativi enormi (1000 trilioni, contro i 100 trilioni di cellule totali), con possibilità di ritrarsi e ridursi e a volte di moltiplicarsi rapidamente con grande intelligenza, in base ai quantitativi di cibo virale a disposizione.

Sostiene pure la totale innocenza dei virus endogeni, prodotti al nostro interno mediante moria fisiologica e logica e continua da ricambio cellulare.

Virus endogeni che sono detriti cellulari morti non replicabili e non moltiplicabili ma soltanto accumulabili allorquando il corpo e la sua immunocompetenza interna si indeboliscono e si ammalano per errori comportamentali ed alimentari, e non sono in grado di riciclare velocemente il ferro di tali detriti e di espellere prontamente le nostre scorie cellulari all’esterno facendo posto ai miliardi di altre cellule morte in arrivo dal sistema, per cui si crea intasamento ed ostruzione interna con perdita di vitalità e conseguente aggravamento della crisi chiamata malattia e dei sintomi tipo febbre, tosse, influenza che essa presenta. Il tutto avviene secondo la celebre formula di Ehret V=P-O (vitalità=potenza meno ostruzione).

DANNI CONCRETI DAL MATERIALE ENDO-TOSSICO INESPULSO ED OSTRUENTE

Il danno dei virus endogeni può diventare notevole, visto che miliardi di virus prodotti giornalmente e non prontamente espulsi rappresentano una massa di materiale virale (scorie solide e scorie acquose di accompagnamento tipo essudati organici) di 2 kg, con 200 grammi di detriti virali secchi prodotti giornalmente dalle sole mucose intestinali.

I VIRUS ESTERNI VENGONO NORMALMENTE CONTENUTI E RESPINTI

Per quanto concerne i virus esogeni, provenienti dall’esterno, rappresentano un problema solo quando vengono introdotti consumando carni infette, tipo il morbo dell’encefalite o della Mucca Pazza, capaci di by-passare le difese immunitarie contro l’esterno.

Tener presente che un regime carneo aumenta il numero di germi patogeni in ogni millimetro cubo di contenuto intestinale da 2000 unità a 67000, grazie anche agli alti contenuti di acido urico, nella misura di 38 grammi circa per kg.

Normalmente i virus esterni vengono contenuti e respinti con facilità dai nostri strumenti immunitari e rappresentano al massimo un 5% dell’intero problema virale, mentre i virus interni da accumulazione sono il vero fattore di tossiemia con un livello vicino al 95% ed anche oltre.

STATO PATOLOGICO GENERALIZZATO PER LA POPOLAZIONE MONDIALE

Siccome la gente vive male, pensa male (in negativo), si comporta male, sceglie male, mangia male, beve male, digerisce male, respira male, la sommatoria di questi comportamenti aberranti e di questi stili di vita abominevoli porta a una sindrome generale di costante stato patologico per l’intera popolazione mondiale.

Sindrome caratterizzata da:

  • Accumulazione virale e intasamento
  • Rallentamento metabolico e linfatico
  • Errata formula del sangue grasso e viscoso che addormenta, narcotizza e cloroformizza l’intero l’intero sistema, compromettendo scambi ormonali e rallentando la fornitura di cibo e di ossigeno alle cellule, nonché la pulizia delle medesime
  • Perversione del Milieu Interieur  o della alchimia biochimica interna,
  • Intralcio ed impedimento ai 100 mila km di capillari che costituiscono la nostra microcircolazione
  • Conseguente insufficienza epatico-splenica-renale che causa ricambio rallentato e ritenzione idrica.

PREZIOSI MECCANISMI DI RIEQUIBRIO CHIAMATI SINTOMI VENGONO REGOLARMENTE STRONCATI DALLA MEDICINA

I meccanismi rimediali di riequilibrio e di autoguarigione ricorrono a quel punto alle strategie di emergenza, instaurando un benefico processo influenzale, un assieme di sintomi chiamati erroneamente malattie.

Sintomi che fanno nel contempo da monito e da scarico tossine e che la medicina convenzionale insiste stupidamente a stroncare e paralizzare mediante i suoi strumenti farmacologici, confondendo tali effetti consequenziali (logici, necessari, utili) coi fattori causanti che sono i veri responsabili e la vera fonte di ogni anomalia corporale. mentale e spirituale.

LE MALATTIE DELL’INFANZIA

Il discorso vale ovviamente anche per i bambini le cui malattie fatte di sfoghi cutanei, di eritemi, macule, papule, vescicole, pustole, croste, arrossamenti, desquamazioni, macchie e petecchie vengono classificati come malattie dell’infanzia trasmissibili e contagianti.

Morbillo (maculo-papuloso da Paramixovirus), varicella (Herpes Viriade), tifo (emorragico-petecchiale), scarlattina (Streptococcus piogene),  rosolia (Togavirus, genere Rubivirus), ed altre ancora fanno parte di questo armamentario medico.

Si citano a questo proposito 45 milioni di casi/anno di morbillo e 1 milione di morti infantili/anno concentrate nei paesi tropicali, senza mai citare le vere cause che sono le carenze alimentari, il sovraffollamento, la scarsa pulizia, la miseria dilagante, le paure ingenerate dalle guerre e dal terrorismo, la perdita di identità tribale e nazionale, l’abbandono delle proprie case.

NON FACCIAMOCI IMBROGLIARE DALLE FACILI APPARENZE

Le insorgenze di malattie esantematiche arrivano normalmente nei periodi critici dei primi freddi invernali. Contemporanee assenze sui banchi di scuola dalle materne alle medie, vengono barattate come evidenti prove di epidemie virali.

Lo sono davvero? Sono causate da microrganismi contagianti davvero? O è invece che bambini e ragazzi tenuti a lungo tra banchi e strutture scolastiche, sotto pressione e sotto stress da insegnanti non sempre inappuntabili, senza cibo reale e vitale per 5 ore di fila, magari subiscono gli stessi stress e vanno in crisi simultanea?

GUARDIAMO UNA BUONA VOLTA AI FATTORI CAUSANTI E NON ALLE LORO CONSEGUENZE

Cerchiamo pertanto di approfondire meglio. Epidemie sì, ma da abitudini e da costrizioni simili, da aria viziata comune, da scarso movimento simile, da assente esposizione solare, da tensioni scolastiche e familiari simili, da clima freddo simile.

La presenza di batteri e virus durante le conseguenti crisi influenzali non è affatto prova di responsabilità microbica, ma piuttosto di fattori causanti che indeboliscono e che rendono la popolazione scolastica esposta, sguarnita e vulnerabile.

PARLIAMO PURE DI SISTEMA IMMUNITARIO

A questo punto diventa essenziale parlare del sistema immunitario, parte del corpo più odiata e meno compresa da una medicina che arriva persino a inventare patologie auto-immuni da esso causate, quando invece la stragrande maggioranza dei problemi umani insorge da malattie iatrogene o medico-causate.

A parte il mantenere uno stato di costante protezione contro ogni intrusione dall’esterno, il sistema immune ha il compito istituzionale di distruggere tramite i suoi globuli bianchi o i suoi leucociti le cellule del proprio corpo quando diventano difettose o deboli o inservibili. Una distruzione da milioni di cellule al minuto.

Le cellule del sangue si consumano e vengono ricambiate e rimpiazzate nell’arco di 6-7 settimane, tanto per fare un esempio. Pus e muco sono esempi di materiale acidificante da espellere, di tessuto disintegrato, di detriti cellulari (che la medicina fotografa e classifica come mostri), di germi morti e di leucociti esausti.

ANCHE GLI STRUMENTI DELL’IMMUNOCOMPETENZA HANNO I LORO LIMITI

La capacità operativa e funzionale del sistema immunitario dipende dallo stato generale di salute e di forma fisica, dipende da una ghiandola timo forte che, in concerto col sistema endocrino, con ipotalamo ed ipofisi in particolare, dirige l’orchestra immunitaria.

Man mano che la forza immunitaria subisce richieste eccessive per traumi, stanchezza, indigestioni e così via, la produzione del timo cala, la ghiandola si esautora e si rimpicciolisce lasciandoci in balia degli eventi.

BASILARE IMPORTANZA DELLA VITAMINA C NATURALE E SCARSA ASSUNZIONE DA PARTE DELLA MASSA

La vitamina C riveste grande importanza per il funzionamento dell’immunità, mentre la gente continua specie nei grandi assembramenti urbani metropolitani a vivere con diete carenti e sbagliate, prive di acido ascorbico da frutta e verdura fresca, e accompagnate da antibiotici che sballano l’intero sistema facendo stragi di preziosa flora batterica e lasciando intatta l’accumulazione virale, col risultato globale che cade l’immunocompetenza, per cui crescite cancerogene, herpes e raffreddori non possono essere contrastati con efficacia e la fanno da padroni.

FATTORI DI CADUTA IMMUNITARIA

L’immunocompetenza viene drasticamente mutilata da:

  • Fatica del vivere male
  • Eccesso di stress
  • Fatica fisica da sport competitivo, confermata da incremento leucocitario
  • Fatica digestiva, confermata da leucocitosi digestiva (vedi esperimenti Kouchakoff)
  • Tossiemia montante e stabile, col grasso del sangue che incolla globuli rossi e piastrine, per cui nulla più funziona come dovrebbe, né i leucociti, né il timo, né gli organi vitali fegato-milza-reni, né il sistema immune nel suo complesso
  • Grasso, colesterolo ed eccesso proteico di origine animale sono i fattori più inibitori e dannosi per il sistema immune, causanti malattie croniche e cadute di vitalità contrassegnate da bassa temperatura corporea, da basso livello enzimatico e da bassa immunocompetenza
  • Pensare in negativo, con carenza di fiducia in se stessi e con poca autostima
  • Mancanza di rispetto per la natura, per il creatore, per il prossimo incluso gli animali, con inevitabili conseguenze sul piano etico e spirituale
  • Droghe stimolanti e dopanti di vario genere
  • Farmaci
  • Nicotina e catrame da fumo
  • Caffeina e teina
  • Integratori minerali inorganici e vitamine sintetiche
  • Alcol
  • Cibi stracotti e devitalizzati
  • Cibi spazzatura
  • Zuccheri raffinati e dolciumi
  • Aspartame
  • Prodotti agricoli inquinati da OGM e da glifosfato da Roundup
  • Prodotti irradiati e determinati, tipo le patate dei supermarket il più delle volte
  • Tranquillanti
  • Antidolorifici
  • Aspirine
  • Fluoruri
  • Cloruri.

IMPOSSIBILITÀ DI RICARICA E DI STIMOLO DELL’IMMUNOCOMPETENZA

In sintesi, la capacità del sistema immune, quando funziona regolarmente, è molto più grande ed ampia di quanto immaginato. Il livello generale di salute nella società civile è tuttavia marginale e border-line, per cui si vive a livelli di immunocompetenza pericolosamente bassi. Questo comporta che tutte le alterazioni e tutte le accumulazioni virali da insufficiente rimozione scorie trovano facile accesso.

Tutti cercano metodi di rafforzamento immunitario. Ma il sistema immune non può essere stimolato artificialmente essendo esso autonomo ed auto-rigenerante. Quello che gli serve è un sangue decente e fluido, capace di apportare nutrimento e ossigeno in un corpo libero da ostruzioni e da stress.

DANNI E RISCHI DA VACCINO

Non si può sottovalutare il fatto che i vaccini espongono l’organismo a enormi rischi. La vaccinazione immette i veleni virali direttamente nel sangue, senza che siano state attivate le difese locali e fagocitarie, con immaginabili conseguenze. I vaccini fanno crollare le difese immunitarie. Contengono infatti composti altamente tossici per l’organismo, primo fra tutti il mercurio.

MICIDIALE IL VACCINO DELLA PERTOSSE

I medici americani registrano ogni anno migliaia di gravi reazioni ai vaccini, incluse centinaia di morti e di menomazioni permanenti. Le popolazioni completamente vaccinate sono state investite da epidemie.

I ricercatori attribuiscono dozzine di condizioni neurologiche e immunologiche croniche ai programmi di immunizzazione di massa. La maggior parte delle morti sono ascrivibili al vaccino della pertosse. Studi internazionali hanno dimostrato che tale vaccinazione è causa della SIDS ovvero della sindrome di morte infantile improvvisa.

EPIDEMIE CORRELATE AGLI STANDARD IGIENICI ED ALIMENTARI E NON ALLE INTERFERENZE VACCINATORIE

Epidemie di morbillo, orecchioni, vaiolo e polio si sono manifestate in popolazioni vaccinate. Un recente rapporto dell’ OMS testimonia che la malattia e i tassi di mortalità nei paesi del terzo mondo non hanno un legame diretto con le procedure di immunizzazione o con i trattamenti medici in genere, ma sono invece strettamente collegati con gli standard igienici ed alimentari. 

Gli effetti negativi documentati del vaccino includono disturbi immunologici e neurologici cronici, quali autismo, iperattività, scarsità di attenzione, dislessia, allergie, cancro. I componenti del vaccino includono noti cancerogeni quali thimerosal, fosfato di alluminio, formaldeide.

AUMENTANO I CASI DI MENINGITE IN ITALIA, SOPRATTUTTO AL NORD DOVE SI VACCINA DI PIÙ

Crescono i casi di meningite da pneumococco in Italia, ma stranamente ciò avviene nel Nord, dove si vaccina di più. Risultano infatti 309 casi denunciati nel 1999 contro i 109 del 1994, principalmente bambini fra i 13 e i 18 mesi, L’incidenza della malattia nel Nord è di 7.4 per milione di abitanti, nel Centro di 5.8 e nel Sud di 2 per milione.

OCCORRE SCEGLIERE TRA CONOSCENZA SCIENTIFICA E VUDUISMO MEDIEVALE

Parlare di nemici batterici e di mostri virali contagianti che arrivano da lande misteriose e lontane, e che si mettono in belligeranza continua ed insanabile con l’umanità non è scienza ma vuduismo sacerdotale derivato dai momenti oscuri del Medioevo. I batteri sono nostri soci e i virus sono i nostri figli deceduti e ricambiati. Il tutto trasformato in eserciti di lanzichenecchi pronti ad assaltarci e a divorarci, secondo la visuale medico-monatto-untrice.

ESISTE ANCHE LA MIA PROVA DEL NOVE

Personalmente non ho soltanto scritto articoli su articoli recuperabili sul blog digitando come motore di ricerca virus, batteri, epidemie, Aids, herpes, vaccini, non ho soltanto dedicato una conferenza come “La farsa del contagio batterico-virale“, ma ho anche elaborato una prova del 9 sulla innocenza di virus e batteri sfidando chiunque contrario, medico e non medico, a smontarmela con argomenti logici e razionali. Nessuno si è fatto vivo finora, il che è quantomeno strano.

ACCADEMIE MEDICHE CHE ROVINANO ED INQUADRANO MALE I PROPRI STUDENTI

Queste cose il medico dovrebbe masticarle a menadito. Dovrebbe poter spiegare virus e batteri con chiarezza, convinzione e credibilità rassicuranti ai pazienti e al pubblico. Ma non è così. Provare per credere. I programmi e i tomi delle università sono taroccati e manipolati in partenza.

Ecco perché provenire dalle accademie mediche, come succede alle moltitudini di nuovi medici in arrivo annualmente, non è per niente attestato di preparazione salutistica elevata, ma è al contrario garanzia di lacune incolmabili, garanzia che conoscono a memoria i nomi di 5000 medicinali, ma che non  hanno imparato un kaiser o un accidente sugli ingredienti che contano davvero ai fini della salute, sul piano alimentare, etico e comportamentale.

LE VERITÀ VANNO SPESSO CERCATE ALTROVE

Ecco perché le verità genuine ed autentiche vanno cercate soprattutto  in altri ambiti, presso ricercatori liberi e indipendenti, siano essi filosofi, economisti, sociologi, frati, poeti, artisti, igienisti, ma anche inventori, anche piloti di Jumbo della Qantas come il grandissimo australiano Ross Horne, anche banchieri stufi di affondare nel danaro altrui, anche agricoltori, anche meccanici o falegnami.

La salute proviene da chiunque la frequenti, la studi, la pratichi, la dimostri e la promulghi con provata competenza, con grande passione, non per la legge dello stato, collusa coi poteri di Big Pharma, ma in piena coscienza e autonomia, in tutta buona fede e spirito di trasparenza.

STARE SU LIVELLI DI ECCELLENZA NON È OVVIAMENTE PRECLUSO AI MEDICI

Ovvio che anche i medici stessi possono essere superlativi e straordinari, come lo erano quelli della Scuola Medica Salernitana, ad estrazione pitagorico-ippocratica, come lo sono quelli di ieri e di oggi che cito in continuazione perché, sia ben chiaro, non sono un anti-medico per partito preso. La Health Science ha dei pilastri che la sorreggono. Molti di essi sono medici autentici e coraggiosi che non esitano a muoversi controcorrente.

DRITTE ALIMENTARI PER LO SVEZZAMENTO

Ora lascio a te studiare l’intera questione e decidere liberamente sulla vaccinazione o la non vaccinazione della tua bambina. Quanto alla questione alimentare, il sacrosanto obbligo di una madre è quello di allattare la sua piccola con il suo latte fino a che non avrà formato i destini per le prime masticazioni.

Lo svezzamento avverrà in modo graduale e con prodotti simili al latte umano, vale a dire sostanze basso-proteiche come tutti i succhi di frutta fresca, i succhi di carota ed ananas in funzione antiparassitaria, come il latte di mandorle e pinoli, o le cremine derivate da avocado, castagne, patate dolci, patate normali, carrube e dalla magnifica tapioca.

NON MANCANO LE INFORMAZIONI CORRETTE, BASTA ANDARSELE A CERCARE

Il dovere poi di un padre come te, sarà di informarsi al meglio non solo presso medici e pediatri convenzionali, ma anche da fonti affidabili di diversa provenienza culturale.

Sul mio blog ad esempio puoi digitare la parola dieta, o anche alimentazione del bambino, o anche svezzamento per trovare i titoli adatti. I migliori autori del settore rimangono i classici John Tilden, Herbert Shelton, Robert Mendelsohn, ma anche gli odierni Colin Campbell e Luigi Proietti. Non scordare la consultazione dei siti Comilva (Lega Italiana Anti-Vaccinazioni), per farti un’idea completa sul da farsi.

Valdo Vaccaro

DISCLAIMER: Valdo Vaccaro non è medico, ma libero ricercatore e filosofo della salute. Valdo Vaccaro non visita e non prescrive. Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono sostituire il parere del medico curante.

 

Stufo della pubblicità? Clicca qui.

Inserisci la tua email per non perderti i nuovi articoli!

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere gratuitamente via e-mail le notifiche di nuovi post.

Share.

6 commenti

  1. Tra tutti quelli citati il più giovane quanto ha? Hanno mai parlato di vaccini?
    Se si approda in questo sito in realtà si hanno le idee ben chiare e si vuole solo una conferma. Se non la vaccini é quasi sicuro che non succederà nulla data l'immunità di popolazione dovuta a chi si è vaccinato. Ovvio che sono scelte.

  2. Andre Maraglio on

    Andrea certo che sei indifendibile …..ma hai riletto quello che hai scritto ?Non rispondermi.tanto non replico…..però che cavolo poi te le cerchi …..pensa che a volte vorrei cercare di intavolarlo un contraddittorio con te , ma poi ti perdi in considerazioni disarmate e disarmanti…..

  3. Voi non intavolate nulla. In questo sito ho trovato prese in giro e insulti, non fare il discorso "vorrei ma non ce la fai" perché è deprimente. Vorrei sapere quanti di voi abbiano una minima conoscenza di microbiologia e immunologia per sostenere un discorso. Non basta leggere disinformazione.it o abbracciare un albero o vedere uno scoiattolo che mangia dalle mani per sapere tutto.
    Cmq si, non rispondere perché tanto dopo 3 risoposte mi si accusa di flaming o di aprire chat…yn conto è imbrodarsi, un altro è discutere. Brodo crudista, si intende!

  4. Antonio Armando on

    Consiglio vivamente di leggere "Le vaccinazioni pediatriche" del dott. Gava.
    O di fissare un appuntamento con il tuttologo dott. Prof. Andrea (che l'unico interesse che ha nella vita è quello di venire a pestare i gabasisi in questo blog. Si vede che da altre parti non se lo filano di pezza, poveretto. E poi fa la vittima innocente. Esilarante).